Europa in crescita ma col freno tirato Bene Panda e 500

Il mercato dell'auto europeo cresce per l'ottavo mese consecutivo, ma rallenta. In aprile le immatricolazioni sono salite del +4,6%, secondi i dati dell'Acea, l'associazione dei costruttori (+4,2% considerando i Paesi Efta). Quasi un terzo del mercato (26,4%) continua a essere appannaggio della tedesca Volkswagen, ma anche Fiat Chrysler (Fca) ha registrato un incremento dell'1,8%, pur a fronte di una quota limata dal 6,4% al 6,3%: i modelli 500 e Panda restano peraltro le city car più vendute (con una quota complessiva prossima al 30%). In particolare il marchio Fiat ha fatto registrare unmiglioramento del 3,7% mentre Lancia-Chrysler e Alfa Romeo hanno ceduto, rispettivamente, l'8,4% e l'8,2 per cento.
In ascesa la Jeep che ha conquistato il 50,8% in più di vendite. Estendendo l'analisi ai primi quattro mesi il gruppo guidato da Sergio Marchionne ha totalizzato un incremento pari al 2,6%.

Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 17/05/2014 - 12:45

ma come mai questi crucchi e la culona riescono a vendere in Europa e nel mondo più auto? Ma allora i crauti fanno meglio degli spaghetti o siete voi miserabili infami che tenete i comunisti al governo? E li votate?

chicolatino

Dom, 18/05/2014 - 01:00

hey franco tier ke si crede teutonico....spero che almeno il tedesco tu riesca a scriverlo in maniera sensata,perche' con l'italiano hai serie difficolta'..forse non l'hai mai imparato..