Esodati, Boeri smentisce Renzi: "Il problema non è stato risolto"

Con la legge di stabilità arriva la settima salvaguardia per 32mila esodati. Poletti assicura: "Consideriamo concluso il percorso". Ma Boeri rivela che il governo sta già studiando l'ottava misura: "Meglio sarebbe fare un intervento strutturale"

Con la legge di Stabilità arriva la settima salvaguardia per 32mila esodati. "Così - aveva assicurato il ministro del Lavoro Giuliano Poletti - arriviamo a circa 172mila salvaguardati e consideriamo concluso il percorso". La misura vale due miliardi fino al raggiungimento per tutti del requisito per la pensione. Ma non è abbastanza. Perché, se il governo considera il problema risolto una volta per tutte, il presidente dell'Inps Tito Boeri è di tutt'altro avviso: "Non penso che sia stato del tutto risolto". Anzi, avverte ai microfoni di In 1/2 Ora: "Si rischia uno strascico".

I nodi vengono al pettine. La manovra licenziata da Matteo Renzi non è tutta rose e fiori. Anzi, i problemi aumentano di giorno in giorno. Pur avendo rimandato al 2016 la riforma del sistema previdenziale, il premier si era vantato di aver risolto una volta per tutte i disastri fatti dal governo Monti e dall'ex ministro del Welfare Elsa Fornero. Ma non è così. La partita è ancora aperta. "Non tutto è risolto sul problema degli esodati - spiega il presidente dell'Inps intervistato da Lucia Annunziata - siamo alla settima salvaguardia e si va verso l’ottava". E suggerisce al governo di "fare un intervento strutturale introducendo la flessibilità in uscita dal lavoro".

A In 1/2 Ora Boeri ha anche spiegato alcune delle proposte avanzate lo scorso giugno in vista una riforma complessiva delle pensioni. Tra queste c'è anche il taglio delle pensioni dei politici. "Per i vitalizi dei politici di oltre 80-85mila euro all’anno - spiega il presidente dell'Inps - abbiamo proposto una riduzione che arriva anche fino al 50% del vitalizio".

Commenti
Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Dom, 01/11/2015 - 15:39

I politici sono solerti solo nel tagliare le pensioni del popolo bue ma non abbastanza stupidi da tagliarsi la propria. Un barbiere alla Camera e Senato arriva a prendere di paga vicino ai 90mila euri ed una pensione non molto distante da questa somma. Vogliamo mettere un tetto alle pensioni,di qualunque tipo,percepite col sistema retributivo,o no?

cgf

Dom, 01/11/2015 - 16:05

renSi smentito da Boeri? be non vedo nulla di strano, prima di partire in vacanza in latino america diceva il contrario di quanto dichiarato il giorno prima. Pensa in che mani lasciamo il ns portafoglio!!

nunavut

Dom, 01/11/2015 - 16:16

@ bingo bongo in primis, un tetto a certi stipendi che non sono giustificati dal tipo di lavoro svolto e di consguenza ci sarà una minore pensione consona a quelle dei normali lavoratori nel privato. Credo che sia Lei che io sognamo ad occhi aperti sperando che arrivi tale data.

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 01/11/2015 - 16:19

CVD La mano destra NON sa cosa fa la MANO sinistra,della serie POLITICI NEL PALLONE!!!!lol lol Questi sono quelli che Vi S/governano ITALIANI!!!! Pace e bene dal Nicaragua FELIZ.

curatola

Dom, 01/11/2015 - 18:42

troppo facile limitare le pensioni ricche se si sono trattenuti contributi da capogiro per decenni gettandoli nel calderone comune,furbescamente sapendo che i molto più ricchi vivranno come tutti.

vince50_19

Dom, 01/11/2015 - 19:21

Sul serio ha fatto queste affermazioni? Mi sa che Boeri si sta mettendo in rotta di collisione con il gran capo "nominato" dal noto napuletanu.. Farà la fine du zu Gnazu se insisterà? Staremo a vedere..

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 02/11/2015 - 00:31

È inutile discutere di ciò che fa questo governo di abusivi. Ogni loro azione è illegale in quanto NON È STATO ELETTO DAI CITTADINI ITALIANI DA UNA SOLA PERSONA: IL COMUNISTA GIORGIO NAPOLITANO.

DeZena

Lun, 02/11/2015 - 15:35

sono anni che questo paese e' governato da gente che non sono state votate, il bello e' che la gente si preoccupa del mondiale di Valentino Rossi...