Distribuzione automatica, il mercato cresce del 3,5% e vale 3,5 miliardi

L'Italia ha il record europeo di vending machine e a Venditalia 2018, in fieramilanocity dal 6 al 9 giugno, 247 espositori presenteranno tutte le novità del settore che punta all'innovazione. Con le tecnologie IoT acquisti e prelievi si fanno con lo smartphone

Il mercato della distribuzione automatica di cibi e bevande e del caffè “porzionato” (capsule e cialde) in Italia ha chiuso il 2017 in crescita del +3,5% rispetto al 2016 con un giro d’affari di 3,5 miliardi di euro per 11,1 miliardi di consumazioni complessive. Non solo, nel 2017 è cresciuto dello 0,65% anche il parco macchine che conta oltre 810 mila vending machine che fanno dell’Italia il primo Paese in Europa per numero di distributori automatici (seguito dalla Francia con 590 mila vending machine e dalla Germania con 550 mila). I distributori sono diffusi principalmente nell’industria (35%), seguita dagli uffici privati (15%), dal commercio (13%), dal mondo della scuola e dell’università (13%), dagli ospedali (11%), dagli uffici pubblici (6%) e dai luoghi di transito (4%) e di svago (3%).

Dati che dimostrano la vivacità del vending che punta sull’innovazione, le nuove tecnologie e i sistemi di pagamento avanzati per compiere un ulteriore salto di qualità. E il futuro del vending si potrà scoprire nella ventesima edizione di Venditalia Milano, appuntamento europeo più importante per il settore che si terrà a fieramilanocity dal 6 al 9 giugno prossimi. Alla manifestazione - organizzata con cadenza biennale da Venditalia Servizi e promossa da Confida, l’Associazione italiana distribuzione automatica – parteciperanno 247 espositori provenienti da 20 Paesi a rappresentare tutti i segmenti del settore: fabbricanti di vending machine, produttori di beni destinati al consumo e imprese di gestione, distribuiti all’interno di un allestimento di oltre 13mila metri quadrati. E provengono dall’estero 57 espositori mentre 68 (il 28% del totale) sono alla loro prima partecipazione.

Numeri che identificano il dinamismo del settore e la naturale vocazione all’innovazione della manifestazione, hub internazionale che presenta novità e trend:dall’evoluzione tecnologica con distributori automatici sempre più smart grazie all’adozione di tecnologie IoT (i prodotti si potranno scegliere tramite smartphone, ma anche pagarli e prelevarli), all’eco‐sostenibilità che si significa macchine a risparmio energetico, logistica green, furgoni a basse emissioni, prodotti alimentari biologici, a chilometro zero ed equosolidali. Durante la principale manifestazione internazionale della distribuzione automatica sarà possibile conoscere le potenzialità dei nuovi distributori automatici smart grazie alla connessione internet. Oltre alla parte espositiva, Venditalia ospita conferenze, dibattiti, talk show internazionali e incontri sui temi d’attualità del comparto.

“Innovazione è la parola-chiave della manifestazione – spiega Massimo Trapletti, neo-eletto presidente di Confida -. Tutti gli operatori del settore proiettati verso la ricerca d’avanguardia sanno di poter contare sull’eco mondiale di Venditalia per contribuire a delineare il vending del futuro. Il settore occupa in Italia oltre 30.000 persone e costituisce un’autentica eccellenza del Made in Italy sia perché i più importanti costruttori di macchine sono italiani sia per la professionalità delle aziende di gestione attive nel nostro Paese che detengono la più ampia catena di distribuzione alimentare automatica d’Europa”.

"Venditalia è il più importante appuntamento europeo della distribuzione automatica sia per area espositiva che per numero di visitatori – aggiunge il presidente di Venditalia Ernesto Piloni -. La manifestazione, che festeggia quest’anno il ventennale, consente ad espositori di tutto il mondo di presentare in anteprima le soluzioni più innovative del vending e i principali prodotti distribuiti mostrando quanto questo settore si sta evolvendo: grazie all’avanguardia tecnologica e a un kow-how rigorosamente italiano esportato in tutto il mondo, il nostro Paese è leader europeo nella produzione dei distributori automatici. Oggi il settore sta vivendo una vera e propria “rivoluzione digitale”: le nuove vending machine sono connesse a Internet, montano schermi touch che consentono una comunicazione più efficace col consumatore e, attraverso l’utilizzo di una App, propongono diversi tipi di sistemi di pagamento evitando l’utilizzo di contanti. Tutto questo e altro sarà possibile toccarlo con mano dal 6 al 9 giugno a Venditalia”.

I dati di mercato, delineati nel nuovo studio di settore di Confida realizzato in collaborazione con Accenture, distinguono fra comparto dell’automatico e quello “porzionato” (macchine a capsule e cialde). Nell’ultimo anno l’automatico è cresciuto del +1,87% per un valore di 1,8 miliardi di euro e un totale di 5 miliardi di consumazioni. Il porzionato nel 2017 ha fatturato 1,7 miliardi di euro per un aumento del +5,1% generato da 6,1 miliardi di consumazioni trainato soprattutto dalle capsule destinate alle famiglie, in aumento dell’11,3%.
La crescita del mercato dell’automatico nel 2017 (+1,87%) si deve soprattutto al consumo di bevande fredde (+5,01%), che rappresentano il 19,7% delle erogazioni totali. In particolare sono cresciuti i consumi di acqua (+5,80%) che, con oltre 760 milioni bottigliette d’acqua erogate, costituisce il secondo prodotto più venduto dalle vending machine dopo il caffè. Sono oltre 2,7 miliardi i caffè consumati l’anno scorso al distributore automatico, per un aumento dello 0,59%. Segno positivo anche per gli snack – che valgono il 15,5% delle consumazioni, in crescita dello 0,58% sotto la spinta di cioccolato (+3,19%) e biscotti (+4,55%).

Commenti

flip

Gio, 12/04/2018 - 08:29

una volta eravamo più attenti sulla spesa. valutavamo e sceglievamo il prodotto adesso ti facilitano l acquisto su tutto ma attenti alle fregature perchè non hai piu il conmtrollo su nessuna cosa.