Giarda rimanda la scelta del cdg ai supplementri

Il presidente Piero Giarda ha rivisto Giuseppe Castagna, l'ex dg di Intesa Sanpaolo, candidato favorito per la poltrona di ad di Bpm. Ma i nodi non sono ancora tutti sciolti, tanto che Giarda sta pensando di convocare una seconda riunione del Cds (la prima è martedì) per venerdì: una comunicazione è attesa domani. L'ex ministro riterrebbe necessario avere qualche giorno in più per chiudere la lista dei 5 candidati al cdg da presentare al consiglio di sorveglianza. Il fondo Investindustrial di Andrea Bonomi (8% di Bpm), cui spetta il diritto di veto, è in attesa della rosa per decidere. Il docente della Cattolica, Mario Anolli, sarà invece presidente del cdg, di cui dovrebbero far parte Davide Croff (ex numero uno della Bnl e, dopo l'uscita di Piero Montani, consigliere delegato ad interim) e Giorgio Girelli, ex numero uno di Banca Generali e attualmente vicepresidente di Mv Agusta. Stallo, invece, sulle quote rosa, dove perderebbe quota il nome di Maria Luisa Di Battista.