Accordo Chrysler, Fiat vola in Borsa. Camusso: "Ora si parli dell'Italia"

La giornata del Lingotto apre in forte rialzo. Marchionne: "Ora siamo costruttori globali"

Gli analisti lo avevano lasciato intendere. Dopo l'annuncio dell'accordo con Veba per l'acquisizione del 41,5% di Chrysler, che ha portato Fiat al 100% della casa automobilistica, era atteso un rally in borsa per il titolo: così è stato.

Dopo avere ottenuto un rialzo massimo del 15,8% a 6,88 euro, il titolo Fiat a Piazza Affari ha continuato la sua corsa in Borsa, sostenuto da un giudizio quasi unanime da parte degli analisti, che hanno sottolineato la struttura dell'accordo con Veba, che permetterà di limitare l'esborso diretto, escludendo la necessità di un aumento di capitale.

Dopo l'annuncio dell'accordo, John Elkann e Sergio Marchionne hanno scritto ai dipendenti del gruppo, sottolineando come si sia raggiunto "un grande sogno di integrazione industriale e culturale" e dato vita "ad un costruttore di auto mondiale, tra i leader del settore".

Non si è fatta attendere la risposta di Susanna Camusso. La leader della Cgil ha chiesto a Fiat di chiarire "cosa intende fare nel nostro Paese", ora che è definito "l'assetto proprietario".

Commenti
Ritratto di marione1944

marione1944

Gio, 02/01/2014 - 10:02

Chissà cosa diranno ora i sindacati, forza camusso, di la tua quotidiana caxxata su Marchionne.

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Gio, 02/01/2014 - 10:26

E se non cambia musica e orchestrali, dal fu belpaese, prenderà il volo anche il sig Marchionne, con grande felicità dei vari landini e una fava in culo ai metalmeccanici che da sempre hanno fatto da serbatoio di voti per le zecche rosse.

Ritratto di Pdorrrr

Pdorrrr

Gio, 02/01/2014 - 11:03

Bye bye Italia!!!!!!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 02/01/2014 - 11:05

Solo gli allocchi ancora non hanno capito che in realtà è l'Italia che ormai ha perso persino la FIAT, americana. Del resto Agnelli era un Trilateral, Bilderberg... e ha dato la Fiat agli "italiani" Elkann..

gioch

Gio, 02/01/2014 - 11:06

Bonanni dichiara:"FIAT è gruppo globale anche GRAZIE AI SINDACATI"!Qui serve un bravo neurologo.Dichiarazione rilasciata davanti a casa;quell'appartamentino da due(2) milioni di euro.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Gio, 02/01/2014 - 11:07

Un pezzo d'Italia che funziona! Peccato che compra all'estero e chiude in Italia, ciò dovrebbe far meditare molto sindacati, toghe rosse, faccendieri di banche rosse in rosso, esterofili che denigrano i prodotti italiani...

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Gio, 02/01/2014 - 11:07

Un pezzo d'Italia che funziona! Peccato che compra all'estero e chiude in Italia, ciò dovrebbe far meditare molto sindacati, toghe rosse, faccendieri di banche rosse in rosso, esterofili che denigrano i prodotti italiani...

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 02/01/2014 - 11:11

Festeggiate, festeggiate, secondo passo per sbaraccare in Italia. Ci penserà Letta a creare lavoro.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Gio, 02/01/2014 - 11:13

Peccato che per una acquistata 20 le vendiamo.

DICARLOV

Gio, 02/01/2014 - 11:23

IO DA ITALIANO RIVOGLIO INDIETRO I SOLDI DELLA CASSA INTEGRAZIONE CHE FIAT HA RICEVUTO NEGLI ULTIMI 50 ANNI. E' UNA VERGOGNA.

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Gio, 02/01/2014 - 11:31

Per la prima volta nella sua storia la FIAT riesce a fare qualche cosa senza costi per lo stato, vediamo adesso se la signora Camusso & C, complice il PD faranno le loro consuete iniziative, il pericolo è veramente che questa volta la produzione lasci il nostro paese

RSK

Gio, 02/01/2014 - 11:55

Da che parte stare? L'alta finanza speculativa lontana dalla produzione o i parassiti sindacalisti...? Non potrebbero emigrare entrambi negli States? La Fiat degli ultimi anni ha fatto addirittura più danni delle precedenti gestioni. Era chiaro da principio che il fine ultimo dell'operazione fosse l'acquisizione completa della Chrysler e lo spostamento in blocco negli USA; il tutto si concluderà con Marchionne che diverrà il secondo azionista del gruppo dopo la Famiglia. Da torinese non vedo l'ora che se ne vadano, finendo di essere un'ostacolo agli accordi tra l'indotto, abbandonato da Marchionne, e gli altri gruppi automobilistici interessati alla qualità produttiva del territorio. Non è un caso che VW Group abbia acquisito ID Giugiaro....

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Gio, 02/01/2014 - 11:55

Aspettate di vedere le nuove Alfa Romeo che Fiat produrrà grazie all'acquisizione. Si parla già della Nuova Alfasud e della mitica Arna Quadrifoglio.

82masso

Gio, 02/01/2014 - 12:00

Soldato di Ulcera... Perchè gl'operai in Italia votano a sinistra? Si vede proprio aggiornatissimo sulle fasce di elettorato proprio non lo sei.

Magicoilgiornale

Gio, 02/01/2014 - 12:05

Un altro passo, per andare via definitivamente dall' Italia!

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Gio, 02/01/2014 - 12:24

Ecco perchè Renzi stravincerà le elezioni. Accordi con Marchionne e Landini. E finalmente la destra berlusconiana sarà spazzata via senza pietà.

edo1969

Gio, 02/01/2014 - 12:29

Tutta bella roba, il gatto e la volpe el-can e marcione gongolano. Ma intanto... continueranno a fare quelle belle macchine di m**** che si rompono appena escono dal concessionario e che all'estero nessuno compra? Nel dubbio io continuo a non comprare Fiat, spiacente.

edo1969

Gio, 02/01/2014 - 12:31

Fiat e Crysler ovvero due Case con qualità disastrosa e relativa pessima immagine. Ne vedremo delle belle. Nel Mondo c'è qualcuno che compra quei rottami? Chi pagherà poi, visto che Obama c'ha gia messo qualche miliardone?

yulbrynner

Gio, 02/01/2014 - 12:49

x alberto fiat un pezzo d'italia che funziona? si coni soldi degli altri ma a parte quello fa auto ridicolee tecnicamente gia superate quando escono rispetto alla concorrenza complimenti a ingenieri e progettisti davvero delle volpi al fulmicotone.

yulbrynner

Gio, 02/01/2014 - 12:49

x alberto fiat un pezzo d'italia che funziona? si coni soldi degli altri ma a parte quello fa auto ridicolee tecnicamente gia superate quando escono rispetto alla concorrenza complimenti a ingenieri e progettisti davvero delle volpi al fulmicotone.

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 02/01/2014 - 12:56

Com’era facilmente prevedibile e di cui molti sospettavano da tempo, compreso il sottoscritto, Marchionne con la FIAT e la famiglia Agnelli si sono trasferiti in USA, lasciando in Italia dei rimasugli facilmente chiudibili o svendibili, al momento opportuno, e che per ora servono a coprire agli occhi degli italiani il loro tradimento. Il lavoro per gli operai l’hanno trasferito, di fatto, dall’Italia agli USA, favorendo il lavoro USA. Non ha nessuna importanza che alla borsa il loro titolo salga, non saranno i lavoratori italiani a rimpinguarsene ma solo l’alta finanza che specula. Gran parte della colpa di tutto ciò è del sistema Italia e dei sindacati. Tanto hanno fatto e tanto hanno combinato per mettere i bastoni alle ruote delle imprese, con aumenti di tasse e contributi, impicci burocratici, giuridici e scioperi politici, che non avevano ragione d’essere, che queste hanno finito per trovare conveniente economicamente andarsene dall’Italia. E’ accettabile e comprensibile che lo abbiano fatto imprese che non dovevano niente allo Stato e alla nazione, seppure l’amor patrio dovrebbe contare qualcosa, ma non è accettabile dalla FIAT, che ha ricevuto fior di contributi a perdere, con i soldi dei contribuenti, nel corso di tutti questi decenni. E’ qualcosa che la FIAT non avrebbe dovuto fare, anche se gli conveniva farlo. Spero che gli italiani non comprino più prodotti FIAT da simili traditori della loro Patria. Lo stesso rimprovero, comunque va ai sindacati che hanno tirato troppo la corda per fare da stampella alla politica comunista, come la CGIL, che così facendo ha tradito non solo i suo stessi iscritti ma l’intero popolo italiano.

Ritratto di Aulin

Aulin

Gio, 02/01/2014 - 13:09

Bene, ora non resta che mettere fuori legge i sindacati di sinistra e il PD, responsabili dei danni all'immagine avuta dal gruppo. Grande Marchionne. Dopo le elezioni e l'inevitabile vittoria della destra metteremo anche mano ai magistrati comunisti.

Ritratto di Aulin

Aulin

Gio, 02/01/2014 - 13:13

Intanto Peugeot e Citroen sono stati resi schiavi dalla Chevrolet. I finti italiani imparino la differenza tra vittoria e sconfitta. La sconfitta è tutta della inutile sinistra italiana ormai sconfitta su ogni fronte.

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Gio, 02/01/2014 - 13:16

@edo1969 Pessima immagine del marchio FIAT? Mi sa che tu sei rimasto indietro alle Fiat Regata... Guarda che oggi FIAT include macchinine come Ferrari, Maserati, Abarth, Lancia,...

Ritratto di Markos

Markos

Gio, 02/01/2014 - 13:18

82Amasso IO NON LO SO SE GLI OPERAI VOTANO A SINISTRA SICURAMENTE GLI STATALI COME TE SICURAMNETE SIIII

linoalo1

Gio, 02/01/2014 - 13:19

Bravo Marchionne!Combatti e vedrai che vincerai!Lino.

Ritratto di Markos

Markos

Gio, 02/01/2014 - 13:21

hellmanta FORSE SEI TU CHE NON HAI CAPITO CHE Ferrari, Maserati, Abarth, Lancia,... SONO DELLE CAGATE PAZZESCHE...

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Gio, 02/01/2014 - 13:25

@luigipiso dici sempre le solite cazzate, cosa cavolo c'entra Berlusconi?

migrante

Gio, 02/01/2014 - 13:40

la quasi totalita` del cosiddetto "made in Italy" e` passato in mani straniere ! dall'alimentare alla moda, dalla meccanica all'arredamento ed il design si contano sulle dita di una mano le aziende che ancora sono possedute da "capitale" nazionale, tutti "svendono", gli unici che comprano sono "casualmente" quelli con una poltroncina in un certo Club !!!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 02/01/2014 - 13:54

colonia.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 02/01/2014 - 13:58

la Lancia distrutta..umiliata...col marchio appiccicato a orrende americanate della chrysler...Alfa Romeo distrutta... del resto..gli elkann sono amici di debenedetti

magilla967

Gio, 02/01/2014 - 14:00

"Alberto43 Gio, 02/01/2014 - 11:07 - Un pezzo d'Italia che funziona!" Alberto ma stai bene???? Vai a Torino e dintorni a vedere come funziona..... Lasciamo perdere Berlusconi, il PD e compagnia briscola, non sto parlando di quello: ma ci rendiamo conto che questi han fatto gli imprenditori coi soldi pubblici o no? Restiamo ancorati al liberismo, nessun problema: questi, in un sistema veramente liberal, sarebbero stati espulsi dal mercato, o fagocitati, decenni fa se non vi fosse stata "Mamma Stato" a tenerli in piedi. Pezzo d'Italia che funziona???? Ribadisco: facciano quel che credono, vadano in USA, in Brasile in Lapponia, le mie prossime auto saranno sempre BMW o Audi, io voglio qualità, non imitazioni.

edo1969

Gio, 02/01/2014 - 14:14

hellmanta, certo Ferrari e Maserati hanno sicuramente ottima immagine, anzi sono macchine fantastiche ma per un pubblico di ultra elite e non fanno abbastanza volumi. Idem per Abarth. Quanto a Lancia ormai è purtroppo un fantasma che fa utilitarie scadenti (se pensiamo ai fasti del passato del grande Vincenzo Lancia...). E Chrysler tutta intera se stava fallendo un motivo ci sarà. Io sono d'accordo con magilla967, BMW Audi Mercedes Toyota-Lexus etc etc... a Marchionne & Elkann e i loro catorcioni li fanno a pezzi. A meno che paga Pantalone come è stato da 50 anni a questa parte! Saluti

Ritratto di curbin

curbin

Gio, 02/01/2014 - 14:33

Obiettivamente questo marchio rappresenta l'auto e l'industria italiana. Auto "abominevoli" Industria "in fuga dall'Italia" Chi meglio di FIAT rappresenta il made in italy?

edo1969

Gio, 02/01/2014 - 14:33

Aulin forse ne hai preso un po troppo

Ritratto di joe pizza

joe pizza

Gio, 02/01/2014 - 14:34

Non credo che gli agnelli se ne andranno dall'italia !!! Perche il sistema mafioso politico/sindacale italiano ,attraverso il solito teatrino ,gli permettera di scucire ancora molti soldi agli italiani. Dove sono quelli che sono pagati per controllare???

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Gio, 02/01/2014 - 14:35

#edo1969. MA; SE LA FIAT É LANCIA INSIEME ALL;INDOTTO CHIUDONO LA GENTE CHE LAVORA PER QUESTI MARCHI DOVE ANDRÁ A MANGIARE A CASA TUA???!.

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Gio, 02/01/2014 - 14:42

@magila967, non mi esprimo quanto a BMW (non le conosco direttamente), ma posso assicurarti che io con le auto tetesche ho chiuso: Audi in ungheria mi ha lasciato a piedi 3 volte in due giorni, e mio padre comprava spesso Mercedes classe S per la sua ditta (sempre dal concesionario tra richiami, interventi e manutenzioni). Adesso hanno comprato una flotta di 5 Lancia Thema che vanno benissimo. Quanto a me, con la mia vecchia Stilo ho percorso quasi 400.000 km con soli interventi di routine.

Ritratto di filatelico

filatelico

Gio, 02/01/2014 - 15:07

I sindacati italiani sono composti da persone che scoraggiano gli imprenditori a dare lavoro in Italia. Bonanni ha detto una stupidaggine non GRAZIE ai sindacati, ma MALGRADO i sindacati. VOI REMATE CONTRO

piertrim

Gio, 02/01/2014 - 15:12

??? Con quali denari e di chi è stata comperata la CHRYLER ??? Ora si dovrebbero processare i politici che hanno sempre elargito, in tutti i modi, alla Fiat senza chiederne mai conto!

unosolo

Gio, 02/01/2014 - 15:24

se sposta la sede fiscale in Olanda ? sembra che già girano voci a proposito , cosa ne riserverà alla nostra amata Nazione ? le tasse invitano imprenditori a scappare il lidi molto appetibili , ditelo ai nostri ministri e al capo che ha voluto il passo indietro .

buri

Gio, 02/01/2014 - 15:29

ma cosa si aspettano la Camusso e Landini chw la FIAT venga a dilapidare in Italia i benefici reaòozzati all'estero dove la FIOM non conta niente, hanno ottenuto quello che cercano da anni, ossia distruggere la FIAT in Italia, ma chi vogliono prendere in giro?

ESILIATO

Gio, 02/01/2014 - 15:47

Marchionne, bravo.....la tua responsabilita primaria e verso gli azionisti e non quei quattro sindacalisti che vivono alle spalle dei lavoratori succhiando il loro sangue.....

makeng

Gio, 02/01/2014 - 16:09

susanna camusso????? ma se fa parte di una organizzazione mafiosa che è la prima responsabile della fuga di fiat dall'italia!!!! Questi hanno MANGIATO a bizzeffe nell'era agnelli dove lo stato ha contributo al nero di 5 miliardi in svizzera degli agnelli e ha sempre regalato soldi alla fiat!!!! Ma questi cogl..ni non hanno ancora capito che la fiat è SCAPPATA DALL'ITALIA!!! Susanna và in campagna a pelare pomodori, và!!

eloi

Gio, 02/01/2014 - 16:10

Soldato do lucera. A votare per la sinistra sono rimasti i pensionati, non tutti, solo quelli che fanno cortei a Roma seguiti dai Senesi per i quali il MdP è una risorsa, trascinati dalla Lady con il cappellino girato dietro.

makeng

Gio, 02/01/2014 - 16:15

luigipisco: berlusconi con la fia ha avuto solo rapporti di guerra! LA tua ostinazione nel voler a tutti i costi coinvolgere berlusca , ti rende ridicolo e fuori dalla realtà! LA fiat e debenedetti secondo te sono nemici o amici? Sono amicissimi e hanno sempre contestato il berlusca sia sulla carta stampata ( vedi il corriere) sia tramite giustizia rossa ( vedi ladrata del risarcimento mondadori). La verità è che imbe..lli come te stanno tutto il tempo dietro alle palle di berlusconi , e non si accorgono delle ruberie e ladrate che i principali nemici di berlusconi fanno quotidianamente. Ma è ovvio. I sinistri hanno il cervello resettato a sinistra !

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Gio, 02/01/2014 - 16:28

@Alberto43 perchè Marchionne è per caso scappato con il governo Monti o Letta?

alfa553

Gio, 02/01/2014 - 16:31

Che non raccontino balle, altro che la fiat ha comperato Crisler, è Crisler che ha assorbito Fiat.Ora è Crisler ad avere una unita di produzione in italia. della qual cosa mi rallegro,se penso ai soldi spesi per riparare le fiat,mi viene un collasso,mai più auto italiane.

Nadia Vouch

Gio, 02/01/2014 - 16:35

Stiamo parlando di una consistente parte del mercato mondiale dell'auto (e non solo) comunque in mano italiana, di FIAT in questo caso. Si parla perciò di distribuire la produzione per tipi e modelli di macchine a zone. Di ciò verrebbe sicuramente a beneficiare anche una cospicua parte di lavoratori italiani, laddove sono ancora i nostri stabilimenti (più tutto l'indotto). Speriamo bene per tante famiglie in difficoltà.

Maura S.

Gio, 02/01/2014 - 17:02

Innanzi tutto per me non e' il mio presidente siccome non l'ho votato. Oltretutto i comunisti mi stanno stretti, e questo lo e' sino al midollo dell'osso. Aggiungo che quello non lasciera' la reggia dove vive, oramai si sente al pari della regina d'Inghilterra. il re george.... presto pretendera' pure che gli si faccia l'inchino

mbotawy'

Gio, 02/01/2014 - 17:08

Camusso,nella sua ignoranza e poca furbizia,paragona l'Italia di oggi come fosse ancora quella di ieri. Grazie al governo social comunista, come i sindacati,siamo retrocessi al ranking di terzo mondo, del mondo africano, quello della jungla.Ecco perche' il lavoro italiano,molto apprezzato, fiorisce e cresce all'estero,e non dove si urla e si sciopera con la falce e martello e assalti ai negozi.Investimenti in Italia? Chiedetelo a Re Giorgio e ai suoi lacche' della "crescita". discorsi

Ritratto di robertoguli

robertoguli

Gio, 02/01/2014 - 17:13

Credo che a Landini farebbe comodo un visto per gli "USA". Distinti saluti. Roby

Tuareg33

Gio, 02/01/2014 - 17:34

Quando i sindacati italiani si comporteranno come quelli americani anche in Italia le cose cambieranno.

baio57

Gio, 02/01/2014 - 17:50

Per quanto riguarda alcuni commenti sulla qualità ,devo dire che la tanto decantata efficienza delle marche straniere è ormai un lontano ricordo,in quanto anche i marchi più blasonati con i loro modelli più costosi, sono forieri di difetti anche gravi, sopratutto da quando l'elettronica ha preso il sopravvento nella tecnologia . Per quanto riguarda invece i commenti secondo cui Marchionne trasferirà il tutto all'estero , abbiamo l'esempio contrario con la produzione già dal 2014 del nuovo Suv Crossover 4X4 su base della 500X ,commercializzato con il marchio Jeep ,che verrà costruito negli stabilimenti di Melfi e verrà esportato anche in Nord America .

Ritratto di Lorenzo1961

Lorenzo1961

Gio, 02/01/2014 - 18:11

Anche Fiat toglie il disturbo.

Ritratto di LEONEMAGNO

LEONEMAGNO

Gio, 02/01/2014 - 18:26

Ma che catorci di macchine sono la Panda, 600, 500, Punto ???? Chi è il fesso che le compra ?

robertav

Gio, 02/01/2014 - 18:30

Marchione, agnelli ecc. ricconi e potenti, per loro noi siamo solo servi della gleba, da sfruttare e prendere per il c... hanno fatto gli americani in Italia e ora che non c'è più niente da arraffare si sono trasferiti, come il bestiame in trasumanza.

Gianca59

Gio, 02/01/2014 - 19:28

Detroit è già morta. Adesso per la CGIL dovremmo dare il colpo di grazia all' Italia ?

gianni gigli

Gio, 02/01/2014 - 19:36

La CGIL non ha capito che non è la Crhisler che è diventata italiana,ma la Fiat che è diventata tutta americana.So proprio comunisti.

aitanhouse

Gio, 02/01/2014 - 19:43

dopo aver riempito il sacco con soldi dei contribuenti italiani a mezzo di aiuti mirati, cig e rottamazioni pagate dallo stato, dopo aver raso al suolo gloriosi stabilimenti auto avuti in dono grazioso dallo stato ,dopo essersi liberato di migliaia di lavoratori, dopo aver distrutto l'indotto che lavorava nella sfera fiat, ecco il colpo finale: l'acquisizione totale del marchio americano crisler . Cosa pensano allora le nostre geniali organizzazioni sindacali? semplice , incalzare la fiat perchè ora torni ad investire in italia. Hanno capito proprio tutto! Vuoi vedere che, in un paese da dove gli industriali scappano a gambe levate , ossessionati dalla pressione fiscale, dal costo del lavoro e da un mercato in declino, un'azienda quale la fiat sia disposta ad investire quanto tanto faticosamente guadagnato in un ambito così difficile quale quello americano? Stiano zitti, smettano di prendere per il c... i lavoratori, anzi cerchino contatti discreti con l'azienda senza battere la grancassa , almeno dopo, se riusciranno ad ottenere un solo punto, potranno affermare di aver adempiuto al loro dovere, se poi non riusciranno a cavare un ragno dal buco , non avranno bisogno di scaricare colpe e responsabilità proprie su azienda e governo.

Ritratto di Baliano

Baliano

Gio, 02/01/2014 - 19:47

Tiè, alla facciaccia di tutti i "guastatori", stile "landini" italioti.

Silvio B Parodi

Gio, 02/01/2014 - 20:17

Io ho una Jeep Cheroky da due anni e va da Dio ha tutto gps tel. freni automatici(rallenta o ferma se c'e' un ostacolo) anche senza il tuo intervento, segnale satellitare in caso di furto,sedili con massaggio riscaldati e climatizzati, aperture e chiusura baule al tocco e tante altre cose, . il costo: 43.000 $ pari a 35.000 euro, la meta delle Mercedes e delle bmw. GRAZIE MARCHIONNE!!! e qui in California di Fiat e Crysler ne vendono a migliaia.

Ritratto di Carlo Marra

Carlo Marra

Gio, 02/01/2014 - 21:00

Fiducia illimitata in Landini e nella Camuso. La Fiat deve essere incorporata nelle Partecipazioni Statali di Finmeccanica. Solo così vedremo il Sol dell'Avvenir ( a quadretti!) A Torino dicono. At ses an Piciu 'd nata! Allegria . VINCEREMO no ai padroni. Viva Giorgio ed il PC.

fedele50

Gio, 02/01/2014 - 21:02

FINALMENTE SAPPIAMO DOVE SONO FINITI I SOLDI ESTORTI AL POPOLO ITALIANO DAGLI AGNELLI, QUANDO CI RIMETTEVA L'AZIENDA, SPALMAVANO I DEBITI SUL POPOLO ITALIANO, QUANDO FACEVA UTILI LI INTASCAVA , TE CAPI PIRLUN.

antiom

Gio, 02/01/2014 - 21:20

E ti pareva che non si facesse viva, proprio nei modi e terminologia che gli sono propri: di un sindacato indecente, obsoleto e inutile! Meno male che gli operai non sono più il serbatoio di voti dei parassiti rossi.

Tuareg33

Gio, 02/01/2014 - 21:46

Complimenti a Marchionne, le azioni Fiat salgono in borsa e le azioni CNH INDUSTRIAL nate da ex Fiat Industrial che fine hanno fatto? Giu'!!!

Ritratto di walterkurtz

walterkurtz

Gio, 02/01/2014 - 22:12

Costruttori globali, italietta esclusa.

carlo5

Gio, 02/01/2014 - 23:45

Cosa Marchionne, intende fare nel nostro paese? La Camusso dovrebbe rivolgere a se stessa la domanda e dirSi che cosa vuole fare del nostro paese Marchionne glielo ha detto mille volte e si e' sempre preso un sacco di imprope'ri. Lo stesso vale per il signor Landini, il bolscevico indefesso, che con le sue comparsate sia in piazza che in televisione ha fatto piu' danno di un alluvione. Scioperi ad oltranza, referendum, come se le decisioni industriali dovessero passare al vaglio dei dipendenti, giudici conniventi che rimandavano in fabbrica operari licenziari e via dicendo. Questo hanno fatto i nostri sindacati mentre Marchionne lavorava a grandi progetti industriali che includevano anche l'Italia ma in un contesto nuovo del lavoro che si doveva misurare con la globalizzazione ed i suoi nefasti eventi. E come dimemticare Cofferati, (il cinese), con le sue transumanze operaie per bloccare chi voleva cancellare l'articolo 18? Correva l'anno 2003, 2004 se ben ricordo, secoli fa per un rinnovamento emergenziale. Come vede signora Camusso di strada ne ha fatta il suo amato nemico Marchionne e non l'ha fatta solo dove gli facevano fabbriche d'oro a prezzo zero o quasi. Marchionne la strada l'ha fatta nel buco centrale del capitalismo, dove se sbagli sei fuori per sempre da quel mondo che vale piu' uno sul resto che rimane. Lei invece signora Camusso sempre indefessa con il suo cappello sulle ventitre' che imballava le piazze a furor di demenze, con fabbriche che chiudevano e mai indicare i rimedi per uscire dai disastri in cui siamo. Ora ci dice che cosa Marchionne vuole fare dell'Italia? Suvvia signora, ci dica Lei invece che cosa vuole fare di se stessa, nel senso di come pensa, in che modo, un sindacato adulto possa aiutare l'impresa a rimanere aperta per il bene dei dipendenti a cui da lavoro e che Lei dovrebbe rappresentare. Questo pero', lo vedo arduo per Lei e meglio sarebbe se lasciasse a chi, nuova generazione, ha sofferto e capito che senza industria non vi e' lavoro, forse famiglia e forse, anche, dignita' di essere umano.

andrea corsini

Gio, 02/01/2014 - 23:50

ladri furfanti, hanno comperato la Chrysler coi soldi degli italiani

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Ven, 03/01/2014 - 00:47

Camusso e Landini,Epifani, parlateci di voi! Perlateci dei discorsi che avete fatto, degli scioperi; la FIAT se ne andata! Perchè, why, pourqoi,warum? Forza dateci una risposta che sia Europea o Italiana o Piemontese o di Cuneo o delle Langhe......complimenti per l'inefficienza e l'incapacità! Naturalmente questo vale per le cose politiche o economiche, sicuramente le vostre capacità di zappare terreni agricoli, per ora nessuno lo mette in dubbio.

Ritratto di filatelico

filatelico

Ven, 03/01/2014 - 03:50

i sindacati italiani non hanno ancora capito che la fiat è americana da molto tempo e quindi dell'Italia non gliene importa nulla Come dice il proverbio chi è causa del suo mal pianga se stesso

brunog

Ven, 03/01/2014 - 04:01

Adesso la CGIL trovera' qualche toga rossa da obbligare la FIAT di rimanere in Italia, meglio ridere per non piangere. Il sindacato UAW ha interessi nel gruppo e si tratta di decidere tra loro e i compagni nostrani la scelta e' ovvia, quancuno lo dica a Landini, Kamusso e Piso.

Ritratto di MACzonaMB

MACzonaMB

Ven, 03/01/2014 - 06:44

Dunque, riepilogando: fingendo di italianizzare la Chrysler, sarà molto più agevole stanziare fondi pubblici per un'azienda "prettamente italiana". Poveri USA costretti a elemosinare sotto mentite spoglie dopo averci rifilato un emerito carciofo quale è la Chrysler ma ancora più coglioni i rappresentanti che gestiscono le nostre sorti piombati in un torpore letale. Intanto oggi il titolo vola per adescare i polli e domani puntualmente invertirà la tendenza. Déjà vu.

edo1969

Ven, 03/01/2014 - 07:58

pasquale.esposito, spiacente ma non sono d'accordo con la tua posizione: io una macchina la prendo in funzione di prezzo qualità tecnologia consumi etc etc tutto quello che vuoi insomma, ma non solo "perchè è italiana". Questo è il mercato, per fortuna. O FIAT sopravvive in tale mercato, o ci mettiamo a fare altro che le macchine. Non ho mai amato il tenere in vita artificialmente le aziende "perchè danno lavoro". Si chiama assistenzialismo, o socialismo o quel che vuoi tu, e alla fine è provato che fa piu male che bene, cioè costa più che chiudere l'azienda stessa. Saluti.

Ritratto di Long61

Long61

Ven, 03/01/2014 - 08:05

Non ci vedrei nulla di male se Fiat trasferisse la produzione in altri stati europei più competitivi, certamente tutto il tessuto industriale ed artigianale legato all'indotto automobilistico ne soffrirebbe, ma sicuramente sarebbe la giusta lezione per quelle persone ancora arroccate su principi vetusti di tutela del lavoro.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Ven, 03/01/2014 - 12:58

Volete dire che la Camusso è preoccupata? Ma che soprattutto i lavoratori Italiani sono preoccupati? E perché mai? Volete che Fiat si scordi di premiare il "sistema lavoro" italiano governato dai Landini, Camusso, Epifani e leader "futuri sindaci, ministri, onorevoli"- vari (vedi Cofferati, D'Antoni, Affronti, Zipponi, Bertinotti, Marini, Damiano, Rinaldi, Montagnino, Ferrero, Del Turco, ecc...)? Volete che Marchionne abbia già smaltito l'euforia derivante dalle riassunzioni coatte dei "sabotatori" decretate dagli amici magistrati, le serrate, i presidi infiniti, gli scioperi selvaggi, i ricatti continui? E vedrete che presto torneranno in Italia anche tutte le aziende che sindacati e gestione rossa hanno obbligato a scappare, verranno riaperte tutte le attività strangolate dalle pastoie e dal costo del lavoro, accorreranno migliaia di investitori stranieri per beneficiare del paradiso fiscale e contrattuale creato da decenni di lotta "sinceramente democratica". E poi i lavoratori Italiani possono stare tranquilli, se quell'ingrata di Fiat non aumenterà l'occupazione in Italia, potranno sempre trovare un impiego nelle mille fiorenti imprese aperte dai sindacati e beneficiare dell'immenso patrimonio che tutte le sigle (ma specialmente quelle totalmente e irreversibilmente rosse) hanno accumulato in decenni di salassi e regalie che non hanno dovuto nemmeno dichiarare né assoggettare a tassazione. Meno male che la Camusso e i sindacati rossi esistono e godono di ottima salute!.....

killkoms

Sab, 04/01/2014 - 12:29

@edo1969,basta che poi non ti lamenti se fiat(e l'industria in generale)in Italia smobilitano!se si vuole far crescere la propria economia,tocca fare come i francesi,che tengono sùrenault e gruppo psa,messi peggio della fita da sola,grazie al loro nazionalismo!le auto tedesche(almeni quelle vendute all'esetro9saranno anche buobe,ma posso io comprare un auto prodotta in un paese la cui cancelliera culona voleva sentire le grida degòli italiano stratassati?che vorrebbe ridurre gli italiani ad un popolo di mendicanti come la grecia?se tutti comprassimo italiano,la kulona si rimangerebbe tutto!

piertrim

Sab, 04/01/2014 - 16:21

Quante ingenue domande! Chiedetevi perché Marchionne ha preso la residenza in Svizzera e troverete tutte le risposte.

killkoms

Sab, 04/01/2014 - 23:46

@rsk,lìi crucchi dall'Italia vogliono solo le ecccellenze poco numerose!le maestanze fiat,(i fessi che seguono landini!)non li vorranno mai!vatti ad informare sui contratti capestro che i crucchi fanno alle aziende di automotive mediopiccole dell'hinterland torinese!

mario micheletti

Lun, 06/01/2014 - 19:58

fin che ce la cammuso e la cgil e la fiom nessuno investiranno in italia

mario micheletti

Lun, 06/01/2014 - 19:58

fin che ce la cammuso e la cgil e la fiom nessuno investiranno in italia