Fiera Milano accelera il piano di trasformazione digitale: accordo con Samsung Sds

Siglato memorandum d'intesa per il salto tecnologico di fiera milano, fieramilanocity e centro congressi MiCo. Primo progetto: una nuova infrastruttura di segnaletica digitale nei poli espositivi

Fiera Milano accelera la trasformazione digitale dei quartieri espositivi attarverso la firma di un Memorandum of Understanding con Samsung SDS, azienda coreana che si occupa di innovazione tech per l’avvio di una collaborazione a ampio respiro nel campo del digitale.

Attraverso questo accordo, Fiera Milano guarda al futuro e alle trasformazioni tecnologiche in atto che riguardano i quartieri fieristici di fieramilano e fieramilanocity e il centro congressuale MiCo-Milano Congressi. L'obiettivo è quello di garantire e offrire servizi di qualità sempre più avanzati al visitatore, all'espositore e all'organizzatore, con un approccio in grado di assicurare una sempre migliore customer experience.

Samsung SDS metterà a disposizione la sua esperienza e conoscenza nei processi di trasformazione digitale grazie anche al suo Digital Transformation Framework che punta a sfruttare le soluzioni tecnologiche a sostegno dell’innovazione digitale in diversi settori.

L’accordo è stato siglato presso la Residenza d’Italia a Seoul, in Corea del Sud, da Fabrizio Curci, ceo di Fiera Milano ed il dottor Won-Pyo Hong, presidente e ceo di Samsung SDS, alla presenza dell’ambasciatore d’Italia, Federico Failla e di Enrico Pazzali, presidente di Fondazione Fiera Milano.

Il primo progetto che vedrà impegnata Samsung SDS è la trasformazione digitale dei più importanti elementi della comunicazione visiva all’interno dei poli espositivi.

La nuova infrastruttura di segnaletica digitale (digital signage system), composta da un sistema innovativo di schermi ad alta risoluzione adattabili ad una grande varietà di applicazioni, renderà unica l’esperienza di visita nelle manifestazioni fieristiche e negli eventi.