Finmeccanica corre

La reazione delle Borse, dopo i recenti ribassi, ha interessato anche Piazza Affari, che chiude in crescita dell’1,1% nei due indici principali. Stazionaria l’attività, indicata in scambi per un controvalore di 5,4 miliardi. La ripresa è stata sostenuta da notizie aziendali, sia che si tratti della pubblicazione delle semestrali, sia dall’annuncio di importanti accordi internazionali. È il caso di Finmeccanica (più 3,7%), grazie a una commessa in Turchia, e di Fiat (più 1,7%), per una nuova joint venture in Russia con Severstal. Positive Pirelli (più 1,8%)e Telecom (più 2,1%), mentre cede il 3% Pirelli Re. In ripresa i titoli del cemento, con Buzzi e Italcementi in crescita di oltre l’1%. È proseguito il rally di Enel (più 1,9%), migliora Eni (più 1%) alle aperture sulla questione del giacimento in Kashagan. Le semestrali hanno premiato Luxottica, Impregilo e Mediolanum, mentre in calo sono finite Campari (meno 3,3%) e Pininfarina (meno 8,3%).