Un fatturato di 15 milioni

Con Attilio e Guido Castelli, imprenditori della seconda generazione e figli di Arrigo, l’uomo che ha fondato nel dopoguerra la Magnetofoni Castelli brevettando la parola magnetofono, ecco un’altra puntata della nostra inchiesta dedicata agli Innovatori. I due fratelli sono alla guida della Et Medical Devices, un’azienda con sede a Cavareno, in Val di Non, nata nel 1962 da una costola della Magnetofoni Castelli e diventata tra le prime al mondo nella produzione di elettrocardiografi. Più di 180mila apparecchiature prodotte, più di 65 modelli sviluppati, più di dieci invenzioni brevettate, 102 dipendenti, fatturato di 15 milioni di euro di cui il 65% grazie all’export, marchi «Cardioline» e «Cardiette».