Formazione, alla Cattolica il master per comunicatori automotive

Il mondo della comunicazione richiede figure professionali giovani e sempre più specializzate con una formazione specifica, come ad esempio il mondo dell’automotive che è in profonda trasformazione dal punto di vista della tecnologia, dell’innovazione e della mobilità ecosostenibile. È nato così il nuovo master Comunicare l’automotive. Auto, ciclo e motociclo organizzato da Almed - Alta Scuola in Media Comunicazione e Spettacolo dell’Università Cattolica di Milano, da Confindustria Ancma (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo e Accessori) e Ferpi (Federazione Relazioni Pubbliche Italiana).

Che, non a caso, ha tenuto un evento in occasione di Eicma, l’Esposizione internazionale del Ciclo e Motociclo in Fiera Milano, la più importante manifestazione mondiale del settore delle due ruote che è non solo una vetrina di prodotto ma anche una fonte di ispirazione per la mobilità e un incubatore di tendenze, nel corso della manifestazione si è svolto l'incontro Comunicare l’Automotive: passione e professionalità con due ospiti d’eccezione che si sono confrontati: il digital marketing and communications manager di Ducati Motor Holding Angelo Marino e Alberto Soiatti di Soiatti Moto Classiche. Location ideale per chi vuol realizzare un sogno nel cassetto quello di lavorare e comunicare un settore dinamico come l’automotive mettendo insieme passione, competenza e professionalità. Temi approfonditi nella tavola rotonda organizzata con l'associazione studentesca Club Diplomatici Unicatt.

Il percorso formativo del master è unico nel suo genere, perché riguarda una fascia del mercato professionale finora scoperta, come dimostrano alcuni dati che caratterizzano un comparto trainante per l’economia del Paese. L’automotive è tra gli otto settori merceologici in crescita per investimenti pubblicitari con un aumento dell’1,3% a fine 2017 (fonte Nielsen) ed è il più presente in televisione, stampa cartacea, format transit e outdoor. Sempre secondo dati Nielsen, gli investimenti nel digital advertising del 2018 cresceranno del 9,4% rispetto all’anno precedente: ben più della media del mercato digital, che arriverà al 7,9%.

“Sono tre le caratteristiche del master: il forte coinvolgimento nella didattica di professionisti del settore, cui spetta il compito di introdurre gli studenti alle specificità e alle tecnicalità delle differenti professioni di comunicazione della mobilità; il rigore scientifico e metodologico garantito dai docenti universitari; la marcata vocazione pratica, tipica dei laboratori, workshop e stage che sono il fiore all’occhiello del master”, spiega il professor Simone Tosoni, condirettore del master insieme al direttore generale di Confindustria Ancma Pierfrancesco Caliari.

Il percorso didattico di un anno prevede 1.500 ore articolate tra corsi in aula, workshop, testimonianze, stage aziendali, studio individuale e formerà professionisti capaci di operare nelle direzioni comunicazione, affari istituzionali e corporate marketing di aziende del settore mobilità, automobilistico, ciclo e motocicli, trasportation, componentistica e sport motoristici.
Materie di studio: strategie di comunicazione integrata all’organizzazione dell’ufficio stampa, apprendimento delle tecniche di ghostwriting e storytelling, studio del funzionamento delle associazioni di categoria e degli enti regolatori. Le lezioni, che si svolgeranno dal lunedì al venerdì (dalle ore 14 alle 19), prenderanno il via a gennaio 2019. Le iscrizioni per la selezione al master terminano il 23 novembre.