Fmi, allarme di Lagarde:"L'economia mondialesta peggiorando"

Il capo del Fondo Monetario Internazionale: "Dall'Ue<br />progressi straordinari ma occorre fare di più"

Per il Fondo Monetario Internazionale, il futuro economico non è roseo. Anzi. Lo scenario dell’economia mondiale "sta peggiorando". Ne è convinto il direttore generale del Fmi, Cristine Lagarde che, nel corso di un convegno a Tokyo, ha spiegato come il fenomeno non interessi solo l’Europa, ma anche gli Usa fino "ai mercati emergenti, come Brasile, Cina e India, che stanno rallentando" in modo più o meno marcato.

Per quanto riguarda invece l'Europa, a seguito delle decisioni prese al vertice di Bruxelles, il capo del Fmi ha ammesso che l'Ue ha fatto "progressi", ma "occorre fare di più".

La road map deve essere composta da queste tappe: "Moneta unica, unione bancaria e unione fiscale. Sono passaggi forse lenti per i mercati, ma sufficientemente veloci per i principi democratici".

"La scorsa settimana, i leader europei si sono trovati d’accordo su importanti punti e hanno fatto passi nella giusta direzione", ha aggiunto Lagarde, spiegando però che per superare la crisi non bisogna dimenticare il controllo dei conti pubblici con "la riduzione del debito e il taglio del deficit".

Infine, Lagarde ha dichiarato che "il nostro outlook sull’economia mondiale è aggiornato ogni tre mesi e le ultime stime risalgono ad aprile e le prossime saranno diffuse a metà luglio. Non si tratta di un cambiamento enorme, ma di una variazione negativa".

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Ven, 06/07/2012 - 09:26

Noi abbiamo più che dato, ora tocca a voi dare di più.

pittariso

Ven, 06/07/2012 - 09:48

Questo si che è diffondere ottimismo:dopo Draghi ci mancava questa. Che le cose vanno male lo vediamo tutti loro dovrebbero cercare di risolvere i problemi. Quanto rimpiango Tremonti che con i tremontibond aiutò le nostre banche a costo zero:già i furboni chiamavano queste operazioni "finanza creativa" mentre le tasse sono finanza reale. Ma cosa deve ancora succedere perchè il popolo si ribelli?

idleproc

Ven, 06/07/2012 - 10:06

Ma va? o meglio, mavaff..

Cinghiale

Ven, 06/07/2012 - 10:26

Tutti a dire che bisogna fare di più. Noi poveri cristi di più non possiamo dare.

Ritratto di pedralb

pedralb

Ven, 06/07/2012 - 10:38

Se l' economia mondiale sta peggiorando......figuriamoci come è messa quella italiana dove la sprecopoli e ladropoli statale ha e ancora sta devastando l' intero settore privato. Quando il sangue sarà finito.....allora anche le sanguisughe creperanno.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 06/07/2012 - 10:57

Come mi piacciono,queste affermazioni SCONTATE,di questi personaggi STRAPAGATI!!!

gibuizza

Ven, 06/07/2012 - 11:07

Basta responsabili piagnoni, basta lamenti e dichiarazioni di catastrofi. Questi signori, i responsabili di FMI, BCE, Commissione Europea, Stati, Banche, ecc. ecc. sono stati lì per far funzionare bene le cose, non per continuare a dirci che tutto va male, va male, va male. Vadano a casa se non sanno fare il lavoro per cui sono, da noi, strapagati.

Imbry

Ven, 06/07/2012 - 11:07

"Dall'Ue progressi straordinari ma occorre fare di più", tranquilla signora Lagarde, tra poco scorrerà anche il sangue. Ma quando comincerete voi a fare qualcosa? Tagliarvi gli stipendi e i benefici per esempio?

mània

Ven, 06/07/2012 - 11:05

cominci anche lei a pagare le tasse su quello che incamera: 338.000 euro e ,che non so per quale ragione, è esentasse

ilPavo

Ven, 06/07/2012 - 11:15

...'nchia che genio 'sta Lagarde ! Se non ce lo avesse detto lei non ci saremmo mai arrivati... cosa costa alla comunità internazionale la signora ?

Rickyprince

Ven, 06/07/2012 - 12:20

Va bene, abbiamo capito, bisogno fare di più. Per esempio, cosa? Lo dica, signora Lagarde, proponga, faccia qualcosa, qualsiasi cosa. Perché vede, io che non ho le lauree che ha Lei e che, per fare la Sua carriera, dovrei nascere altre due volte, capisco da solo che queste dichiarazioni lasciate così a metà sono manna dal cielo per gli speculatori. Si guardi a ieri: non appena Draghi ha aperto bocca, le borse sono crollate e gli spread schizzati in su. Quindi, signora Lagarde, o completa queste Sue frasi dicendo apertamente cosa va fatto, o eviti, per cortesia. Di pagare miliardi in più di interessi perché uno di Voi starnuta ne abbiamo abbastanza.

analistadistrada1950

Ven, 06/07/2012 - 12:27

Possibile che non ci sia in questo strano mondo un idiota come il sottoscritto ed altri che la pensano come lui, che dica pubblicamente che l'origine di tutti i mali si trova nella liberalizzazione dei mercati e nell'adozione dell'euro in tempi così rapidi come far nascere un bambino di quattro mesi. Hanno fatto un "aborto monetario" ed adesso per un porco orgoglio non lo ammettono sino a quando si scatenerà la terza guerra mondiale. O forse è ciò che vogliono siccome sono pieni imballati di armi e le fabbriche rischiano di andare in stallo per il mancato smercio, ovvero utilizzo pratico facendo scorrere un poco di sangue? Tanto per cambiare e tanto per non parlare di questo dannato denaro, manco se lo portassero nell'aldilà. Chi trasuda dollari, per campare, non ingoia forse dalla bnocca ed estrude seduto sulla ceramica poltrona? Il resto sono belinate superflue e, comunque, non bastano mai siccome qualcun'altro, avrà sempre qualcosa in più e noi, come fessi, paghiamo le conseguenza.

frapepito2

Ven, 06/07/2012 - 12:37

ci vuole molto a bloccare quasti speculatori che ci stanno massacrando da anni? E chiudiamoli una buona volta i rubinetti della finanza allegra ! Non possiamo continuare a mantenerli con le NOSTRE finanziarie

MMARTILA

Mer, 11/07/2012 - 00:28

Ogni giorno un allarme diverso e catastrofico, ormai quasi non ci faccio più caso. Mi accorgo delle difficoltà solo quando devo pagare tutte le gabelle del Professorone che sta al governo.

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 11/07/2012 - 00:28

Ma l'ha dichiarato pe far crollare le borse. Perche' ogni olta che uno di questi cialtroni incapaci parla, manda tutto a picco. L'unica che dovrebbero fare lei e gli altri parassiti e' bloccare la speculazione, mettere un freno alle borse, alla finanza infame Speculatrice che sta distruggendo il mondo.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 11/07/2012 - 00:28

#12 analistadistrada1950. Lo dico da anni che abbiamo fatto un grossissimo errore prima ad entrare nell’euro e poi a farci entrare stati che non davano alcuna garanzia. Per giunta ci siamo entrati accettando un cambio punitivo (£.1936,27 per 1€), con i conti non in ordine ed un debito pubblico ben oltre il limite del 60% del Pil, solo per far contenti i tedeschi, preoccupati per una lira svalutata e che ora ci presentano il conto. Inutile dire che l’artefice è stato Prodi, ma non lo dico per posizione politica, ma perché è un dato di fatto, obbiettivo. Grazie Prodi.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 11/07/2012 - 00:28

#12 analistadistrada1950. Lo dico da anni che abbiamo fatto un grossissimo errore prima ad entrare nell’euro e poi a farci entrare stati che non davano alcuna garanzia. Per giunta ci siamo entrati accettando un cambio punitivo (£.1936,27 per 1€), con i conti non in ordine ed un debito pubblico ben oltre il limite del 60% del Pil, solo per far contenti i tedeschi, preoccupati per una lira svalutata e che ora ci presentano il conto. Inutile dire che l’artefice è stato Prodi, ma non lo dico per posizione politica, ma perché è un dato di fatto, obbiettivo. Grazie Prodi.

agostino.vaccara

Mer, 11/07/2012 - 00:31

Francamente non capisco che ruolo svolga questa signora. E' presidente del Fondo monetario Internazionale. Ma che fa in realtà??? Oltre a criticare mettendo scompiglio nelle borse di mezzo mondo? Mai che dia una soluzione, mai che consigli qualcosa di utile: si mangia la sua lauta pagnotta e basta!!!E' uno di quei ruoli che o ci metti una persona seria e preparata o non servono proprio a niente. La lagarde è sicuramente poco seria, poco preparata e serve a ben poco!!!!

arkangel72

Mer, 11/07/2012 - 00:31

ogni giorno c'è sempre qualcuno che sbaglia a parlare! Sarà interessata pure sta mummia a far affondare le borse?? Io credo che tra gli speculatori ci siano anche politici ad alto livello europeo, che predicano bene e razzolano male. E poi... invece di lamentarsi perché non propone lei qualcosa di concreto ai governi?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 11/07/2012 - 00:31

Lo scopo di questa signora è favorire la speculazione

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Mer, 11/07/2012 - 00:31

@ 02121940 Beh visto che nel 2000 era al governo con una larga maggioranza Berlusconi poteva anche farci uscire dall'euro se lo riteneva dannoso per la nostra economia. No? Io credo che al posto di Prodi poteva esserci chiunque e nessuno si sarebbe potuto tirare indietro nell'aderire e, voglio dire, a ragione. Il lassismo europeo che si è verificato dopo la nascita dell'euro ci ha condotti fino qui, non certo l'euro in sè o l'ingresso in europa. E comunque anche con la lira svalutata fino a portarne in giro mucchioni con la carriola, non avremmo evitato il giudizio dei creditori sul nostro debito. In ogni caso dal 2000 al 2011 i grandi liberali de noantri potevano benissimo agire ma stranamente parlano sempre dopo che le cose succedono. Come Brunetta che solo ora ci dona la sua grande sapienza, prima era tutto a posto grazie a lui. E poi non eravamo usciti dalla crisi meglio degli altri?

guidode.zolt

Mer, 11/07/2012 - 00:35

Alle sue dichiarazioni un esercito di nuovi poveri si e' scoperto preoccupatissimo...

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 11/07/2012 - 00:35

#21 scorpion12 - Gli errori di Berlusconi, e sono stati tanti, non giustificano quelli di Prodi, che di economia è (?) professore. Se va a rileggere i giornali dell'epoca potrà trovare le voci discordi sull'entrata nell'euro, specie per quanto riguarda il cambio £/€, ma furono azzerate dall'entusiasmo generale. Del resto c’é chi non è entrato nell’euro, come l’Inghilterra, ma lei lo ha dimenticato. Prodi aveva detto che l'euro sarebbe stato un "ombrello" e il Cav poteva uscirne? Magari lo avesse fatto. Avremmo subito svalutato e poi la nostra economia sarebbe corsa come un treno, come negli anni ‘90 dopo la “cura” Amato. Ma lei ragiona con l’ideologia e non vede che l’euro non è stato un “ombrello” ma è diventato una camicia di forza. Quanto al debito pubblico ha ragione Lei: nulla è stato fatto per farlo diminuire, ma nemmeno dal governo Prodi. Comunque non era facile e i sacrifici non sarebbero stati accettati dal Paese, mentre la svalutazione viene subita senza proteste. Saluti

guidode.zolt

Mer, 11/07/2012 - 00:35

credo che un'uscita dall'euro, con un debito pubblico piu' o meno azzerato ed una lira svalutata, non possa che presentarci un futuro piu' luminoso ed esportazioni record...

guidode.zolt

Ven, 06/07/2012 - 14:46

Credo che l'analisi di C. L. sia viziata da una sua visione dei mercati. Cina, ma soprattutto India, si stanno attrezzando per invadere i mercati (in parte l'ha gia' fatto la Cina) con prodotti a basso prezzo che copriranno le fascie piu' numerose della societa'.

silvio frappa

Ven, 06/07/2012 - 14:56

peggiora anche l'economia dei paesi emergenti ? non sarà che dopo aver distrutto noi occidentali che eravamo i compratori dei loro prodotti a costo zero, fabbricati dai nuovi schiavi, ora questi schiavi non sanno più a chi darlo il prodotto del loro lavoro, appunto, da schiavi ? Non è magari il cane che si morde la coda, con i paesi che fanno concorrenza sleale che dopo aver ucciso tuti i concorrenti si trovano a non aver epiù vittime da spolpare a disposizione ? Non è magari che bisogna fare un passo indietro e tornare a ripensare la bestiale della globalizzazione, per costringerla nei confini di paesi che siano omogenei tra loro per cultura e per diritti sociali ? occidente da una parte, india e sud est asiatica dall'altra, e africa e sudamerica come terzo polo, in modo da stimolare la competizione tra simili e non tra uomini liberi e schiavi ? non è che dovremmo licenziare tutti quei buffoni che si autodefiniscono economisti ?

Lugar

Ven, 06/07/2012 - 15:19

L'economia detta legge. Per pressioni esterne e interne l'Europa deve accelerare velocemente verso l'unione politica. Il prossimo presidente della repubblica sarà un governatore dello stato Italia.

Giustotopik5

Ven, 06/07/2012 - 15:31

Ma...non sarà vero ?!?! Non ci posso credere, chi l'avrebbe mai detto ! Fortuna che c'è questo genio di una francese ad informarci di come vanno le cose...MA VA LA', BUFFONA !!! Saluti e buon weekend a tutti

Ritratto di antoni55

antoni55

Ven, 06/07/2012 - 16:10

Buon giorno a voi.Portatela da un buon medico chè la signora a bisogno di cure!!!!!!!!

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Ven, 06/07/2012 - 16:21

una bella m.i.l.f. che predice l'ovvio.

gentlemen

Ven, 06/07/2012 - 16:30

Se ,a livello mondiale ,non si impedisce il proliferare della finanza selvaggia a scapito della produzione, non ci sarà nulla da fare. Saremo tutti mangiati vivi da quei pochi che diventeranno i padroni del mondo. Leggi ,valide in tutto il mondo ,che impediscano l'uso dei supercomputer (si,quelli che in pochi millisecondi cambiano l'economia di una nazione) Abolizione delle agenzie di rating. Limite alle transazioni quotidiane. Pene severissime per i responsabili di truffe finanziarie. Troppo facile ,vero?

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Ven, 06/07/2012 - 16:58

#23 @02121940 ma quale ideologia. Non c'è nessuna ideologia nel far notare che il paese non è governato se non in funzione di scadenze elettorali. Non c'è un piano, non c'è un'idea, non c'è niente di niente. E in questo i meccanismi finanziari europei c'entrano poco. E Prodi aveva ragione, la UE era ed è un ottimo ombrello, certo, tu Italia non devi fare cretinate, bastava essere un pò seri, bastava utilizzare i fondi per fare innovazione, ridurre il debito, utilizzare ste possibilità per migliorare. Invece no, la UE è diventata la scusa per fare ancora più cretinate. E il debito pubblico rispecchia tutto ciò: 120% nel 1993, poi un pò Prodi un pò Dini, un pò Amato, Berlusconi e Prodi ancora fino al 2004 fino quasi al 104%....POI BAM!! dal 2004 in poi la botta secca di Berlusconi, fino al 125%. E no. Cosi no. E io per colpa di tutto ciò devo auspicare alla svalutazione come negli anni '80? Ma annatevene tutti...