Entro l'estate procedure per il rientro dei capitali con aliquota al 12,5%

Il sottosegretario Zanetti: "Presto il provvedimento, aliquote superiori al 5% previsto da Tremonti"

Un provvedimento che agevoli il rientro dei capitali con aliquota al 10% o al 12,5% sarà deciso nei prossimi mesi. Anzi, per il sottosegretario all'Economia Flavio Zanetti è "altamente probabile" che avvenga entro l'estate.

La procedura era stata emanata dal governo Letta, ma ormai sembra quindi piacere anche al governo Renzi. Sulle aliquote, in realtà, non c'è ancora certezza, ma il sottosegretario assicura che sarà "di molto" maggiore del 5% previsto dallo scudo fiscale varato da Tremonti. Questo perché, ha aggiunto, "non deve avere una logica condonatoria, ma deve essere comunque conveniente". Più nel dettagli il "voluntary discolure" consentirà a chi detiene fondi o investimenti in conti correnti, conti deposito e simili in banche in Paesi esteri, non dichiarati al Fisco, di poter riportarli in Italia pagando sanzioni dirette. Il decreto è ancora al vaglio della Commissione Finanze della Camera.

Commenti
Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Dom, 23/03/2014 - 16:21

che barzellette solo coloro che hanno rubato denaro pubblico e l'han fatta franca potrebbero ripulirlo con queste leggi idiote che premiano i furbi mentre considerano tutti gli italiani evasori fino a prova contraria. Avrà un successo pazzesco :))

Giorgio1952

Dom, 23/03/2014 - 19:21

Dragon_Lord il governo Berlusconi li aveva scudati al 5%, almeno qui raddoppiamo al 10% se non al 12,5%, io sarei molto più severo chi froda o evada il fisco dovrebbe andare in galera come in USA, come in Germania Uli Hoeness docet!

Ritratto di Dragon_Lord

Anonimo (non verificato)

cgf

Dom, 23/03/2014 - 20:37

@Giorgio1952 meglio il 5% di qualcosa come qualche milione di euri piovuti dal cielo nelle casse dell'Erario, che il 12% di poco o nulla, scomettiamo? lei è ancora uno di quelli che pensa che 2 anziché 1 significa il doppio? illuso, non funziona sempre così, anzi si finisce pee incassare meno di prima, leggasi [sovra]tasse su imbarcazioni/auto, messo in crisi un settore FIORE ALL'OCCHIELLO dell'Economia Italiana, l'aumento dell'accise, di conseguenza l'IVA per prezzo finale dell'11,5% oltre la media europea, sui carburanti a detta i tutti gli analisti la causa principale del perggior calo dei consumi di sempre, ha incassare allo Stato nel 2013 meno di quanto incassato nel 2012 che già aveva incassato meno del 2011. Che ti fa Renzi la prima settimana? CLAP CLAP