Il fondatore di Ikea lascia al figlio

Cambio della guardia ai vertici di Ikea. Il miliardario fondatore del colosso svedese, Ingvar Kamprad, lascerà il consiglio di amministrazione della Inter Ikea Group e la presidenza del gruppo andrà a suo figlio minore

Cambio della guardia ai vertici di Ikea. Il miliardario fondatore del colosso svedese, Ingvar Kamprad, lascerà il consiglio di amministrazione della Inter Ikea Group e la presidenza del gruppo andrà a suo figlio minore.

Secondo quanto annuncia oggi un comunicato riportato da Bloomberg, Mathias Kamprad diventerà dunque presidente di Inter Ikea Holding andando a sostituire Per Ludvigsson, secondo un disegno di cambio generazionale in preparazione da anni. Hans Gydell è stato invece nominato vice presidente del board.  Ingvar Kamprad, 87 anni, che ha iniziato la sua avventura lavorativa vendendo fiammiferi ai suoi vicini all’età di 5 anni ed ha fondato l’Ikea nel 1943, si è ritirato dalla carica di amministratore delegato del gruppo nel 1986.

"Vedo questo come buon momento per lasciare il board di Inter Ikea Group"
, ha detto lo stesso Kamprad in un comunicato. "Questo non vuole comunque dire che smetterò di lavorare". La struttura di controllo di Ikea è una complessa rete di fondazioni e società associate con base in Olanda. Ingvar Kamprad resta comunque nel consiglio della fondazione Interogo con base in Liechtenstein che controlla il Inter Ikea Group ed è inoltre senior advisor della casa madre di Ikea Group, che possiede la maggioranza dei negozi Ikea nel mondo.