Edison in utile Chiuso arbitrato con l'Algeria

Edison torna al profitto nel primo semestre registrando un utile netto di 152 milioni di euro contro una perdita di 49 milioni di un anno fa. I ricavi salgono a 6,2 miliardi contro i 5,8 di un anno fa e l'ebitda, o margine operativo lordo, si attesta a 670 milioni contro i 301 milioni del primo semestre 2012. Inoltre Edison fa sapere che «la chiusura in aprile dell'arbitrato per la fornitura di gas dall'Algeria, unitamente alla revisione dei contratti long term gas da Algeria e Qatar siglata in luglio, ha avuto un impatto positivo sui conti del semestre».
Per la società guidata da Fulvio Conti il settore degli idrocarburi ha visto confermato l'apporto significativo dell'attività E&P, cui si aggiungono gli accordi per la fornitura di gas dal Qatar con RasGas e dall'Algeria con Sonatrach (seconda fase delle rinegoziazioni) oltre alla positiva conclusione in aprile dell'arbitrato per la fornitura di gas dall'Algeria (con cui si è chiusa la prima fase delle rinegoziazioni relativa al periodo 2010-2012). «Per quanto concerne i contratti di fornitura dalla Russia e dalla Libia, Edison - afferma la società - ha avviato due procedure arbitrali con Gazprom ed Eni, con l'obiettivo di ottenere una riduzione del prezzo coerente con il prezzo di mercato del gas».