Energetici in altalena

Piazza Affari cresce ancora di uno 0,5% e si riporta vicino ai massimi del 2001, prima del crollo delle Borse mondiali; con il Mibtel che ha superato quota 30mila, il Mib30 oltre 39mila, mentre il Midex si avvicina a 40mila. Unica nota negativa il Techstar, che arretra dello 0,2%. È stata una riunione interlocutoria per le banche, che stanno consolidando i progressi precedenti, mentre si rafforzano Montepaschi e S.Paolo, nonostante le smentite circa una loro possibile aggregazione. Stesso trend per gli assicurativi, mentre si accentua l’irregolarità per i media, con realizzi su Mediaset (meno 1%) e rafforzamento di Rcs e l’Espresso. Ancora saliscendi tra gli energetici, a causa dei nuovi picchi del greggio, con Erg in crescita del 4,3%, ma con rafforzamenti più modesti per Eni e Saipem. Stop di Impregilo e Astaldi, dopo la smentita ufficiale di una loro possibile fusione; corre ancora la Juve (più 8%) e si rafforzano i titoli della scuderia Agnelli ma resta ferma Fiat. Volo di Targetti (più 12,2%). È in arrivo oggi all’Expandi il titolo Noemalife, mentre Nice, la cui Ops parte oggi, ha fissato il prezzo d 5,70 euro. Domani, infine, parte l’Opv Pierrel, al prezzo massimo di 6,70 euro.