«Ecco la nostra banca a portata di mano di chi va in tabaccheria»

Il capo della Banca dei Territori: «Faremo di Itb il primo istituto di prossimità in Italia»

Raffaella Malito

Creare la prima banca di prossimità in Italia, caratterizzata da un tipo di offerta semplice ma completa e disponibile a tutti i cittadini ai prezzi più accessibili del mercato. Questa è la mission che Intesa Sanpaolo si è posta rilevando nel dicembre 2016 la Banca Itb, ovvero la banca dei tabaccai: il piano di integrazione è stato presentato ieri a Roma. La collocazione di Banca Itb nella divisione Banca dei Territori di Intesa risponde agli obiettivi del piano d'impresa 2014-2017 del gruppo per lo sviluppo della multicanalità: Banca Itb infatti dal punto di vista commerciale si presenterà con il marchio Banca 5, il modello pensato da Intesa per focalizzarsi sulle fasce di clientela con un potenziale di crescita nell'utilizzo dei servizi creditizi. Ne abbiamo parlato con Stefano Barrese, responsabile divisione Banca dei Territori Intesa Sanpaolo.

Cosa si intende per prima Banca di prossimità in Italia?

«Il gruppo Intesa Sanpaolo già oggi può contare su 3.500 filiali, che saranno sempre più focalizzate sull'offerta di consulenza e servizi, e su oltre 7.500 Atm. Le oltre 20mila tabaccherie convenzionate con Banca Itb possono «raggiungere» quei cittadini meno propensi ad andare in filiale ma che entrano spesso in tabaccheria. In questo senso, Banca Itb, grazie alla capillarità della sua rete di tabaccherie convenzionate sul territorio e alla maggior flessibilità di giorni e orari di apertura, può diventare la prima Banca di prossimità in Italia».

Perché Intesa Sanpaolo ha deciso di investire sulle tabaccherie? Che tipo di canale rappresentano?

«Da un sondaggio fatto sui clienti delle tabaccherie è emerso che i tabaccai sono persone cortesi e di fiducia. Sono persone conosciute e raggiungibili senza fare code. Meritare la fiducia dei nostri clienti e poterli aiutare nel realizzare i loro piccoli e grandi sogni è per noi una priorità e attraverso la capillare rete delle tabaccherie crediamo di poter raggiungere fasce di clientela con un potenziale di crescita nell'utilizzo dei servizi bancari».

Quali sono i risultati a oggi della Banca Itb?

«Banca Itb, fondata nel 2008, nel 2015 ha generato ricavi per circa 38 milioni di euro e un utile netto di circa 8,5 milioni, registrando un totale attivo di circa 228 milioni e un patrimonio netto di circa 33 milioni, con un coefficiente patrimoniale Core Tier 1 pari al 25,8% e un Return On Equity al 30%. Itb adotta un modello di business commissionale (oltre 95% del margine d'intermediazione), basato su di un elevato volume di operazioni gestite ed un modello operativo leggero. La banca ha ottenuto risultati importantissimi grazie alla guida del suo fondatore Francesco Marrara che tornerà presto a ricoprire il ruolo di ad, per proseguire nello sviluppo del progetto che ha già raggiunto livelli di assoluta eccellenza».

Quali sono i progetti di sviluppo anche al fine di conquistare una più ampia fetta di mercato? A oggi ci sono oltre 20.000 tabaccherie convenzionate con Banca Itb pari al 40% circa del totale dei tabaccai in Italia

«Attraverso Itb, che diventerà Banca 5, offriremo nuovi servizi di prossimità utili ai cittadini: carte, conti, prestiti, assicurazioni, oltre a nuovi servizi utili per la vita di tutti i giorni. Abbiamo pensato ad un'offerta facile e accessibile a tutti».

Su quali nuovi prodotti e servizi intendete puntare?

«Già oggi Banca Itb propone prodotti e servizi rivolti essenzialmente a due categorie di clienti: i tabaccai, ai quali la banca offre i tradizionali servizi bancari (conti correnti, depositi e finanziamenti a breve/medio termine) e soluzioni di automazione del ciclo degli ordini e relativi pagamenti; i cittadini, per i quali la banca gestisce, per il tramite della collaborazione dei tabaccai ed attraverso una piattaforma informatica proprietaria, servizi di pagamento e di incasso (tra cui tutti i tipi di bollettini, ricariche telefoniche e carte prepagate, voucher Inps). Questi continueranno a essere elemento chiave dell'offerta. A questi affiancheremo altri prodotti e servizi attraverso l'acquisto di una semplice smart box che consentirà l'immediata attivazione delle carte di pagamento così come di prestiti personali, conti, polizze auto e capofamiglia ma anche servizi di natura non bancaria».

Quale il valore aggiunto che la Banca Itb offre a tabaccai e cittadini?

«Semplicità, vicinanza fisica e immediatezza sono gli ingredienti che già oggi contraddistinguono Banca Itb nell'offerta ai tabaccai. Con il progetto Banca 5 affiancheremo all'offerta di prodotti finanziari da banco (conti, carte, prestiti e assicurazioni) proposti nelle smartbox, App e contact center dedicati».