Fiat Chrysler avrà sede in Olanda

Le azioni ordinarie di Fca (Fiat Chrysler Automobiles) saranno quotate a New York e a Milano

Il giorno della svolta in casa Fiat è arrivato. Dopo aver interamento acquistato Chrysler ora il gruppo diventa "costruttore di automobili integrato e globale" e assume ufficialmente il nome di Fiat Chrysler Automobiles (Fca). Il Lingotto l'ha reso noto al termine dell’odierno cda, che "ha esaminato le alternative più appropriate per la nuova governance e la nuova struttura societaria". L'obiettivo è dare vita a un’azienda che, per dimensioni e capacità di attrazione sui mercati finanziari, sia comparabile ai migliori concorrenti internazionali, il consiglio "ha deciso di costituire Fiat Chrysler Automobiles N.V., società di diritto olandese che diventerà la holding del gruppo". Le azioni ordinarie di Fca saranno quotate a New York e a Milano. "Ci si attende - prosegue la nota - che Fca abbia la residenza ai fini fiscali nel Regno Unito".

Tutte le attività che confluiranno in Fiat Chrysler Automobiles "proseguiranno la propria missione, compresi naturalmente gli impianti produttivi in Italia e nel resto del mondo, e non ci sarà nessun impatto sui livelli occupazionali".

Entusiasta Sergio Marchionne: "Oggi è una delle giornate più importanti della mia carriera in Fiat e Chrysler. Cinque anni fa - ha aggiunto l'ad - abbiamo iniziato a coltivare un sogno di cooperazione industriale a livello mondiale, ma anche un grande sogno di integrazione culturale a tutti i livelli".

Marchionne ricorda come "cinque anni fa abbiamo iniziato a coltivare un sogno di cooperazione industriale a livello mondiale, ma anche un grande sogno di integrazione culturale a tutti i livelli". Ed ancora: "Abbiamo lavorato caparbiamente e senza sosta a questo progetto per trasformare le differenze in punti di forza e per abbattere gli steccati nazionalistici e culturali". "L’adozione di una struttura di governance internazionale e le previste quotazioni, che miglioreranno l’accesso del Gruppo ai mercati globali con evidenti vantaggi finanziaria - rileva, infine, Sergio Marchionne - completeranno questo progetto"."Speriamo - prosegue l'ad - di arrivare alla quotazione a New York entro il primo ottobre, stiamo lavorando".

Nel dettaglio la proposta approvata dal cda Fiat prevede che gli azionisti ricevano un’azione FCA di nuova emissione per ogni azione Fiat posseduta e che le azioni ordinarie di FCA siano quotate al New York Stock Exchange con un’ulteriore quotazione a Milano. Il completamento dell’operazione sarà soggetto ad un numero limitato di condizioni, tra cui l’ottenimento della quotazione al NYSE e quella che l’esborso massimo derivante dall’esercizio da parte degli azionisti di Fiat dal diritto di recesso nonché da eventuali esercizi dei diritti di opposizione dei creditori non ecceda 500 milioni di euro. La quotazione a Milano avverrà dopo l’inizio della quotazione al NYSE. Secondo le previsioni l’operazione dovrebbe essere completata entro la fine dell’anno.

Letta: sede legale questione secondaria

"Sono convinto - ha detto il premier Enrico Letta, a Bruxelles - che la vicenda di Fiat da molto tempo a questa parte abbia cambiato completamente orizzonti e confini. Oggi Fiat è un attore globale, cosa che non era prima, e la questione della sede legale penso sia secondaria. Contano il numero di posti di lavoro, il numero di macchine vendute e la competitività".

Reazioni in Borsa

Torna agli scambi il titolo Fiat e resta in forte rosso in Borsa: a lungo congelato sul -6,3%, segna -6,23% a 7,1 euro. Forte il volume degli scambi, con oltre 29 milioni di pezzi già passati di mano, a fronte di una media giornaliera di 23 milioni.

Commenti

michetta

Mer, 29/01/2014 - 12:35

Tutti giochi di...bussolotti e quasi tutti previsti! Auguri Italia

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Mer, 29/01/2014 - 14:00

Adesso,con la sede in Olanda e gli aiuti pubblici in Italia,torneranno a macinare utili..da spendere negl'Usa e mettere in cassaforte in Olanda.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Mer, 29/01/2014 - 14:08

FIAT : Forse Investiremo Ancora a Torino. Sicuramente a vendere le bagnarole allo stato italiano ed a ricevere aiuti da investire lontano. Lontano dal cuore ma vicino al borsellino.

Max Devilman

Mer, 29/01/2014 - 14:17

In Italia non ci sono più le condizione per fare impresa, le tasse sono troppo alte, le infrastrutture sono carenti o inesistenti, la burocrazia è opprimente e costosa, il costo del lavoro è troppo alto. Faccio solo un appunto per Fiat, per me fa solo bene ad andarsene, ma prima renda allo stato italiano tutti gli investimenti a fondo perduto che tutti gli italiani hanno pagato quando facevano auto invendibili. Per il resto concordo con le scelte di Fiat ma sono sicuro che comunisti e questo governo non capiranno il messaggio, loro capiscono solo tasse e posto statale, fare impresa, farla crescere, creare lavoro, sono concetti sconosciuti.

elalca

Mer, 29/01/2014 - 14:18

provate a chiedervi perchè la sede fiscale viene posizionata a londra e la holding in olanda. andate a vedere lem convezioni internazionali stipulate dai due stati e poi pensateci. noi facciamo di tutto per far scappare gli investitori con una legislazione fiscale delirante. finchè continueremo a ritenere menti pensanti gentaglia come il bidello bocconiano e il nuovo lobotomizzato che ha preso il suo posto stiamo freschi

giorgiandr

Mer, 29/01/2014 - 14:18

comunque non disperiamo, a seguire arriveranno pure le "delocalizzazioni" degli stabilimenti (leggasi : dall'Italia in Polonia, Electrolux docet).

Gyro

Mer, 29/01/2014 - 14:20

QUESTA E' EVASIONE FISCALE! E' LO STESSO METODO USADO DA DOLCE & GABBANA! Gli Elkann possono essere denunciati per questo! STANNO VIOLANDO LA LEGGE!

Gyro

Mer, 29/01/2014 - 14:21

Comunque FIAT facci un regalò: LA LANCIA DELTA DEL DESIGNER ANGELO GRANATA! E' BELLISSIMA! TROPPO BELLA PER NON ESSERE PRODOTTA! VI PREGO, FACCIAMOLA!

Ritratto di ersola

ersola

Mer, 29/01/2014 - 14:23

questa notizia è vecchiotta.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 29/01/2014 - 14:29

Ma non si poteva avere una piccola regione in Italia dove la pressione fiscale era uguale a quella olandese? Col federalismo ogni regione fissava la sua imposizione fiscale. E la Fiat restava in Italia.

Ritratto di bobirons

bobirons

Mer, 29/01/2014 - 14:41

Dimostrazione pratica per i nostri incapaci amministratori pubblici che dovrebbero finalmente capire come abbassare i livelli contributivi attiri gli investitori. Per ora i nostri incapaci politici sanno solo eccellere nel riempire le loro personali tasche.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 29/01/2014 - 14:45

Credo sia doveroso un ringraziamento ai landini ed ai camusso.

Ritratto di mina2612

mina2612

Mer, 29/01/2014 - 14:46

Bne, ora saranno contenti la Camusso e Landini, così cominceranno anche loro a fare le 'gite fuori porta'.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 29/01/2014 - 14:52

è la globalizzazione, bellezza. Una grande risorsa, come l'immigrazione - dicono i media del libero occidente. Dimenticano di precisare per chi sono risorse: per i loro padroni: le elite finanziarie.

Ritratto di stock47

stock47

Mer, 29/01/2014 - 14:56

L'avevo già scritto molto tempo fa, credop un anno fa, che la Fit di Marchionne si stava preparando a lasciare l'Italia e ci stava tradendo. Certamente per il resto del discorso concordo con Max Devilman, aggiungendo che oltre ai soldi regalati dagli italiani ci devono restituire anche gli interessi, altrimenti è troppo comodo! Tuttavia una notazione mi rimane da fare, la FIAT, così come tutti i prodotti italiani, sono il risultato della genialità nostrana e, senza di quella, queste imprese non vanno lontano, al più possono vivacchiare. Invito gli italiani a non dare più nessuna assistenza tecnica, scientifica e d'idee a queste aziende, che ci hanno tradito e lasciato dopo avere sfruttato l'Italia e gli italiani. Ultima notazione a quei cretini dei sindacati comunisti e socialisti che hanno finito per distruggere il lavoro di tanta gente, invece di salvaguardarli come dicevano di voler fare, con le loro idiozie politiche applicate alle aziende e alla burocrazia.

gamma

Mer, 29/01/2014 - 14:58

E' tutto estremamente logico. La holding in Olanda perchè le norme societarie in quel paese sono fra le più moderne e liberiste, la residenza ai fini fiscali in Gran Bretagna per mantenere un piede nell'UE e approfittare del basso prelievo fiscale britannico oltre che della nota chiarezza normativa e infine la quotazione alla Borsa di New York perchè è la più grande borsa del mondo. D'altra parte ormai la produzione Fiat in Italia è assolutamente marginale rispetto alla produzione nel resto del mondo. E poi, siamo seri, l'Italia non è un paese in cui una multinazionale possa intraprendere con l'agilità e la prontezza di riflessi che i mercati globali richiedono.

petra

Mer, 29/01/2014 - 15:01

Chi troppo vuole nulla stringe. Sarà contento Landini e la sua intransigenza ottusa. Era inevitabile la decisione della Fiat. Ormai se ne stanno andando tutti. Voi al posto di Fiat cosa fareste?

petra

Mer, 29/01/2014 - 15:03

Max Devilman. L'Amministrazione Marchionne/Elkan non c'entra nulla con gli aiuti di Stato.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 29/01/2014 - 15:06

Mi fa ridere chi accusa i sindacati (che, si badi bene, sono organizzazioni criminali, parassitarie e colluse col regime finanziario). Chi fa questo addita non il responsabile ma il correo. Non cogliete l'ampiezza del disegno, il quadro della radicale schiavitù in cui è precipitata l' Italia. E prestate il gioco alla strategia classica divide et impera.

Dadina

Mer, 29/01/2014 - 15:06

Per qualcuno potrebbe essere una bella notizia, così negli stabilimenti di Mirafiori si potrebbe allestire una mostra permanente sulla resistenza e sulla lotta al nazi-fascismo. Finalmente sarebbe il trionfo della cultura. Tutti contenti.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 29/01/2014 - 15:10

La Cina e il Giappone non aprono i settori economici chiave al capitale straniero. Non accettano il liberismo laddove non conviene loro. Difendono la loro sovranità economica e investono come stato.

petra

Mer, 29/01/2014 - 15:11

Nonostante quello che sta accadendo, lo stato italiano continua imperterrito a spendere e spandere. Quando le aziende avranno sottratto tutto il loro gettito, vediamo se si renderanno conto. Il mio timore è che solo i cittadini comuni rimarranno sul lastrico, gli altri, politici in primis, continueranno fino all'ultimo a succhiare a piu' non posso senza togliersi nulla.

giovauriem

Mer, 29/01/2014 - 15:14

la fiat,quando prima se ne va dal'italia(insieme ai sindacati)meglio è per tutti,questa fabbrica ci è gia costata troppo

tonino33

Mer, 29/01/2014 - 15:14

Brava Camusso! Bravo Landini! E se non rigate dritto... Ricatto! O fate come dice la FIAT o la fabbricchetta se ne va! A forza di ricattare gli imprenditori dicendogli o fate come diciamo noi o vi blocchiamo le fabbriche, avete insegnato agli imprenditori la vostra tecnica! E adesso tocca a voi subirla! Si chiama giustizia poetica, si chiama karma, si chiama chi semina raccoglie, si chiama prendetevela nel Q (meglio tardi che mai).

Ritratto di alejob

alejob

Mer, 29/01/2014 - 15:15

Sarebbe bene che la Camusso e Landini avessero in questo paese una impresa. Tutti i sindacalisti dovrebbero fare impresa, per sapere quanto costa. Come può la FIAT fare concorrenza alle case straniere, quando una scatola come la Panda, costa in Italia più di una Ford o una Citroen, ecc. costruiute all'estero. Bravo Marchionne, hai fatto bene, mi congratutlo perchè per trentacinque anni ha fatto l'amministratore di una impresa all'Estero e capisco cosa vuol dire.

Ritratto di robertoguli

robertoguli

Mer, 29/01/2014 - 15:20

Per fortuna che c'è Landini!!! Distinti saluti. Roby

igiulp

Mer, 29/01/2014 - 15:24

A questo punto, per un'azienda estera a tutti gli effetti, sarà più semplice spostare la produzione altrove. Con buona pace dei sindacati nostrani e dei nostri ottusi governanti.

petra

Mer, 29/01/2014 - 15:25

Ausonio. Neanche la Germania lo fa. Siamo noi gli artefici del nostro destino.

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Mer, 29/01/2014 - 15:30

... finalmente saranno contenti Landini e la Camusso . Adesso faranno un corteo di APPROVAZIONE .

Cinghiale

Mer, 29/01/2014 - 15:31

Nell'articolo è scritto chiaramente che i posti di lavoro non sono a rischio, speriamo che Landini e Camusso non provvedano in proprio.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 29/01/2014 - 15:33

Toyota capofila mondiale dell'auto. Il Giappone è una Nazione, non svende l'industria nazionale alla mafia finanziaria parassitaria.

Sapere Aude

Mer, 29/01/2014 - 15:41

Si saranno rotti i cosi-detti a sentire Landini che cinguettava “la Fiat deve fare così, la Fiat deve fare colà”, e adesso farà Landini? Romperà le palle in Olanda o le andrà a rompere a qualche azienda metalmeccanica sull’orlo del fallimento. Lì potrà dare istruzioni ai capitalisti su come accelerare la chiusura di un’azienda. Grandiosi sti lungimiranti sindacalisti. Un’ultima curiosità, quando non ce ne sarà più di aziende nel settore sarà tempo per lui di andare in pensione; felice di aver fatto il suo dovere.

Rossana Rossi

Mer, 29/01/2014 - 15:52

I sindacati saranno contenti di aver rovinato il mondo industriale italiano con pretese e imposizioni che hanno reso il nostro mercato del lavoro inaccettabile. Le imprese adesso se ne vanno, che cosa si aspettavano? L'impresa per sopravvivere deve fare utili e va dove li può fare. Le imprese NON SONO degli enti di beneficienza.............

Boxster65

Mer, 29/01/2014 - 15:53

Adesso portate via anche gli stabilimenti dall'Italia, tanto producete solo aborti di auto!!! Così basta cassintegrazione a carico dei lavoratori Italiani. FIAT raus!!!

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mer, 29/01/2014 - 15:56

QUESTO; É IL RISULTATO DELLA POLITICA KOMUNISTA IN ITALIA É DI UNA GIUSTIZIA CHE DÁ SEMPRE RAGIONE AI SINDACATI COME LA CGIL-FIOM; NESSUN PAESE NEL MONDO HA UN CLIMA COSI NEMICO VERSO GLI IMPRENDITORI COME L;ITALIA; TANTO DANNO FECERO I SINDACATI COME LA CGIL-FIOM IN ACCORDO CON I GIUDICI CHE IN 3 ANNI HANNO COSTRETTO 1,6 MILIONI DI POSTI DI LAVORO AD ANDARE OLTRE FRONTIERA! EVVIVA IL KOMUNISMO ITALIANO QUELLO CHE PRODUCE FAME; MISERIA; BISOGNO É EMIGRAZIONE! AVANTI KOMUNISTRONZI! VOTATE E FATE VOTARE IL PARTITO CHE VI VUOLE AFFAMARE IL PDPCI!.

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Mer, 29/01/2014 - 16:05

Che la FIAT abbia sempre spremuto lo stato è un dato di fatto, comunque che in Italia no n ci siano i presupposti per produrre è un fatto acclamato, basterebbe smettere di dar retta ai sindacati, comunisti & C, i quali credono di modificare le leggi di mercato e ci riducono al lumicino

unosolo

Mer, 29/01/2014 - 16:12

che dice Saccomanni e il suo PCM , di questo passo ? Da sempre le tasse hanno creato disoccupati , Un vero Statista non avrebbe mai alzato la pressione fiscale ma avrebbe incentivato investitori abbassando tasse e iva , questo spostamento della FIAT era da preventivarlo , presto anche altri imprenditori faranno lo stesso spostamento , la solita domanda : per pagare tutti i servizi , compresi i parassiti , mancando che versa enormi tasse con quali entrate si pagheranno stipendi faraonici della casta ? Semplice alzeranno sempre la pressione fiscale e chiederanno prestiti in Europa ,. Senza tagli alla politica non si potrà abbassare la pressione fiscale e la nostra Nazione chiude i battenti agli stranieri che manterranno fuori dalla Italia le sedi ufficiali e in costo del lavoro lo faranno loro non più l'operaio o i sindacati , che fine , in tre anni siamo tornati indietro di 50 anni , forse per questo che si fanno molte manifestazioni del ricordo della memoria e i grillini ripetono frasi dell'epoca.

Jimmy77

Mer, 29/01/2014 - 16:12

non preoccupatevi, sindacati comunisti, fra un paio di anni la fiat smantellera anche quelle quattro fabbriche inefficenti che rimangono, e voi vi potrete mangiare solo patate. Bravi bravi continuate cosi

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 29/01/2014 - 16:16

il governo, di sinistra ovviamente, ha tirato troppo la corda con le troppe tassazioni, e la fiat si è spostata. perchè non spostiamo la sinistra? la mettiamo in siberia, dove il congelamento mette in sicurezza i neuroni: quando i neuroni sinistronzi si muovono, fanno solo danni!!!!!

Ritratto di danutaki

danutaki

Mer, 29/01/2014 - 16:17

Leggo molte reazioni dettate dalle emozioni più che dalla analisi dei fatti e dei comportamenti. Mi colpisce che ci sia il clichè diffuso che i soldi presi nel passato dallo stato dai dipendenti FIAT, erogati per evitare ristrutturazioni traumatiche, siano considerati come dati a FIAT per farci quello che voleva o per salvare l'azienda a beneficio dei suoi proprietari. La faziosità può portarci molto lontano nella distorsione dei dati ... niente di nuovo sotto il sole. di Andrea Malan - Il Sole 24 Ore - leggi su http://24o.it/6JQil

Ritratto di AlleXpert

AlleXpert

Mer, 29/01/2014 - 16:19

come diceva ToTò: è questa e fatta, ohhhh! Questo è il frutto dei Sindacalisti!Marchionne ha fatto la cosa giusta per la FIAT. CGIL,CISL,UIL... hanno rovinato e sfasciato Aziende, il paese e tanti posti di lavoro! Mi dispiace a dirlo ma chi ha seguito questi sindacalisti alla fine la pagata molto cara. Non penso che Landini e la Camusso saranno contenti(!), anzi devono fare una bella riflessione LOGICA e un´esame di coscienza per capire dove hanno sbagliato rovinando tante famiglie!

ferdinando55

Mer, 29/01/2014 - 16:22

In un sistema economico liberista è giusto e sacrosanto che un'azienda vada a collocarsi dove trova l' "ambiente" (socioeconomico, politico e fiscale) più confacente alle proprie esigenze e alle proprie caratteristiche.....esattamente come quando vai al ristorante, se non ti sei trovato bene paghi il conto e non ritorni più. Pertanto la signora FIAT, libera di ricollocarsi dove meglio crede, prima paghi il conto, ossia PRIMA RESTITUISCA TUTTI I FINANZIAMENTI PUBBLICI CHE HA OTTENUTO DALLE TASCHE DEGLI ITALIANI E POI VADA DOVE VUOLE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

m.m.f

Mer, 29/01/2014 - 16:23

...hanno fatto benissimo e lo hanno fatto anche troppo tardi. non si può fare impresa o continuare a fare impresa in un paese che è semplicemente marcio!

igiulp

Mer, 29/01/2014 - 16:24

@Sapere Aude - Vedrà che si ritaglierà un bel posticino in Parlamento, nostrano od europeo, come gli altri amici di sindacato Airaudo e Cofferati. Lì potrà discettare di massimi sistemi, di economie stataliste ecc. ecc.

LAMBRO

Mer, 29/01/2014 - 16:24

MENTONO SAPENDO DI MENTIRE E DI AVER MENTITO PRENDENDO IN GIRO I LAVORATORI!! IN UN ALTRO PAESE QUALSIASI QUESTI TRUFFATORI SAREBBERO ESPOSTI AL PUBBLICO LUDIBRIO E VERREBBERO CACCIATI DA TUTTE LE ISTITUZIONI .... INVECE IN ITALIA HANNO POSIZIONI DI RILIEVO ISTITUZIONALE , BANCARIO, PUBBLICHE ecc..... ITALIANI AVETE QUEL CHE VI MERITATE . VOTATELI... VOTATELI...

Ettore41

Mer, 29/01/2014 - 16:28

@Gyro...... Tu sei il solito bacato comunista che non capisce una sega. L'operazione e' piu' che legale. Vuoi sapere perche' le aziende italiane e straniere scappano dal Bel Paese? Hai mai compilato una denuncia dei redditi (non credo a te la denuncia dei redditi te la preparano quei furbacchioni della CGL)? I codici tributo per pagare le tasse sono piu' di 900 capisci 900 e passa. Unico paese al mondo.

Ritratto di AlleXpert

AlleXpert

Mer, 29/01/2014 - 16:29

#pasquale.esposito,vedi il discorso che abbiamo fatto pochi giorni fa, adesso è arrivato il conto finale! Era ovvio che Marchionne non si fa ricattare da questi sindacalisti! Chi scava una fossa vi cadrà dentro!

Ritratto di dbell56

dbell56

Mer, 29/01/2014 - 16:30

PELOBICI, spieghi per cortesia, a noi poveri ignoranti, come abbia fatto la FIAT ha spremere lo stato italiano? Quali siano state le operazioni amministrativo-legali-fiscali-contabili messe su con chi comanda in Italia nello stato da parte di FIAT, d'accordo con essi? Spiegaci dunque! Siamo tutti orecchi! Personalmente non ne ho trovate. Se mi parli degli incentivi per l'acquisto di auto, sappi che qui da noi tutte le case produttrici ne hanno beneficiato! Ha forse la FIAT non pagato imposte, tasse e contributi posti a suo carico dalle norme vigenti nel nostro paese, perchè ha avuto un qualche salvacondotto per non pagarli? Secondo me la FIAT se ne va giustamente da questo paese di merda proprio perchè ci sono persone che come te, aprono bocca e tirano fiato. Come certi giudici amici tuoi e dei rossi, che ogni mattina si alzano dal letto e cantano bandiera rossa e l'internazionale, invece che ringraziare Dio e pregarlo affinché svolgano con equilibrio e senso di giustizia il lavoro a loro demandato dal popolo, in nome del quale emettono le loro sentenze!

linoalo1

Mer, 29/01/2014 - 16:30

Chissà perché se ne vuole andare?Che sia perché è allergico ai Sindacati Italiani?Forse,non ha torto.Lino.

Il giusto

Mer, 29/01/2014 - 16:51

Prima che se ne vadano farsi dare i soldi che ci hanno spillato in questo secolo!Vedrete che a quel punto preferiranno rimanere e costruire le auto in Italia!Ma chi si compra le fiat?

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mer, 29/01/2014 - 16:53

#AlleXpert.Io, sono anni che lo dico, che i sindacati come la cgil-fiom Hanno rovinato l,Industria Italiana, ma con le teste d,acciaio che Hanno i komunisti tu non ci puoi é non ci potrai mai fare un dialogo basato sul buonsenso!, adesso i komunistronzi saranno tutti felici e contenti di aver costretto la Fiat a fare questo passo! HIP HIP HURRA! É LA FIAT SE NÉ VÁ!. ciao e stammi bene, Pasquale.

Giorgio5819

Mer, 29/01/2014 - 16:54

Chi paga da oggi i cassintegrati FIAT? Per 50 anni li abbiamo pagati noi italioti, adesso continueremo a mantenerli ancora noi? Industria privata mantenuta da uno stato demente adesso scappa fiscalmente...tutto sinistra style.

eloi

Mer, 29/01/2014 - 16:56

PASQUALE ESPOSITO Dal Suo post toglierei solo L'EVVIVA, tutto il resto è verità.

eloi

Mer, 29/01/2014 - 16:58

Manca ancora il commento di ersola e di luigipiso.

Alessio2012

Mer, 29/01/2014 - 17:09

Adesso che succederà? Ci sarà una seconda immigrazione dal sud all'estero?

Ritratto di SCACIOSO

SCACIOSO

Mer, 29/01/2014 - 17:17

Kompagni, tranquilli, diventeremo tutti statali, stipendi dimezzati e posto di lavoro per tutti. Non ci saranno i cattivi, i padroni, non ci sara' piu' il sabato, la domenica solo una volta all'anno, ,solo fankazzisti ! Ma non potranno svolgere un doppio lavoro ,non saranno mai malati, non esauriti, con le tasse che verseranno sara' tutto piu' bello, non si parlera' piu' di evasione, le caramelle saranno di stato, anche la carta igienica, il canone Rai verra' abolito, e anche il Fazio ,la Litty e tutti loro dovranno ridursi il miserabile stipendio. Tutti gli immobili saranno di stato, non solo quelli di Roma, lo stato non paghera' l'imu e cazzatelle varie, il mattone non svalutera' mai piu', avranno tutti le case ,non solo gli albanesi rumeni e immigrati. Ci sara' il boom democrafico, finalmente i ragazzi potranno riprodursi. Le coop non venderanno piu' le banane, saranno gratuite, avanti , tutti in fila, i numerini saranno distribuiti dai sindacati, cosi anche loro saranno felici.

luca 1972

Mer, 29/01/2014 - 17:20

quando cgil cisl e uil e compagnia sinistroide anni fa chiesero a fiat di investire da noi.. ora si, possiamo dirlo con certezza: erano in malafede. eppure qua a torino il centro sinistra prende sempre il 605 dei voti. che tristezza. dopo le olimpiadi il nulla.

roseg

Mer, 29/01/2014 - 17:23

EVVIVA IL SINDACATO...HEHEHE.

luca 1972

Mer, 29/01/2014 - 17:26

avete visto sinistri vi hanno preso in giro 50 anni? sveglia. dove sono i commenti dei compagni bandiera rossa trionfera'?

Ritratto di falso96

falso96

Mer, 29/01/2014 - 17:27

cosa si può dire.. dopo anni di incentivi statali, mantenimento degli operai in C.I. adesso va a pagare le tasse in Inghilterra. E i nostri politici ??????? Che sistema di merda. Tutti collusi. L'una in Polonia , L'altra in Olanda, il resto in Cina....e noi ... a mantenere la casta, e se non hai più i soldi? .. MA hai la casa i tuoi beni, gioielli .. ci sono i compro oro, oppure tenta la fortuna con le macchinette legalizzate dalla casta. Forse nel medioevo si stava meglio.

luca 1972

Mer, 29/01/2014 - 17:27

dove sono i no global no tav? andate a far casino anche davanti alla fiat dai sveglia bamboccioni.

ilbarzo

Mer, 29/01/2014 - 17:32

Con lo stato che abbiamo,ci meritiamo questo ed altro.Finisce che l'italia diventa una colonia islamica.

Ritratto di rapax

rapax

Mer, 29/01/2014 - 17:36

Ma come la fiat puo' farlo, e per gli altri medio piccoli si chiama esterovestizione??? Deve valere per tutti chiaro?? Non per i soliti noti..

Tuareg33

Mer, 29/01/2014 - 18:02

Le azioni degli Industriali, con l'accordo CNH I, sono crollate. Oggi crollano anche quelle della Fiat Auto. Come azionisti, che hanno avuto fiducia, siamo ora ben sistemati. Gianni non l'avrebbe mai fatto.

Pelican 49

Mer, 29/01/2014 - 18:04

La prima idea era di portare la sede legale alle Bahamas e quella fiscale ad Antigua, ma poi non se n'è fatto niente. E' prevalso lo "spirito europeo". Certo che vendere un catorcio Fiat in Italia diventerà presto un titolo di merito! Comunque sono d'accordo con "elalca", giudizio centrato!

Amelia Tersigni

Mer, 29/01/2014 - 18:14

Quanto prima se ne andranno del tutto. In Italia rimarranno solo capannoni vuoti alla mercè dei bivacchi degli extracomunitari. Grandioso !!. Una sola cosa di buono: la Camusso e Landini disoccupati.

lamwolf

Mer, 29/01/2014 - 18:36

Nel nostro paese fatto di gente super tartassata non è più possibile investire e poi la Fiat con la Fiom sempre a rompere i coglioni..... presto per dare retta a questi individui chissà se li sfamerà il sindacato.

ferdinando55

Mer, 29/01/2014 - 18:49

Forse ci meritiamo tutto questo, infatti non vedo alcun commento dei vari linopiso, ersola ecc. ecc., di solito così pronti e scattanti a emettere giudizi lapidari.... E' solo l'ennesima dimostrazione di come l'Italia abbia perso anche l'ultimo granello di capacità attrattiva e si diriga sempre più verso una fine triste e inesorabile.

Ritratto di SCACIOSO

SCACIOSO

Mer, 29/01/2014 - 19:03

Kompagni! Eravate al funerale di Agnelli! Viscidi !

Ritratto di bracco

bracco

Mer, 29/01/2014 - 19:27

Chiaramente una presa di posizione egoista e opportunista, ma ha metterci del suo in parte hanno contribuito la CGIL e la FIOM che non hanno capito che i tempi degli "ottobri caldi" in voga decine e decine di anni fa sono finiti e il mercato industriale è cambiato radicalmente, e la probabilmente la FIAT non vuole essere sotto ricatto delle bandiere rosse falce e martello.

LAMBRO

Mer, 29/01/2014 - 19:46

IERI FASSINO VANTAVA LE ASSICURAZIONI DI MARCHIONNE DI MANTENERE LA FIAT A TORINO ...... OGGI LA RISPOSTA : FIAT-CRYSLER-AUTOMOBILI ALL'ESTERO. E' DAL 2006 CHE LO SAPETE ... NON AVETE ANCORA FINITO DI PRENDERE IN GIRO I LAVORATORI? CHIAMARVI BUFFONI E' UN COMPLIMENTO CHE NON MERITATE. I TORINESI NON HANNO ANCORA CAPITO BENE ... SE NE ACCORGERANNO QUANDO DOVRANNO PAGARE I 6 MILIARDI DI DEBITO CHE AVETE FATTO PRENDENDOLI PER LE CHIAPPE.

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Mer, 29/01/2014 - 19:52

F.C.A. >< una sigla che non piace molto .... proporrei alla Camusso di fare uno sciopero generale con relativo corteo ....

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 29/01/2014 - 19:54

mi sembra giusto, ora mangiate con i soldi persi in scioperi.

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Mer, 29/01/2014 - 19:55

La mossa è tecnicamente ineccepibile per la Fiat. Pagherà ,verosibilmente meno tasse e solo in parte in Italia. Rimane l'aspetto morale .La Fiat ha vissuto di contributi e sovvenzioni varie,tutte statali e quindi dei contribuenti, per 30 anni.Adesso inizia la ritirata.Una storia un pò squallida ma speriamo una lezione per molti.Comunque nel mi vocabolario Fiat e Chrysler scompaiono. Bella poi la trovata de Fca ...una vera figata.

moshe

Mer, 29/01/2014 - 20:03

Sarebbe il caso che i mantenuti politici ed i mantenuti sindacati facciano una seria riflessione in merito. Tra non molto in Italia rimarranno solo disoccupati ed extracomunitari da mantenere togliendo da vivere agli italiani rimasti.

Ritratto di Balamata

Balamata

Mer, 29/01/2014 - 20:13

Grazie CGIL, grazie FIOM, grazie alla sinistra, grazie ART18, volevate i vostri diritti? forse erano troppi? adesso non avrete un CA@@O Pian piano fiat scappa e fa solo che bene, peccato per l'Italia o meglio..per gli Italiani onesti, per gente di Destra

beppazzo

Mer, 29/01/2014 - 20:20

Va via il tandem, Elkamm/Marchionne ci rimane Landini/Camusso , compreremo trattori e ci daremo all'agricoltura, la Camusso andrà a fare la mondina.

michele lascaro

Mer, 29/01/2014 - 22:07

Logica conclusione di una politica "cravattara" che si è assunto il solo compito di aumentare le tasse e rendere farraginosa la burocrazia. Tutte le industrie stanno traslocando e fra non molto l'Italia ridiventerà uno Stato a conduzione contadina, con la fame che sarà la vera conquista di uno stato che non sa prevedere i tempi e il progresso. Oh, ma dimenticavo il ruolo nefasto dei sindacati sinistrorsi, grazie Camusso e company, ma ritiratevi in convento per espiare la vostra incompetenza!

enrico09

Mer, 29/01/2014 - 23:08

Aiutati per anni dallo stato, con manovre inflazionistiche e ben altro, ora se ne vanno dicendo che le tasse sono troppo alte, gli italiani dovrebbero smettere di acquistare FIAT, io é quello che faro'

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Mer, 29/01/2014 - 23:34

E adesso al primo incaglio voglio vedere se l'ineffabile duo Camusso-Landini si precipiterà a indire un grandioso sciopero generale!! Sarà l'avvio della completa delocalizzazione della Fiat fuori dal paese.Ora saranno loro e non l'azienda a dare garanzie di affidabilità.

Mobius

Mer, 29/01/2014 - 23:43

Esultate, compagni, stiamo vincendo la nostra battaglia! Questi sporchi capitalisti, ah! finalmente li abbiamo costretti a mollare la presa sui lavoratori e a scappare con la coda tra le gambe. Quando saranno scappati o schiattati tutti, finalmente l'Italia sarà il paradiso dei lavoratori: nessuno verrà più sfruttato, saremo tutti uomini e donne liberi e restituiti alla nostra dignità. Addio ai massacranti turni in officina o in catena di montaggio, lavoreremo tutti dietro una comoda scrivania o, male che vada, dietro uno sportello pubblico. Un dignitoso stipendio sarà assicurato a chiunque, senza mortificare nessuno col pretesto delle sue limitate capacità. E quei cialtroni di imprenditori, i quali si aspettavano che noi lavorassimo per riempire i loro portafogli, se ne stiano fuori dalle palle a produrre i loro stupidi manufatti: laminati, tondini, profilati metallici e cazzate simili. Credono forse che siano queste le cose più importanti della condizione umana?

GVO

Mer, 29/01/2014 - 23:51

Forse queste sapienze smisurate di sindacati che stanno mandando a rotoli il paese non hanno ancora capito che la gente va dove è più conveniente andare...!!! Non necessita una laurea alla Bocconi per capire questo..,! creino loro le condizioni per attirare gli investimenti, invece di fare scappare le industrie con le politiche ed ideologie del secolo scorso! AUGURI!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 30/01/2014 - 00:49

La mossa di Marchionne è mirata a togliersi dai piedi la zavorra di un SINDACALISMO CHE E' DEGENERATO in succursale dell'ideologia trinariciuta. Ha preso il largo dalle combriccole ambigue di capitalisti che stanno culo e camicia con la sinistra. Ha soprattutto evitato di continuare a difendersi dai parassiti di tipo bocconiano. COME QUEL TALE CHE HA ESTORTO LA CARICA DI SENATORE A VITA PER FAR AFFONDARE ANCORA DI PIU' IL NOSTRO PAESE NEL GUANO.

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Gio, 30/01/2014 - 00:55

Tanto Letta ha detto che si tratta di un evento insignificante... forse perché i giornali della Fiat sono, ormai, gli unici che sostengono il suo miserabile governuccio.

Ritratto di filatelico

filatelico

Gio, 30/01/2014 - 02:07

Se la fiatchrysler ha sede in Olanda e paga le tasse in Regno Unito NON PUO' PRETENDERE AIUTI ITALIANI. Elkann e Marchionne andate al diavolo, io non compro quelle schifezze di auto da Voi prodotte. Le mie auto sono BMW e VOLKSWAGEN per mia fortuna e in futuro comprerò auto giapponesi.

elalca

Gio, 30/01/2014 - 07:54

#rapax: non diciamo minchiate. se il beneficiario economico (persona fisica) dichiara le partecipazioni possedute e ci paga le relative imposte sui dividendi che riceve mi spiega lei che tipo di esterovestione è?

edo1969

Gio, 30/01/2014 - 07:54

Ausonio... 29/01/2014 – 15:33 le ricordo solo che il Giappone ha "svenduto" Nissan alla "mafia parassitaria" (...che cosa sarebbe poi, scusi?) di Renault, Mazda a Ford, Suzuki-Isuzu a General Motors. E pure Mitsubishi, mezza svenduta a PSA. Restano Toyota e Honda. Faccia un po' lei, e rifletta prima di cianciare con tono apodittico contro le mafie, i massoni, la finanza, i poteri forti e altre stupidaggini del genere.

Ritratto di Situation

Situation

Gio, 30/01/2014 - 08:06

........ringraziare i Sindacati, sopratutto quelli ☭☭☭. La scelta di Fiat INECCEPIBILE

g-perri

Gio, 30/01/2014 - 09:06

Mentre il Titanic affondava, e tra i passeggeri era già iniziato il "si salvi chi può", nel salone delle feste l'Orchestra continuava a suonare. Ecco come è ridotta oggi l'Italia, con un governo che è incapace di occuparsi delle cose serie, e non si rende conto che l'Italia sta per affondare definitivamente.

nino47

Gio, 30/01/2014 - 15:41

Sede in Olanda,tasse in GB...cassa integrazione in italia!!!!