E la Nuova 500 strizza l'occhio al web

TorinoA 48 anni esatti di distanza, torna l'aggettivo «Nuova» ad accompagnare Fiat 500. Allora si trattò di un'autentica rivoluzione industriale perché la piccola torinese raccoglieva l'eredità della Topolino con l'intenzione di motorizzare l'Italia, oggi si tratta invece di salvaguardare l'icona di Fiat, la 500 lanciata il 4 luglio del 2007 che è diventata l'emblema della ripresa del gruppo torinese, ambasciatrice del marchio in 100 Paesi, Stati Uniti compresi, e venduta in oltre 1,5 milioni di pezzi.

È, quindi, comprensibile che sotto il profilo del design non ci siano state rivoluzioni nel tracciare le linee di Nuova Fiat 500. Esteticamente gli interventi hanno riguardato i paraurti, ora più importanti, e soprattutto i gruppi ottici (ora a tecnologia Led), ridisegnati senza alterare l'espressione simpatica che, come ha ricordato durante la presentazione alla stampa al Lingotto, Roberto Giolito, chief designer responsabile sia della 500 del 2007 sia di Nuova 500, rimane un punto di forza della vettura. Per conservare la leadership della 500 nel segmento delle piccole in Europa, con una quota, confermata, del 15,6%, Fiat è invece intervenuta in maniera sostanziosa sotto il profilo dei contenuti tecnologici (sul nuovo modello ci sono 1.900 componenti nuovi, il 40% del totale), un ambito nel quale, nei suoi otto anni di vita, l'attuale 500 cominciava a sentire l'età di fronte alle concorrenti sempre più dotate in fatto di connettività e infotainment, fattori decisivi per rilasciare a un'auto la patente premium .

L'evoluzione hi-tech ha influenzato il design della plancia che è ora dominata dallo schermo touchscreen a 5 pollici collegato alla versione evoluta del sistema UConnect che permette a 500 di essere sempre connessa con il mondo che la circonda. Due i motori: 1.2 benzina Eco e 1.3 diesel, un autentico campione ecologico con 89 g/km di CO2. Nata nel 2007 come modello destinato a rimanere unico, la 500 ha dato il via a una nuova strategia all'interno del Lingotto che ha portato alla nascita di una vera famiglia di successo, dalla 500L, monovolume costruito in Serbia e leader in Europa con il 25% delle vendite del segmento, al nuovissimo crossover 500X prodotto a Melfi e già venduto in 30mila esemplari.

L'ad di Fca, Sergio Marchionne, al termine della presentazione, non ha escluso che Nuova Fiat possa avere i futuro una sorella maggiore a cinque porte, un modello che amplierebbe sicuramente il bacino dei clienti potenziali ma porterebbe la 500 a sforare nel segmento superiore. L'auto è disponibile da subito in versione berlina e cabrio e conserva quasi inalterati i prezzi della 500 attuale con un listino che parte da 13.600 euro.

Strategica, per il successo del nuovo modello, dovrebbe essere l'ampia possibilità di personalizzazione attraverso sei «collezioni» da combinare con due livelli di allestimento e tre pacchetti.