Ghosn «sfugge» ai media italiani


Lo choc provocato in casa Renault dalle dimissioni di Carlos Tavares da direttore generale del marchio automobilistico francese continua ad avere effetti collaterali. Questa volta, a farne le spese è l'alleata Nissan che a Irvine, in California, sta celebrando un evento che organizza ogni quattro anni (Nissan 360 gradi) e durante il quale centinaia di giornalisti specializzati da tutto il mondo hanno la possibilità di provare a fondo l'intera gamma della casa di Hiroshima e, quest'anno, in anteprima, la Leaf che guida da sola. Il presidente Carlos Ghosn era atteso per un incontro con un gruppo di giornalisti italiani, ma dopo una serie di rinvii ha scelto di non esserci, un comportamento insolito per il duro zar dell'Alleanza franco giapponese che non si è mai spaventato di fronte alle domande più spinose.