La disoccupazione vola alle stelle e gli italiani temono per il futuro

Dopo Monti, anche Letta promette la ripresa. I dati lo smentiscono: disoccupazione giovanile al 41,6%, mai così alta dal '77. Renzi lavora al Job act: un altro vuoto annuncio?

Il mercato del lavoro cola a picco con il tasso di disoccupazione che lo scorso novembre si è attestato al 12,7%, in netta crescita rispetto al 12,5% registrato a ottobre. Sulla base dei dati provvisori elaborati dall'Istat, il tasso ha registrato un aumento di 1,4 punti rispetto a novembre 2012. A preoccupare maggiormente è, ancora una volta, la disoccupazione giovanile ha toccato il 41,6% segnando l'ennesimo record (negativo) dal 1977, da quando cioè sono iniziate le serie storiche. Il tasso è, infatti, cresciuto di 0,2 punti rispetto a ottobre e ben di quattro punti rispetto a novembre 2012.

Entro una settimana il neo segretario del Pd Matteo Renzi conta di avere messo i primi punti fermi. Tra questi ci sarà anche la definizione del piano per il lavoro, quello che l'ex rottamatore ha già battezzato Job act per autocelebrarsi nel paragone con l'ex premier britannico Tony Blair. Stando a fonti vicine a via del Nazareno, Renzi starebbe premendo sull'acceleratore con l’obbiettivo di presentarsi il 16, alla direzione del Pd, con una road map definita. Giovedì o venerdi vedrà, quindi, il premier Enrico Letta che ieri pomeriggio ha avviato le consultazioni per sottoscrivere il patto di coalizione. Dalle prime mosse si capisce subito che al centro del dibattito c'è proprio la messa a punto di misure per riformare il mercato del lavoro che, stando ai dati pubblicati oggi dall'Istat, è arrivato a contare lo scorso novembre oltre 3,2 milioni di disoccupati, 57mila in più rispetto al mese prima e 351mila in più rispetto al 2012. "Il tasso di disoccupazione - si legge nel report dello studio di statistica - è pari al 12,7%, al top dal 1977, anno di inizio delle serie storiche trimestrali".

Secondo un'indagine condotta da Coldiretti e Ixè proprio in occasione della presentazione dei dati Istat, ben sette italiani su dieci si sentono minacciati dal pericolo di perdere il lavoro. "Oltre la metà degli italiani teme per il futuro di non riuscire ad avere un reddito sufficiente per mantenere la propria famiglia", si legge nello studio secondo cui il 42% degli italiani vive senza affanni, il 45% riesce a pagare a stento le spese "senza permettersi ulteriori lussi" e il 10% non ha nemmeno i soldi per far fronte all'indispensabile di cui vivere. La drammatica cartolina dipinta dall'indagine è la conseguenza spietata di politiche (sbagliate) avviate dall'ex premier Mario Monti e continuate dall'attuale governo Letta. Nei prossimi giorni Renzi presenterà il suo Job act per "rivoluzionare" il mercato del lavoro e favorire l'occupazione. Dei contenuti si sa ancora poco. Una certezza c'è: l'articolo 18 non sarà toccato per evitare malumori tra le fila dei sindacati.

Commenti
Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mer, 08/01/2014 - 10:49

letta è peggio di Monti..un'incapace che ci sta mandando a picco!! ELEZIONI SUBITO!!!!

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mer, 08/01/2014 - 11:08

andate via dall'Italia ormai in mano a massoni ed imbroglioni, i vostri padri vi hanno venduto e tradito non fate come loro scappate da qui finchè ve lo permetteranno

linoalo1

Mer, 08/01/2014 - 11:16

Non ho ancora capito cosa si aspetta a far cadere questo Governo Comunista che,finora,si è limitato a dire,ma quanto a fare!Ho paura che,anche se andrà su Renzi,la musica non cambierà!Si,perchè tutti i Comunisti,finora,hanno parlato tanto ma non hanno fatto niente!Qualcuno dirà:ma Letta ha detto che stiamo resuscitando!Poveri illusi!Noi resusciteremo solo quando,qualcuno,non importa 'chi',si deciderà a tagliare le spese dello Stato!Certo è che:finche governeranno i Comunisti,dobbiamo aspettarci solo Tasse!Lino.

unosolo

Mer, 08/01/2014 - 11:23

abbiamo un PCM senza palle , mi spiego , se un ministro non sfonda lo deve licenziare , non viene fatto segno di debolezza , la disoccupazione sfonda ogni record e il ministro gioisce , le aziende sono sparite di conseguenza calano entrate allo Stato e il ministro gioisce , a sto punto deve intervenire e non facendolo si scervella per abbassare il super bollo di qualche decina di auto di lusso , da pazzi , se vuoi incrementare vendite devi abbassare la IVA e le tasse altrimenti è stasi del mercato e spendono solo quelli che pagano quel super bollo , quindi il PCM ha intorno a lui moltissimi incompetenti o altrimenti sono investitori per cavoli loro e tirano alla svendita della nazione , non ci sono spiegazioni altrimenti.

cameo44

Mer, 08/01/2014 - 11:26

Che Letta sia un bidone come lo è stato Monti è evidente a tutti tranne a Napolitano l'unico a difendere entrambi perche voluti da Lui. Si è parlato di Governi che avrebbero dovuto salvare l'Italia ma visto i ri sultati hanno fallito emtrambi del resto sono fratelli gemelli stessa maggioranza stessi uomini stesso metodo tassare tassare tassare mai tagli seri e consistenti alle spese folli dello Stato e delle Ammi nistrazioni locali specie le Regioni non è stato eliminato un solo ente inutile e tanti ce ne sono parlano tutti di revisone della spesa lo dicono in inglese per non far capire ma guarda caso questa rigurda solo e sempre ai servizi ma mai ai costi della politica dove secondo i calcoli della UIL si potrebbero tagliare oltre sette miliardi altro che il miliardo propagandato da Renzi altro buffone di corte

blackbird

Mer, 08/01/2014 - 11:29

E prima della fine del 2014 a nord-est chiuderà i battenti l'Electrolux (ex Zanussi-REX). 1.200 - 1.400 licenziati.

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Mer, 08/01/2014 - 11:33

Renzi può fare tutti gli "act" (parola piu teatrale che altro)ma la situzione non cambierà! Gli investitori sia nazionali che stranieri, intendo imprenditori ed entrepeneurs, non si sognano lontanamente di investire in questo paese sgamgherato. Tra sindacati, magistrati, operai farabutti e politici incapaci e corrotti (non esistono solo a roma ma pure nei comuni)solo chi è masochista o ha sintomi suicidi verrebbe qui, eccetto gli avvoltoi che vengono solo per spolpare.

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Mer, 08/01/2014 - 11:36

Il solo job act non serve, serve un Honest Act, un Reform Act, un Less Taxes Act, un Less Laws Act etc. Che teatro no?

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Mer, 08/01/2014 - 11:49

Job act, Road Map, what else? Quanto siamo sciocchi con queste parole inglesi! E la cosa ancora più cretina è che anche gli inglesi ora importano dagli americano. Non più film ma lo chiamano movie in Inghilterra ora! Comunque ci riempiamo la bocca di espressioni anglofone (spesso incorrette come footing invece di jogging) ma nulla impariamo sul loro pragmatismo a far funzionare le cose eh?

Zizzigo

Mer, 08/01/2014 - 11:52

È un governo monociclo, con una ruota quadrata e, al posto del sellino, un trono a più piazze. I pedali sono tanti, ma servono solo per dare pedate agli italiani!

gneo58

Mer, 08/01/2014 - 12:13

chiunque andra' su non potra' far altro che continuare sulla solita vecchia strada - qualsiasi miglioramento richiederebbe azioni impopolari verso una parte del paese e nessuno si prendera' mai la briga di operare in tal senso - un esempio tra tutti - 17000 forestali al sud: per risparmiare chi fara' una legge per lasciarne a casa 16500 ? - ne volte un altro ? - pubblica amministrazione: blocco totale delle assunzioni e mettere sotto a LAVORARE chi non lo fa (tantissimi) chi firma un decreto per il trasferimento degli esuberi ?

marvit

Mer, 08/01/2014 - 12:21

Ma quale disoccupazione?? Il comune di Roma può permettersi più dipendenti dell'intera la Fiat. Facciano così tutti i comuni d'Italia e la questione sarà risolta in quattro e quattrotto

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Mer, 08/01/2014 - 12:48

Anche l'uso di investitore (che oramai ha preso il sopravvento) e' di importazione anglofona (Investor). Più propriamente chi investe e' colui che ferisce o uccide una persona con una vettura... Mah...

vince50_19

Mer, 08/01/2014 - 12:51

Nel 2014 c'è solo una ripresa: quella dello svuotamento sistematico delle tasche di noi cittadini. Manica di cialtroni raccontacazzate: avete la faccia come il vostro ******!!!

unosolo

Mer, 08/01/2014 - 13:01

marvit ha ragione a Roma non esiste disoccupazione , manteniamo 35,000 parassiti e diamo alloggio a 20,000 tra politici e sindacalisti oltre a pagare stipendi enormi e fantasiosi a dirigenti della PA , Roma avrà un miliardo di deficit ma spende molto di più per amici , parenti e compagni , Roma città eterna del consumo parassitario. Abbiamo le buche più grandi del mondo , abbiamo la monnezza sotto tutte le abitazioni , eppure dicono bene di Roma , mai gite in periferia magari in zona Centroni casal morena quante buche , paghiamo enormi tributi e ce li aumentano ancora , meno male .

bleumoon

Mer, 08/01/2014 - 13:13

Forte questo governo...ma non vi preoccupate la ripresa arriverà nel 2014. Ma Monti diceva che sarebbe arrivata a fine 2012, poi nell'ultimo trimestre del 2013 con l'anno che avrebbe chiuso a -0,8% e che invece è stato - 1,8%. Cazzzo che governanti che abbiamo.però ce li meritiamo perchè siamo noi che li votiamo. I politi dicono cazzzo che popolo che rappresentiamo....sono proprio dei coglionazzi.

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Mer, 08/01/2014 - 13:17

Bisogna creare PIL e non spese con servizi dando impieghi stupidi come fa lo stato, le regioni, le provincie ed i comuni! NON producono ma mangianno!

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Mer, 08/01/2014 - 13:37

Per produrre lo stato dovrebbe: 1. Smettere di pagare un debito basato su una truffa colossale di privati nei confronti degli stati 2. Riprendere sovranità sull'emissione e stampa di moneta propria 3. Abbassare le tasse drasticamente in quanto soffocano il sistema produttivo del nostro paese e ci rende ancora meno concorrenziali 4. Implementare normative contro coloro che copiano i nostri prodotti o li producono per mezzo di concorrenza sleale sottopagando i loro dipendenti (spesso immigrati irregolari) sul nostro territorio. 5. Implementare una realtà lavorativa sola e non molteplici dove ci sono gli imprenditori italiani strozzati dalle tasse e regolamenti e quelli extracomunitari i quali la loro unica regola e' non aver regole.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mer, 08/01/2014 - 13:55

Bisogna inasprire i controlli sull'evasione ed eliminare il denaro contante. Tutto deve essere tracciabile all'ultimo centesimo.

marco190701

Mer, 08/01/2014 - 14:26

2 commenti: 1) ma Renzi non doveva essere l'esponente di una sinistra moderna che guarda al ceto medio? E il Job Act si basa sull'aumento delle ritenute su titoli? E allora perchè lottare contro Bersani che aveva le stesse idee? 2) Visto che con Al-fini la sinistra ormai spadroneggia, non potremmo passare ad azioni più concrete come una grande manifestazione a Roma di ceto medio (possessori di case, bot, aziende, partite IVA)? Forse comincerebbero a c......i sotto.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Mer, 08/01/2014 - 15:32

@luigipiso senza dubbio i controlli dovrebbero essere più severi, ma pure quelli su tutto il lavoro irregolare ed illegale non rispettoso di norme e evasore in massa di tasse. Non solo, ma se si continua a tassare cosa racimolerà lo Stato quando non vi saranno più introiti?? E' proprio li che stiamo andanti di questo passo... La curva di Laffer spiega che la tassazione ideale e' all11%... E... Funziona! La cosa l'hanno già provata. Basta con questo parassitismo di sinistra, cerchiamo di favorire l'economia!

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 09/01/2014 - 10:28

Al governo non interessa un caxxo, per me, a lui interessa che gli diate il voto ,POLLI.Dragon_Lord no mi stanco mai di scrivere che sei un perfetto imbecille.Se non rispondi vuol dire che acconsenti.