Effetto Grecia sfumato,Milano a picco: -2,8%E lo spread è alle stelle

Dura poco l’entusiasmo dei mercati europei per la vittoria del fronte pro euro in Grecia. Borse Ue tutte in rosso: molto male Piazza Affari. Vola lo spread

Sempre il solito teatrino. Come settimana scorsa, all'indomani del via libera agli aiuti europei alle banche spagnole, così oggi dopo il voto in Grecia. Il sospiro di sollievo per le principali piazze finanziarie del Vecchio Continente dura un attimo. L'elezione dei partiti pro euro al governo ateniese infonde una debole fiducia nei mercati europei che inizialmente festeggiano l’esito del voto con rialzi generalizzati. Poi l'inversione di tendenza: il Vecchio Continente sprofonda. Seduta ampiamente negativa a Piazza Affari: l’indice Ftse Mib ha chiuso in perdita del 2,85% a 13.009 punti.

Le elezioni in Grecia hanno scongiurato l’uscita dall'area euro da parte del Paese ellenico. Sebbene gli esperti sostengano che è ancora presto per cantare vittoria dal momento che ieri il leader del partito Pasok ha dichiarato che auspicherebbe un governo di unità nazionale che comprenda anche la sinistra radicale, i mercati europei sembrano riporre comunque fiuducia nella Grecia. Non è, comunque, da escludere un nuovo periodo di impasse ad Atene. A influire sull'ottimismo delle Borse ha contribuito anche il partito francese di Francois Hollande che è uscito rafforzato dalle elezioni. Un elemento che dà maggiore stabilità politica alla Francia. Adesso, però, gli occhi degli investitori sono puntati sul summit del G20 in Messico. I capi dei Grandi della Terra cercheranno di trovare una soluzione alla crisi europea.

Lo spread tra Btp decennali e Bund tedeschi si dimostra, invece, insicuro. Dopo un'apertura in netto ribasso, il differenziale ha subito corretto con un marcato dietrofront: sulla scia dell’esito delle elezioni in Grecia lo spread ha toccato in mattinata quota 430 punti base, ma dopo poche ore è tornato ad allargarsi fino a segnare 445 punti, lo stesso livello della chiusura di venerdì scorso. Il differenziale tra i titoli decennali spagnoli e quelli tedeschi è salito a 560 punti, mentre i Btp sono a 461 punti, contro i titoli francesi a 115 punti.

Commenti

elisacarli

Lun, 18/06/2012 - 10:48

Non sono prudenti i mercati..... Sono i delinquenti degli speculatori che cercano di infondere ancora insicurezza. Possibile che la gente non lo capisca e che si accanisca con Monti e con il rigore?? Ora più che mai serve essere uniti. E sopratutto chi governa deve bloccare le speculazioni sui bond, dal momento che sanno chi è che specula. L'europa forte da noia a molti. Prima fra tutti gli inglesi e poi oltreoceano. Blocchiamo tutte le importazioni da questi paesi e ripaghiamoli con tutto il male che ci stanno facendo.

elisacarli

Lun, 18/06/2012 - 10:48

Non sono prudenti i mercati..... Sono i delinquenti degli speculatori che cercano di infondere ancora insicurezza. Possibile che la gente non lo capisca e che si accanisca con Monti e con il rigore?? Ora più che mai serve essere uniti. E sopratutto chi governa deve bloccare le speculazioni sui bond, dal momento che sanno chi è che specula. L'europa forte da noia a molti. Prima fra tutti gli inglesi e poi oltreoceano. Blocchiamo tutte le importazioni da questi paesi e ripaghiamoli con tutto il male che ci stanno facendo.

erpigna

Lun, 18/06/2012 - 10:45

questi padreterni ci spighino perchè i mercati non credono ai risultati delle elezioni in grecia. ora il nostro piccione viaggiatore cosa dirà in messico? si faranno una bella vacanza alla faccia nostra. loro lo sanno che il problema sono l'alta finanza ed i fondi sovrani. per un fiasco di petrolio ci siamo svenduti agli arabi che si sono comprati tutta l'europa. il sor Draghi , anch'esso asservito alla finanza, che fa? tutti sorrifono mentre dovrebbero essere incazzaati neri. ma sono diplomatici sono tutti della stessa scuola, quella dell'ipocrisia.

erpigna

Lun, 18/06/2012 - 10:45

questi padreterni ci spighino perchè i mercati non credono ai risultati delle elezioni in grecia. ora il nostro piccione viaggiatore cosa dirà in messico? si faranno una bella vacanza alla faccia nostra. loro lo sanno che il problema sono l'alta finanza ed i fondi sovrani. per un fiasco di petrolio ci siamo svenduti agli arabi che si sono comprati tutta l'europa. il sor Draghi , anch'esso asservito alla finanza, che fa? tutti sorrifono mentre dovrebbero essere incazzaati neri. ma sono diplomatici sono tutti della stessa scuola, quella dell'ipocrisia.

alessandro49

Lun, 18/06/2012 - 10:56

Penso che la giornata odierna dell’andamento della Borsa Italiana sia il termometro dell “ autorevolezza” di Monti.La Grecia in due giorni ha recuperato quasi il 20% delle perdite. L’avvento di Monti non ha prodotto altrettanti simili risultati.Anzi c’è stato un aggravamento del malato.Ciò vuol dire che il malato non lo si vuol curare ma lo si vuole uccidere.Ed è quello che l’attuale governo,con la fattiva collaborazione,forse involontaria, dell’attuale parlamento,sta mettendo in atto con risultati abbastanza soddisfacenti.Continua l'inesorabile discesa italiana.Monti & C.non sta facendo gli interessi dell'Italia ma consapevolmente cerca di affondarla in modo che non abbia possibilità di recupero e possa essere dismessa.E' stato "sostituito" un Governo che probabilmente avrebbe potuto portarci fuori dalla crisi con meno traumi e qualche certezza in più.Monti è stato scelto non per l’autorevolezza (i risultati li vediamo)ma per l’autorità che riesce ad esprimere con minaccie e diktat.

alessandro49

Lun, 18/06/2012 - 10:56

Penso che la giornata odierna dell’andamento della Borsa Italiana sia il termometro dell “ autorevolezza” di Monti.La Grecia in due giorni ha recuperato quasi il 20% delle perdite. L’avvento di Monti non ha prodotto altrettanti simili risultati.Anzi c’è stato un aggravamento del malato.Ciò vuol dire che il malato non lo si vuol curare ma lo si vuole uccidere.Ed è quello che l’attuale governo,con la fattiva collaborazione,forse involontaria, dell’attuale parlamento,sta mettendo in atto con risultati abbastanza soddisfacenti.Continua l'inesorabile discesa italiana.Monti & C.non sta facendo gli interessi dell'Italia ma consapevolmente cerca di affondarla in modo che non abbia possibilità di recupero e possa essere dismessa.E' stato "sostituito" un Governo che probabilmente avrebbe potuto portarci fuori dalla crisi con meno traumi e qualche certezza in più.Monti è stato scelto non per l’autorevolezza (i risultati li vediamo)ma per l’autorità che riesce ad esprimere con minaccie e diktat.

Giulio42

Lun, 18/06/2012 - 11:22

Non vedo cosa sia cambiato, l' Europa continua ad essere in crisi e la Grecia, forse svenandosi paghera parte dei debiti .

Giulio42

Lun, 18/06/2012 - 11:22

Non vedo cosa sia cambiato, l' Europa continua ad essere in crisi e la Grecia, forse svenandosi paghera parte dei debiti .

Ritratto di scandalo

scandalo

Lun, 18/06/2012 - 13:31

borse KOMUNISTE sempre in ROSSO !!

Ritratto di scandalo

scandalo

Lun, 18/06/2012 - 13:31

borse KOMUNISTE sempre in ROSSO !!

gpl_srl@yahoo.it

Lun, 18/06/2012 - 13:28

fino a quando non verra detta la verita sulla germania le borse continuerranno a scendere e solo dopo il cerollo di quella tedesca si potra ripartire da zero : non esiste altra possibilità dato che tutti oramai sanno che i valori tedeschi sono inadeguati alla situazione: non avremo un crollo tipo anni trenta negli usa, ma molto peggio e monti sara colpevole , in parte, anche della rovina parziale della nostra piccola ed insignificante Borsa: parziale perche molti titoli sono almeno reali ma quelli tedeschi sono sicuramente pericolosi

gpl_srl@yahoo.it

Lun, 18/06/2012 - 13:28

fino a quando non verra detta la verita sulla germania le borse continuerranno a scendere e solo dopo il cerollo di quella tedesca si potra ripartire da zero : non esiste altra possibilità dato che tutti oramai sanno che i valori tedeschi sono inadeguati alla situazione: non avremo un crollo tipo anni trenta negli usa, ma molto peggio e monti sara colpevole , in parte, anche della rovina parziale della nostra piccola ed insignificante Borsa: parziale perche molti titoli sono almeno reali ma quelli tedeschi sono sicuramente pericolosi

alberto51

Lun, 18/06/2012 - 13:45

La riduzione dei costi dello STATO la RIFORMA DEL LAVORO, LA RIFORMA DELLA GIUSTIZIA.Poi forse i mercati si convincono che siamo seri. Ogni Nazione risponde per se e del proprio operato, noi non siamo ne VIRTUOSI NE BRAVI, SIAMO SPENDACCIONI DI DENARO PUBBLICO.Quindi i mercati sino a che non si fanno queste cosuccie faranno loro su di noi spalluccie.

alberto51

Lun, 18/06/2012 - 13:45

La riduzione dei costi dello STATO la RIFORMA DEL LAVORO, LA RIFORMA DELLA GIUSTIZIA.Poi forse i mercati si convincono che siamo seri. Ogni Nazione risponde per se e del proprio operato, noi non siamo ne VIRTUOSI NE BRAVI, SIAMO SPENDACCIONI DI DENARO PUBBLICO.Quindi i mercati sino a che non si fanno queste cosuccie faranno loro su di noi spalluccie.

duxducis

Lun, 18/06/2012 - 13:47

L'Europa si e' giocata la reputazione. Serve un cambio di classe dirigente e possibilmente un processo per togliere di mezzo tutti questi gerarchi incompetenti e le loro famiqlie e protetti per almeno 3 generazioni. Questo non e' uno scherzo, ma la triste realta'. Nessuno affida ad un branco di ladri i propri risparmi, da qui il collasso, che ormai e' certo.

duxducis

Lun, 18/06/2012 - 13:47

L'Europa si e' giocata la reputazione. Serve un cambio di classe dirigente e possibilmente un processo per togliere di mezzo tutti questi gerarchi incompetenti e le loro famiqlie e protetti per almeno 3 generazioni. Questo non e' uno scherzo, ma la triste realta'. Nessuno affida ad un branco di ladri i propri risparmi, da qui il collasso, che ormai e' certo.

gbsirio_1962

Lun, 18/06/2012 - 13:54

mannaggia 'sto SPRAID e chi l'ha inventato.!!! Vivo ormai quotidianamente con "l'ansia da SPRAID e somatizzo ....e voi giornalisti che ogni giorno ci sbomballate con 'sto SPRAID che sale e scende.. MA BASTA PER FAVORE !!!! non se ne piò più. Create nella gente angosce inutili. Ma non si può abbolire 'sto SPRAID ???!!!

gbsirio_1962

Lun, 18/06/2012 - 13:54

mannaggia 'sto SPRAID e chi l'ha inventato.!!! Vivo ormai quotidianamente con "l'ansia da SPRAID e somatizzo ....e voi giornalisti che ogni giorno ci sbomballate con 'sto SPRAID che sale e scende.. MA BASTA PER FAVORE !!!! non se ne piò più. Create nella gente angosce inutili. Ma non si può abbolire 'sto SPRAID ???!!!

Noodies

Lun, 18/06/2012 - 14:02

Non sono un economista, ma da quello che ho capito, e che è evidente, da quando siamo entrati nell'euro siamo dovuti sottostare alle direttive europee-germaniche che hanno disposto il rispetto di parametri economici che convengono esclusivamente alla politica della signora Merkel & Co. ma che comportano per gli altri stati membri un percorso di enormi sacrifici che si perpetueranno negli anni senza pausa perché, per quanto ci riguarda, l'Italia non potrà mai, e dico mai, competere con il ciclo produttivo tedesco per una infinità di ragioni che gli economisti ben conoscono. Ora quasi tutti i nostri politici (in particolar modo Casini) sono propensi a restare nell'euro perché, a loro dire, se ne uscissimo fuori sarebbe un disastro. Non dicono però l'unica verità: per rimanere nell'euro gli italiani dovranno perennemente fare dei sacrifici mentre per loro, i politici, nulla cambia, mentre se invece ne uscissimo allora sì che anche i nostri politici avrebbero da perdere, e molto. Meditate.

Noodies

Lun, 18/06/2012 - 14:02

Non sono un economista, ma da quello che ho capito, e che è evidente, da quando siamo entrati nell'euro siamo dovuti sottostare alle direttive europee-germaniche che hanno disposto il rispetto di parametri economici che convengono esclusivamente alla politica della signora Merkel & Co. ma che comportano per gli altri stati membri un percorso di enormi sacrifici che si perpetueranno negli anni senza pausa perché, per quanto ci riguarda, l'Italia non potrà mai, e dico mai, competere con il ciclo produttivo tedesco per una infinità di ragioni che gli economisti ben conoscono. Ora quasi tutti i nostri politici (in particolar modo Casini) sono propensi a restare nell'euro perché, a loro dire, se ne uscissimo fuori sarebbe un disastro. Non dicono però l'unica verità: per rimanere nell'euro gli italiani dovranno perennemente fare dei sacrifici mentre per loro, i politici, nulla cambia, mentre se invece ne uscissimo allora sì che anche i nostri politici avrebbero da perdere, e molto. Meditate.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Lun, 18/06/2012 - 14:03

Indovina, indovinello di chi é la colpa se lo Spread sale? logico watson! se lo Spread sale la colpa e di Berlusconi, disse Bersani e Enrico Letta insieme a Napolitano, se invece scende allora il merito é di Monti!

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Lun, 18/06/2012 - 14:03

Indovina, indovinello di chi é la colpa se lo Spread sale? logico watson! se lo Spread sale la colpa e di Berlusconi, disse Bersani e Enrico Letta insieme a Napolitano, se invece scende allora il merito é di Monti!

Ritratto di Zago

Zago

Lun, 18/06/2012 - 14:17

E' inutile, la Grecia ci ha contaminati e non solo noi italiani ma tutta la Comunità che sta pagando la pochezza della politica e la prepotenza della Merkel che, per chi non l'avesse capito, sta diventando la nazione più potente dell'Europa, come quando c'era il terzo Reich. E Monti continua a correre dietro a lei baciandole la mano. Non hanno ancora capito che la Comunità ha fallito, che l'Euro è stato un flop e che l'Italia deve ritornare alla lira e fare i sacrifici che deve con essa, almeno li facciamo per qualcosa e non come ora che li stiamo facendo per i Greci, per la Spagna e per il Portogallo. E' l'ora di abbandonare le allegre comari.

Ritratto di Zago

Zago

Lun, 18/06/2012 - 14:17

E' inutile, la Grecia ci ha contaminati e non solo noi italiani ma tutta la Comunità che sta pagando la pochezza della politica e la prepotenza della Merkel che, per chi non l'avesse capito, sta diventando la nazione più potente dell'Europa, come quando c'era il terzo Reich. E Monti continua a correre dietro a lei baciandole la mano. Non hanno ancora capito che la Comunità ha fallito, che l'Euro è stato un flop e che l'Italia deve ritornare alla lira e fare i sacrifici che deve con essa, almeno li facciamo per qualcosa e non come ora che li stiamo facendo per i Greci, per la Spagna e per il Portogallo. E' l'ora di abbandonare le allegre comari.

ntn59

Lun, 18/06/2012 - 14:33

Spread e crisi, tutte cretinate per permettere agli speculatori di fare affari. E noi, italiani onesti e lavoratori, paghiamo. Rivoglio la democrazia, Monti chi lo ha votato? A chi deve rispondere delle sue scelte politiche?

ntn59

Lun, 18/06/2012 - 14:33

Spread e crisi, tutte cretinate per permettere agli speculatori di fare affari. E noi, italiani onesti e lavoratori, paghiamo. Rivoglio la democrazia, Monti chi lo ha votato? A chi deve rispondere delle sue scelte politiche?

velenosoveleno

Lun, 18/06/2012 - 14:36

Sarebbe bene che la borsa italiana sia trattata solo in Italia e fra italiani , tornando anche al vecchio cartaceo anzichè agli impulsi elettronici in accredito . Chiuderla anche per un certo periodo di tempo se necessario , perchè i "mercati" che la buttano giù sono gli stessi che la tirano sù , cioè fanno quello che vogliono alla faccia dei piccoli riisparmiatori che cadono sempre nella rete dei maledeti pescicani tipo soros . I greci hanno solo rimandato la loro fine e, quando questa verrà , sarà ancora peggiore . I prossimi chi saranno ??? Gli spagnoli o i portoghesi ? O toccherà a noi .....il cameriere mortimer sta preparando qualche sostanziosa cessione ai suoi amici cinesi o indiani,per intanto butta giù i prezzi del listino finchè questi non saranno di gradimento ai suoi amici compratori ed a danno di tutti gli italiani . Maledetto euro e maledetta bce ..... europa dei banchieri , delinquenti in guanti bianchi .

velenosoveleno

Lun, 18/06/2012 - 14:36

Sarebbe bene che la borsa italiana sia trattata solo in Italia e fra italiani , tornando anche al vecchio cartaceo anzichè agli impulsi elettronici in accredito . Chiuderla anche per un certo periodo di tempo se necessario , perchè i "mercati" che la buttano giù sono gli stessi che la tirano sù , cioè fanno quello che vogliono alla faccia dei piccoli riisparmiatori che cadono sempre nella rete dei maledeti pescicani tipo soros . I greci hanno solo rimandato la loro fine e, quando questa verrà , sarà ancora peggiore . I prossimi chi saranno ??? Gli spagnoli o i portoghesi ? O toccherà a noi .....il cameriere mortimer sta preparando qualche sostanziosa cessione ai suoi amici cinesi o indiani,per intanto butta giù i prezzi del listino finchè questi non saranno di gradimento ai suoi amici compratori ed a danno di tutti gli italiani . Maledetto euro e maledetta bce ..... europa dei banchieri , delinquenti in guanti bianchi .

elisacarli

Lun, 18/06/2012 - 14:41

Beh Berlusconi ha molte responsabilità in questo. Ha sempre detto che andava tutto bene, ignorando il cratere della crisi che aumentava sempre più. Non sono le elezioni greche a non convincere, ma la speculazione sui bond che non accenna a finire. Ci vogliono misure efficaci per contrastarla. Ma vi siete resi conto che qualsiasi cosa accada sembra sempre che i mercati la prendano come negativa? La verità è che l'euro forte da noia a molti. Tra le misure per uscire dalla crisi credo sia prioritario fermare lo spostamento di grossi capitali su/dai bond, i quali dovrebbe mantenersi su una linea quasi costante. In questo dovrebbe intervenire la BCE, per evitare che picchi in eccesso o al ribasso di verifichino. Se non si risolve questa cosa inutile fare riforme innovative o di rigore, perchè gli stati si troveranno a dover pagare interessi troppo alti che bloccano lo sviluppo. Purtoppo però, la vera soluzione che potrebbe essere gli eurobond e la tobin tax, non viene ancora applicata

elisacarli

Lun, 18/06/2012 - 14:41

Beh Berlusconi ha molte responsabilità in questo. Ha sempre detto che andava tutto bene, ignorando il cratere della crisi che aumentava sempre più. Non sono le elezioni greche a non convincere, ma la speculazione sui bond che non accenna a finire. Ci vogliono misure efficaci per contrastarla. Ma vi siete resi conto che qualsiasi cosa accada sembra sempre che i mercati la prendano come negativa? La verità è che l'euro forte da noia a molti. Tra le misure per uscire dalla crisi credo sia prioritario fermare lo spostamento di grossi capitali su/dai bond, i quali dovrebbe mantenersi su una linea quasi costante. In questo dovrebbe intervenire la BCE, per evitare che picchi in eccesso o al ribasso di verifichino. Se non si risolve questa cosa inutile fare riforme innovative o di rigore, perchè gli stati si troveranno a dover pagare interessi troppo alti che bloccano lo sviluppo. Purtoppo però, la vera soluzione che potrebbe essere gli eurobond e la tobin tax, non viene ancora applicata

aliberti

Lun, 18/06/2012 - 14:44

Monti &(bad)Company cercano sempre di darla a bere al popolo bue, e spesso ci riescono... ma convincere i mercati è un'altra storia. A parte lo spread, la borsa di milano in cinque anni, con governi variamente colorati ha perso il 70%, significherà qualcosa?

aliberti

Lun, 18/06/2012 - 14:44

Monti &(bad)Company cercano sempre di darla a bere al popolo bue, e spesso ci riescono... ma convincere i mercati è un'altra storia. A parte lo spread, la borsa di milano in cinque anni, con governi variamente colorati ha perso il 70%, significherà qualcosa?

Ritratto di dbell56

dbell56

Lun, 18/06/2012 - 14:53

Inutile perdersi in chiacchere. Si tratta di una lunga agonia sia dell'euro e sia dell'UE. Qui non è colpa di nessuno. E' la logica conseguenza dell'aver voluto ad ogni costo unire ciò che è inunibile. Lo vado dicendo da otto mesi che dovevamo uscire già allora da questa follia. Forse sarebbe stato meno doloroso. Ora non oso pensare a ciò che potrà succedere. Questo lo dice purtroppo uno che con l'UE ha avuto un bel vantaggio a sottoscrivere un contratto di mutuo per l'acquisto della prima casa, ma sto pagando ancora le rate di mutuo. Cosa mi e ci aspettera? Confidiamo nel buon Dio che ama molto l'Italia e certamente non l'abbandonerà ad un crudo destino!!

Ritratto di dbell56

dbell56

Lun, 18/06/2012 - 14:53

Inutile perdersi in chiacchere. Si tratta di una lunga agonia sia dell'euro e sia dell'UE. Qui non è colpa di nessuno. E' la logica conseguenza dell'aver voluto ad ogni costo unire ciò che è inunibile. Lo vado dicendo da otto mesi che dovevamo uscire già allora da questa follia. Forse sarebbe stato meno doloroso. Ora non oso pensare a ciò che potrà succedere. Questo lo dice purtroppo uno che con l'UE ha avuto un bel vantaggio a sottoscrivere un contratto di mutuo per l'acquisto della prima casa, ma sto pagando ancora le rate di mutuo. Cosa mi e ci aspettera? Confidiamo nel buon Dio che ama molto l'Italia e certamente non l'abbandonerà ad un crudo destino!!

Ritratto di dbell56

dbell56

Lun, 18/06/2012 - 15:13

Si egr. Aliberti, che la borsa era sovrastimata artatamente e, quindi, drogata da chi s'è arricchito alla faccia delle nazioni e relativi popoli che ora stanno pagando duramente l'aver voluto dare più importanza alla finanza che non alla produzione di beni e servizi, la vera ed unica ricchezza!! Forse lei non ricorda che l'economia è iniziata col baratto. Ci si scambiava beni con beni e/o servizi. Cioè ciò che era veremente utile alla persone. Avrà studiato pure che in economia si parla spessissimo in termini di utilità marginale e che essa è sempre decrescente (solo in un caso essa è crescente ma in modo limitato). Non le spiego il perchè. Sono sicuro che in base alle sue conoscenze ed esperienze riuscirà a capire quello che voglio dire e che il discorso potrebbe allargarsi a macchia d'olio (scelte del consumatore, dell'impresa e dello stato, pensiero keynesiano, neoclassico, monetarista ecc.) sino ad arrivare a sceverare a fondo tutto il pensiero economico presente (Stiglitz ecc.).

lorens

Lun, 18/06/2012 - 15:07

Bisogna Mandare A Casa Il Governo E L'europa Che A Noi Non Serve,pensate All'esportazione Se Avessimo Ancora La Lira,io Con La Svizzera Faccio Un Discreto Lavoro,ma Parlando Coi Miei Clienti Mi Dicono Che Se Ci Fosse La Lira Potremmo Triplicare Il Lavoro.

Ritratto di dbell56

dbell56

Lun, 18/06/2012 - 15:13

Si egr. Aliberti, che la borsa era sovrastimata artatamente e, quindi, drogata da chi s'è arricchito alla faccia delle nazioni e relativi popoli che ora stanno pagando duramente l'aver voluto dare più importanza alla finanza che non alla produzione di beni e servizi, la vera ed unica ricchezza!! Forse lei non ricorda che l'economia è iniziata col baratto. Ci si scambiava beni con beni e/o servizi. Cioè ciò che era veremente utile alla persone. Avrà studiato pure che in economia si parla spessissimo in termini di utilità marginale e che essa è sempre decrescente (solo in un caso essa è crescente ma in modo limitato). Non le spiego il perchè. Sono sicuro che in base alle sue conoscenze ed esperienze riuscirà a capire quello che voglio dire e che il discorso potrebbe allargarsi a macchia d'olio (scelte del consumatore, dell'impresa e dello stato, pensiero keynesiano, neoclassico, monetarista ecc.) sino ad arrivare a sceverare a fondo tutto il pensiero economico presente (Stiglitz ecc.).

lorens

Lun, 18/06/2012 - 15:07

Bisogna Mandare A Casa Il Governo E L'europa Che A Noi Non Serve,pensate All'esportazione Se Avessimo Ancora La Lira,io Con La Svizzera Faccio Un Discreto Lavoro,ma Parlando Coi Miei Clienti Mi Dicono Che Se Ci Fosse La Lira Potremmo Triplicare Il Lavoro.

Ritratto di unLuca

unLuca

Lun, 18/06/2012 - 15:10

L'agonia sarà lunga e dolorosa, meglio l'eutanasia ..................

Ritratto di unLuca

unLuca

Lun, 18/06/2012 - 15:10

L'agonia sarà lunga e dolorosa, meglio l'eutanasia ..................

Lucasartor

Lun, 18/06/2012 - 15:25

Fuori dall'euro subito,stacchiamoci da questi strozzini!bce,fmi,ue,fondo salvastati,tutti strozzini legalizzati che ci stanno affamando!nazionalizziamo le banche e riprendiamoci la nostra moneta,che finisca il grande bluff del debito pubblico,non c'e' stato che sia in attivo,non puo' esserci!lo stato spende e si indebita per il benessere dei propri cittadini e delle aziende e soprattutto non deve restituire soldi a nessuno,deve pagare solo gli interessi e lo fa con l'emissione dei titoli.nell'altro secolo,quando siamo diventati la settima potenza industrializzata del mondo,non avevamo forse un debito importante?e nessuno ha avuto nulla a che ridire!la differenza sostanziale e'che all'epoca avevamo una nostra sovranita' monetaria,oggi non piu'!ma vi figurate se avessimo subito noi cio'che e'toccato al giappone o all'argentina prima ancora?basta con il grande inganno!riprendiamoci la sovranita'popolareL

Lucasartor

Lun, 18/06/2012 - 15:25

Fuori dall'euro subito,stacchiamoci da questi strozzini!bce,fmi,ue,fondo salvastati,tutti strozzini legalizzati che ci stanno affamando!nazionalizziamo le banche e riprendiamoci la nostra moneta,che finisca il grande bluff del debito pubblico,non c'e' stato che sia in attivo,non puo' esserci!lo stato spende e si indebita per il benessere dei propri cittadini e delle aziende e soprattutto non deve restituire soldi a nessuno,deve pagare solo gli interessi e lo fa con l'emissione dei titoli.nell'altro secolo,quando siamo diventati la settima potenza industrializzata del mondo,non avevamo forse un debito importante?e nessuno ha avuto nulla a che ridire!la differenza sostanziale e'che all'epoca avevamo una nostra sovranita' monetaria,oggi non piu'!ma vi figurate se avessimo subito noi cio'che e'toccato al giappone o all'argentina prima ancora?basta con il grande inganno!riprendiamoci la sovranita'popolareL

ettore10

Lun, 18/06/2012 - 15:32

Speravo di no! Ma i greci si sono comportati da veri codardi accettando l'elemosina della Germania invece di agire con dignità e orgoglio (come vogliono fare credere al mondo) e uscire dell'euro. Non sono sorpreso però.

ettore10

Lun, 18/06/2012 - 15:32

Speravo di no! Ma i greci si sono comportati da veri codardi accettando l'elemosina della Germania invece di agire con dignità e orgoglio (come vogliono fare credere al mondo) e uscire dell'euro. Non sono sorpreso però.

Roberto Casnati

Lun, 18/06/2012 - 16:04

La Grecia è come il meridione d'Italia,poca industrailizzazione, poca voglia di lavorare, assoluta incapacità di "fare squadra", totale incapacità di gestione, economia povera, clientelismo come regola di governo e di vita, orientalizzazione del paese nel quale la dominazione turca ha lasciato segni profondi. Ad un tale paese non si può chiedere di adottare le stesse regole vigenti in Germania sul modello della quale è stata costruita quest'improbabile unione europea. Per sanare la questione a mio avviso bisognerebbe che la Germania uscisse dall'euro, i 26 rimanenti ne trarrebbero enormi vantaggi, si potrebbero costruire nuove regole non germanocentriche, la speculazione cesserebbe d'incanto perchè i 26 diversi dalla Germania troverebbe ro facilamnte un accordo sulla banca centrale, sulla costituzione, sulla difesa. La Grecia ed altri si "salveranno" solo se la Germania uscisse dall'euro.

Roberto Casnati

Lun, 18/06/2012 - 16:04

La Grecia è come il meridione d'Italia,poca industrailizzazione, poca voglia di lavorare, assoluta incapacità di "fare squadra", totale incapacità di gestione, economia povera, clientelismo come regola di governo e di vita, orientalizzazione del paese nel quale la dominazione turca ha lasciato segni profondi. Ad un tale paese non si può chiedere di adottare le stesse regole vigenti in Germania sul modello della quale è stata costruita quest'improbabile unione europea. Per sanare la questione a mio avviso bisognerebbe che la Germania uscisse dall'euro, i 26 rimanenti ne trarrebbero enormi vantaggi, si potrebbero costruire nuove regole non germanocentriche, la speculazione cesserebbe d'incanto perchè i 26 diversi dalla Germania troverebbe ro facilamnte un accordo sulla banca centrale, sulla costituzione, sulla difesa. La Grecia ed altri si "salveranno" solo se la Germania uscisse dall'euro.

Roberto Casnati

Lun, 18/06/2012 - 16:09

Un vecchi inseganmento di borsa recita: comprare sulle "voci" e vendere sulle "notizie". Ciò è puntualmente accaduto. I mercati sanno che la Grecia non si può "salvare" con i "pannicelli caldi" e così anche altri paesi non si possono salvare adottando misure restrittive di economie già al lumicino. Per usare una metafora che anche Monti potrebbe capire, quel che si sta facendo è un "salasso" ad un anemico. Vi sono molte probabilità che il paziente trapassi.

Roberto Casnati

Lun, 18/06/2012 - 16:09

Un vecchi inseganmento di borsa recita: comprare sulle "voci" e vendere sulle "notizie". Ciò è puntualmente accaduto. I mercati sanno che la Grecia non si può "salvare" con i "pannicelli caldi" e così anche altri paesi non si possono salvare adottando misure restrittive di economie già al lumicino. Per usare una metafora che anche Monti potrebbe capire, quel che si sta facendo è un "salasso" ad un anemico. Vi sono molte probabilità che il paziente trapassi.

aliberti

Lun, 18/06/2012 - 16:17

#18 dbell56 - d'accordo la borsa è crollata anche perchè sovrastimata, ma il resto lo hanno combinato i nostri bravi politicanti pensando solo ai loro affari senza occuparsi dei reali problemi del paese

aliberti

Lun, 18/06/2012 - 16:17

#18 dbell56 - d'accordo la borsa è crollata anche perchè sovrastimata, ma il resto lo hanno combinato i nostri bravi politicanti pensando solo ai loro affari senza occuparsi dei reali problemi del paese

Ritratto di unLuca

unLuca

Lun, 18/06/2012 - 16:34

E' tutta colpa di Berlusconi !!!! X-D

Franco-a-Trier

Lun, 18/06/2012 - 16:53

ettore 10 non e' una elemosina e la Grecia che e' in debito con la Germania.Ma e' mai possibile che crediate alla Befana?Non avete ancora capito che e' questione di tempo per il funerale dell'euro,non della Europea perche' anche prima dell'euro c'era una unione ma non quella monetaria dell'euro. Ettore hai notato che bellissima donna e' la Merkel? Molto ben..dotata,piu' che nel corpo direi nel cervello non credi? jajajajaja.

Ritratto di Pdorrrr

Pdorrrr

Lun, 18/06/2012 - 17:21

Ma per quanto tempo andrà avanti questo sdilliccidio???? Io mi sono rotto a sentire sempre le solite cose....dentro!!! ...fuori!!! Europa si....Europa no!!! Ma va fan gala!!!! Monti.....ritirati!!!!!

gian paolo ledda

Lun, 18/06/2012 - 17:26

Potrà pure apparire un'analisi superficiale,ma al comune uomo della strada può anche venir difficile capire come una entità politica ed economica delle dimensioni della Grecia possa fare venire le palpitazioni ad una comunità europea di così vaste e complesse proporzioni.D'accordo che in una famiglia la condotta poco prudente di un suo componente può inguaiare tutti, ma alla faccia di tutti i soloni,facili profeti di paradisi economici e predicatori del felice avvento dell'euro,conseguenze di questo genere non sarebbero dovute accadere in un sistema monetario che avesse tenuto a mira alcuni fondamenti ineludibili.Evidentemente il nuovo prodotto monetario è nato carente di una indispensabile unità politica e non ha cancellato gli egoismi e gli interessi squisitamente nazionali di alcuni protagonisti della sacra unione (Francia, Germania e Paesi bassi).Motivo per cui, le determinazioni e le politiche di intervento sono correlate alla esigenza primaria di difendere l'orticello di casa.

Ritratto di romy

romy

Lun, 18/06/2012 - 17:28

Tutta colpa della moneta unica,se avevamo la Liretta,un po' di svalutazione intelligente,per dar forza alle esportazioni,e così via......invece ci hanno messo la camicia di forza,non abbiamo più sovranità di nulla,ci hanno consegnati ben fasciati agli indiani,poveri noi.......,le rompiamo queste catene? e chi se visto si è visto?Ma lo volete capire che il problema del debito Italiano è più loro che nostro?e lo si puo' usare come un'arma micidiale,volendo?

Ritratto di Pdorrrr

Pdorrrr

Lun, 18/06/2012 - 17:21

Ma per quanto tempo andrà avanti questo sdilliccidio???? Io mi sono rotto a sentire sempre le solite cose....dentro!!! ...fuori!!! Europa si....Europa no!!! Ma va fan gala!!!! Monti.....ritirati!!!!!

Masterevil

Lun, 18/06/2012 - 17:29

Sinceramente non riuscivo a capire i facili entusiasmi di ieri sera e questa mattina dei cosiddetti esperti sui risultati delle votazioni in Grecia. In effetti è cambiato ben poco dalla precedente tornata: qualche punto in più per Nuova Democrazia e la sinistra, qualche punto in meno per il socialista Pasok. Quasi che il popolo greco, oltre che ad inserire la scheda nell'urna con la propria preferenza, avesse allegato anche una banconota da 500 euro.... ( fosse accaduto questo, avrebbero risolto tutti i loro problemi!)

guido.blarzino

Lun, 18/06/2012 - 17:37

I Big dei Paesi occidentali rappresentano solamente singoli debiti che, messi insieme, formano un grande debito a carico dell'Euro. Tutto ciò perchè nel dopoguerra tutti i popoli si sono attivati per la ricostruzione; con il lavoro è arrivato il benessere ma insieme è arrivata anche la politica e relativo sottobosco che ci hanno dato sempre piccole illusioni mentre loro sbranavano il nostro lavoro: in tutti i Paesi, ma in Italia in particolare, dove il miraggio degli incapaci e' diventato un incarico politico o presidente di qualche ente pubblico, tutti passivi. Per gli Italiani le grandi conquiste sociali che ci hanno portato fuori mercato. Ora chi ha si soldi presenta il conto alla scadenza dei vari titoli di debito. Finanziare 100 mld alle banche spagnole, come le elezioni in Grecia, i supervertici dei big ecc... non cambiano il problema di una virgola: il debito complessivo rimane immutato. Bisogna tagliare la spesa pubblica che la produzione non riesce piu' a sopportare punto!!

gian paolo ledda

Lun, 18/06/2012 - 17:26

Potrà pure apparire un'analisi superficiale,ma al comune uomo della strada può anche venir difficile capire come una entità politica ed economica delle dimensioni della Grecia possa fare venire le palpitazioni ad una comunità europea di così vaste e complesse proporzioni.D'accordo che in una famiglia la condotta poco prudente di un suo componente può inguaiare tutti, ma alla faccia di tutti i soloni,facili profeti di paradisi economici e predicatori del felice avvento dell'euro,conseguenze di questo genere non sarebbero dovute accadere in un sistema monetario che avesse tenuto a mira alcuni fondamenti ineludibili.Evidentemente il nuovo prodotto monetario è nato carente di una indispensabile unità politica e non ha cancellato gli egoismi e gli interessi squisitamente nazionali di alcuni protagonisti della sacra unione (Francia, Germania e Paesi bassi).Motivo per cui, le determinazioni e le politiche di intervento sono correlate alla esigenza primaria di difendere l'orticello di casa.

Cinghiale

Lun, 18/06/2012 - 17:44

Queste notizie che fanno oscillare la borsa così tanto, avranno fatto guadagnare qualcuno. Siamo sicuri che non c'è reato di aggiottaggio?

Ritratto di romy

romy

Lun, 18/06/2012 - 17:28

Tutta colpa della moneta unica,se avevamo la Liretta,un po' di svalutazione intelligente,per dar forza alle esportazioni,e così via......invece ci hanno messo la camicia di forza,non abbiamo più sovranità di nulla,ci hanno consegnati ben fasciati agli indiani,poveri noi.......,le rompiamo queste catene? e chi se visto si è visto?Ma lo volete capire che il problema del debito Italiano è più loro che nostro?e lo si puo' usare come un'arma micidiale,volendo?

Masterevil

Lun, 18/06/2012 - 17:29

Sinceramente non riuscivo a capire i facili entusiasmi di ieri sera e questa mattina dei cosiddetti esperti sui risultati delle votazioni in Grecia. In effetti è cambiato ben poco dalla precedente tornata: qualche punto in più per Nuova Democrazia e la sinistra, qualche punto in meno per il socialista Pasok. Quasi che il popolo greco, oltre che ad inserire la scheda nell'urna con la propria preferenza, avesse allegato anche una banconota da 500 euro.... ( fosse accaduto questo, avrebbero risolto tutti i loro problemi!)

guido.blarzino

Lun, 18/06/2012 - 17:37

I Big dei Paesi occidentali rappresentano solamente singoli debiti che, messi insieme, formano un grande debito a carico dell'Euro. Tutto ciò perchè nel dopoguerra tutti i popoli si sono attivati per la ricostruzione; con il lavoro è arrivato il benessere ma insieme è arrivata anche la politica e relativo sottobosco che ci hanno dato sempre piccole illusioni mentre loro sbranavano il nostro lavoro: in tutti i Paesi, ma in Italia in particolare, dove il miraggio degli incapaci e' diventato un incarico politico o presidente di qualche ente pubblico, tutti passivi. Per gli Italiani le grandi conquiste sociali che ci hanno portato fuori mercato. Ora chi ha si soldi presenta il conto alla scadenza dei vari titoli di debito. Finanziare 100 mld alle banche spagnole, come le elezioni in Grecia, i supervertici dei big ecc... non cambiano il problema di una virgola: il debito complessivo rimane immutato. Bisogna tagliare la spesa pubblica che la produzione non riesce piu' a sopportare punto!!

Cinghiale

Lun, 18/06/2012 - 17:44

Queste notizie che fanno oscillare la borsa così tanto, avranno fatto guadagnare qualcuno. Siamo sicuri che non c'è reato di aggiottaggio?

Ritratto di unLuca

unLuca

Lun, 18/06/2012 - 18:12

Ma dai che era tutta colpa di Berlusconi !!

Loreno Bardelli

Lun, 18/06/2012 - 18:22

Gli "esperti" nostrani della finanza Casini e Buttiglione non hanno nulla da dire ? Il cavaliere è ormai da tempo fuori dagli zebedei ...... ma lo spread non si è ancora dimezzato !

sergio biaggi

Lun, 18/06/2012 - 18:16

Visto che siamo il Paese che ha raccolto più firme e proposto miriadi di referendum-tantissimi inutili- a nessuno (comitati,partiti,libere associazioni..chi ne ha più ne metta)è venuto in mente di proporre un bel referendum per uscire da 'sto cacchio di euro??? Tornare veramente a essere ITALIANI e non sudditi degli euro-strozzini burocrati??? Se qualcuno di lor Signori ha qualche idea in proposito.....

Ritratto di unLuca

unLuca

Lun, 18/06/2012 - 18:12

Ma dai che era tutta colpa di Berlusconi !!

Loreno Bardelli

Lun, 18/06/2012 - 18:22

Gli "esperti" nostrani della finanza Casini e Buttiglione non hanno nulla da dire ? Il cavaliere è ormai da tempo fuori dagli zebedei ...... ma lo spread non si è ancora dimezzato !

sergio biaggi

Lun, 18/06/2012 - 18:16

Visto che siamo il Paese che ha raccolto più firme e proposto miriadi di referendum-tantissimi inutili- a nessuno (comitati,partiti,libere associazioni..chi ne ha più ne metta)è venuto in mente di proporre un bel referendum per uscire da 'sto cacchio di euro??? Tornare veramente a essere ITALIANI e non sudditi degli euro-strozzini burocrati??? Se qualcuno di lor Signori ha qualche idea in proposito.....

massimo trovato

Lun, 18/06/2012 - 18:30

Cosi come prima ieri doveva essere una giornata epocale, si la grecia al voto . Voto scontato chiaramente che tutti anche i bambini potevano immaginare, poi subito un alzata di petto di tutti , con le dichiarazioni positive tipo, ora via agli investimenti e quantaltro. Poi oggi le borse su per un minuto poi tutto giu di nuovo anzi peggio.Ora Monti paladino del europa, membro di associazioni complottostiche.Tutta una pazzia ,Il sistema e evidente che sia saltato ,i soldi mondiali fanno il loro corso solo in parte e solo in specifiche zone del mondo cioe PRODUZIONE E VENDITA.Il resto che e finanza vuol fare denaro con denaro . Questo binomio non funziona .Non puo funzionare Dobbiamo CONTINGENTARE LE MERCI IN ARRIVO DAL IMPORT in parametri con il PIL di ogni singolo paese e fare dieta publica se vogliamo ancora esistere.Solo cosi troveremo lo sviluppo e il consumo accompagnato da utili tassabili.Una ricetta da osservare se vogliamo garantirci la liberta democratica.

massimo trovato

Lun, 18/06/2012 - 18:30

Cosi come prima ieri doveva essere una giornata epocale, si la grecia al voto . Voto scontato chiaramente che tutti anche i bambini potevano immaginare, poi subito un alzata di petto di tutti , con le dichiarazioni positive tipo, ora via agli investimenti e quantaltro. Poi oggi le borse su per un minuto poi tutto giu di nuovo anzi peggio.Ora Monti paladino del europa, membro di associazioni complottostiche.Tutta una pazzia ,Il sistema e evidente che sia saltato ,i soldi mondiali fanno il loro corso solo in parte e solo in specifiche zone del mondo cioe PRODUZIONE E VENDITA.Il resto che e finanza vuol fare denaro con denaro . Questo binomio non funziona .Non puo funzionare Dobbiamo CONTINGENTARE LE MERCI IN ARRIVO DAL IMPORT in parametri con il PIL di ogni singolo paese e fare dieta publica se vogliamo ancora esistere.Solo cosi troveremo lo sviluppo e il consumo accompagnato da utili tassabili.Una ricetta da osservare se vogliamo garantirci la liberta democratica.

insider

Lun, 18/06/2012 - 18:54

@sergio biaggi: dopo 13 anni di lavaggio del cervello su quanto fosse bello e bravo l'euro mi affiderei poco alla possibilità che i caproni italici si rendano conto che continuare in questo modo ci porterà a marciare (o marcire) in catene. -"Indietro non si torna!"- Quante volte l'abbiamo sentito enunciare a gran voce dalla "creme" dei nostri politici? Me ne ricordo bene uno in particolare, un certo Casini... -"Tornare alla Lira? Un film dell'orrore..."- In quanti prima dell'avvento (neanche fosse stato Gesù) erano entusiasti di cambiare la NOSTRA MONETA per tornare a far di conto in centesimi? Non ho mai creduto troppo ai sondaggi e tutte quelle scene di isteria davanti ai bancomat che sputava il nostro futuro benessere hanno sempre puzzato di propaganda. Vabbè che la speranza è l'ultima a morire...

insider

Lun, 18/06/2012 - 18:54

@sergio biaggi: dopo 13 anni di lavaggio del cervello su quanto fosse bello e bravo l'euro mi affiderei poco alla possibilità che i caproni italici si rendano conto che continuare in questo modo ci porterà a marciare (o marcire) in catene. -"Indietro non si torna!"- Quante volte l'abbiamo sentito enunciare a gran voce dalla "creme" dei nostri politici? Me ne ricordo bene uno in particolare, un certo Casini... -"Tornare alla Lira? Un film dell'orrore..."- In quanti prima dell'avvento (neanche fosse stato Gesù) erano entusiasti di cambiare la NOSTRA MONETA per tornare a far di conto in centesimi? Non ho mai creduto troppo ai sondaggi e tutte quelle scene di isteria davanti ai bancomat che sputava il nostro futuro benessere hanno sempre puzzato di propaganda. Vabbè che la speranza è l'ultima a morire...

GilbertoVR

Lun, 18/06/2012 - 18:52

Come si può stare tranquilli dopo l'esito elettorale che ha visto i greci a dare la maggioranza dei voti al partito che , con i dati falsati e l'incoraggiamento alla spesa libera, ha portato la Gracia in queste condizioni. E' come se , noi italiani, rieleggessimo Tremotni e Berlusconi a salvare il Paese.

GilbertoVR

Lun, 18/06/2012 - 18:52

Come si può stare tranquilli dopo l'esito elettorale che ha visto i greci a dare la maggioranza dei voti al partito che , con i dati falsati e l'incoraggiamento alla spesa libera, ha portato la Gracia in queste condizioni. E' come se , noi italiani, rieleggessimo Tremotni e Berlusconi a salvare il Paese.

ntn59

Lun, 18/06/2012 - 18:53

Il voto greco significa che si può continuare a fare speculazioni e imercati si adeguano.

ntn59

Lun, 18/06/2012 - 18:53

Il voto greco significa che si può continuare a fare speculazioni e imercati si adeguano.

silvientusiasta

Lun, 18/06/2012 - 19:22

Cosa volete che interessi ai mercati se la lillipuziana grecia resta o meno nell'euro, meno della rivelazione sulla ricandidatura di berlusca; ci si continuate a propinare queste menate facendoci credere che se piove a luglio gli auspici per la fine della crisi sono buoni(per dire una ca...ta), per distoglierci da quello che si dovrebbe: mandare subito a casa questi inetti di parlamentari, cacciare tutti i ladri e gli usurpatori dagli apparati di stato, eliminare i tanti rivoli di spesa improdutttiva che servono solo a ingrassare gli amici degli amici, fare una riforma dello stato eliminando i livelli di rappresentanza inutili e tanto altro di cui si parla da tempo. Ma ci vorrebbero le p...e che, purtroppo in tempo di viagra, scarseggiano e non ci sono surrogati che tengano. In ultimo vorrei consigliare al signor Feltri Vittorio di starsene a casa, non per evitare di contaminarsi, ma per non vederci costretti a bocciarlo nelle urne.

silvientusiasta

Lun, 18/06/2012 - 19:22

Cosa volete che interessi ai mercati se la lillipuziana grecia resta o meno nell'euro, meno della rivelazione sulla ricandidatura di berlusca; ci si continuate a propinare queste menate facendoci credere che se piove a luglio gli auspici per la fine della crisi sono buoni(per dire una ca...ta), per distoglierci da quello che si dovrebbe: mandare subito a casa questi inetti di parlamentari, cacciare tutti i ladri e gli usurpatori dagli apparati di stato, eliminare i tanti rivoli di spesa improdutttiva che servono solo a ingrassare gli amici degli amici, fare una riforma dello stato eliminando i livelli di rappresentanza inutili e tanto altro di cui si parla da tempo. Ma ci vorrebbero le p...e che, purtroppo in tempo di viagra, scarseggiano e non ci sono surrogati che tengano. In ultimo vorrei consigliare al signor Feltri Vittorio di starsene a casa, non per evitare di contaminarsi, ma per non vederci costretti a bocciarlo nelle urne.

marcomasiero

Mar, 19/06/2012 - 00:08

non ci voleva mago Merlino per capire ste robe ...

marcomasiero

Mar, 19/06/2012 - 00:08

non ci voleva mago Merlino per capire ste robe ...

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 19/06/2012 - 01:21

Lo vogliamo mandare questo articolo sullo spread ai nostri cari esperti di economia Buttiglione e Letta? Siamo ancora in attesa dell'effetto Berlusconi sull'abbassamento dello spread da loro pronosticato. Non è che per caso abbiamo politici che vanno in TV a sparare ca...te dimostrando così di essere inadeguati a governare? Dov'è finita la serietà di chi dovrebbe fare gli interessi dei cittadini? O non è questo il compito della politica?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 19/06/2012 - 01:21

Lo vogliamo mandare questo articolo sullo spread ai nostri cari esperti di economia Buttiglione e Letta? Siamo ancora in attesa dell'effetto Berlusconi sull'abbassamento dello spread da loro pronosticato. Non è che per caso abbiamo politici che vanno in TV a sparare ca...te dimostrando così di essere inadeguati a governare? Dov'è finita la serietà di chi dovrebbe fare gli interessi dei cittadini? O non è questo il compito della politica?

lot

Mar, 19/06/2012 - 03:08

Cosa ci si poteva aspettare di diverso? Non è cambiato niente. E' come i passeggeri del Titanic che si sono attccati alla nave che affondava. Era logico che i greci facessero una simile mossa, come i passeggeri del Titanic sono disperati e si attaccano alla nave che affonda in maniera irrazionale, perchè la paura fa agire in maniera irrazionale chiunque. Il fatto che il Titanic Europa affondi, rimane un dato di fatto anche se i passeggeri rimangono a bordo, ci sarà solo più caos al momento finale, proprio com'è accaduto per il Titanic. Invece d'attaccarsi come idioti a una cosa morente che li trascina con sè, i greci avrebbero dovuto crearsi una zattera, lasciando per essa la nave Europa prima del disastro finale, cosa che dovremmo fare anche noi, prima che sia troppo tardi.

lot

Mar, 19/06/2012 - 03:08

Cosa ci si poteva aspettare di diverso? Non è cambiato niente. E' come i passeggeri del Titanic che si sono attccati alla nave che affondava. Era logico che i greci facessero una simile mossa, come i passeggeri del Titanic sono disperati e si attaccano alla nave che affonda in maniera irrazionale, perchè la paura fa agire in maniera irrazionale chiunque. Il fatto che il Titanic Europa affondi, rimane un dato di fatto anche se i passeggeri rimangono a bordo, ci sarà solo più caos al momento finale, proprio com'è accaduto per il Titanic. Invece d'attaccarsi come idioti a una cosa morente che li trascina con sè, i greci avrebbero dovuto crearsi una zattera, lasciando per essa la nave Europa prima del disastro finale, cosa che dovremmo fare anche noi, prima che sia troppo tardi.

Ritratto di vecchiomontanaro

vecchiomontanaro

Mar, 19/06/2012 - 07:21

Con questo governo di pagliacci, di meglio non ci attendiamo. Il problema è che le dittature non si rovesciano facilmente, speriamo in Romney.

Ritratto di vecchiomontanaro

vecchiomontanaro

Mar, 19/06/2012 - 07:21

Con questo governo di pagliacci, di meglio non ci attendiamo. Il problema è che le dittature non si rovesciano facilmente, speriamo in Romney.