"Innalziamo a 3mila euro la soglia per il contante"

L'Associazione italiana antiriciclaggio: "L'ottusità dei governi sta portando a pensare che limitare l'uso delle banconote contrasti l'evasione fiscale e il riciclaggio. È pura demagogia"

Tra i tanti freni alla crescita ce n'è uno in particolare che sta tornando al centro dell'attenzione nel dibattito politico ed economico. Senza girarci intorno: «I limiti al contante stanno contribuendo alla crisi del nostro sistema economico», ne è convinto Ranieri Razzante, presidente dell'Associazione italiana antiriciclaggio (Aira), consulente della commissione parlamentare antimafia.
I commercianti di ogni categoria da tempo lamentano le difficoltà di vendere prodotti e servizi a cittadini stranieri più che a italiani, data l'esiguità del limite dei mille euro all'uso del contante. Razzante continua: «L'ottusità dei governi degli ultimi anni sta portando a pensare che limitare l'utilizzo di banconote contrasti più di ogni altro mezzo l'evasione fiscale e il riciclaggio; al contrario, non agisce per niente su quest'ultimo e anzi rischia di alimentare l'evasione, soprattutto in un periodo recessivo come quello che viviamo. È pura demagogia pensare che la criminalità organizzata ricicli denaro sporco a mezzo di contanti».
Questo perché le vere operazioni di trasferimento di ricchezze illecite passano, come le statistiche investigative chiariscono, attraverso operazioni immobiliari, finanziarie e commerciali regolate con strumenti di pagamento tracciabili. Per quanto riguarda poi l'evasione fiscale, chi voglia comprare un oggetto del prezzo superiore ai mille euro lo farà ugualmente, trovando facilmente una controparte che, soprattutto in periodi di crisi, non si fermerà al problema della fatturazione che, al limite, verrà effettuata solo per importi entro i limiti di legge - spiegano gli esperti.
«Come Aira ci battiamo e continueremo a farlo affinché la soglia per l'utilizzo del contante venga innalzata almeno a tremila euro, per stare nella media europea. Se si pensa che nel nostro paese una legge scellerata, varata dal governo Monti, ha innalzato l'importo in questione a 15mila euro per i soli cittadini extracomunitari, la situazione che ho appena descritto ci pone al di fuori del contesto regolamentare europeo ed internazionale» denuncia Razzante.

Commenti

killkoms

Gio, 04/12/2014 - 22:13

stanno solo spingendo chi ha contante a spendere all'estero(magari andandoci con un volo low cost)!

papik40

Gio, 04/12/2014 - 23:30

Vivo in un paese dove il contante regna sovrano ed ho visto acquistare un appartamento di (al cambio) Euro 250'000 in contanti. Non di meno ogni tanto vengono assicurati alle patrie galere riciclatori e chi non e' in grado di giustificare il possesso o l'uso dei loro soldi! Ma gli italioti politici sono demagoghi e poveri di intelletto a cominciare al nuovo DG di (dis)Equitalia che chiede di non innalzare la soglia di Euro 1'000!!!! o da una Motorizzazione civile che "omologa" auto con velocita' di 250/300km/h in presenza di legge con limiti massimi di 130km/h!!!!

torodamonta

Ven, 05/12/2014 - 09:22

PER AUMENTARE I CONSUMI E COMBATTERE LA CRISI, BISOGNA TOGLIERE IL LIMITE DEL CONTANTE.OGNI CITTADINO DEVE ESSERE LIBERO DI COMPRARSI QUALSIASI COSA E LIBERO DI PAGARE QUALSIASI CIFRA COME GLI CONVIENE: CONTANTI,ASSEGNI,BONIFICI ETC. QUESTA È VERA LIBERTÀ.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Ven, 05/12/2014 - 19:38

Per me si potrebbe benissimo eliminare del tutto l'uso del contante e passare totalmente alla moneta elettronica. Vorrei vedere poi come farebbero gli evasori e i riciclatori di denaro e i gestori di economia sommersa ...