Il duale lascia ai soci una cedola a sorpresa

I Comuni di Milano e di Brescia si preparano a brindare. Oggi A2a alzerà il velo sui conti 2013 con un regalo per gli azionisti: un dividendo più ricco. Merito di risultati in crescita che hanno permesso al management, l'ad Renato Ravanelli e il presidente Graziano Tarantini, «un ritocchino» in tutta serenità, probabilmente in area 0,030 euro. Lo scorso anno la remunerazione è stata di 0,026 euro. Sono del tutto dimenticate, dunque, le perdite del 2011 (alla luce delle quali fu distribuita una cedola simbolica di 0,013 euro). In due anni, l'azione di risanamento compiuta dal management ha riportato in sicurezza l'utility lombarda che si prepara, nei prossimi due mesi, a una doppia e difficile rivoluzione: dare fine al sistema duale e comporre un nuovo cda. Una scelta complessa e dal delicato equilibrio politico per la quale le diverse anime del Pd stanno già affilando le armi.