Forti acquisti su StM

Nuova escalation degli indici a Piazza Affari, con una crescita dei due indicatori principali (Mibtel e S&P/Mib) intorno allo 0,7% che fa segnare nuovi record degli ultimi 5 anni. Mentre continua l’assestamento dei titoli bancari, nella giornata di ieri si è distinta St Microelectronics, che segna un rialzo del 2,9%. Da registrare l’esordio nel listino di due nuove reclute: in particolare il titolo Banca Generali, sottoscritta per dieci volte l’offerta, ha segnato un rialzo dell’11%. Esplosiva performance anche per Poltrona Frau che ha esordito con un rialzo del 32% rispetto al prezzo di collocamento. A margine del comparto bancario da rilevare il tonfo di Cattolica assicurazione (meno 1,9%) che vede protrarsi nel tempo l’integrazione con il gruppo della Popolare Verona e Novara. È proseguito il rafforzamento nell’ambito dei titoli del lusso, che vede Bulgari in ulteriore crescita dell’1,3%, ma accentuano la loro irregolarità le «popolari» che vedono penalizzato il Credito Valtellinese. Irregolari gli energetici, con la blue chip Eni in calo dell’1,2%. Nel limbo del listino buone affermazioni per Datalogic (più 3,7%), Cell Therapeutics (più 3%) e De Longhi (più 2,4%).