Un giovane colosso da 2.500 miliardi

Il gruppo nasce nel 2000 in pieno boom delle Borse internazionali. A fondersi sono inizialmente le piazze di Parigi, Amsterdam e Bruxelles che formano così il primo operatore borsistico internazionale mai esistito. La messa in comune delle tre diverse strutture permette una riduzione dei costi di gestione che si riflette anche in un taglio delle tariffe per gli utilizzatori della nuova piattaforma. Nel 2002 Euronext aggiunge al suo portafoglio il London International Financial Futures and Options Exchange (Liffe), dove vengono scambiati prodotti derivati, e nello stesso anno si aggiudica anche la Bolsa de Valores di Lisbona e Porto. Le imprese quotate sono ad oggi 1.225 per una capitalizzazione calcolata ad aprile scorso in 2.584 miliardi di euro. Ogni giorno le transazioni registrate sulle quattro Borse sono pari a circa 900mila. L’attuale numero uno è francese: Jean-François Theodore.