Giovannini: "Col piano lavoro -2 punti di disoccupazione giovanile"

Con le nuove misure, spiega il ministro Giovannini, un forte impatto sui disoccupati tra i 18 e i 29 anni. Confindustria: 700mila posti in meno dal 2007

L'obiettivo dichiarato è la creazione di 200mila posti di lavoro, da destinare ai giovani. Per questo il Consiglio dei Ministri ha varato ieri un pacchetto che vale 1,5 miliardi di euro, per la creazione di possibilità d'impiego da destinare a chi è "giovane, senza un lavoro regolare" o "non possiede un titolo di studio di scuola superiore". Il ministro del Lavoro, Enrico Giovannini, ha spiegato ieri sera, durante l'Otto e mezzo di Lilli Gruber, che per accedere agli aiuti basterà soltanto una di queste caratteristiche.

Oggi il ministro è tornato sul tema della disoccupazione giovanile, sottolineando a Radio Anch'io che le misure approvate potrebbero portare fino a una riduzione del 2% nella fascia d'età che va dai 18 ai 29 anni, per i Neet, ovvero coloro che non stanno seguendo un corso di studi ma non lavorano e neppure cercano un impiego.

Il ministro ha sottolineato anche i segnali positivi che arrivano dal Prodotto interno lordo, fronte dove non è escluso "un possibile recupero nella seconda parte dell'anno". Alla ripresa - nonostante la recessione abbia colpito duramente nell'ultimo trimestre - contribuiranno "il pagamento dei debiti della PA", il decreto del Fare e quello "approvato ieri". Per il governo rimane comunque prioritario il tema del lavoro: "Dal suo insediamento ha fatto interventi in termini monetari al di là del dl Fare per 2,5 miliardi sul lavoro".

Meno ottimistiche le stime del Centro studi Confindustria, secondo cui la disoccupazione non smetterà di crescere fino al secondo semestre del 2014. Il prossimo anno il dato toccherà il 12,6%. Dall'ultimo trimestre del 2007 al primo del 2013, spiega lo studio, 700mila persone hanno perso il lavoro, quasi la metà nell'ultimo anno. Nonostante i numeri poco confortanti, gli industriali restano però convinti che "i provvedimenti allo studio del governo e gli impegni presi in sede europea vanno nella giusta direzione".

Commenti

Gianca59

Gio, 27/06/2013 - 11:00

E a me chi ci pensa ? Sono 53enne in CIG con prospettiova mobilità, in cerca di lavoro. Tengo famiglia. Come me altri 3-400 colleghi della stessa azienda.

Cinghiale

Gio, 27/06/2013 - 11:26

@Gianca59 Gio, 27/06/2013 - 11:00 - E' quello a cui ho pensato leggendo l'articolo. "Ma le persone dai 30anni in su?"

ALBINIEMP

Gio, 27/06/2013 - 11:27

purtroppo nessuno.ricordo dhe a meta del 2014 finiscono i contratti di solidarietà.Tutti costoro e sono tanti,non sono conteggiati nel numero dei disoccupati e hanno da 50 anni in su.Che cosa dicono di ciò Giovannini , letta e gli altri della gang.Ditemi qualche cosa

Benado

Gio, 27/06/2013 - 11:51

Giovannini,dall'alto con il suo stipendio da nababbo,promette: lavoro da 18 a 29 anni Senza diploma (quasi analfabeti) .Quelli che si sono sacrificati con lo studio e hanno da 29 anni ad oltre 50,laureati, se la prendono in culo. COME CI SI PUO 'PRESENTARE IN TV E DIRE QUESTE CAZZATE. NON SAREBBE OPPORTUNO PRENDERLI TUTTI A BASTONATE?

Ritratto di ilmax

ilmax

Gio, 27/06/2013 - 11:55

vedremo genitori mantenuti dai propri figli e chi non ne ha, peggio per lui! davvero deprimente!!

pat pat

Gio, 27/06/2013 - 12:31

BASTAAAA!!!! Mandiamoli a casa.... VOGLIO LA MELONI!!!!!

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Gio, 27/06/2013 - 13:18

Ma chi è quel pazzo che assume una persona senza avere commesse che ne giustificano l'assunzione? Ma questi non hanno capito NIENTEEEEEE.

Germano Fauci

Gio, 27/06/2013 - 13:23

barzellette buon trolley day ai nostri amici parlamentari

Germano Fauci

Gio, 27/06/2013 - 13:30

Non arrabbiamoci in Italia è sempre stato tutto il contrario di tutto oggi ne abbiamo la dimostrazione

gibuizza

Gio, 27/06/2013 - 13:33

Va bene -2 punti di disoccupazione giovanile ma la disoccupazione come varia? Se aumenta è una bestialità!, se rimane uguale cosa cambia?, se diminuisce allora bene, ma perché cala la disoccupazione complessiva! Smettiamo di dare dati, vedi la disoccupazione giovanile, completamente inutili, il vero problemi è la mancanza di lavoro, che siano giovani o vecchi non cambia nulla!

gibuizza

Gio, 27/06/2013 - 13:45

Perché non dite che le agevolazioni sono (prevalentemente!!!) per il Sud?

CONDOR

Gio, 27/06/2013 - 13:45

CI STANNO PRENDENDO SONORAMENTE PER IL CULOOOOO!!!

Ritratto di PaoloDeG

PaoloDeG

Gio, 27/06/2013 - 13:49

Possiamo essere contenti, le ferite sono un tantino meno gravi! Paese mio che stai disteso come un vecchio addormentato! La noia l'abbandono il niente sono la tua malattia! A cosa serve tutta questa gente al Parlamento? Non hanno capito niente e il Capo dello Stato si lava le mani come Pilato invece di intervenire e fare rispettare la Dignità umana che é la legge fondamentale della Repubblica italiana! Lavoro Per Tutti é la sola soluzione per salvare la Patria dalla povertà e dalla barbaria! L’Italia deve essere risanata e ricostruita quasi interamente per salvaguardare la salute del popolo e attirare più turismo! Inoltre bisogna importare di meno e fabbricare e produrre di più e di migliore qualità in Italia per diminuire i deficit e il debito pubblico! Bisogna quindi ricuperare le centinaia di miliardi guadagnati in Italia e portati all’estero illegalmente! Bisogna ricuperare anche le centinaia di miliardi illegali del crimine nazionale e internazionale organizzato, del terrorismo anche islamico e sue reti di crimine organizzato, delle mafie e della corruzione che cagiona il radicamento del male! O Patria mia che di catene hai carche ambe le braccia, senza l’Elmo di Scipio hai china la testa! Se io fossi il Capo dello Stato, Pro Patria Semper!

handy13

Gio, 27/06/2013 - 14:25

..io NON capisco,...chi dovrebbe assumere sono quei cattivoni di IMPRENDITORI,..ma se la loro ditta NON vende, perchè dovrebbero assumere un giovane,.? a fare che cosa..?...prima bisogna che il padroncino venda il prodotto che fa,...poi casomai assumerà...quindi occorre incrementare gli ACQUISTI...

zagor

Gio, 27/06/2013 - 15:49

E se al posto di obbligare un imprenditore ad assumere un giovane a tempo determinato pagando lo stato la metà dello stipendio si mettesse nella busta paga la metà di questa metà al giovane che da determinato passa ad indeterminato così si darebbe più soldi a chi già lavora e questi con questi soldi sarebbe in grado di consumare di più e così facendo indurrebbe l'imprenditore per poter rispondere alla domanda a dover assumere???

Ettore41

Gio, 27/06/2013 - 15:52

Fino a quando questi politucoli allo sbaraglio non capiranno che non e' il Governo che crea posti di lavoro ma l'industria, non andremo da nessuna parte. Purtroppo anora non ho visto una seria riduzione della spesa pubblica. Aumentano, aumentano, raschiano il barile ma di ridurre le spese non ne vogliono sentir parlare. In tutt'Europa i Governi stanno riducendo le spese tranne che in Italia.

peter46

Gio, 27/06/2013 - 16:04

Ma ci sono.."e" ci fanno.Gli imprenditori chiedono meno pastoie burocratiche e 'loro' devono per forza regalare soldi.Che lo facciano apposta,dato che non vogliono trovarli, per pararsi il culo accusando poi gli imprenditori di non averli voluti?

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Gio, 27/06/2013 - 16:44

2% ha ha credete ancora alle favolette !!! intanto con la tassa sulla sigaretta elettronica faranno chiudere migliaia di negozi e tanti dipendenti a spasso. Se i consumi son fermi a causa delle tasse eccessive chi assume ? con contributi previdenziali assurdi e costosissimi obbligatori e con un minimale di legge ? Solo lo Stato può assumere tanto li paga con i Bot e Cct del popolo Bue e Bimbominkia al 4% annuo hi hi poveretti italiani

Ritratto di gino5730

gino5730

Gio, 27/06/2013 - 17:02

Perchè le aziende dovrebbero assumere i giovani nonostante le facilitazioni dello Stato,se i loro prodotti rimangono nei magazzini invenduti ? Non sono le leggi che creano posti di lavoro,ma la possibilità di acquistare da parte della gente,gente che fra tasse,balzelli vari e aumenti di bollette riduce perfino le spese alimentari.

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 27/06/2013 - 17:03

Ma andate a cagar.. E quelli che hanno 50 anni con moglie e figli senza lavoro che caxxo devono fare?

Baloo

Gio, 27/06/2013 - 17:44

Direzione giusta, ma senza convinzione. Letta ha bisogno di una cura ricostituente.

swiller

Gio, 27/06/2013 - 17:44

Questi sono fusi, le aziende non hanno lavoro fanno una gran fatica a incassare il dovuto, e questi pensano che solo per il motivo che non devono pagare i contributi gli imprenditori che però dovranno pagare lo stipendio assumeranno 200.000 giovani sono matti. Riducete il costo del lavoro, lasciate più soldi in tasca ali operai sono i consumi che creano ricchezza e posti di lavoro, non le vostre masturbazioni mentali.

Baloo

Gio, 27/06/2013 - 17:47

Altro paracetamolo per curare una malattia grave. Un po' come fecero Monti e Draghi circa un anno fa. Comunque l'accento di Letta sull'importanza delle persone, è molto cattolico e va condiviso. Letta va sostenuto anche contro i caproni del suo partito.

phantom

Gio, 27/06/2013 - 18:31

Premetto che sono un giovane sotto i 30 anni. Leggo in qualche commento storie del tipo "ho 50 anni moglie e figli a carico". Volevo solo dire a queste persone che hanno veramente tanta ragione. Non ha senso diminuire la disoccupazione giovanile del 2% se poi la disoccupazione totale continua a salire e salire. Questi qui devono fare qualcosa di veramente serio per rilanciare l'industria e l'economia italiana. Non possiamo permetterci di avere persone magari anche molto capaci che stanno a casa, inoperative. E' un cane che si morde la coda: non lavoro=non ho soldi=non posso spendere=non compro=meno richista di questo o quel prodotto=tagli di tutti i tipi in questa o quella azienda=altre persone che stanno nella mia situazione e che ripercorrono il ciclo. Non ci vuole un genio o un laureato in economia a capirlo.

nino47

Gio, 27/06/2013 - 18:33

Già! si ridurrà la disoccupazione degli under 30 del 2%, per intenderci, quella dei discotecari e delle happy hour! In compenso aumenterà del doppio quella degli over trenta, per intenderci quella dei padri di famiglia!!! Mascalzoni inetti! togliete le tasse sul lavoro e saranno occupati tutti, e smettetela di prenderci per i fondelli. Maledetti incapaci!

Pluto 2012

Gio, 27/06/2013 - 18:44

Le imprese non assumono perchè non vendono. Pertanto, ritengo che la detassazione del lavoro dei nuovi assunti avrà scarsi risultati sull'occupazione. Ci vuole molto a capirlo?

petra

Gio, 27/06/2013 - 19:01

Benado. Non è così. Questo articolo trae in inganno. L'articolo di ieri spiegava bene i tre requisiti contenuti nella legge. Devono essere sprovvisti di diploma (vengono considerati quindi svantaggiati), oppure vivere soli o con parenti a carico, oppure essere senza lavoro remunerato legalmente da almeno 6 mesi. Quindi se uno è per dire laureato e vive solo ha diritto non al posto di lavoro ma rientra per il datpore di lavoro tra quelli con agevolazioni fiscali. Bastano uno di questi tre requisiti. A volte è meglio leggerle le leggi, perchè i giornalisti danno notizie una tantum.

petra

Gio, 27/06/2013 - 19:01

Benado. Non è così. Questo articolo trae in inganno. L'articolo di ieri spiegava bene i tre requisiti contenuti nella legge. Devono essere sprovvisti di diploma (vengono considerati quindi svantaggiati), oppure vivere soli o con parenti a carico, oppure essere senza lavoro remunerato legalmente da almeno 6 mesi. Quindi se uno è per dire laureato e vive solo ha diritto non al posto di lavoro ma rientra per il datpore di lavoro tra quelli con agevolazioni fiscali. Bastano uno di questi tre requisiti. A volte è meglio leggerle le leggi, perchè i giornalisti danno notizie una tantum.

petra

Gio, 27/06/2013 - 19:03

Tra l'altro trattasi di una norma europea. I fondi messi a disposizione pure europei. Non è farina del nostro sacco.