La Fiba fa i conti in tasca ai banchieri


«Firma anche tu! Per un tetto alle retribuzioni dei top manager»: la Fiba-Cisl prosegue la campagna per il proprio disegno di legge, finalizzato a riallineare bonus e stipendi dei vertici della banche italiane con l'austerity. Per l'occasione la sigla di Giulio Romani ha approntato un volantino, dove fa i conti in tasca ai vertici dei principali gruppi creditizi (da Intesa Sanpaolo a Unicredit, da Monte Paschi a Ubi Banca e Banco Popolare) e lancia un messaggio inequivocabile «tu lavori dal primo gennaio al 31 dicembre, loro (cioè i banchieri ndr)» per avere lo stesso stipendio potrebbero lavorare solo» pochi giorni. Per raccogliere le firme la Fiba sta allestendo alcuni camper e banchetti itineranti, che progressivamente toccheranno le principali città italiane.