Draghi: "Il Qe della Bce ha creato 7 milioni di posti lavoro"

Mario Draghi difende il Quantitative easing: "È stato un successo, i tassi restano bassi ancora a lungo"

Il quantitative easing della Bce è stato "un successo" e ha permesso di creare 7 milioni di posti di lavoro.

Ne è certo Mario Draghi che difende il "bazooka" della Banca centrale europea e sottolinea come i tassi di interesse resteranno bassi ancora a lungo e saliranno "ben oltre" l'orizzonte di acquisti di titoli di Stato.

Si tratta, ricorda il presidente Bce, di misure "distorsive per loro stessa natura". "Ma non è possibile ignorare che negli ultimi 4 anni sono stati creati nell'eurozona 7 milioni di posti di lavoro", sottolinea Draghi al Peterson Institute di Washington, "I vantaggi possono far dimenticare le eventuali distorsioni".

Sull'aumento dei salari, invece, "ancora non ci siamo". Ma Draghi si è detto fiducioso "che convergeranno, perché crediamo che l'inflazione sia un fenomeno monetario". Per questo "dobbiamo essere pazienti e persistenti, e prudenti nel fare cambiamenti".

Commenti

patriziabellini

Gio, 12/10/2017 - 21:17

A questo punto mi pare che anche lui, come Renzi, abbia dati poco credibili

magnum357

Gio, 12/10/2017 - 22:01

Ma non raccontarmi castronerie, ladrooooooooooooo !!!!!!

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Ven, 13/10/2017 - 09:41

7 milioni di posti di lavoro? Ma dove, in Polonia? Draghi tu sei pazzo. Oppure devi completare la frase: sono stati creati 7 milioni di posti di lavoro a fronte di 10 milioni che invece sono stati distrutti. Saldo = -3 milioni. Grazie

AndyFay

Ven, 13/10/2017 - 10:45

Ci prendono per culo. Con le statistiche si può dimostrare tutto quello che si vuole. Stiamo parlando di posti di lavoro reali o di nuovi contratti? Oppure di contratti stagionali fatti agli africani che raccolgono gli ortaggi? Il QE è stata una manovra per salvare le banche ma non è bastata. La stanno nuovamente parlando di evasione per giustificare un nuovo rastrellamento di denari. Stanno anche studiando accordi con le banche islamiche: al momento c'è incompatibilità tra le nostre leggi e la sharia. I soldi dei musulmani (Dubai, Qatar etc..) salveranno le nostre banche (Monte dei Paschi di Sena in primis) ma dovremo piegarci all'islam. Siamo messi male, molto male.