Draghi in campo: "Bce pronta a tutto per salvare l'euro"

Effetto Draghi sui mercati europei. Piazza Affari +5,62%. Spread Btp-Bund a 475 punti. Fmi a Spagna e Italia: "Applichino le misure annunciate"

Le Borse europee tirano un sospiro di sollievo. E lo spread tra i Btp decennali e i Bund tedeschi arretrano tornando sotto la soglia drammatica dei 500 punti base. A scatenare un eccesso di ottimismo sulle principali piazze finanziarie del Vecchio Continente e sui mercati secondari sono state le parole di apertura del presidente della Bce Mario Draghi a difesa della moneta unica: "L’euro è irreversibile e la Bce è pronta a fare tutto il necessario per salvare la moneta unica". Tuttavia, David Hawley, portavoce del Fondo monetario internazionale, ha fatto sapere che "è importante che le misure politiche annunciate in Italia e Spagna vengano applicate".

"Negli ultimi sei mesi l’area euro ha mostrato progressi straordinari". Intervenendo alla "Global investment conference" di Londra, Draghi ha fatto il punto sulla crisi economica infondendo una massiccia dose di ottimismo alle Borse europee. Partendo dal pressupposto che l'Eurozona è "più forte di quanto non le venga riconosciuto", il numero uno della Bce ha inistito sulla centralità della moneta unica per le economie dei Paesi dell'Unione europea. Una centralità che la Banca centrale vuole difendere con ogni mezzo. "Non è possibile - ha spiegato - immaginare la possibilità che un Paese possa uscire dall’eurozona". Un'assicurazione, quella di Draghi, che fa ben sperare anche nei confronti dei continui "niet" della cancelliera tedesca Angela Merkel che, a lungo, si è posta di traverso nei confronti degli aiuti economici ai Paesi in difficoltà e alle misure per combattere la speculazione internazionale (da ultimo lo scudo anti spread). Proprio su questo punto, Draghi ci ha tenuto ha ricordare che i firewall "sono pronti a funzionare meglio che in passato". Non solo. Il numero uno dell’Eurotower ha anche ricordato la necessità di "uscirne dalla frammentazione finanziaria" e che il mercato interbancario non sta funzionando al meglio. In linea con le indicazioni dell’ultimo summit a Bruxelles sull’esigenza di un’unione bancaria, finanziaria e fiscale, Draghi ha quindi sostenuto che "si arriverà alla condivisione della sovranità nazionale" dell'Unione europea.

Le parole di Draghi ha subito infuso ottimismo sui mercati e, soprattutto, su Piazza Affari. Con un rialzo del Ftse Mib del 5,62% e dell’All Share del 5,25%, Milano archivia oggi, dopo alcune giornate nere, la migliore seduta da inizio 2011. Si tratta anche di una delle migliori sedute di sempre per il mercato italiano. Con il balzo di oggi la capitalizzazione di piazza Affari recupera oltre 15,7 miliardi di euro e torna sopra i 300 miliardi, a 315,3 miliardi. L'indice Ftse 100 di Londra sale dell'1,36% a 5.573,16 punti, il Dax di Francoforte avanza del 2,75% a 6.582,96 punti e il Cac 40 di Parigi mostra un incremento del 4,07% a 3.207,12 punti. Ad Atene il Ftse Athex 20 perde invece lo 0,64% a 208,14 punti. Intanto cade a picco lo spread tra i Btp decennali e i Bund tedeschi a 477 punti base laddove in precedenza era salito fino a 523, mentre si riducono drasticamente le tensioni sui titoli di Stato della periferia dell’Eurozona. In forte risalita ache le altre borse europee e l’euro. Anche Madrid segna rialzi superiori al 5% mentre si attenuano nettamente anche le pressioni sui Bonos spagnoli, facendo scendere i rendimenti dei Bonos decennali sotto la sogli allarmistica del 7%.

Commenti

Creattivo

Gio, 26/07/2012 - 13:57

Innanzitutto io vorrei capire come mai, nel medesimo istante e con l'ennesimo aggiornamento, Il Giornale e Il Sole 24 Ore pubblichino due diversi dati di spread. http://img846.imageshack.us/img846/3185/spreadt.jpg Questo mi genera un filo di confusione. Non credo poi che questo balzo in avanti si merito di una dichiarazione di Draghi. Immagino semmai che la BCE o chi per lei sia entrata nel mercato e stia acquistando BOT e BONOS a paccottiglie. Non è successo niente, da ieri a oggi, che possa giustificare l'inversione di marcia. E' pur vero che chi ha venduto milionate di BOT fino a ieri, oggi vorrà pur guadagnarci, magari acquistandone un po' prima di rivenderli.

Ritratto di Fritz49

Fritz49

Gio, 26/07/2012 - 13:56

Cosa aspettava Mr. Draghi a pronunciarsi?

unclesam

Gio, 26/07/2012 - 14:04

E se avessimo avuto Draghi come primo ministro e Monti alla BCE ? Forse un' Italia migliore e un'Europa peggiore (ma tanto peggio di così....).Potremmo però provare a chiedere di fare a cambio.

Ritratto di orcocan

orcocan

Gio, 26/07/2012 - 14:15

Questa e' l'ennesima dimostrazione di come si muovono i mercati. Dei fondamentali non importa nulla a nessuno. Basta una dichiarazione con un pizzico di ottimismo o un'altra negativa (molte altre di un funzionario o un politico qualsiasi), e la borsa sale sulle montagne russe in attesa della prossima dichiarazione.

idleproc

Gio, 26/07/2012 - 14:13

Al momento è solo una forma di autoerotismo finanziario dei mercati. E' anche indice del punto a cui sono ridotti i cosiddetti "mercati" globali. Per quanto sia "autorevole" la voce che esterna. Se fosse vero che vogliono fare sul serio e sul serio lo possono fare solo con la geopolitica allargandosi e togliendo un'impiccio, dall'altra parte dell'Atalntico che finora si sono divertiti, comincerebbero a farsela sotto. Fantapolitica visti gli attori e le loro storie in campo. Per cui non cambierà un c. e la pelatura delle comunità nazionali continuerà.

giottin

Gio, 26/07/2012 - 14:18

Le parole giuste arrivano sempre troppo tardi, dopo gli operatori ci credono e la borsa vola, domani arriveranno quelle di qualche agenzia del bluff, gli operatori della stessa borsa crederanno a loro e la borsa va giù nel burrone. Il problema è che ci sono troppi menagramo, di fatto siamo oltre il -30% da inizio anno. Fate tacere qualcuno!

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Gio, 26/07/2012 - 14:19

questo personggio mi appare veramente risolutivo e decisivo per l' E. U. - Questo, quando parla, non dice frasi "smozzicate" ma frasi ben CHIARE e di senso compiuto. Mi auguro che sia sempre così e faccia riportare alla sensibile SOLIDARIETA' europea anche la naxione Tedesca che fino ad oggi ja sempre ben lucrato sulle spalle di altri popoli meno esperti ma più sinceri.

vittorioenrici

Gio, 26/07/2012 - 14:19

Draghi era l'uomo giusto al posto di quello stoccafisso di Monti, senza umanità sociale , con in testa solo la Germania come esempio da seguire, e non parliamo poi di quella megera della Fornero, non credo che Draghi l'avrebbe chiamata, avrebbe chiamato il marito ( Deaglio ) con un pò più di cervello.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Gio, 26/07/2012 - 14:31

Bastano le dichiarazioni di un pinco palla qualunque e vedi che succede alla borsa. E se fosse tutta una bufala?

killkoms

Gio, 26/07/2012 - 14:39

l'unico"vero"supermario,oltre a balotelli!

meverix

Gio, 26/07/2012 - 14:44

Il tutto è sempre molto (troppo) aleatorio. Tra qualche giorno gli speculatori ci riproveranno e la borsa tornerà a scendere e lo spread a salire.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 26/07/2012 - 14:55

Questa è la prova del nove che al "sistema finanziario",importa una pippa dell'ECONOMIA REALE,ed il gioco,regna sovrano! Qualcuno mi sa dire, se La Borsa di Milano,ha poi bloccato TUTTE le "vendite allo scoperto"???!!

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Gio, 26/07/2012 - 15:00

la botta di dichiarazione va bene. Ora però bisogna togliere gli strumenti agli speculatori e vietare vendite short o altre amenità del genere, far ritornare la borsa e la finanza sulla bontà delle aziende e dei loro prodotti/servizi. Poi vediamo se lo spread sale.

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Gio, 26/07/2012 - 15:07

Le Borse, in particolare quelle europee e ancora più in particolare quella italiana, sono in mano a un ristretto gruppo di speculatori. Oramai dall'andamento degli indici si evince che stanno ulteriormente raschiando il barile. Fanno un po' di acquisti, gli altri allocchi abboccano e acquistano, poi rivendono all'improvviso, anche in giornata, e via così. Se non crollano stasera, gli indici sono destinati a farlo domani o al massimo lunedì. Inutili e dannose le analisi fatte rigorosamente a posteriori dei sedicenti analisti. Fingono di sapere i motivi dei rialzi, poi arrancano nel tentativo di spiegare i repentini ribassi. Non sanno lavorare neanche col senno di poi...

ettore10

Gio, 26/07/2012 - 15:10

All'Italia serve un premier ITALIANO. Monti non lo è. Monti è semplicemente una marionetta manipulata da altri, principamente la Merkel. Sarebbe ottimo se tutti gli altri capi dei Paesi del UE fossero europeisti, ma non lo sono. Loro sono nazionalisti. L'Italia è troppo povera per permettersi il lusso di un capo 'leader' europeista come Monti. L'Italia ha bisogno di un premier serio che difende per primo gli interessi dell'Italia e degli Italiani.

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 26/07/2012 - 15:10

Siamo alle solite, si cerca di rimediare ad un problema strutturale con delle chiacchiere autorevoli, per ora. Appena i mercati saggeranno di nuovo i fatti reali, tale autorevolezza sparirà come una bolla di sapone. Torneremo al solito sali e scendi a cui stiamo assistendo da qualche tempo, solo che si sarà bruciata un altra carta non più utilizzabile. E' meglio uscire dall'Euro e dall'Unione Europea, altrimenti cadremo nel disastro totale. Uscendone ritornerà la nostra sovranità completa. Dovremo pagare lo scotto con una svalutazione del 30% ma sempre meglio che fallire totalmente, mentre così potremo riprenderci rapidamente.

romi49

Gio, 26/07/2012 - 15:56

uscire dall'euro sarà doloroso per i primi tempi, chi possiede qualcosa più della media si opporrà con tutte le sue forze. tuttavia lo dovremmo fare per il bene dei nostri figli e nipoti.

Massimo Bocci

Gio, 26/07/2012 - 16:02

L' Euro UE o Crucco, e'come lex URSS,ci si entra truffati e si esce solo morti...di fame.

blackbird

Gio, 26/07/2012 - 16:11

Sono anni che penso che non servono grandi interventi per salvare l'Euro e l'Europa, ma bastano alcune parole sagge dette da chi conta (leggi Germania e BCE). La speculazione agisce sulle sensazioni più che sull'economia reale, le parole anche. Basta poi far seguire un'azione coerente a quanto detto all'inizio di una crisi e molte cose si risolvono senza andare fino in fondo. Ma buon nenso e coerenza non sono sinonimi di razionalità e cocciutaggine. La testardaggine teutonica produsse la crisi dell'ECU alcuni anni or sono. Anche allora tutti gli economisti mondiali si scagliarono contro la Germania per l' irremovibile osservanza delle proprie convinzioni economiche e all'Italia (e algli altri Paesi) la crisi costò parecchi già allora. La mania della supremazia del pensiero è figlia della mania della superiorità della razza. La Germania unita faceva paura negli anni trenta e continua a far paura nel 2012!

Ritratto di RoseLyn

RoseLyn

Gio, 26/07/2012 - 16:20

Qualcuno ha letto il libro di Giulio Tremonti 'Via d'uscita' ? Non ci illudiamo se non si riforma la finanza facendola rientrare in un contesto di diritto internazionale, la borsa continuerà a dare di questi scossoni e lo spread pure.

gioch

Gio, 26/07/2012 - 16:19

Per Zagovian. Bloccate tutte sì.In Italia.Ma se hai il conto in una grande banca con filiale a Londra?

gian paolo ledda

Gio, 26/07/2012 - 16:47

Oggi si festeggia e si stappano bottiglie sulla scia dell'ottimismo conseguente alle dichiarazioni di Draghi.Cala lo spread e prende respiro la Borsa.Un po' tutti si spera che la positiva inversione sia quella definitiva.C'è da essere ottimisti o rassegnati a questo continuo sali scendi di quegli indici che t anti guai stanno procurando all'economia di diversi Paesi europei ed alle nostre tasche sempre più svuotate dalla pressione fiscale? Sinceramente mi auguro che ciò accada nell'interesse generale,con l'augurio che la disperata ricerca delle soluzioni tecniche faccia tornare la bonaccia su questa malridotta area dell'euro.C'è da notare che però è gia da un po' che stiamo campando di assicurazioni e rassicurazioni senza però che la tempesta dia sicuri segni di placarsi.Se le soluzioni auspicate sono soltanto un espediente per continuare a creare illusioni sulla salute e l'irreversibilità di questa moneta asfittica che è l'euro, e continuassero ancora a persistere insicurezza,incertezza,speculazione sullo scenario economico finanziario europeo,allora veramente la misura sarebbe colma,e di pazienza ne resterebbe molto poca.

igiulp

Gio, 26/07/2012 - 16:59

Ora siamo diventati bravi di colpo. Mi sembrano tutti fuori di testa ! Siamo in mano a gente schizofrenica.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Gio, 26/07/2012 - 17:02

E come farà? Stamperà Euro a gogò o utilizzerà riserve occulte, senza farsi sgamare dalla Merkel?

Ritratto di emanuelem57

emanuelem57

Gio, 26/07/2012 - 17:04

Non aspettiamoci i miracoli, quelli devono ancora arrivare

analistadistrada1950

Gio, 26/07/2012 - 17:04

Non si può che ribadire altri commenti, forse solo aggiungendo un punto interrogativo: è sufficiente una dichiarazione per ribaltare le sorti economiche finanziarie di un Continente? Oppure c'è dell'altro che non vediamo? Non possiamo pensare che gli squali della finanza riescano a mutare la loro opinione, quasi come dei bamba che si bevono tutto, solo per una dichiarazione; se così fosse, considerato che verba volant et scripta manent, ha senso porre il nostro futuro e la nostra libertà in creduloni innocenti?! Peccato che non lo siano e dunque, anche questa operazione fa parte integrante di strategie che noi non conosceremo mai e delle quali ne subiamo e subiremo i soli effetti.

Creattivo

Gio, 26/07/2012 - 17:09

Lunedì o Martedì ci sarà il nuovo tonfo. Ho la sensazione che oggi quelli che hanno venduto allo scoperto, stiano razziando il mercato acquistando titoli italiani. E la prossima settimana li rivenderanno in massa, facendo crollare nuovamente il mercato.

Ritratto di Baliano

Baliano

Gio, 26/07/2012 - 17:22

... ovvero quando le "parole" contano molto più dei fatti... hmmm chissà com'è che non ci credo. --

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Gio, 26/07/2012 - 17:29

I commenti che leggo mi confermano quello che penso. Siamo sulle montagne russe, anzi crucche. Quando ne scenderemo saremo completamente suonati e gli sciacalli finiranno di banchettare con i rimanenti viveri della nostra casa.

Ritratto di Baliano

Baliano

Gio, 26/07/2012 - 17:39

Iper-Mario ha fiatato 10 secondi e lo spread è sceso di 30 punti...zzo, visto che c'era, un paio di minuti e la "krante cermania" ci avrebbe implorato pietà. Forza iper-Mario... ---

asterix701177

Gio, 26/07/2012 - 18:08

Ma se è stato appurato che quando qualche persona di rilievo parla positivo ,gli investitori sono ottimisti ed investono. Mentre basta che qualche stronzo dica che va male e le borse vanno a picco. Perche non sparare a vista sui pessimisti???

Stan75

Gio, 26/07/2012 - 18:17

Se era Silvio a parlare, perdevamo altri 3-400 punti..

gamma

Gio, 26/07/2012 - 18:42

Dice il proverbio: "una rondine non fa primavera". Io analizzo ciò che è successo oggi nel modo seguente. Se Draghi ha detto quelle frasi che hanno avuto l'effetto benefico che abbiamo visto è perchè le autorità politiche europee glielo hanno permesso. Sopratutto le autorità tedesche che volenti o nolenti in questo momento storico sono le autorità della quarta potenza economica del mondo. Come mai ? La spiegazione, secondo me, è la seguente. Alla Germania conviene moltissimo mantenere la supremazia sui paesi dell'UE ma non tanto da uccidere l'Euro, perchè è sulla moneta unica che si basa la sua fortuna economica e non si uccide la gallina dalle uova d'oro. Il 50% dell'export tedesco è rappresentato da tre o quattro paesi europei: Francia, Italia, Spagna e qualche altro. Dunque i tedeschi ogni tanto fanno rifiatare le finanze di questi paesi. Per loro l'ideale è che il distacco con i loro bund si mantenga intorno ai 450 punti in modo da tenere questi paesi sempre sulla corda ma non tanto da uccidere le loro economie.Fra qualche giorno, probabilmente qualche esponente del governo tedesco dirà qualche frase che smentirà Draghi e il balletto ricomincerà.Vedrete!

vfangelo

Gio, 26/07/2012 - 18:44

Non capisco perche ci a messo tanto a muoversi , Draghi e compani hanno solo parlato a vuoto, e catastrofismo,non potevano fare prima che le barche affondassero?

Ferrarino

Gio, 26/07/2012 - 18:46

04/07/2009 fonte Il giornale.it titolo: Crisi, Berlusconi: "Non c'è niente da temere" (primo invio ore 18:48)

giuliana

Gio, 26/07/2012 - 20:05

Mario Draghi... l'incarnazione di banche private (Banca d'Italia e Bce), della banca d'affari americana Goldman Sachs, assiduo (anche se un po' meno di Monti) frequentatore del gruppo Bilderberg...presente all'incontro sul Britannia che ebbe come risultato la svendita e relativa cessione di parte del patrimonio italiano ... e voi credete che si preoccupi di mettere in salvo l'economia italiana? Poveri illusi! Lavora soltanto per rafforzare la dittatura dei burocrati europei e per aiutare le banche (come ha già fatto monti). Lo farà in modo meno appariscente, ma il risultato sarà lo stesso. Dobbiamo essere noi - non le banche e la speculazione- a prendere in mano il nostro futuro e per prima cosa dobbiamo cambiare le regole del gioco. Lo Stato italiano deve tornare ad emettere la nostra moneta e non farsela prestare dalla bce e pagarvi sopra degli interessi. L'emissione monetaria attuale è una truffa. Ed è l'origine malata del grande debito che sta distruggendo intere nazioni.

Ritratto di jasper

jasper

Gio, 26/07/2012 - 20:23

Dovrebbe essere chiaro a tutti che per frenare la speculazione la stessa deve temere che il gioco non vale la candela. La speculazione si romperebbe le corna se al posto di 17 staterelli raccogliticci ci fosse una vera unione come per es. gli Stati Uniti d'Europa. E' chiaro che se ognuno va per conto suo i mercati lo fanno secco prima o poi. I mercati non fanno secco il Dakota o la California perchè dietro c'è la potenza di fuoco della FED. La stessa cosa sarebbe in Europa. La prova l'abbiamo quando un Draghi qualsiasi dichiara che la BCE è pronta a tutto per difendere l'Euro. Sia chiaro che Draghi non può bleffare a lungo perchè i mercati non sono così fessi. La soluzione è dunque l'unione politica. Fanno ridere i nostri politici da strapazzo che stanno a lambiccarsi il cervello con la legge elettorale o con la RAI.Sono proprio rintronati. Non hanno capito che ore sono.

Ritratto di jasper

jasper

Gio, 26/07/2012 - 20:28

C'è sempre qualche buontempone che prospetta il ritorno alla Lira come la soluzione finaled ideale. Il buontempone non sa che se dovessimo tornare alla Lira la stessa non varrebbe praticamente nulla e i titoli di Stato in Lire non li comprerebbe nessun nazionale figurarsi i mercati esteri. Il petrolio per averlo dovrà essere pagato in valuta pregiata ed è chiaro che non sarà certamente la new Lira la valuta pregiata ma le eventuali riserve in Dollari, in Euro o in oro. E' stato già calcolato che in situazione come quella prospettata dal buontempone di turno un litro di benzina potrebbe costare dalla 10.000 alle 20.000 Lire. Con gli ipotetici stipendi in Lire (chi avra uno stipendio ben s'intende!) uno potrà sfangarla per una al massimo due settimane, poi fischia......

Ritratto di jasper

jasper

Gio, 26/07/2012 - 20:38

E' ovvio che Draghi sta bleffando. Se i mercati voglio "vedere" allora saranno dolori e il bluff va a gambe all'aria come andranno a gambe all'aria i paesi più deboli dell'eurozone che lo 'spread' metterebbe con le spalle al muro. Una cosa è certa:gli Italiani, come i Greci e gli Spagnoli hanno vissuto al di sopra delle loro possibilità e specialmente gli Italiani hanno messo insieme un debito spaventoso di 2.000 Miliardi di Euro. Questi tre popoli, specialmente l'Italiano, se avessero vissuto secondo le regole e senza fare i debiti, logicamente avrebbero avuto un tenore di vita stile Albania, Bulgaria, Romania. Ora dovranno prendere in considerazione il particolare che non viene fatta l'unione politica, il loro debito se lo dovranno ciucciare solo loro e per loro saranno dolori....tanti dolori. 'sti fessi con la legge lettorale ci faranno la birra!

Fontanalui

Gio, 26/07/2012 - 20:36

Sono long sul FTSE MIB da quota 12300. Non chiudo fino a 17.000 punti. Non è Draghi che mi ha convinto (in realtà sono già due giorni che sono long ed ho già raddoppiato il capitale), ma è il fatto che non ci sono più scambi sul mercato. Dal marzo 2011 sono stato ribassista su Unicredit ed ho decuplicato il capitale, ma ora ci sono bassissimi volumi, significa che chi specula al ribasso non può più guadagnare soldi perchè nessuno acquista i suoi volumi ( i volumi del ribassista sono alti in quanto si usa un decimo del denaro solo come garanzia, stesso discorso per i rialzisti). Caro Draghi, a questo punto lo so che sarà sufficiente l'azione della BCE, basta molto poco impegno per tirare su i mercati illiquidi. Basta solo fare un pò di psicologia e tenere d'occhio l'analisi tecnica assecondandola con frasi e interventi. Tra i ribassisti chi non ha chiuso posizione, l'ha invertita. Chi si ostina ad attendere le correzioni aspetta anche i volumi. Dal punto di vista finanziario ora è veramente facile tener testa al mercato. Guarda Draghi che tuttavia questa droga vera o psicologica che sarà lascia intatti dei problemoni: banche che moltiplicano la moneta in borsa, economia reale in affanno, conti in disordine. Prodotti derivati (petrolio e materie prime) fuori controllo perchè senza sottostante. Disallineamento politico dell'Europa, rischio di avere paesi a babbo nell'area ( noi compresi). ecc..

gibuizza

Gio, 26/07/2012 - 20:49

Due conti: se ad ogni dichiarazione di Draghi lo spread cala di 50 punti e la borsa guadagno il 5% tra 10 giorni (di dichiarazioni ovviamente) avremmo uno spread a quasi 0 e la borsa avrebbe guadagnato il 50% (senza contare gli interessi sugli interessi). E' così difficile uscire dalla crisi? Dai telegiornali e dai nostri "mitici" media parrebbe di sì!

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Ven, 27/07/2012 - 08:10

Ma chi e' l'euro? E' la nazione che bisogna salvare non la moneta gia' ripeto con una nazione forte anche la sua moneta sara' forte invece si salvare euro e licenziare lavoratori,non cosi si rafforza l'euro.

ZannaMax

Ven, 27/07/2012 - 08:31

con solo una frase, fa scendere spread e fa salire la borsa... da qui si vede proprio come si pecula su queste cose. Sarebbe da bloccare spread e borsa per un paio di anni, creare agenzie di rating che VOTANO GLI USA e poi si che potremmo star bene!

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Ven, 27/07/2012 - 08:34

blackbird possibile che gia' alla mattina scrivi cassiate?

vacabundo

Ven, 27/07/2012 - 08:52

Appena si parla di soldi,quasi gratis,la borsa vola.Mentre appena si parla di stringere la cinghia,voliamo dalla finestra noi, cittadini indifesi e deboli?Draghi, ha salvato Monti, ma fino a quando? La borsa,le banche hanno molta sete di denaro,gratis,l'italia ha molta sete di equità,i giovani di lavoro, i pensionati di tranquillità,siamo in un bel calderone:si salvano le banche ed il resto non conta,anzi al diavolo,chi muore muore.Mi domando,Draghi, Monti, Napoletano,che accidenti di uomini siete? Prima si salvano le famiglie, gli uomini e non quegli enti come le banche che soffocano le famiglie e le aziende. Io non salvo prima il carretto e poi l'asino. Dovrebbe essere al contrario.Voi direte se salviamo l'italia,salviamo tutti.Si, avete ragione, però dopo che con i vostri spregiudicati salvataggi, uccidete tutti.Le banche sono società con molta sazietà di denaro che non gliene importa niente dell'italia,pensano solamente ed esclusivamente ai loro bilanci. E perchè noi non fare lo stesso?Voi, statisti, governanti, e lei sopratutto,Draghi, dovete pensare all'essere umano e non al disumano quali banche,assicurazioni, società finanziarie etcc etcc.queste se sono capaci devono affrontare i problemi e non aspettare denaro gratis.Perchè non date lo stesso denaro che avete dato alle banche, alle aziende che soffrono che sono costrette a licenziare,alle imprese piccole che devono chiudere per mancanza di liquidità? No,le imprese piccole e familiari devono chiudere e fallire mentre la banche mai.Così non si può andare avanti. Credete che riempire le banche di denaro, gratis, è un bene? Quelle si devono saper gestire, se sono banche serie, prestando denaro, si alimentano e non chiudendo i rubinetti aspettando la BCE che le riempe di denaro. Bel sistema.Così sempre le banche faranno ed aspetteranno la BCE e l'italia e gli italiani con le loro famigle, al diavolo.

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Ven, 27/07/2012 - 09:19

Tutto questo è solo un mezzo per controllare il popolino. Distraggono dai problemi quotidiani e vogliono fare credere che la nostra essistenza dipenda dallo "spread" (differenza) come stanno facendo con lo "spending review" (revisione delle spese) ed i ns cari politici e giornalisti, che non affiderai nemmeno i soldi per le spese, che fanno commenti facendo credere che ns essistenza è nelle loro competenti mani, ma nessuno sa dare un soluzione. Comico!!

Ritratto di jasper

jasper

Ven, 27/07/2012 - 21:01

Giuliana scusa quale sarebbe la nostra moneta? La Lira per caso? Beh se è la Lira che hai in mente, allora di quella robaccia di carta straccia ne puoi stampare quanta ne vuoi che tanto nessuno la vorrebbe. Varrebbe meno della moneta che si adopra al gioco del Monopoli. Saremmo tutti miliardari con le pezze al culo.

ariete38

Sab, 28/07/2012 - 11:18

La BCE pronta a tutto per salvare l'euro. Non pronti a tutto per non morire di euro.

ariete38

Sab, 28/07/2012 - 13:25

La BCE è pronta a tutto per salvare l'euro.. Noi siamo pronti a tutto per non morire di eureo. Attenzione. la guerra del pane è dietro l'angolo