Draghi sprona l'Europa:"La Bce non colma falledi integrazione politica"

Il presidente dell'Eurotower assicura liquidità alle banche ma chiede scelte politiche forte. E sull'inflazione: "Nessun pericolo"

Perché si risolva la crisi nell'Eurozona, secondo Mario Draghi, è il momento che scenda in campo la politica. Garantendo che la Banca centrale europea garantirà ancora la liquidità necessaria, il presidente dell'Eurotower sprona gli Stati membri: "Siamo arrivati al punto in cui le scelte politiche sono diventate predominanti su quelle monetarie in merito agli strumenti da utilizzare in futuro". Quanto ai prestiti da parte della Bce, Draghi ha assicurato il necessario appoggio al sistema bancario, ma ha precisato che così non si colmano tutte le falle nel processo di integrazione europea.

Il presidente della Bce ha rassicurato inoltre sul rischio inflazione, assente in tutti i Paese dell'Eurozona In nessun Paese dell’eurozona ci sono rischi di inflazione. Draghi ha poi ribadito che ci sono gravi rischi al ribasso per le prospettive dell’economia mentre per le banche si è riscontrato un miglioramento delle condizioni di finanziamento sul mercato

Commenti

bobsg

Ven, 15/06/2012 - 13:22

Draghi, per cortesia non diciamo scemenze. A meno di fare una guerra d'unificazione l'unione politica è un processo che richiede decenni, soprattuto quando si tratta di fondere paesi con culture secolari quando non millenarie, la crisi impone soluzioni immediate. Chiara la differenza?

voce.nel.deserto

Ven, 15/06/2012 - 14:07

Draghi appoggia la Merkel che vuole maggiore integrazione politica prima di conferire maggiori poteri alla BCE.Poi bacchetta la stessa Merkel che sembra più preoccupata per la possibile inflazione piuttosto che per la recessione.Sarà interessante seguire i paesi eurozona il 28 ed il 29 giugbo 2012.

Random64

Ven, 15/06/2012 - 15:13

#1 bobsg (191) -da qui la truffa della Bce..cioè creata sapendo dei gravi problemi di integrazione, creata prima di stabilizzare l'europa..implicitamente con questa affermazione draghi lo ammette..ergo la Bce che ci sta a fare?