Frodi fiscali: soglie più alte per omessi versamenti Iva e dichiarazioni infedeli

Quella che sta preparando il governo sarebbe una "mini-sanatoria" che fissa nuovi paramentri per la punibilità di alcuni reati

Il governo con la delega fiscale sta lavorando alle nuove soglie di punibilità per i reati sull'evasione e sulla frode. Dopo aver accantonato la "norma del 3%" che riguardava tutti i tipi di reati, nel nuovo decreto si restringe il campo su reati minori come la dichiarazione infedele o l'omesso versamento dell'Iva. Quella che sta preparando il governo sarebbe dunque una "mini-sanatoria", che fissa nuovi paramentri per la punibilità di alcuni reati. Lo scorso dicembre erano stato previste soglie di non punibilità elevate dagli attuali 50mila fino a 150mila euro.

Adesso secondo quanto racconta il Sole 24 Ore, l'esecutivo potrebbe aumentare le soglie e portarle anche a livello di quelle che prevedono la depenalizzazione dell'emissione di false fatture sotto i mille euro. Inoltre verrebbe introdotto anche il principio di proporzionalità. Le sanzioni verranno ridotte sotto una determinata percentuale. Di fatto la sanzione verrebbe calcolata in base al reddito imponibile dichiarato.

Commenti
Ritratto di Fritz49

Fritz49

Mer, 17/06/2015 - 18:16

Alla faccia degli onesti..Vergogna.Non ci salveremo mai più.

Ritratto di hernando45

Anonimo (non verificato)