Il G20 boccia la linea MerkelUe: stop al circolo viziosotra le banche e il debito

Crescita e lavoro prevalgono sull'austerity proposta dalla cancelliera. Monti: "In dieci giorni l'Ue prenderà scelte decisive per risolvere la crisi"

Austerity no grazie. I capi di stato riuniti nel G20 a Los Cabos bocciano la linea promossa dalla Germania di Angela Merkel e puntano invece sulla crescita e sulla creazione di nuovi posti di lavoro, con un occhio attento al rischio di contagio economico. E quindi con misure a favore dell'aumento del firewall anticrisi, il sistema deputato a scongiurare proprio questo rischio.

Prevale la linea portata avanti dagli Stati Uniti e dall'economie emergenti (i Brics, ossia Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica), spalleggiata anche da Francia e Italia. Isolata come non mai la Cancelliera, che avrebbe preferito un accento sull'austerity. Il Fondo Monetario Internazionale viene rifinanziato, con nuove risorse che raggiungeranno i 456 miliardi di dollari. E 75 miliardi arriveranno dalle economie emergenti.

Con la Merkel che sottolinea l'importanza di "chiarire rapidamente quale sarà la richiesta spagnola", lo scontro non si limita alle tematiche più generali, ma si sente anche sull'entità degli aiuti che permetteranno la ripresa delle banche iberiche.

In una bozza delle dichiarazioni finali si legge intanto che l'Eurozona prenderà misure per interrompere il circolo vizioso fra i titoli di Stato e le banche sovraesposte al debito sovrano. L’Unione europea, inoltre, mantiene il suo "fermo impegno" per il consolidamento dei conti pubblici e "prenderà in considerazione" il rafforzamento dei legami finanziari tra i Paesi membri. "I mercati in Europa vogliono un’unione più stretta", ha detto oggi Angela Merkel, sottolineando che i Paesi europei si sono già impegnati per dare una soluzione alla crisi del debito

Le frizioni si fanno sentire anche tra gli Stati Uniti e l'Ue. E, all'ultimo momento, il presidente statunitense Barack Obama sceglie di non incontrare i leader europei. Saltano i colloqui con Merkel, Monti e Hollande. E anche quelli con il presidente della Commissione Ue Barroso e del Consiglio europeo Van Rompuy. E neppure sulle ragioni del rinvio Merkel e Obama riescono a trovare un accordo. Per gli Usa la colpa è della cena a cui hanno partecipato i capi di Stato, durata troppo a lungo.

Obama incontra poi Hollande, Monti, Merkel, Cameron, Barroso e Van Rompuy durante la giornata. Quest'ultimo pubblica anche una foto del meeting su Twitter. Tematiche del vertice, durato una ventina di minuti, stabilità, dettagli della strategia possibile per risolvere la crisi europea e strumenti a disposizione per dare stabilità all’Eurozona.L'Europa rimane al centro dei giochi. E della preoccupazione internazionale. E proprio Barack Obama sottolinea con vigore che è giunto il momento "di agire per assicurare che tutti facciano ciò che è necessario per stabilizzare il sistema finanziario,assicurare la crescita, recuperare la fiducia dei mercati ed evitare il protezionismo".

Ma il presidente della commissione Ue, José Manuel Barroso, non ci sta. E a Obama risponde sulla stessa linea espressa ieri in serata da Mario Monti. E ricorda: "Questa crisi è stata originata in Nord America e molti dei nostri istituti finanziari sono stati contaminati a causa delle non ortodosse pratiche delle strutture finanziare Usa. Non siamo venuti qui al G20 a prendere lezioni da nessuno".

A scandire la tabella di marcia è Mario Monti: "Le decisioni le avremo nei prossimi dieci giorni, e l’avvicinamento a queste decisioni nei prossimi quattro", quando cioè incontrerà Hollande, Merkel e Rajoy a Roma. 

Commenti

MMARTILA

Mar, 19/06/2012 - 08:46

Io non comprendo che cosa ca..volo vuole il muso nero d'America...da lì è partito tutto, ed ora vuole dare lezioni di economia "interventista" all'Europa? Facciamo abbastanza danni da soli senza dover ascoltare i pessimi consigli degli Yankees.

MMARTILA

Mar, 19/06/2012 - 08:46

Io non comprendo che cosa ca..volo vuole il muso nero d'America...da lì è partito tutto, ed ora vuole dare lezioni di economia "interventista" all'Europa? Facciamo abbastanza danni da soli senza dover ascoltare i pessimi consigli degli Yankees.

Ritratto di unLuca

unLuca

Mar, 19/06/2012 - 08:53

Obama non li ha neppure ricevuti. A volte un gesto conta più di mille parole.

Ritratto di unLuca

unLuca

Mar, 19/06/2012 - 08:53

Obama non li ha neppure ricevuti. A volte un gesto conta più di mille parole.

Franco-a-Trier

Mar, 19/06/2012 - 09:06

pero' c'e da dire che la Merkel non e' molto elegante, a differenza dei politici italiani come Berlusconi ,Monti ecc,Berlusconi con le sue belle cravatte veste Armani cosi pure Monti, viceversa della Markel che a differenza di questi 2 politici italiani fa tirare avanti bene il suo paese meno disoccupazione meno inflazione piu' ricchezza al suo paese alto tenore di vita,viceversa i politici italiani belli eleganti hanno portato la Italia sul orlo del collasso con molti suicidi di persone disperate,pero voi in Italia avete 2 primati eleganza e suicidi aggiungendo il terzo disoccupazione.

Franco-a-Trier

Mar, 19/06/2012 - 09:07

dimenticavo ve lo immaginereste un politico italiano andare a lavorare in bicicletta?Magari al Ministero..

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 19/06/2012 - 09:08

la merkel , con un debito pubblico reale di 7mila miliardi, non ha il diritto nemmeno di essere presente ad un g20 se non quello di esserne presente al fianco della grecia: questa donna non merita nemmeno il nostro rispetto in quanto donna: sotto i beffatti di stampo hitleriano, nasconde la solita protervia di quei tedeschi che ancor oggi ritengono di far parte di una razza superiore: coasa che per fortuna non è: mi chiedo cosa aspettano i nostri giornali a denunciare le falsità di questa donna non solo presuntuosa ma anche al limite della pazzia assoluta: quindi estremamente pericolosa: meglio fuori dall' euro perche è lei a dover rimborsarci per tutti di disavanzi provocati dallo spread e sempre lei a coprire il suo debito pubblico: lo faccia in fretta perche anche noi sappiamo diventare impazienti: monti che ci addita come esempiop la germania si faccia da parte perche a noi della sua appartenenza a mp 5,sei o sette non ce ne imporfta assolutamente nulla

Franco-a-Trier

Mar, 19/06/2012 - 09:06

pero' c'e da dire che la Merkel non e' molto elegante, a differenza dei politici italiani come Berlusconi ,Monti ecc,Berlusconi con le sue belle cravatte veste Armani cosi pure Monti, viceversa della Markel che a differenza di questi 2 politici italiani fa tirare avanti bene il suo paese meno disoccupazione meno inflazione piu' ricchezza al suo paese alto tenore di vita,viceversa i politici italiani belli eleganti hanno portato la Italia sul orlo del collasso con molti suicidi di persone disperate,pero voi in Italia avete 2 primati eleganza e suicidi aggiungendo il terzo disoccupazione.

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 19/06/2012 - 09:10

se l ' america ci vuole alleati lo decida subito poi credo che una deciisone la si sappia prendere anche da soli: il mondo è grande e Obama puo darsi non sappia che scelte ed opportunità ce ne sono anche per noi.

Franco-a-Trier

Mar, 19/06/2012 - 09:07

dimenticavo ve lo immaginereste un politico italiano andare a lavorare in bicicletta?Magari al Ministero..

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 19/06/2012 - 09:08

la merkel , con un debito pubblico reale di 7mila miliardi, non ha il diritto nemmeno di essere presente ad un g20 se non quello di esserne presente al fianco della grecia: questa donna non merita nemmeno il nostro rispetto in quanto donna: sotto i beffatti di stampo hitleriano, nasconde la solita protervia di quei tedeschi che ancor oggi ritengono di far parte di una razza superiore: coasa che per fortuna non è: mi chiedo cosa aspettano i nostri giornali a denunciare le falsità di questa donna non solo presuntuosa ma anche al limite della pazzia assoluta: quindi estremamente pericolosa: meglio fuori dall' euro perche è lei a dover rimborsarci per tutti di disavanzi provocati dallo spread e sempre lei a coprire il suo debito pubblico: lo faccia in fretta perche anche noi sappiamo diventare impazienti: monti che ci addita come esempiop la germania si faccia da parte perche a noi della sua appartenenza a mp 5,sei o sette non ce ne imporfta assolutamente nulla

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 19/06/2012 - 09:10

se l ' america ci vuole alleati lo decida subito poi credo che una deciisone la si sappia prendere anche da soli: il mondo è grande e Obama puo darsi non sappia che scelte ed opportunità ce ne sono anche per noi.

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 19/06/2012 - 09:17

senza ripresa europea non ci sara ripresa in america e senza riporesa Obama puo dire addio alla sua rielezione: pertanto sappia scegliere tra i 7000 miliardi di euro dlella Merkel ed i nostri quasi duemila scritti con dignità in un bilancio reale e non volutamente falsificato come quello tedesco: noi siamo i veri virtuosi e non certamente quelli che Monti ci addita come i migliori. TACCIANO QUINDI ENTRAMBI E L' AMERICA CAMBI ATTEGGIAMENTO NEI CONFRONTI DI UNA ITALIA CHE SI è SEMPRE COMPORTATA BENE

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 19/06/2012 - 09:17

senza ripresa europea non ci sara ripresa in america e senza riporesa Obama puo dire addio alla sua rielezione: pertanto sappia scegliere tra i 7000 miliardi di euro dlella Merkel ed i nostri quasi duemila scritti con dignità in un bilancio reale e non volutamente falsificato come quello tedesco: noi siamo i veri virtuosi e non certamente quelli che Monti ci addita come i migliori. TACCIANO QUINDI ENTRAMBI E L' AMERICA CAMBI ATTEGGIAMENTO NEI CONFRONTI DI UNA ITALIA CHE SI è SEMPRE COMPORTATA BENE

Ritratto di dbell56

dbell56

Mar, 19/06/2012 - 09:30

Scusate il mio quesito. Spero che qualcuno più arguto di me sia riuscito a capirci qualcosa, di questa crisi!! Ma se i tedeschi si sentono così forti e trattano come ladri (vedi altro articolo qui su Il Giornale) tutti gli altri paesi, compresi gli USA, mi dite perchè non è la Germania a lasciare l'UE e l'Euro, riprendersi la sua sovranità monetaria e continuare a stare in Europa come quando si era prima dell'unione europea e la messa in circolazione della moneta unica? Quali sono i motivi che sottostanno a questo strano comportamento? Posso capire le risistenze interne alla stessa Germania, magari x non passare x coloro che per puri interessi economici egoistici sono i traditori dell'europeismo così come voluto anche da Adenauer. Posso capire la voglia di egemonia, rigurgito del pangermanesimo che tanta rovina ha portato al vecchio continente............................. ecc. Altro non mi sovviene! Può spiegarmi qualcuno questo "strano" comportamento tedesco?

Ritratto di dbell56

dbell56

Mar, 19/06/2012 - 09:30

Scusate il mio quesito. Spero che qualcuno più arguto di me sia riuscito a capirci qualcosa, di questa crisi!! Ma se i tedeschi si sentono così forti e trattano come ladri (vedi altro articolo qui su Il Giornale) tutti gli altri paesi, compresi gli USA, mi dite perchè non è la Germania a lasciare l'UE e l'Euro, riprendersi la sua sovranità monetaria e continuare a stare in Europa come quando si era prima dell'unione europea e la messa in circolazione della moneta unica? Quali sono i motivi che sottostanno a questo strano comportamento? Posso capire le risistenze interne alla stessa Germania, magari x non passare x coloro che per puri interessi economici egoistici sono i traditori dell'europeismo così come voluto anche da Adenauer. Posso capire la voglia di egemonia, rigurgito del pangermanesimo che tanta rovina ha portato al vecchio continente............................. ecc. Altro non mi sovviene! Può spiegarmi qualcuno questo "strano" comportamento tedesco?

giuliana

Mar, 19/06/2012 - 09:39

Se tornassimo al baratto ridurremmo alla canna del gas questa truppa di parassiti che rappresenta e sostiene unicamente la speculazione. Mai una volta che parlino di persone. Il dio denaro ha prodotto questi mostri e tutte le associazioni a delinquere ad essi collegate. Dobbiamo staccare la spina a questo sistema perverso, non continuare ad assecondarlo. Se continuamo a seguirli significa che abbiamo veramente perso il lume della ragione.

giuliana

Mar, 19/06/2012 - 09:39

Se tornassimo al baratto ridurremmo alla canna del gas questa truppa di parassiti che rappresenta e sostiene unicamente la speculazione. Mai una volta che parlino di persone. Il dio denaro ha prodotto questi mostri e tutte le associazioni a delinquere ad essi collegate. Dobbiamo staccare la spina a questo sistema perverso, non continuare ad assecondarlo. Se continuamo a seguirli significa che abbiamo veramente perso il lume della ragione.

Leonardo Marche

Mar, 19/06/2012 - 09:39

Un colloquio tra sordi. L'arroganza della Eu è evidente: "questa crisi è partita dagli USA (mutui subprime)" tuona Barroso, ma non uno che ammette che gli USA sono andati in crisi perchè la Cina gli ha tolto il lavoro e la gente non è stata più in grado di ripagare i mutui sulla casa. Gli europei si erano salvati con lo stato assistenziale, ma oggi pantalone ha le tasche vuote e tanti debiti. E ancora l'europa non vuole ammettere il casino che ha fatto tenendo i tassi di interesse alti e l'euro a valori insostenibili per il proprio tessuto industriale (salvo quello tedesco). E ancora Obama che non perde il vizio di stampare moneta che poi finirà a gonfiare l'inflazione di altri paesi (per fortuna attualmente i BRICS) e parla di evitare il protezionismo, come se non avesse capito la lezione e i due disegni di legge approvati dal senato, ma non firmati da lui, di reintroduzione dei dazi per chi fa dumping monetario (la Cina appunto). E andiamo bene .....

Leonardo Marche

Mar, 19/06/2012 - 09:39

Un colloquio tra sordi. L'arroganza della Eu è evidente: "questa crisi è partita dagli USA (mutui subprime)" tuona Barroso, ma non uno che ammette che gli USA sono andati in crisi perchè la Cina gli ha tolto il lavoro e la gente non è stata più in grado di ripagare i mutui sulla casa. Gli europei si erano salvati con lo stato assistenziale, ma oggi pantalone ha le tasche vuote e tanti debiti. E ancora l'europa non vuole ammettere il casino che ha fatto tenendo i tassi di interesse alti e l'euro a valori insostenibili per il proprio tessuto industriale (salvo quello tedesco). E ancora Obama che non perde il vizio di stampare moneta che poi finirà a gonfiare l'inflazione di altri paesi (per fortuna attualmente i BRICS) e parla di evitare il protezionismo, come se non avesse capito la lezione e i due disegni di legge approvati dal senato, ma non firmati da lui, di reintroduzione dei dazi per chi fa dumping monetario (la Cina appunto). E andiamo bene .....

antonin9421

Mar, 19/06/2012 - 09:50

Ma che avranno da ridere tutti questi bell'imbusti!?

giovanni PERINCIOLO

Mar, 19/06/2012 - 09:42

"Questa crisi è stata originata in Nord America e molti dei nostri istituti finanziari sono stati contaminati a causa delle non ortodosse pratiche delle strutture finanziare Usa. Non siamo venuti qui al G20 a prendere lezioni da nessuno". Onore a Barroso! Finalmente qualcuno con le palle che ha il coraggio di metterci la faccia e dire pane al pane e vino al vino senza tante perifrasi. Vero mr Loden????

antonin9421

Mar, 19/06/2012 - 09:50

Ma che avranno da ridere tutti questi bell'imbusti!?

giovanni PERINCIOLO

Mar, 19/06/2012 - 09:42

"Questa crisi è stata originata in Nord America e molti dei nostri istituti finanziari sono stati contaminati a causa delle non ortodosse pratiche delle strutture finanziare Usa. Non siamo venuti qui al G20 a prendere lezioni da nessuno". Onore a Barroso! Finalmente qualcuno con le palle che ha il coraggio di metterci la faccia e dire pane al pane e vino al vino senza tante perifrasi. Vero mr Loden????

idleproc

Mar, 19/06/2012 - 09:54

Tralasciando gli aspetti finanziari (FMI ad es. e la strategia conseguente) il lato positivo è che in qualche esponente europeo si vanno formando barlumi di consapevolezza politica.

voce.nel.deserto

Mar, 19/06/2012 - 09:55

L'Europa ha 10 giorni per decidere se dare una svolta in senso costruttivo,per continuare a campicchiare nella crisi o per sciogliersi. Ma a Luglio 2012 l'Europa non sarà quella di prima.

idleproc

Mar, 19/06/2012 - 09:54

Tralasciando gli aspetti finanziari (FMI ad es. e la strategia conseguente) il lato positivo è che in qualche esponente europeo si vanno formando barlumi di consapevolezza politica.

voce.nel.deserto

Mar, 19/06/2012 - 09:55

L'Europa ha 10 giorni per decidere se dare una svolta in senso costruttivo,per continuare a campicchiare nella crisi o per sciogliersi. Ma a Luglio 2012 l'Europa non sarà quella di prima.

Cinghiale

Mar, 19/06/2012 - 10:04

Obama si scorda un pò troppo spesso che la crisi l'hanno lanciata loro!!! Fortuna che almeno Barroso glielo ricorda.

Cinghiale

Mar, 19/06/2012 - 10:04

Obama si scorda un pò troppo spesso che la crisi l'hanno lanciata loro!!! Fortuna che almeno Barroso glielo ricorda.

corcelli Antonio

Mar, 19/06/2012 - 10:12

La Germania é il paese europeo, che dalla crisi finanziaria ha tratto piú profitto(…) di ogni altro!.Ora la Merkel,con la Bundesbank sia loiale é solidale ,non regalando soldi come scrive il giornale tedescho popolare di propaganda “Bild Zeitung”ma bensí accetti le proposte dei suoi alleati europei, emetendo gli Eurobond.! Senza sé é senza má!.Scenda in difesa dei paesi in difficoltá non solo predicando la disciplina del rispamio ma anche la politica del fare, reinvestendo il superplus di Miliardi che ha accumulato..! Questa é l´unica via per non inpoverire é tartassare ancor di piú i paesi del mediterraneo!Inoltre ricordiamo alla Germania, che solo con un Europa forte che puó continuare la sua prosperitá nel futuro!

corcelli Antonio

Mar, 19/06/2012 - 10:12

La Germania é il paese europeo, che dalla crisi finanziaria ha tratto piú profitto(…) di ogni altro!.Ora la Merkel,con la Bundesbank sia loiale é solidale ,non regalando soldi come scrive il giornale tedescho popolare di propaganda “Bild Zeitung”ma bensí accetti le proposte dei suoi alleati europei, emetendo gli Eurobond.! Senza sé é senza má!.Scenda in difesa dei paesi in difficoltá non solo predicando la disciplina del rispamio ma anche la politica del fare, reinvestendo il superplus di Miliardi che ha accumulato..! Questa é l´unica via per non inpoverire é tartassare ancor di piú i paesi del mediterraneo!Inoltre ricordiamo alla Germania, che solo con un Europa forte che puó continuare la sua prosperitá nel futuro!

mauriziopiersigilli

Mar, 19/06/2012 - 10:19

la germania sta facendo l'ennesimo tentativo di egemonizzare l'europa non lo dico io lo ha detto stamattina il direttore de il tempo su la7

mauriziopiersigilli

Mar, 19/06/2012 - 10:19

la germania sta facendo l'ennesimo tentativo di egemonizzare l'europa non lo dico io lo ha detto stamattina il direttore de il tempo su la7

Franco-a-Trier

Mar, 19/06/2012 - 10:33

gpl infatti vediamo chi ha falsificato i documenti nel 2000 per poter entrare nella Comunita',ora si vede chi,tutti i nodi vengono al pettine.

Franco-a-Trier

Mar, 19/06/2012 - 10:33

gpl infatti vediamo chi ha falsificato i documenti nel 2000 per poter entrare nella Comunita',ora si vede chi,tutti i nodi vengono al pettine.

Franco-a-Trier

Mar, 19/06/2012 - 10:28

vero sempre bene si e' comportata specialmente negli anni 1930 negli usa.

Franco-a-Trier

Mar, 19/06/2012 - 10:28

vero sempre bene si e' comportata specialmente negli anni 1930 negli usa.

idleproc

Mar, 19/06/2012 - 10:49

#9 giuliana. Nella sostanza ha centrato il problema. Il potere reale sta nel controllo delle monete fiat che non avendo valore di scambio intinseco sono gestite oggi nemmeno dagli stati nazionali ma da organismi collaterali. Anche le banche, di fatto, hanno "prodotto moneta" coi derivati e col credito fasullo creandola dal nulla. In US le direbbero che è una "terrorista". Anche i liberali veri gradualmente sono accusati di essere "terroristi". Nei fatti, in questo sistema "gestito" è saltata la formazione dei prezzi e l'allocazione corretta dei capitali e delle risorse che nel sistema capitalistico solo il "mercato" tradizionale può fare. Non è una globalizzazione liberale ma funzionale esclusivamente (purtroppo sembra un luogo comune) a gruppi ristretti che gestiscono il gioco ed in conflitto tra loro in vista di un sistema totalitario con finanza e oligopoli multinazionali al centro. Lo scopo è anche una moneta unica globale e un servo della gleba, indebitato a vita, globale.

lucioottavio

Mar, 19/06/2012 - 10:51

Meno male che è saltato l'incontro Obama-UE. Possiamo respirare un'altro paio di giorni.

idleproc

Mar, 19/06/2012 - 10:49

#9 giuliana. Nella sostanza ha centrato il problema. Il potere reale sta nel controllo delle monete fiat che non avendo valore di scambio intinseco sono gestite oggi nemmeno dagli stati nazionali ma da organismi collaterali. Anche le banche, di fatto, hanno "prodotto moneta" coi derivati e col credito fasullo creandola dal nulla. In US le direbbero che è una "terrorista". Anche i liberali veri gradualmente sono accusati di essere "terroristi". Nei fatti, in questo sistema "gestito" è saltata la formazione dei prezzi e l'allocazione corretta dei capitali e delle risorse che nel sistema capitalistico solo il "mercato" tradizionale può fare. Non è una globalizzazione liberale ma funzionale esclusivamente (purtroppo sembra un luogo comune) a gruppi ristretti che gestiscono il gioco ed in conflitto tra loro in vista di un sistema totalitario con finanza e oligopoli multinazionali al centro. Lo scopo è anche una moneta unica globale e un servo della gleba, indebitato a vita, globale.

lucioottavio

Mar, 19/06/2012 - 10:51

Meno male che è saltato l'incontro Obama-UE. Possiamo respirare un'altro paio di giorni.

zio Fester

Mar, 19/06/2012 - 10:56

Egregio #15 Cinghiale - La crisi del 2007 e quella dell'euro sono profondamente diverse, anche se la prima può aver accelerato il manifestarsi della seconda. A differenza della crisi scatenata dai "subprime" impacchettati in strumenti finanziari per nulla trasparenti, la crisi europea è la crisi del debito pubblico che non può essere più gestito da nazioni che non crescono. Può avere ripercussioni mondiali molte volte peggiori della crisi dei subprime, tant'è che i primi ad essere preoccupati sono proprio quei Paesi che dovrebbero, secondo chi pratica la disinformazione finanziaria, tifare per la fine dell'euro (USA e BRICS). Dalla crisi del debito pubblico si esce solo riducendo la spesa pubblica, tagliando le aree di di inefficienza e liberando risorse per la crescita. Tutti i Paesi europei devono darsi una "regolata" e noi più degli altri.

zio Fester

Mar, 19/06/2012 - 10:56

Egregio #15 Cinghiale - La crisi del 2007 e quella dell'euro sono profondamente diverse, anche se la prima può aver accelerato il manifestarsi della seconda. A differenza della crisi scatenata dai "subprime" impacchettati in strumenti finanziari per nulla trasparenti, la crisi europea è la crisi del debito pubblico che non può essere più gestito da nazioni che non crescono. Può avere ripercussioni mondiali molte volte peggiori della crisi dei subprime, tant'è che i primi ad essere preoccupati sono proprio quei Paesi che dovrebbero, secondo chi pratica la disinformazione finanziaria, tifare per la fine dell'euro (USA e BRICS). Dalla crisi del debito pubblico si esce solo riducendo la spesa pubblica, tagliando le aree di di inefficienza e liberando risorse per la crescita. Tutti i Paesi europei devono darsi una "regolata" e noi più degli altri.

umberto schenato

Mar, 19/06/2012 - 11:01

Cio' che ha detto Barroso al nero ebreomusulmano mi ha dato speranze e conferma il mio pensiero. I nostri nemici sono gli stati uniti e la viscida Inghilterra. Confermo il mio accordo con MONTI

umberto schenato

Mar, 19/06/2012 - 11:01

Cio' che ha detto Barroso al nero ebreomusulmano mi ha dato speranze e conferma il mio pensiero. I nostri nemici sono gli stati uniti e la viscida Inghilterra. Confermo il mio accordo con MONTI

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Mar, 19/06/2012 - 11:03

#18 Franco-a-Trier uno sport condiviso dai nostri politici quello di falsificare bilanci...Tremonti ci ha regalato ben 3 procedure di infrazione per i bilanci che attestarono falsi dati circa gli obiettivi macroeconomici raggiunti dall'Italia. Un ulteriore tassello al lastricato che ci ha condotti fino a qui. Senza contare l'aumento di debito pubblico realizzatosi in questi anni, comparabile con il picco degli anni '80, alla faccia del risparmio.

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Mar, 19/06/2012 - 11:03

#18 Franco-a-Trier uno sport condiviso dai nostri politici quello di falsificare bilanci...Tremonti ci ha regalato ben 3 procedure di infrazione per i bilanci che attestarono falsi dati circa gli obiettivi macroeconomici raggiunti dall'Italia. Un ulteriore tassello al lastricato che ci ha condotti fino a qui. Senza contare l'aumento di debito pubblico realizzatosi in questi anni, comparabile con il picco degli anni '80, alla faccia del risparmio.

Ildebrando

Mar, 19/06/2012 - 11:09

L'ultima volta che la comunità internazionale accerchiò ed impose linee economiche ( in quel caso le dure sanzioni per i danni della 1° guerra mondiale ) ai tedeschi, sappiamo bene come andò a finire...

Ildebrando

Mar, 19/06/2012 - 11:09

L'ultima volta che la comunità internazionale accerchiò ed impose linee economiche ( in quel caso le dure sanzioni per i danni della 1° guerra mondiale ) ai tedeschi, sappiamo bene come andò a finire...

migrante

Mar, 19/06/2012 - 11:17

G20 ?...uhm, allora perche`nella foto son 35 ?...sara`mica perche`tolti 3 o4 da quei 20 il resto non son "G", ma solo "2P"...cioe` "due di picche" ?

migrante

Mar, 19/06/2012 - 11:17

G20 ?...uhm, allora perche`nella foto son 35 ?...sara`mica perche`tolti 3 o4 da quei 20 il resto non son "G", ma solo "2P"...cioe` "due di picche" ?

ilPavo

Mar, 19/06/2012 - 11:21

Barroso mi è diventato piu simpatico oggi. Finalmente qualcuno ha ricordato a Obama che il casino è partito dagli Stati Uniti e le loro banche, i loro prodotti finanziari, dai mutui subprime e dalle loro banche d'affari. Poi per distogliere l'attenzione hanno mandato avanti le loro agenzie di rating a sparare tagli per riequilibrare le forze in campo

ilPavo

Mar, 19/06/2012 - 11:21

Barroso mi è diventato piu simpatico oggi. Finalmente qualcuno ha ricordato a Obama che il casino è partito dagli Stati Uniti e le loro banche, i loro prodotti finanziari, dai mutui subprime e dalle loro banche d'affari. Poi per distogliere l'attenzione hanno mandato avanti le loro agenzie di rating a sparare tagli per riequilibrare le forze in campo

leonida alle te...

Mar, 19/06/2012 - 11:25

#5 gpl_srl@yahoo.it il vero problema dell'italia e degli italiani è il suo modo di pensare e di chi la pensa come lei. Ritenere cioè che tutti i problemi vengano da fuori e che la colpa sia sempre degli altri. Pretendere poi che debbano essere tedeschi a dover pagare i debiti fatti da governi barzelletta(dx come sx) non per sviluppo infrastrutturale ma per blandire il proprio elettorato portando il proprio paese nel baratro è da incoscienti. La grecia ha truccato i propri bilanci dilapidando soldi non suoi, l'italia ha speso in un falso stato sociale anziché in ospedali, ferrovie, infrastrutture e di tutto ciò si da la colpa alla Merkel ed ai tedeschi che hanno lavorato e risparmiato sfruttando, certo, le opportunità che l'euro dava loro. Ma le opportunità le avevano anche grecia, italia, irlanda, spagna, portogallo. Perché a pagare deve essere il contribuente tedesco. A parti invertite, lei pagherebbe per il debito tedesco?

migrante

Mar, 19/06/2012 - 11:28

#20 idleproc...Egregio, condivido la sua analisi consuntiva, che, sfortunatamente, pare non venir compresa dalla grande massa di sordi e ciechi, l'unico punto sul quale mi trovo in disacordo e`quello riguardante il "sistema saltato", in quanto io ritengo ( nella mia modesta analisi) si tratti non di una "perdita di controllo", ma di un "incidente" creato ad arte finalizzato alla creazione dei giusti presupposti per l'attuazione della "soluzione finale" !

leonida alle te...

Mar, 19/06/2012 - 11:25

#5 gpl_srl@yahoo.it il vero problema dell'italia e degli italiani è il suo modo di pensare e di chi la pensa come lei. Ritenere cioè che tutti i problemi vengano da fuori e che la colpa sia sempre degli altri. Pretendere poi che debbano essere tedeschi a dover pagare i debiti fatti da governi barzelletta(dx come sx) non per sviluppo infrastrutturale ma per blandire il proprio elettorato portando il proprio paese nel baratro è da incoscienti. La grecia ha truccato i propri bilanci dilapidando soldi non suoi, l'italia ha speso in un falso stato sociale anziché in ospedali, ferrovie, infrastrutture e di tutto ciò si da la colpa alla Merkel ed ai tedeschi che hanno lavorato e risparmiato sfruttando, certo, le opportunità che l'euro dava loro. Ma le opportunità le avevano anche grecia, italia, irlanda, spagna, portogallo. Perché a pagare deve essere il contribuente tedesco. A parti invertite, lei pagherebbe per il debito tedesco?

migrante

Mar, 19/06/2012 - 11:28

#20 idleproc...Egregio, condivido la sua analisi consuntiva, che, sfortunatamente, pare non venir compresa dalla grande massa di sordi e ciechi, l'unico punto sul quale mi trovo in disacordo e`quello riguardante il "sistema saltato", in quanto io ritengo ( nella mia modesta analisi) si tratti non di una "perdita di controllo", ma di un "incidente" creato ad arte finalizzato alla creazione dei giusti presupposti per l'attuazione della "soluzione finale" !

Max Stirner

Mar, 19/06/2012 - 11:44

Abbiamo dato proprio un bello schiaffo all Merkel, e di grazia... la nostra parte destinata al fondo monetario come la paghiamo con un ulteriore aumento del debito sovrano ?

Max Stirner

Mar, 19/06/2012 - 11:44

Abbiamo dato proprio un bello schiaffo all Merkel, e di grazia... la nostra parte destinata al fondo monetario come la paghiamo con un ulteriore aumento del debito sovrano ?

delfino47

Mar, 19/06/2012 - 11:52

Ma come si è permesso B.Obama ? Pazienza non incontrare Hollande, Barroso (la Merkel già fatto) ma il nostro illuminato presidente del consiglio che, si dice, ha tanta credibilità nel mondo.

delfino47

Mar, 19/06/2012 - 11:52

Ma come si è permesso B.Obama ? Pazienza non incontrare Hollande, Barroso (la Merkel già fatto) ma il nostro illuminato presidente del consiglio che, si dice, ha tanta credibilità nel mondo.

Cinghiale

Mar, 19/06/2012 - 12:03

#22 zio Fester - Grazie per la delucidazione non sono per nulla pratico di queste faccende. Ma se il nostro Monti non inizia a fare qualche taglio vuol dire che non ne veniamo fuori? Mi corregga se ho interpretato male. Cordialità

Cinghiale

Mar, 19/06/2012 - 12:03

#22 zio Fester - Grazie per la delucidazione non sono per nulla pratico di queste faccende. Ma se il nostro Monti non inizia a fare qualche taglio vuol dire che non ne veniamo fuori? Mi corregga se ho interpretato male. Cordialità

Ritratto di Sergio Sanguineti

Sergio Sanguineti

Mar, 19/06/2012 - 12:16

Nella foto, suppergiù, tutti abbozzano un qualche cosa: LUI, M O N T I , INVECE NO... IMPERTURBABILE ED INESPRESSIVO COME SEMPRE!!!

Ritratto di Sergio Sanguineti

Sergio Sanguineti

Mar, 19/06/2012 - 12:16

Nella foto, suppergiù, tutti abbozzano un qualche cosa: LUI, M O N T I , INVECE NO... IMPERTURBABILE ED INESPRESSIVO COME SEMPRE!!!

smiley1081

Mar, 19/06/2012 - 12:20

Ma invece di prendersela con la Grecia, non sarebbe giusto buttare fuori il vero elemento disturbatore? Fuori la Germania dall'Euro!

smiley1081

Mar, 19/06/2012 - 12:20

Ma invece di prendersela con la Grecia, non sarebbe giusto buttare fuori il vero elemento disturbatore? Fuori la Germania dall'Euro!

Ritratto di thewall

thewall

Mar, 19/06/2012 - 12:28

Che la crisi sia partita dal nord-america è un dato di fatto. Un'altro dato di fatto è però che in italia il denaro pubblico è gestito in maniera scandalosa e i tagli sono obbligatori. La Germania con questa crisi guadagna a livello economico. Obama deve iniziare a tacere perchè parlando dimostra la sua ignoranza...

migrante

Mar, 19/06/2012 - 12:28

#23 umberto schenato...Egregio Umberto, conscio del fatto che l'opinione dell'uno vale quanto quella dell'altro, mi permetto di dirle che a mio modestissimo parere lei ha le idee alquanto confuse !

Lugar

Mar, 19/06/2012 - 12:30

Vista la poca attenzione ai lavoratori e pensionati, stampare eurobond o più moneta vuole dire più inflazione e quindi una diminuzione dello stipendio o pensione. Di riffa o di raffa chi paga le crisi siamo sempre noi.

zio Fester

Mar, 19/06/2012 - 12:32

#32 Cinghiale - La sua deduzione è ineccepibile. Se la "spending review" rimane lettera morta l'Italia finisce come la Grecia. Analogamente se il mondo della politica ed il sottobosco dei faccendieri e delle lobby continuano nel loro atteggiamento bulimico nei confronti delle risorse pubbliche, finiamo come la Grecia. Le avvisaglie si stanno già vedendo con una riduzione feroce dei consumi interni e l'ampliamento delle fasce di povertà da un lato e con la "morte" di migliaia di piccole imprese e la delocalizzazione di un sempre maggior numero di impianti dall'altro.

Stefano Passeri

Mar, 19/06/2012 - 12:45

# Leonida alle termopili -- caro letttore, potrei essere d'accordo con la Sua analisi, senonchè di fatto stiamo pagando il debito tedesco , tutt'altro che trascurabile, visto che i germani si rifinanziano all 1-1.5% e noi al 6 . di sicuro hanno fatto bene i loro conti e sospinti anche dalle loro capacità hanno sfruttato al meglio l'UE per portatare avanti i loro interessi nazionali ( si ricorda nel 2003 la germania definita malata d'Europa sforò tutti i parametri assieme alla Francia e nessuno disse bau) .Noi al contrario ci lasciammo imporre un cambio criminale e non avendo più le armi della svalutazione o iniezioni di liquidità da bankitalia siamo finiti come siamo finiti , anche perche' tutti i governi, compreso quello attuale, hanno lasciato i nostri mali sul tappeto. Non sarà certo l'emissario di Bruxelles e Francoforte a toglierci dai guai.

fabrizio de Paoli

Mar, 19/06/2012 - 14:09

#leonardo marche, ESATTO! Null'altro da aggiungere.

giuliana

Mar, 19/06/2012 - 14:46

Chi ha scritto le regole del gioco??? Coloro che se ne sono avvantaggiati pur senza aver dato alcun contributo all'economia reale. Sono dei giocatori d'azzardo e hanno tra le mani il destino di intere popolazioni. Le regole NON sono equilibrate, per cui è necessario riscriverle, a cominciare dalle leggi per regolamentare le banche e arginare la speculazione. Tutti i fantocci della foto, insieme ai nostri politici e al governo tecnico del golpista, sono il frutto avvelenato di regole sbagliate.

Ritratto di antoni55

antoni55

Mar, 19/06/2012 - 14:49

Buon giorno a voi.E va bene abbiamo capito saremo venduti ai BRICS,naturalmente per quanto riguarda l'ITALIA faremo metà a nero e metà con la fattura,almeno i poveri partiti non avranno perdite sulla rata di luglio del finanziamento pubblico??E potranno godersi due mesi di meritate vacanze dopo tutte le fatiche chè hanno fatto è anche giusto.Alla faccia del kaiser!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

tartavit

Mar, 19/06/2012 - 15:17

E' veramente singolare che gli Stati Uniti assumano posizioni da ultimatum verso l'Europa che, a parere del Presidente Obama, non si muove con la dovuta incisività per stabilizzare i mercati e per avviare politiche di crescita e di sviluppo. Sarà anche vero, però gli Americani si dimenticano che la crisi è partita da loro e che nemmeno loro, in casa propria, sono riusciti a mettere ordine nella speculazione finanziaria e nelle pratiche spericolate delle banche, che continuano ad inquinare i mercati con prodotti farlocchi.

Giulio42

Mar, 19/06/2012 - 15:27

Il solito rito, cene, foto e non si combina nulla. La verità è che la UE è nata morta, senza regole, con l'inganno dei conti truccati e con la volontà della Germania di approfittare dell' incapacità dei nostri politici. La Merkel, protegge gli interessi del suo paese, sono i paesi sotto assedio che devono riunirsi ed uscire dall'UE, è l'unico modo per tornare a fare concorrenza alla Germania.

Thefibber

Mar, 19/06/2012 - 15:26

come sempre c'era qualcuno che ci arrivava sempre prima degli altri (io con lui bene inteso) e oggi credo che molti piu italiani sarebbero d'accordo con lui: che la merkel è inchiavabile

stefano.colussi

Mar, 19/06/2012 - 15:51

USA, Brasile, India, Russia, Cina Sud/Africa, Francia e Italia vogliono una cosa: una politica d'investimenti Pubblici in economia per rilanciare l'Europa e la sua moneta...mentre Angelino Merkelino punta i piedini e dice "no, no, no": l'Europa va strozzata e una volta "strozzata" me la compro tutta io e sì me la pappo tutta io. Sono paradossalmente d'accordo con la l'"Angelo Assassino". Se i Partiti tradizionali dì Europa, a cominciare da quello Socialdemocratico, non è in grado di raccogliere le firme per la costruzione degli Stati Uniti d'Europa e per la "elezione diretta"... "all'americana" del Presidente di EU...di chi è la colpa: la colpa è di quella poveretta/sinistrata di Sinistra Europea che non è in grado neppure di competere con il Capitale Finanziario Internazionale...Ancora una volta ha ragione Fausto Bertinotti : la sinistra italiana, europea, mondiale NON esiste. Stefano Colussi, Cervignano del Friuli (Udine)

Cinghiale

Mar, 19/06/2012 - 15:53

#45 Thefibber - Chiedo scusa ma non capisco a chi si stia riferendo. Forse a LUI.

Rossana Rossi

Mar, 19/06/2012 - 15:55

Tutti i mali che possono conseguire dalla nostra uscita dalla UE e dall'euro non saranno sicuramente maggiori di quelli che ci capiteranno restandone dentro, dove arriveremo a essere succubi supercontrollati e imbrigliati in ogni nostra possibile mossa dalle regole che ci verranno imposte a causa del nostro debito pubblico e dei prestiti che di questo passo prima o poi saremo costretti a chiedere. E la Germania avrà così conquistato l'Europa senza armi che fan rurmore, solo con la finanza.........

blackbird

Mar, 19/06/2012 - 17:04

"molti dei nostri istituti finanziari sono stati contaminati a causa delle non ortodosse pratiche delle strutture finanziare Usa" ma se uno, al grill, ti propone evidenti patacche per orologi di marca, sei tu fesso se lo comperi! I banchieri europei erano troppo allettati dal rendimento dei titoli "atipici" e non sono andati a vedere cosa c'era sotto: colpa loro se si son fatti infinocchiare! Gli Stati non avrebbero dovuto metterci 1 euro! Al massimo avrebbero potuto ricapitalizzare le banche in difficoltà per stabilizzare la situazione ed uscire appena possibile recuperando il capitale con gli interessi! Invece stanno socializzando le perdite e premiando gli incapaci! Ah, dimenticavo, avrebbero dovuto pretendere la cacciata degli amministratori che hanno portato gli istituti bancari al collasso!

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 19/06/2012 - 17:05

Vedo che sta ritornando di moda la famosa frase, QUANDO C'ERA LUI e me ne compiaccio. Saludos dal Leghista Monzese

massimo trovato

Mar, 19/06/2012 - 17:17

Cari giornalisti , non leggo abbastanza a riguardo del mmeting g20. insufficenti le informazioni , al contrario di altri eventi esasperatamente commentati , questo dovrebbe essere il piu gettonato, pochi contenuti poche righe.poco credibile e di certo iol commento di Barroso su l fatto delle LEZIONI. qui le prime differenze tra persone e paesi abituati a mercati clienterali e gli altri abituati alla giungla dove si puo travare di tutto. Piu che l affermazione mi colpisce il contenuto.Infatti il problema eventuale della contaminazione si deve porre nella eleggibilita dei nostri rappresentati bancari-finanziari che srovveduti su quello che comperavano si sono fatti raggirare da investimenti comperati sulla fiducia o altro ma di sicuro non basati sulla conoscenza o perlomeno studiati.Da qui parte il profondo capitolo politico , i cioe gli incarichi ai vertici economici tramite cariche politiche che il piu delle volte sono ignoranti in materia.Serve una profonda rivisione del sistema.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 19/06/2012 - 17:22

E' probabile che Obama non sia più presidente degli States perciò è comprensibile la sua litigiosità.

massimo trovato

Mar, 19/06/2012 - 17:32

2 Parte. una profonda revisione come dicevo che inserisca una figura nuova di controllo per investimenti di origine straniera che arrivino a finire sui nostri mercati. Si una revisore finanziaro che filtri le offerte prima di dare il visto alla negoziazione internazionale.solo cosi per il futuro si potra avere un risultato di trasparenza e certezza sugli investimenti venduti in ogni singolo paese . Questo e uno dei costi della g;lobalizzazione che anziche essere lasciata a briglie sciolte deve anche essa sottoporsi a dei controlli ancor piu severi dalle istituzioni internazionali. Questo un passo nuovo ma significativo alla quale la politica attuale non ci ha nemmeno pensato ma che rappresenta il vero passo importante per un mercato di libero scambio sicuro e globalizzato.Questo potrebbe essere un lavoro fatto dal FMI che potrebbe aprire dentro di se uno speciale ufficio dedicato al controllo.Spero in una vostra lettura e in un vostro cenno di accordo su questa idea , Grazie.

massimo trovato

Mar, 19/06/2012 - 17:17

Cari giornalisti , non leggo abbastanza a riguardo del mmeting g20. insufficenti le informazioni , al contrario di altri eventi esasperatamente commentati , questo dovrebbe essere il piu gettonato, pochi contenuti poche righe.poco credibile e di certo iol commento di Barroso su l fatto delle LEZIONI. qui le prime differenze tra persone e paesi abituati a mercati clienterali e gli altri abituati alla giungla dove si puo travare di tutto. Piu che l affermazione mi colpisce il contenuto.Infatti il problema eventuale della contaminazione si deve porre nella eleggibilita dei nostri rappresentati bancari-finanziari che srovveduti su quello che comperavano si sono fatti raggirare da investimenti comperati sulla fiducia o altro ma di sicuro non basati sulla conoscenza o perlomeno studiati.Da qui parte il profondo capitolo politico , i cioe gli incarichi ai vertici economici tramite cariche politiche che il piu delle volte sono ignoranti in materia.Serve una profonda rivisione del sistema.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 19/06/2012 - 17:22

E' probabile che Obama non sia più presidente degli States perciò è comprensibile la sua litigiosità.

Mario-64

Mar, 19/06/2012 - 17:55

Per una volta possiamo mettere da parte l'italico autolesionismo e dire che le nostre banche hanno retto la crisi molto meglio di quelle americane ,inglesi o spagnole? Che non si erano riempite di derivati e altre porcherie, che non mettevano carte di credito in mano a nullatenenti ecc. ecc. ? Se ogni tanto facciamo qualcosa di buono riconosciamolo !

massimo trovato

Mar, 19/06/2012 - 17:32

2 Parte. una profonda revisione come dicevo che inserisca una figura nuova di controllo per investimenti di origine straniera che arrivino a finire sui nostri mercati. Si una revisore finanziaro che filtri le offerte prima di dare il visto alla negoziazione internazionale.solo cosi per il futuro si potra avere un risultato di trasparenza e certezza sugli investimenti venduti in ogni singolo paese . Questo e uno dei costi della g;lobalizzazione che anziche essere lasciata a briglie sciolte deve anche essa sottoporsi a dei controlli ancor piu severi dalle istituzioni internazionali. Questo un passo nuovo ma significativo alla quale la politica attuale non ci ha nemmeno pensato ma che rappresenta il vero passo importante per un mercato di libero scambio sicuro e globalizzato.Questo potrebbe essere un lavoro fatto dal FMI che potrebbe aprire dentro di se uno speciale ufficio dedicato al controllo.Spero in una vostra lettura e in un vostro cenno di accordo su questa idea , Grazie.

Mario-64

Mar, 19/06/2012 - 17:55

Per una volta possiamo mettere da parte l'italico autolesionismo e dire che le nostre banche hanno retto la crisi molto meglio di quelle americane ,inglesi o spagnole? Che non si erano riempite di derivati e altre porcherie, che non mettevano carte di credito in mano a nullatenenti ecc. ecc. ? Se ogni tanto facciamo qualcosa di buono riconosciamolo !

Cinghiale

Mar, 19/06/2012 - 18:18

#54 Mario-64 - Però hanno rilasciato mutui per l'acquisto della casa a chiunque, bisogna vedere cosa succede se in tanti non riescono a pagare le rate. In passato con le obbligazioni della Parmalat hanno fregato un sacco di gente, forse da li hanno imparato qualcosa. Cordialità

Cinghiale

Mar, 19/06/2012 - 18:18

#54 Mario-64 - Però hanno rilasciato mutui per l'acquisto della casa a chiunque, bisogna vedere cosa succede se in tanti non riescono a pagare le rate. In passato con le obbligazioni della Parmalat hanno fregato un sacco di gente, forse da li hanno imparato qualcosa. Cordialità

bobsg

Mar, 19/06/2012 - 18:54

C'è un gruppo ristrettissimo di persone (meno di dieci) che ri riuniscono periodicamente sempre in posti diversi e decide le sorti del mondo; se iniziare o meno una crisi, come pilotarla, quanto farla durare, chi coinvolgere e così via. Quello è il vero G20, non quello di quei babbei che ci mostrano in televisione dicendo sempre e solo banalità tipo: "ci vuole la crescita".

bobsg

Mar, 19/06/2012 - 18:54

C'è un gruppo ristrettissimo di persone (meno di dieci) che ri riuniscono periodicamente sempre in posti diversi e decide le sorti del mondo; se iniziare o meno una crisi, come pilotarla, quanto farla durare, chi coinvolgere e così via. Quello è il vero G20, non quello di quei babbei che ci mostrano in televisione dicendo sempre e solo banalità tipo: "ci vuole la crescita".

Ritratto di Pdorrrr

Pdorrrr

Mar, 19/06/2012 - 18:56

Questi qua si incontrano due tre volte l' anno. Ma quali sono i provvedimanti presi fino ad oggi? Cosa hanno fatto di concreto? Qualcuno mi illumini...!!!!!

Ritratto di Pdorrrr

Pdorrrr

Mar, 19/06/2012 - 18:56

Questi qua si incontrano due tre volte l' anno. Ma quali sono i provvedimanti presi fino ad oggi? Cosa hanno fatto di concreto? Qualcuno mi illumini...!!!!!

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 19/06/2012 - 19:51

bisogna chiedere a monti se ha gia visto la merkel quando si toglie la maschera per apparire al naturale con i baffetti ed i vapelli irati oltre la riga suu un lato: c'è quasi da credere che sia un figlio naturale di adolfo mentre ancor oggi impreca sulla sua battaglia: a morte i greci, a morte gli italiani ed i portoghesi, a morte tutti

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 19/06/2012 - 19:51

bisogna chiedere a monti se ha gia visto la merkel quando si toglie la maschera per apparire al naturale con i baffetti ed i vapelli irati oltre la riga suu un lato: c'è quasi da credere che sia un figlio naturale di adolfo mentre ancor oggi impreca sulla sua battaglia: a morte i greci, a morte gli italiani ed i portoghesi, a morte tutti

Franco-a-Trier

Mar, 19/06/2012 - 19:50

Thefibber vero la Merkel e' inchiavicabile e le che chiavva tutti i paesi parassiti.Voi compresi.

Franco-a-Trier

Mar, 19/06/2012 - 19:50

Thefibber vero la Merkel e' inchiavicabile e le che chiavva tutti i paesi parassiti.Voi compresi.

Franco-a-Trier

Mar, 19/06/2012 - 20:00

Scrivi qui il tuo commento

Franco-a-Trier

Mar, 19/06/2012 - 20:00

Scrivi qui il tuo commento

Franco-a-Trier

Mar, 19/06/2012 - 20:36

Scrivi qui il tuo commento

Franco-a-Trier

Mar, 19/06/2012 - 20:36

Scrivi qui il tuo commento

killkoms

Mar, 19/06/2012 - 22:09

#59franco a trier,A)anche se stai a trier per i crucchi sei sempre un"untermensch"! B)com'era la versione aggiornata della barzelletta sulle crucche?per saziare i loro bisogni "a 20 anni vanno in vacanza a rimini,a 40 vanno in vacanza in sardegna,a 60 vanno in vacanza in senegal"!se nessuna rimane in germania un motivo ci sarà!

killkoms

Mar, 19/06/2012 - 22:09

#59franco a trier,A)anche se stai a trier per i crucchi sei sempre un"untermensch"! B)com'era la versione aggiornata della barzelletta sulle crucche?per saziare i loro bisogni "a 20 anni vanno in vacanza a rimini,a 40 vanno in vacanza in sardegna,a 60 vanno in vacanza in senegal"!se nessuna rimane in germania un motivo ci sarà!

maxkent

Mar, 19/06/2012 - 22:54

A me pare che questo G20 abbia fatto la fine (come si dice in gergo) delle botte a muro. La linea è di "puntare sulla crescita e sulla creazione di nuovi posti di lavoro"? Frase banale, che tutti si aspettano, e che non significa assolutamente nulla. Obama chiede che "tutti facciano ciò che è necessario per stabilizzare il sistema"? La solita frase vuota come "bisogna rimboccarsi le maniche" oppure "ognuno faccia la sua parte" o, ancora meglio, come la vecchia frase DC "stiamo attivando le procedure". Questa è la preferita da Monti; "Le decisioni tra dieci giorni". E, dopo sette mesi, la decisione di ridurre la spesa pubblica? E gli stipendi dei managers di stato e dei parlamentari? E la riduzione delle tasse al 30 per cento sulle persone fisiche ed al 20 per cento sulle aziende? I Paesi emergenti gongolano: per loro la riduzione delle tasse sarebbe un guaio: da noi si moltiplicherebbero a dismisura le aziende ed i prezzi dei prodotti scenderebbero moltissimo.

maxkent

Mar, 19/06/2012 - 22:54

A me pare che questo G20 abbia fatto la fine (come si dice in gergo) delle botte a muro. La linea è di "puntare sulla crescita e sulla creazione di nuovi posti di lavoro"? Frase banale, che tutti si aspettano, e che non significa assolutamente nulla. Obama chiede che "tutti facciano ciò che è necessario per stabilizzare il sistema"? La solita frase vuota come "bisogna rimboccarsi le maniche" oppure "ognuno faccia la sua parte" o, ancora meglio, come la vecchia frase DC "stiamo attivando le procedure". Questa è la preferita da Monti; "Le decisioni tra dieci giorni". E, dopo sette mesi, la decisione di ridurre la spesa pubblica? E gli stipendi dei managers di stato e dei parlamentari? E la riduzione delle tasse al 30 per cento sulle persone fisiche ed al 20 per cento sulle aziende? I Paesi emergenti gongolano: per loro la riduzione delle tasse sarebbe un guaio: da noi si moltiplicherebbero a dismisura le aziende ed i prezzi dei prodotti scenderebbero moltissimo.

adriano1

Mar, 19/06/2012 - 23:00

Questa scaramuccia del G20 ha un valore storico-politico di grande peso. Poco importa se abbia ragione la Merkel o i c.d. Piigs e ancora di meno la Germania, che pure ha le sue ragioni contro una politica dissenata di molti, sullo specifico ci guadagni scandalosamente sulla pelle degli altri, giocando di sponda. Quello che é il fatto nuovo é che gli USA e i BRICS hanno di fatto bloccato ogni inizativa europea, giusta o sbagliata che sia . Questo dovrebbe farci riflettere sulla precarietà del momento storico di cui la parte economica ne é solo il fattore enfatizzante. L'Europa, se non si struttura in qualche maniera ( non é obbligatoria una maggiore unione , ma una maggiore comprensione del divenire storico, sì) continuerà nei suoi progressivi suicidi iniziati nell'agosto del 1914 per contare sempre meno nel nuovo mondo che sta venendo alla luce.

adriano1

Mar, 19/06/2012 - 23:00

Questa scaramuccia del G20 ha un valore storico-politico di grande peso. Poco importa se abbia ragione la Merkel o i c.d. Piigs e ancora di meno la Germania, che pure ha le sue ragioni contro una politica dissenata di molti, sullo specifico ci guadagni scandalosamente sulla pelle degli altri, giocando di sponda. Quello che é il fatto nuovo é che gli USA e i BRICS hanno di fatto bloccato ogni inizativa europea, giusta o sbagliata che sia . Questo dovrebbe farci riflettere sulla precarietà del momento storico di cui la parte economica ne é solo il fattore enfatizzante. L'Europa, se non si struttura in qualche maniera ( non é obbligatoria una maggiore unione , ma una maggiore comprensione del divenire storico, sì) continuerà nei suoi progressivi suicidi iniziati nell'agosto del 1914 per contare sempre meno nel nuovo mondo che sta venendo alla luce.

Franco-a-Trier

Mar, 19/06/2012 - 23:21

killkoms bifolco io resto qua perche qua la gente viene rispettata,i tedeschi li trovi da tutte le parti perche qui circola la grana non come li che vi mi mangiate uno con l'altro,le barzellette presto ve le conteranno loro appena ci sara'qui nuovamente il marco tedesco.

Franco-a-Trier

Mar, 19/06/2012 - 23:19

gpl ma tu sei un benzinaio? scrivi di quelle cassiate....vai a letto presto.

Franco-a-Trier

Mar, 19/06/2012 - 23:21

killkoms bifolco io resto qua perche qua la gente viene rispettata,i tedeschi li trovi da tutte le parti perche qui circola la grana non come li che vi mi mangiate uno con l'altro,le barzellette presto ve le conteranno loro appena ci sara'qui nuovamente il marco tedesco.

parico01

Mar, 19/06/2012 - 23:33

Perché si da la colpa alle germania di avere sfruttato l´Eurio per crescere? Non mi risulta che l´Italia abbia deciso per modi caritratevoli di non farlo. Solo che per i malgoverni ed i mali che conosciamo benissimo, non ci é riuscita, cosí come non é ruíuscita a svilupparsi negli ultimi 50 anni. Fortse scop..are le tedesche a Rimini é piacevole e facile, ma non fa diventare né ricchi, ne aumenta la produttivitá del paese. Smettiamola di dare le colpe del nostro destino agli altri, e di agitare lo spauracchio della guerra per giustificare i vostri buchi del bilancio.

Franco-a-Trier

Mar, 19/06/2012 - 23:19

gpl ma tu sei un benzinaio? scrivi di quelle cassiate....vai a letto presto.

parico01

Mar, 19/06/2012 - 23:33

Perché si da la colpa alle germania di avere sfruttato l´Eurio per crescere? Non mi risulta che l´Italia abbia deciso per modi caritratevoli di non farlo. Solo che per i malgoverni ed i mali che conosciamo benissimo, non ci é riuscita, cosí come non é ruíuscita a svilupparsi negli ultimi 50 anni. Fortse scop..are le tedesche a Rimini é piacevole e facile, ma non fa diventare né ricchi, ne aumenta la produttivitá del paese. Smettiamola di dare le colpe del nostro destino agli altri, e di agitare lo spauracchio della guerra per giustificare i vostri buchi del bilancio.

gpl_srl@yahoo.it

Mer, 20/06/2012 - 07:25

la merkel assomiglia sempre di più a Hitler: le mancano i baffetti, ma per il resto credo che il DNA potrebbe cionfermarne da diretta eriditarietà: Monti?? stessa cosa con la differenza che non è tedesco ma puo essedre identificato in un collaborazionista;" l collaborazionismo è un fenomeno sociale e politico connesso alle vicende di governo di un paese occupato militarmente da una potenza straniera, che vi organizza una classe dirigente totalmente asservita ai propri interessi" il punto è che per il momento nonmi pare che la Merkel ci abbia occupato militarmente, ma Monti, lo ha imposto lei a Napolitano pertanto, questa donna , coli suoi sette milirdi di debiti , pensa di poter condizionare iol mondo: se ne vada e se ne resti in germania con tutti i suoi monti

gpl_srl@yahoo.it

Mer, 20/06/2012 - 07:25

la merkel assomiglia sempre di più a Hitler: le mancano i baffetti, ma per il resto credo che il DNA potrebbe cionfermarne da diretta eriditarietà: Monti?? stessa cosa con la differenza che non è tedesco ma puo essedre identificato in un collaborazionista;" l collaborazionismo è un fenomeno sociale e politico connesso alle vicende di governo di un paese occupato militarmente da una potenza straniera, che vi organizza una classe dirigente totalmente asservita ai propri interessi" il punto è che per il momento nonmi pare che la Merkel ci abbia occupato militarmente, ma Monti, lo ha imposto lei a Napolitano pertanto, questa donna , coli suoi sette milirdi di debiti , pensa di poter condizionare iol mondo: se ne vada e se ne resti in germania con tutti i suoi monti

vacabundo

Mer, 20/06/2012 - 08:23

Secondo me la Merkel ha ragione e fà benissimo a puntare sull'austerità che secondo molti premier europei fanno intendere che la austerità della Merkel è solamente mettere più tasse, diminuire il debito con tasse e non puntare sullo sviluppo.Io personalmente mi piacerebbe ci fossero ogni stato delle Merkel e qualche Hollande.La Merkel, parla di austerità come spendere il giusto, economizzare e SOPRATUTTO NON RUBARE.qUESTA NOSTRA CLASSE POLITICA ORMAI è DEDITA A RUBARE chi ruba meno è un cretino. e poi ci sediamo al tavolo con stati come quello della Merkel?Insomma, chi lavora onestamente, chi possiede può aiutare chi non possiede pero non sempre.Questa è l'austerità della Merkel:Dare lavoro,dare tranquillità sociale,economizzare,spendere giusto, NON RUBARE.bEN VENGA QUESTA AUSTERITà, NOI COMUNI OPERAI E PENSIONATI AL LIMITE DELLA SOPRAVVIVENZA, QUESTO VOGLIAMO.I paesi latini,non sono abituati a questo anzi sono abituati al contrario.E' ora che diventiamo seri e onesti.

vacabundo

Mer, 20/06/2012 - 08:23

Secondo me la Merkel ha ragione e fà benissimo a puntare sull'austerità che secondo molti premier europei fanno intendere che la austerità della Merkel è solamente mettere più tasse, diminuire il debito con tasse e non puntare sullo sviluppo.Io personalmente mi piacerebbe ci fossero ogni stato delle Merkel e qualche Hollande.La Merkel, parla di austerità come spendere il giusto, economizzare e SOPRATUTTO NON RUBARE.qUESTA NOSTRA CLASSE POLITICA ORMAI è DEDITA A RUBARE chi ruba meno è un cretino. e poi ci sediamo al tavolo con stati come quello della Merkel?Insomma, chi lavora onestamente, chi possiede può aiutare chi non possiede pero non sempre.Questa è l'austerità della Merkel:Dare lavoro,dare tranquillità sociale,economizzare,spendere giusto, NON RUBARE.bEN VENGA QUESTA AUSTERITà, NOI COMUNI OPERAI E PENSIONATI AL LIMITE DELLA SOPRAVVIVENZA, QUESTO VOGLIAMO.I paesi latini,non sono abituati a questo anzi sono abituati al contrario.E' ora che diventiamo seri e onesti.

killkoms

Mer, 20/06/2012 - 13:14

#65franco atrier,noi non abbiamo ammazzato 6 milioni di persone,dopo averli privati di tutta l'umana dignità possibile ed immaginabile!è quella la differenza tra voi e noi!

killkoms

Mer, 20/06/2012 - 13:32

#69vacabundo,ma ti rendi conto che in Italia le prime vittime dell'austerità teutonica sono gli operai ed i pensionati?ma lo sai che molti dei pensionati al minimo sono il frutto della dissennata politica della 1^?repubblica,della pensione senza contributi pensioonistici?e molti di questi si lamentano pure?anche te vuoi fare il"crucco"solo dove fà comodo!i tedeschi hanno le lro colpe,solo che le hanno nascvoste meglio,e complottano pure con gli USA e i brics contro l'europa!chissà perchè al g20 obama ha parlato con la merkel e non con gli altri leadere europei!

killkoms

Mer, 20/06/2012 - 14:52

#67pricoo1,la germania,con la fobia dei costi della riunificazione con l'ex ddr,ha capito che poteva sfruttare a suo vantaggio la supervalutazione del marco prima e l'euro poi!ma per fare ciò la germania ha"brigato"in modo che tale stato di cose giovasse solo a lei!come ha fatto?con la scusa che per la riunificazione con l'ex ddr doveva costruire molte infrastrutture nella stessa,la germania ha ottenuto in sede di definizione dei vincoli economici pro ue di escludere dal suo bilancioquello della"kfw",omologa della nostra"cdp", che doveva finanziare tali opere!la"kfw"è in rosso,e se tale passivo fosse conteggiato nel bilancio di stato,l'austera germania sarebbe vicinissima al 100%del rapporto deficit/pil! ancora.la crisi economica del 1992,quella del supermarco,fù causata dalla stessa germania,la quale per mantenere buoni gli"ossi",cambio i loro"ostmark"1 a 1 col bundensmark,quando il vero rapporto era di 4 a 1!poi,per prevenire l'inflazione,alzò i tassi d'interesse..!il resto è storia!