Fiat: ok a nomina delegati Fiom

Il Lingotto avverte: "La certezza del diritto in tema di rappresentanza sindacale è una conditio sine qua non per la continuità stessa dell’impegno industriale di Fiat in Italia"

L'amministratore delegato di Fiat, Sergio Marchionne

La Fiat ha comunicato oggi a Fiom-Cgil che accetterà la nomina dei suoi rappresentanti sindacali aziendali a seguito della sentenza della Corte Costituzionale dello scorso 23 luglio. È quanto si legge in una nota del Lingotto. In questo modo l’azienda "intende rispondere in maniera definitiva a ogni ulteriore strumentale polemica in relazione all'applicazione della decisione della Suprema Corte. Questa fissa, come ovvio, un principio di carattere generale - la titolarità dei diritti di cui all’art. 19 dello Statuto dei Lavoratori alle organizzazioni sindacali che abbiano partecipato alle trattative per la sottoscrizione dei contratti applicati in azienda - la cui riferibilità alla Fiom nella concreta situazione Fiat è più che dubbia". In ogni caso, come peraltro suggerito anche dalla Corte Costituzionale, secondo la Fiat, un intervento legislativo è "ineludibile": la certezza del diritto in una materia così delicata come quella della rappresentanza sindacale e dell’esigibilità dei contratti è una conditio sine qua non per la continuità stessa dell’impegno industriale di Fiat in Italia".

Commenti

Massimo Bocci

Lun, 02/09/2013 - 16:26

Nel paese del comunismo reale e soprattutto REALIZZATO con truffe e soprusi, non poteva esistere un porto franco dove il comunista non regna, come diceva Gramsci andate e moltiplicatevi ma soprattutto occupate tutto e così che si tiene un REGIME!!!! E i compagni....gerachizati si sollazzano (con i nostri soldi!!!) negli anti ISTITUZIONALI!!! La vera giustizia sociale??? Il comunismo OBBLIGATORIO per tutti!!! Come la giustizia..... UGUALE!!!!

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 02/09/2013 - 16:31

Caro Marchionne. Facci un favore , vai a produrre in Cina , li il mercato e´enorme e il costo di produzione minimo. Pensa a come crescera la Fiat.Se penso al mio iphone prodotto li , e pagato qui in europa in cina mi compravo una Punto.Vai e non guardare in faccia nessuno , specialmente chi ha fatto in modo che la povera Italia sia diventata la Basura europea.Vedremo dopo cosa faranno gli operai che ti hanno sabotato fino a ieri.

ale76

Lun, 02/09/2013 - 16:32

Ma che se ne vada pure in croazia o in cina, intanto per le macchinine di merda che costruisce, non lo rimpiange nessuno...

Gianca59

Lun, 02/09/2013 - 16:33

Se ne vada: può essere uno stimolo per le teste vuote che ci governano a trovare una via d' uscita che non sia sempre e solo inseguire la Fiat.

Ritratto di giorgiogavi

giorgiogavi

Lun, 02/09/2013 - 16:37

Questo e una altro passo avanti per l'abbandono dell'Italia da parte della Fiat. Non credo che questo braccio di ferro serva a qualcuno, all'azienda, ai sindacati, al paese, all'attuale governo. Meglio mettersi ad un tavolo e trattare con responsabilita'.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Lun, 02/09/2013 - 16:39

CHIUDI TUTTO SE VUOI SALVARTI LICENZIA E DELOCALIZZA, PRIMA LO FAI E MEGLIO E' LA POLONIA TI ASPETTA E TI INCENTIVA.

vince50

Lun, 02/09/2013 - 16:39

Andate pure via io lo avrei già fatto da tempo,chi resterà senza lavoro avrà tempo e modo per piangere.Ovviamente i sindacalisti arricchiti non asciugheranno le lacrime a nessuno,gli "sbandieratori rossi" andranno sotto i ponti.

Libertà75

Lun, 02/09/2013 - 16:46

@ale76, e gli operai che sfamano una famiglia? che pagano bollette e mutuo? che si garantiscono un accesso alle cure sanitarie ed altri servizi? E gli operai dell'indotto? E tutti quelli che lavorano nel distretto fornendo servizi (bar, pizzerie, ristoranti?)... E l'annesso valore degli immobili su cui si basa il nostro sistema creditizio? chi paga tutto questo?... Su una cosa però ha ragione, scrive sui forum è gratis. Buonaserata

unosolo

Lun, 02/09/2013 - 16:49

da quello che vediamo , leggiamo ed ascoltiamo sembra quasi che ci sia un movimento strano nei confronti delle grandi industrie in ITALIA , lo statuto prevede ,OK, e perche è intervenuta la giustizia , da quello cho ho capito la FIOM non ha partecipato alla stesura del contratto , forse sbaglio , ma se è cosi diventa strana la questione , aumentano i pesi morti nelle aziende per dare posti di lavoro , in questo i sindacati CGIL e FIOM sono specialisti. Pesi morti ce ne sono nella P.A. e nelle fabbriche piccole e grandi , bastava abbassare le tasse e forse si riusciva ad evitare che aziende chiudessero o si trasferivano ma i sindacati e i governi non vogliono abbassare la pressione fiscale ne per aziende ne per l'IRPEF anzi il Prodi ce le aumentò.

Oraculus

Lun, 02/09/2013 - 16:51

I sindacati hanno rovinato l'Italia e gli italiani , il capitalismo italiano e' stato umiliato , represso e...obbligato a espatriare , qui che rimangono sono gli irriducibili che ancora tirano a campare e non certo ad investire... Malefici sabotatori del lavoro altrui , parassiti del lavoro altrui , i sindacati (sindacalisti) hanno avuto un ruolo esageratamente premiato nel nostro paese arrivando sino alle seconde cariche dello Stato...un abuso ugualmente responsabile come tradimentoa a lungo perpetrato solo per nuocere alla destra capitalistica per far risaltare la sinistra della falce e martello...

gigi0000

Lun, 02/09/2013 - 16:55

La certezza del diritto in Italia non esiste ed I SINISTRI BUFFONI si affidano alle toghe rosse. La FIOM pretende ancora di dettare legge (sempre appoggiata dalle suddette toghe rosse). Il PD vuole eliminare Berlusconi (sempre appoggiato dalle suddette toghe rosse). Napolitano vuole fare il despota (sempre appoggiato dalle suddette toghe rosse). Il diritto non si sa più che cosa sia, ma Epifani, Ribaudo e Landini pretenderebbero che Marchionne investisse su di loro. Portiamoli tutti al neurodeliri!

adp

Lun, 02/09/2013 - 17:03

la fiat è andata via dall'italia già da anni, da quando non gli hanno dato più soldi. Il 40% del debito pubblico italiano lo dobbiamo proprio alla famiglia dei lupi travestiti da agnelli.

Ritratto di bassfox

bassfox

Lun, 02/09/2013 - 17:10

quanta nostalgia.. ogni volta che leggo qui, parlate di comunisti, bolscevismo: siete prigionieri di un mondo che non esiste più, ahimè..

claudio faleri

Lun, 02/09/2013 - 17:15

i sindacati penzano ad avere il gregge dei sudduti,bene che marchionne porti via la fiat dall'italia, negli stabilimenti ci faranno le case ai clandestini

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Lun, 02/09/2013 - 17:16

Ma anche il più scarso studente di economia capirebbe che la Fiat in italia è ormai non cotta, ma stracotta, mentre all'estero fa soldi a palate. Come si può pensare che con una sentenza pro CGIL-FIOM si possa raddrizzare è pura utopia!

Ritratto di bassfox

bassfox

Lun, 02/09/2013 - 17:19

@marforio: facci un favore, vai in cina con marchionne!

ale76

Lun, 02/09/2013 - 17:25

@Libertà75, allora continuiamo a farci ricattare dal padrone di turno! Gli operai troveranno un'altro lavoro. E poi Marchionne ha poco da fare il furbo, se gli italiano fossero un pò più furbi, dopo questi ricatti, non comprerebbero più le macchinine FIAT. E visto che nel mondo siamo gli unici a comprarle, marchionne si troverebbe in difficoltà. Per quanto riguarda invece i commenti, mi sembra che sei tu che stai tutto il giorno a sparere cazzate nel forum...

giovanni70zz

Lun, 02/09/2013 - 17:37

Che simpatico il signor marforio! Si preoccupa di un amministratore delegato che guadagna milioni di euro l'anno nonostante la sua FIAT venda sempre meno. E fa l'esempio sbagliato per di più: la Apple gli ha venduto un iPhone ad un prezzo triplicato (se basta) rispetto al costo di produzione e lui è pure contento! Sarà perché almeno l'iPhone è un prodotto che vale il prezzo che costa? Non come una Freemont ... ha mai visto una Freemont in giro il signor marforio? Sì, forse una o due sì ... sarà perché la FIAT o le produce qui o in Canada o in Cina sempre un bidone rimane? ...

edo1969

Lun, 02/09/2013 - 17:39

Si dice condicio e non conditio, Marchionne... "conditio" vuol dire salamaoia. 'gnurant.

edo1969

Lun, 02/09/2013 - 17:40

Tanto io una fiàtt fatta di cartone e plasticaccia non la compro nemmeno se me la regala Pippo Marchione in perzona.

unosolo

Lun, 02/09/2013 - 17:41

attenzione a spedire in Cina persone , Prodi ci ha mandato le nostre ditte , prima gli ha fatto fare la gita per convincerli, oggi se ne sono aggiunti altri .Quanti soldi buttati e tutto per non abbassare la pressione fiscale sulle aziende che portano ricchezza e danno lavoro ed il lavoro porta denaro con il quale il cittadino paga le tasse che servono per i servizi , ma col tempo invece dei servizi si alzano stipendi nella casta e i divertimenti sempre per loro . Il lavoro porta ricchezza nelle nazioni che lo permettono .

Romolo48

Lun, 02/09/2013 - 17:44

xale76 .. bravo, però vallo al dire al Lingotto, spiegalo agli operai invece di starnazzare su questo sito. La tua è solo politica da bar.

marvit

Lun, 02/09/2013 - 18:12

Se fosse per quei quattro ottusi stupidotti sempre in attività permanente il caro Sergio da tempo sarebbe sparito dall'Italia. Ma in Fiat lavorano sopratutto persone serie,responsabili e che non sono i mantenuti di nessuno

Io non sono com...

Lun, 02/09/2013 - 18:20

Spero che Fiat se ne vada, sarà un grosso danno economico per la nazione, visto gli oltre centomila contribuenti che ha Fiat. Ma almeno così quell'azienda marcia fallisce, nessuno avrà più motivo di comprare le loro macchinacce una volta che sarà all'estero.

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 02/09/2013 - 18:28

xbassfox .Io sto bene in Germania e meta anno in sudamerica.Il poverino sei tu che ancora non hai capito che sei un parassita.

makeng

Lun, 02/09/2013 - 18:32

LANDINI, DALLEDONNE E TUTTI I COMUNISTI NOSTRANI sono i principali RESPONSABILI della fuga di tutte le aziende dall'italia. Loro che difendono sempre ladri e assenteisti e sabotatori , si guardano bene dal dare delle risposte alle famiglie che hanno sbattuto per strada. Per loro l'importante è la battaglia politica sulla pelle dei lavoratori. PRova ne sia l'alfa romeo dove CINQUANTA 50!!!!!!!!! ex lavoratori sono stati reintegrati dal giudice. DIMENTICANDOSI DEGLI ALTRI 10.950 CHE CI LAVORAVANO!!!! SINISTRONZI BAST..DI FUORI DALL'ITALIA E FINALMENTE COMINCEREMO A RISALIRE!!

cgf

Lun, 02/09/2013 - 18:37

FIAT non sarà più Fabbrica Italiana Automobili Torino, ma TORONTO? chissà!!

Oraculus

Lun, 02/09/2013 - 18:54

Caro Luca , leggo di odi e rancori che si compiacerebbero se la FIAT scomparirebbe dall'Italia , questo altro non e' che il dissesto mentale che ormai sta dilagando negli italiani , invece e' smuovendo le delusioni per far posto a nuove speranze con nuovi propositi per risalire su da quella china in cui , con i prodotti FIAT , tutti siamo precipitati . E' solo migliorando quel poco che ancora ci rimane con le volonta' del far bene che l'Italia e gli italiani potranno ritrovare quelle fiduce che i sindacati hanno distrutto... Prima assemblare bene gli uomini e poi i pezzi per un loro buon lavoro... .

Giampaolo Ferrari

Lun, 02/09/2013 - 19:44

Leggendo i commenti non vedo tanta preoccupazione,se a novembre non ci sono i soldi per i cassaintegrati e nemmeno quelli per i dipendenti pubblici,perche gli imprenditori vanno a produrre e pagare le tasse altrove,qualcuno comincerà a preoccuparsi???

giottin

Lun, 02/09/2013 - 19:46

Caro Marchionne, non devi soltanto dirlo che vai via dall'Italia, devi anche farlo e... al più presto. Dai cialtroni del sindacaato/governo non otterrai mai NIENTE!!!!

killkoms

Lun, 02/09/2013 - 20:26

@ale76,intelligentone!fiat non vende in Italia,e pretendi che conservi delle aziende qui?chissà perchè in brasile,a parità di condizioni,maestranze e fabbriche in loco,fiat è sempre davanti a tutti!

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Lun, 02/09/2013 - 21:03

...... quindi Fulvio Conti è il "padrone" dell'Enel stando al teorema del minorato di turno.Dalton Russell.

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Lun, 02/09/2013 - 21:07

Giovannino, ti lascio stupido e ti ritrovo cretino.Tu sei come il buon vino che con il tempo "migliora".Dalton Russell.

Ritratto di sitten

sitten

Lun, 02/09/2013 - 21:15

@ bassfox, purtroppo quel mondo esiste ancora è un mondo subdolo e aberrante, cui ne fa ancora parte il nostro giorgetto.

mamex

Lun, 02/09/2013 - 21:38

Che bello tutti quei capannoni pieni di rom a 50 euro al giorno! Avanti fratelli d'Italia! Purtroppo non s'è desta.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Lun, 02/09/2013 - 22:39

danni irreversibili creati dai komunisti e sindacati, peggio per voi i cassaintegrati con lavoro in nero vi ringrazieranno e vi voteranno ancora di + continuando a pagarvi anche per le primarie. Contro l'ignoranza vi è l'istruzione come cura ma per la stupidità cura non c'è

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 03/09/2013 - 00:30

Con dei magistrati fasulli, perché ideologizzati, Marchionne fa benissimo a porre il problema della certezza del diritto. I SINDACALISTI CHE COMBATTONO CONTRO LE AZIENDE NON FANNO L'INTERESSE DEI LAVORATORI NE' QUELLO DEL PAESE.

mamex

Mar, 03/09/2013 - 01:15

Non è Marchionne e la FIAT ad andare via dall'Italia, ma è Landini che li caccerà così finalmente avrà sconfitto il padrone sporco e capitalista potendo così vivere la tanto sognata decrescita felice (mettete via le candele di cera).

Ritratto di scappato

scappato

Mar, 03/09/2013 - 07:01

x giovanni70zz: Lei e' troppo ignorante e vive in un contesto troppo miserabile per parlare del Canada.

Panzeri Paolo

Mar, 03/09/2013 - 07:34

Per la continuità della FIAT, dovrebbero chiedere ai lavoratori di Arese........

Walter68

Mar, 03/09/2013 - 07:46

E' troppo facile quello che vuole Marchionne. Firmare accordi solo con sindacati servi del padrone.

elio2

Mar, 03/09/2013 - 08:17

Quando le industrie lasciano il Paese è sempre una sconfitta per la società, se poi questo è la causa diretta dell'intervento congiunto di politica di sinistra, magistratura di sinistra e sindacati di sinistra, voglio proprio vedere i loro affiliati lavoratori da chi andranno a fine mese a ritirare lo stipendio, forse dalla FIOM-CGIL?