Fiat, accordo sui motori con i cinesi di Chery

Fiat ha formalizzato l’accordo con la cinese Chery annunciato a fine ottobre 2006 sulla fornitura di motori. Chery fornirà al partner torinese motori benzina da 1.6 e 1.8 litri da montare su vetture Fiat prodotte sia in Cina sia al di fuori della Cina. È attesa una fornitura annuale superiore a 100mila motori. Negli ultimi mesi l’ad Fiat Sergio Marchionne ha ribadito a più riprese che Fiat non è soddisfatta della jv con la cinese Nanjing Auto, «distratta» dal rilancio del marchio Mg, e in un’intervista al Financial Times ha detto che, se il Lingotto non riuscirà a risolvere le difficoltà con Nanjing, «dovremo trovare un’alternativa». Sono già emerse indiscrezioni di colloqui su una nuova jv tra Fiat e Chery o Saic, partner in Cina di Iveco, la divisione camion del gruppo italiano, che è alla ricerca di un rilancio in Cina entro i prossimi tre anni.