Edilizia in legno, alleanza per valorizzare qualità e sostenibilità

Assolegno, CasaClima e Arca lanciano la piattaforma nazionale per diffondere modelli virtuosi dell'abitare contemporaneo. Corsi di formazione per professionisti, seminari in tutta Italia e un convegno internazionale. Quattro appuntamenti dedicati alle esperienze nelle aree colpite da terremoti

L’Italia è al quarto posto in Europa per la costruzione di edifici in legno, realizzazioni moderne e all’avanguardia perché la bioedilizia da fenomeno di moda è diventatata realtà industriale in continua evoluzione come modello virtuoso dell’abitare contemporaneo, sia pubblico che residenziale. Lo stereotipo della “baita” ormai è davvero lontano e il tema al centro della crescita è l’edilizia 4.0 sostenibile che ha nel legno la materia prima e coinvolge progetto, tecnologie, materiali, aziende, formazione tecnica, certificazioni di qualità.

Per questo Assolegno, CasaClima e Arca hanno lanciato una nuova piattaforma nazionale con un duplice obiettivo: da un lato diffondere la conoscenza delle tecnologie di costruzione e favorire la diffusione dell’edilizia in legno, dall’altro di sviluppare l’alta formazione professionale nel campo dell’efficienza energetica e della sostenibilità. Partnership, la prima del genere, che si svilupperà nel 2019 attraverso un programma di iniziative comuni per la formazione tecnica su tutto il territorio nazionale sui temi ingegneristici, tecnologici, architettonici e di fisica tecnica legati al settore dell’efficienza energetica e della sostenibilità in edilizia. Con un tema di fondo, come sottolinea Sebastiano Cerullo, direttore generale di FederlegnoArredo: “Mettere assieme queste diverse realtà è fondamentale perché occorre far crescere la cultura dell’edilizia sostenibile che è un settore in crescita ed ha grandi potenzialità”.

Tra le iniziative in programma, a settembre 2019, si terrà la Summerschool Legno CasaClima 2019, corso di formazione di più giorni che ha lo scopo di fornire ai professionisti le principali nozioni sulla filiera del settore, le modalità progettuali, le tecniche costruttive, i materiali, la sicurezza e gli adempimenti normativi da seguire. A novembre 2019 sarà organizzato un convegno di due giornate di alto profilo, che diventerà l’evento di riferimento per il settore professionale e industriale del legno con personalità ed esperti di primo piano a livello nazionale e internazionale. Durante l’anno si svolgeranno in tutta Italia 24 seminari realizzati da Assolegno, CasaClima e Arca che svilupperanno anche pubblicazioni comuni per favorire la progettazione integrata dell’opera di ingegneria e favorire lo scambio continuo di conoscenze tra enti, centri di ricerca e professionisti individuando le best practice a livello nazionale e internazionale. Particolare attenzione sarà rivolta alla formazione e all’inserimento nella filiera dei giovani, in particolare dei carpentieri, con iniziative specifiche per accrescerne le competenze anche alla luce della prossima norma Uni che regolarizzerà la professione.

Altra iniziativa importante legata alle qualità antisismiche dell’edilizia in legno sarà l’Assolegno tour Re-Think Timber Tra sicurezza e confort abitativo con quattro appuntamenti dedicati alla ricostruzione sostenibile e alle esperienze nelle aree del Paese colpite dai terremoti. Si terranno a Udine il primo febbraio 2019 (terremoto Friuli Venezia Giulia 1976), a Bologna il 12 aprile (terremoto Emilia Romagna 2012), a L’Aquila il 21 giugno (terremoto Abruzzo 2009) e a Salerno (terremoto Irpinia 1980).

“L’edilizia in legno non è più come una nicchia di mercato, ma una realtà solida dell’economia edile nazionale. Fare sistema con CasaClima e Arca significa sensibilizzare il professionista e il committente nella scelta del costruttore: attore chiave della filiera, che deve sapere coniugare qualità, sicurezza e comfort abitativo”, sottolinea Emanuele Orsini, presidente di FederlegnoArredo.

“Con questo accordo ha inizio un nuovo ciclo formativo che vede nel professionista una figura con cui dialogare in modo continuo aallo scopo di mettere in evidenza le peculiarità delle prestazioni e quelle costruttive di un’opera di ingegneria in legno - spiega Marco Vidoni, presidente di Assolegno -. Ampliare la conoscenza a livello ingegneristico e tecnologico ha la conseguenza di favorire una diffusione dell’edilizia in legno. Qualità significa non solo costruire bene, ma anche saper sviluppare bene l’ecosostenibilità, l’efficienza energetica, il risparmio, la sicurezza antisismica. L’edilizia in legno è in grado di realizzare qualunque tipo di edificio, è un prodotto valido e vincente”.

La piattaforma ha l’obiettivo di potenziare gli investimenti in questo settore, promuovendo scambi tecnico-scientifici e attività di ricerca per il conseguimento degli obiettivi globali di riduzione delle emissioni di anidride carbonica - aggiunge Ulrich Santa, direttore generale di CasaClima -. Siamo stati precursori della certificazione a livello nazionale partendo dall’esperienza dell’Alto Adige ampliando, negli anni, i protocolli all’efficienza energetica e alla sostenibilità dei materiali”.

“Realizzare edifici in legno con le più moderne tecnologie di prefabbricazione a secco significa costruire con standard qualitativi elevati, riducendo i costi sull’intero ciclo di vita dell’edificio aumentando la produttività dei processi di realizzazione e di gestione, garantendo il rispetto dei tempi di progettazione e di consegna. L’industrializzazione e la digitalizzazione dei processi oltre all’adozione di sistemi di rating consolidati – spiega Marco Pedri, presidente di Habitech – rappresentano la risposta alla necessità di costruire in modo efficiente e sostenibile e l’opportunità di poter controllare e misurare la qualità dell’opera e del suo utilizzo. Non si tratta quindi solo di promuovere tecnologie e sistemi costruttivi ma di diffondere un vero e proprio modello culturale, attraverso la formazione e l’informazione dei professionisti, delle aziende e di tutti gli attori della filiera dell’edilizia; anche per questo motivo abbiamo voluto come Arca fare sistema con CasaClima e Assolegno nella Piattaforma nazionale aggregando la filiera industriale del settore”.

Commenti

Marguerite

Mer, 14/11/2018 - 08:13

A che serve favoreggiare construzioni con MATERIE CHE L’ITALIA NON POSSIEDE VISTO CHE LA LEGNA È PRINCIPALMENTE IMPORTATA ???