ENERGIAGme, nel 2013 prezzo dell'elettricità ai minimi

Nel 2013 il prezzo dell'elettricità sulla Borsa elettrica ha interrotto una tendenza rialzista pluriennale, ripiegando sui minimi dal 2006 e attestandosi a un valore di 62,99 euro/Megawattora (-16,6% annuo). È quanto si legge nella relazione annuale del Gme presentata ieri. «Lo spread con la Germania si è ridotto e quello con la Francia quasi dimezzato», ha spiegato Massimo Ricci, presidente e ad del Gme, sottolineando che «a livello globale i prezzi oil sono rimasti elevati, mentre le altre commodity hanno visto una discesa dei prezzi per effetto, in particolare, dello shale gas che ha avuto ripercussioni anche sui prezzi del carbone». Il presidente dell'Authority per l'energia, Guido Bortoni, ha evidenziato la necessità di avviare il «market coupling» per dare il via a un vero mercato europeo dell'energia, iniziativa nella quale il Gme è impegnato da tempo.