Eurostat, debito italiano ancora al 127%

Confermate le stime di aprile per il 2012. Deficit stabile al 3%

Il debito pubblico italiano per il 2012 resta al 127% del Pil, pari a 1.989.432 milioni di euro, quando la media dei 17 Paesi dell'Eurozona è del 90,6%. Lo rileva l'Eurostat, confermando le stime di aprile e sottolineando però come il peso sul debito del contributo fornito dall’Italia per le operazioni di salvataggio dei paesi dell’eurozona in difficoltà ha pesato nel 2012 per un valore pari al 2,4% del pil, contro lo 0,8% del 2011 e lo 0,3% del 2010.

Sempre per l'anno scorso, resta però al 3% il deficit(meno della media europea, scesa al 3,7%), mentre la spesa pubblica è stata pari al 50,6% del pil (nel 2011 era stata del 49,8% e nel 2010 del 50,4%), mentre le entrate al 47,7% (in aumento rispetto al 46,1% di 2011 e 2010).

Commenti
Ritratto di scandalo

scandalo

Lun, 21/10/2013 - 14:16

Il DEBITO DELLO STIVALE E' COSI COMPOSTO..... RAPPORTO DEBITO PIL DEL meridione , 1/3 degli individui chiamati italiani , 180% superiore a quello della GRECIA !! RAPPORTO DEBITO PIL DEL CENTRONORD , 2/3 degli individui chiamati italiani , 105% !! infatti 105 x 2 = 210 + 180 = 390 / 3 = 130.. pari al nostro attuale rapporto debito pil !! nessuna nazione in europa ha questa disparità o almeno una c'era si chiamava jugoslavia e si è dissolta!! IL MERIDIONE E' IL PIU' GRANDE PARADISO FISCALE AL MONDO MA SOPRATTUTTO DELINQUENZIALE !!