Il dollaro schiaccia l’oro

Una seduta ancora in discesa per le quotazioni dell'oro. Il metallo giallo ha segnato il fixing a 617,75 dollari l'oncia, il livello minimo degli ultimi 50 giorni. Le quotazioni hanno sofferto il rafforzamento del biglietto verde e le prospettive di nuovi rialzi dei tassi di interesse americani. Debole anche il greggio, con il future del Wti sotto 71 dollari al barile. Le vendite sono state ispirate dall'aumento delle scorte Usa di benzina. Rame sotto quota 7.500 dollari.