Goldman Sachs e Wall Street adesso sono contro Trump

Donald Trump ha oltrepassato un limite e questo sembra non essere andato giù a Goldman Sachs e più in generale a Wall Street

Sono arrivati due “avvisi” da parte del mondo finanziario americano diretti al neo Presidente degli Stati Uniti. Bloomberg, il portale d’informazione prediletto di investitori e speculatori, è uscito oggi con due pezzi volutamente allarmistici sul futuro andamento dell’economia americana e mondiale. Uno di questi è titolato “Gli economisti di Goldman Sachs iniziano ad essere preoccupati per il Presidente Trump”. Un incipit che suona quasi come una minaccia. Nel pezzo si legge come l’iniziale ottimismo di mercati e investitori per le promesse del tycoon sui tagli alle tasse e ad una sostanziale defiscalizzazione del Paese sia stato progressivamente sostituito da un pessimismo quasi ineluttabile. Le priorità del Presidente nelle prime settimane di amministrazione sono infatti state altre. La chiarificazione dei rapporti commerciali con l’estero, che vede il principio dell’ “America agli americani” come cardine e il passo indietro nei confronti dell’immigrazione. Ovvero la fine dell’immagine degli States come patria delle nuove opportunità e la chiusura degli stessi per rivalutare il proprio ruolo nel mondo.

Priorità che non sono piaciute a chi, per propria natura, ha sempre guadagnato dal processo di apertura dei mercati e globalizzazione. Come appunto Goldman Sachs. In una nota pubblicata la scorsa settimana gli economisti della banca d’affari americana hanno così scritto: “A seguito delle elezioni, i sentimenti positivi tra gli investitori e i consumatori suggerivano che ci fosse maggiore probabilità di vedere il taglio delle tasse e una più facile regolamentazione piuttosto che le restrizioni al commercio e all’immigrazione”. Nel particolare gli economisti di Goldman Sachs hanno sottolineato come tre fattori abbiano portato il mondo finanziario ad essere “molto più cauto”. La lotta all’Obamacare, la polarizzazione tra i repubblicani e i democratici a seguito del “muslim ban” e la “rottura” dei mercati. Queste tre “piaghe” finanziarie sembrano quasi costituire un climax ascendente, come furono quelle bibliche d’Egitto d’altronde. Il tragico scenario prospettato da Goldman Sachs è ben nitido e delineato: ci sarà crisi politica dovuta al “muslim ban” e alla lotta all’Obamacare, la polarizzazione partitica creerà un impasse al Congresso. L’instabilità politica causerà infine un crollo dei mercati. Al pari di Cassandra Goldman Sachs è diventata profetessa di sventure.

In un altro pezzo, sempre uscito su Bloomberg, si legge come “cinque grafici dimostrano che non tutto sta andando bene sui mercati”. In questo caso Bloomberg tira fuori improbabili indici, mai visti in precedenza, per dimostrare come l’andamento dei mercati, sulla carta più che positivo, contenga in realtà i germi della crisi. Il primo grafico riguarda infatti l’andamento delle “storie dei media”. In pratica Bloomberg ha ricavato, non si sa in base a quale formula matematica, un indice che mostra l’andamento dell’incertezza all’interno delle notizie passate dai media. Gli altri “indici” riguardano nell’ordine l’ansietà degli investitori americani, la domanda di protezionismo, il mercato dell’oro in relazione all’ansietà degli investitori e dulcis in fundo il rialzo dei tassi d’interesse indicherebbe una vicina instabilità finanziaria. Dovrebbe essere comprensibile ai più come questi cinque indicatori, già per loro natura discutibili, siano tenuti assieme più per fantasia che per reali eventi. Una completa analisi di futuri scenari economici dovrebbe comprendere anche ciò che fa parte del dominio dell’economia reale. Previsioni del tasso di occupazione e disoccupazione, livello di produzione industriale e indice dei risparmi e consumi. Bloomberg non prende in considerazione nessuna di queste variabili, svuotando così di senso l’analisi proposta.

Con buona probabilità si tratta invece di un attacco, l’ennesimo, fatto dal gotha del mondo finanziario, che ancora non si era sbilanciato sul nuovo Presidente. Trump ha davvero fatto un passo indietro rispetto al processo di globalizzazione e questo potrebbe avergli creato intorno nuovi nemici.

Commenti

Keplero17

Lun, 06/02/2017 - 16:51

Che scoperta la finanza è globalizzatrice sia nelle merci che nella forza lavoro, tipo migranti da Messico o da Africa non vuole barriere di nessun tipo. Ad esempio Soros ha in programma il finanziamento di migranti in Europa. Sono sempre le solite persone che si muovono al di sopra degli stati i Rockefeller i Rothschildt e i loro eredi in Ucraina Poroscenko, in Francia Sarkozy.

al59ma63

Lun, 06/02/2017 - 16:53

Trump deve andare avanti contro questi parassiti.

i-taglianibravagente

Lun, 06/02/2017 - 17:05

...a questo punto direi che valga la pena andare a vedere a quanto danno i bookmakers che Trump possa arrivare (VIVO) alla fine del suo mandato (4 anni).....penso ci sia da guadagnare dei bei soldi.

greg

Lun, 06/02/2017 - 17:05

Ma è ovvio, Gente che è abituata a marciare e guadagnare su ogni crisi internazionale, e sono le banche d'affari e i finanzieri d'assalto alla Soros, non ci si raccapezzano più, erano abituati a svegliarsi una mattina e mettere in crisi, con lo spread, i paesi della UE, per esempio, che non si uniformavano ai diktat della Merkel, o della UE a rimorchio tedesco, e su quelle cifre raccogliere guadagni a miliardi di dollari (basta acquistare miliardi di dollari, o euro, fatti abbassare artificiosamente e rivenderli dopo due giorni a rialzo avvenuto, sempre artificiosamente, che nelle tasche dei criminali finanziari (Goldlam Sachs, SOROS e speculatori di Wall Street ecc) entrano dalla finestra vagonate di soldi, che poi servono alla prossima manovra di destabilizzazione e di altro guadagno. Ma cosa credete che discutano i bilderberghini durante le loro riunioni annuali? Trump, se ci riesci, distruggi questa mafia finanziaria

glasnost

Lun, 06/02/2017 - 17:06

In nessuna parte del mondo gli interessi del popolo e quelli delle classi ricche coincidono. Le classi ricche hanno i mezzi per difendersi e continuare a spennare chi lavora, il popolo no. Ha solo Trump che lo difende. Vai avanti mitico Trump ed abbatti il moloch finanziario che ci sta impoverendo sempre di più.

giovanni951

Lun, 06/02/2017 - 17:09

soros & co si stanno dando da fare come non mai....se hanno cosí paura di Trump é perché evidentemente hanno tutto da perdere. Quindi Trump é sulla strada giusta.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 06/02/2017 - 17:13

...."Una completa analisi di futuri scenari economici dovrebbe comprendere anche ciò che fa parte del dominio dell’economia reale. Previsioni del tasso di occupazione e disoccupazione, livello di produzione industriale e indice dei risparmi e consumi. Bloomberg non prende in considerazione nessuna di queste variabili, svuotando così di senso l’analisi proposta"....Certo,a loro interessa il "virtuale" il "fasullo",i "derivati tossici",che vanno che vengono,su basi planetarie,con un "click",non interessa l'economia "reale",quella che si tocca,che fa lavorare la gente del proprio Paese!!!Loro sono "globalizzati" "meticciati"!!!...Forza Trump,forza Americani che lo avete votato,....TENETE DURO!!!!

Dordolio

Lun, 06/02/2017 - 17:23

Non la vedo bene per Trump, nel senso di sopravvivenza politica e non solo... E' andato al potere con un grande progetto e ha alle spalle l'America vera, quella del lavoro e non della turbo finanza e del denaro che produce denaro. E gliela vogliono far pagare quelli che gongolavano sul calo delle tasse promesso, ma si aspettavano probabilmente anche gli schiavi immigrati. E' tutta gente che pretende di remunerare sempre più il capitale e sempre meno il lavoro. Non so se Trump abbia forza sufficiente per opporvisi. O anche per sopravvivere FISICAMENTE..... E lì siamo negli USA, dove una rivoluzione vera non si può fare. Nemmeno se parte dal presidente.

agosvac

Lun, 06/02/2017 - 17:42

E pensare che se avesse vinto la clinton oggi la finanza americana sarebbe felice e contenta. Ci sarebbero un bel po' di guerricciole, più o meno gravi, ed anche gli industriali delle armi sarebbero felici. La Nato sarebbe in gran forma e pronta ad aggredire la Russia!!! In America tutti sarebbero allegri e contenti, tranne il popolo americano che avrebbe dovuto mandare i suoi figli a combattere per rendere felici alta finanza ed industriali della guerra vedendoseli tornare indietro imbottiti delle droghe necessarie per farli combattere ed impossibilitati a ridiventare uomini normali!!! Fossi Trump metterei una piccola regola: i primi ad andare a combattere come americani duri e puri dovrebbero essere i figli dei finanzieri, dei banchieri e degli industriali della guerra!!! Magari, chissà, qualcosa cambierebbe!!!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Lun, 06/02/2017 - 17:43

O Trump cede alle pressioni (e fa la guerra all'Iran) o lo ammazzano come Kennedy.

Marcello.508

Lun, 06/02/2017 - 18:01

E' vero, certi atteggiamenti, provvedimenti di Trump sono fastidiosi, però mi fan sorridere questi americani che si indignano con lui, dimenticandosi del Cile, del Nicaragua, di Guantanamo e di Abu Graib. Della democrazia a base di missili et similia della combriccola Clinton & Obama, ritenuti progressisti/liberali, rispetto allo "xenofobo, omofobo e populista" di Trump! Insomma par di capire che le bombe di quei bellimbusti erano tollerate, come stragi di bambini in nome del progresso e della cosi detta democrazia, ma se fatte da Trump no, non va bene. Ipocriti alla massima potenza, cialtroni al servizio delle lobby bancarie e delle armi. Fanno proprio schifo visto che si lasciano manovrare da multinazionali e da gentaglia come Soros che, beninteso, raccoglie consensi anche in casa nostra.

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Lun, 06/02/2017 - 18:25

La mafia si incomincia a muovere?

MOSTARDELLIS

Lun, 06/02/2017 - 18:34

Questi sono dei delinquenti che hanno sempre speculato su tutto. E poi mi sembra i nostri campioni, da Prodi a Monti ed altri, hanno fatto parte di questa bella scuderia.

carpa1

Lun, 06/02/2017 - 18:40

Gli americani che l'hanno votato ed i "populisti europei" si alleino per spazzar via una volta per tutte questi lupi bast.ardi travestiti da agnelli. Sono loro che hanno creato le condizioni per tutte le recenti crisi perchè, da queste, si autoalimentano traendone enormi profitti a danno di chi lavora onestamente. Credete davvero che le manifestazioni anti Trump siano frutto di convincimento da parte dei cittadini che vi partecipano e non dei big porks che li pilotano , come i Soros ed i vip di turno arricchitisi smodatamente sostenendo una globalizzazione ed un miscuglio incontrollato di etnie che altro non fanno che portare acqua al proprio mulino? Non per nulla i maggiori artefici dei disastri più recenti (Libia, Siria, Iraq, Afganisthan, invasione dell'europa, ecc.) si danno un gran daffare per contrastare il presidente democraticamente eletto.

Ritratto di Azo

Azo

Lun, 06/02/2017 - 18:41

Le banche hanno il potere totale e se non togliamo questo potere, faremo tutti la fine del "pagliaccio Renzi", colui che si è fatto infinocchiare dalla Boschi!!!

JosefSezzinger

Lun, 06/02/2017 - 18:57

L'amministrazione Trump per raggiungere l'obiettivo di politica economica di piena occupazione, dovrà necessariamente far leva sul reiquilibrio della Bilancia Commerciale con l'estero; questo richiede, tra le altre cose, anche un dollaro svalutato rispetto a Euro, Yen e Yuan. I movimenti di capitali transnazionali liberi e repentini e una politica monetaria della FED non allineata a quelle della nuova Presidenza, sono in grado di impedire una svalutazione del dollaro e danneggiare la competitività dei prodotti statunitensi. Trump dovrà necessariamente tentare qualche forma di limitazione dei movimenti di capitali e questo non è visto con favore da parte degli speculatori finanziari. La via obbligata è quella e si vedrà se l'Amministrazione Trump avrà la forza di attuarla. Da ricordare che la crisi dei mutui statunitensi è il frutto della deregolamentazione del settore finanziario approvato dall'amministrazione Bill Clinton nel 1999 (Gramm–Leach–Bliley Act).

swiller

Lun, 06/02/2017 - 19:19

Non mollare Trump distruggi questi falsi americani.

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Lun, 06/02/2017 - 19:25

Se continua così questo bullo razzista, xenofobo e ignorante non arriverà a fare due anni di mandato!!!!!!!!!!!!!!! Nel confronto il nostro pregiudicato fa più bella figura e il che è tutto dire ......

Ritratto di marystip

marystip

Lun, 06/02/2017 - 19:25

E' la solita storia, ogni qualvolta che il potere lo prende un politico non allineato ai voleri della grande finanza, che ci vuole tutti sottomessi per poter governare il mondo tramite burattini da loro pagati, si scatena il fuoco di sbarramento con minacce, allarmismi, dati economici manipolati (tanto il mercato lo fanno loro) falsità, elargizione di fondi a tutte le organizzazioni sinistrorse del mondo affinché vadano in piazza a manifestare con i soliti cartelli, gli striscioni e puttanate simili. Gli utili idioti, è noto, non mancano mai. Speriamo che Trump riesca a reggere l'urto perché la guerra che gli faranno con ogni mezzo, soprattutto illecito, sarà senza tregua. Occhio gente, bisogna svegliarsi ed appenderle certe persone.

Luigi Farinelli

Lun, 06/02/2017 - 19:40

Il processo di globalizzazione selvaggio, di distruzione sistematica delle sovranità nazionali, di distruzione delle identità dei popoli, di atomizzazione della società per farne un gregge di individui lobotomizzati, tutto produzione e consumo e da eliminare quando non più utili al sistema è stato messo in discussione. Della sua luciferina presenza sta aumentando il numero di coloro che ne ha preso coscienza. Dietro questo apparato criminale ci sono scheletri nascosti in migliaia di armadi. Questo temono questi farabutti: lo sputtanamento urbis et orbis delle loro azioni anti-umane. Sono ridicoli e pericolosi allo stesso tempo. Ogni persona dotata di senno dovrebbe pregare a che vengano spazzati via con una gigantesca opera di derattizzazione: Trump da una parte, i "populisti" Europei dall'altra parte dell'Atlantico.

01Claude45

Lun, 06/02/2017 - 19:41

Cominciamo con il SEPARARE LA FINANZA DALLA BANCA. Continuiamo con IMPORRE alla BANCA di trattenere in cassa e disponibile il 70% dei depositi. IMPONIAMO alla FINANZA di operare per CONTANTI ($-€-etc). IMPONIAMO alla finanza il LIMITE GIORNALIERO DI 1 mln di operatività in BORSA. IMPONIAMO una legge che TASSI AL 98% I GUADAGNI FINANZIARI superiori al 2% GIORNALIERO. IMPONIAMO una legge che OBBLIGHI la REDISTRIBUZIONE DEI GUADAGNI col personale dipendente e l'OBBLIGO DI IMMEDIATO REINVESTIMENTO UN OPERAZIONI CHE PRODUCANO RICCHEZZA al di fuori degli investimenti finanziari. ABOLIAMO E DICHIARIAMO FUORI LEGGE LA MASSONERIA.

Jimisong007

Lun, 06/02/2017 - 19:48

Adesso vediamo chi li finanzia

lambi65

Lun, 06/02/2017 - 19:50

C'era un equilibrio, i guerrafondai pruducevano armi che poi vendevano, i globalisti finanziari prestavano i soldi per comprarle e fare la guerra, finita la guerra finanziavano la ricostruzione, a questo punto i Paesi erano schiacciati dai debiti e tutte le risorse venivano prsciugate. gli utili Idioti erano tipo Clinton, Obama e i burocrati di Bruxelles. Trump ha rotto il giocattolo e questo non glielo perdoneranno.

Linucs

Lun, 06/02/2017 - 19:52

Si sono offesi! La compagnia Goldman Sachs Schlatzbaum Rubowski Pezzentbaum Fottberg si è offesa! Paura.

edo1969

Lun, 06/02/2017 - 20:02

ausonio io ho ucciso kennedy ma non posso dirtelo, mi chiamo oswaldo e poi mi sono rifugiato al bar del bilderberg dove ho fatto fuori anche la commissione waren insieme a mario monti, il prossimo e tramp non ci scapperà poi ti veniamo a trovare ausonio hai notato che oggi è salito lo spread non è un caso

baronemanfredri...

Lun, 06/02/2017 - 20:09

NON E' NOVITA ANCHE DURANTE LE ELEZIONI DELLA TROMBATA CORNUTA QUESTI SxxxxxxxxxI HANNO VOTATO CONTRO TRUMP. NON VEDO NIENTE DI NUOVO. ANZI CERTAMENTE SARA' FORZA PER TRUMP.

baronemanfredri...

Lun, 06/02/2017 - 20:11

SE UNO VIENE DEFINITO XENOFOBO E SI VUOLE SALVARE LA SUA STESSA VITA E QUELLA DELLA FAMIGLIA, OLTRE LA SICUREZZA DELLA PATRIA, DICO PATRIA, ALLORA SONO PER LA PRIMA VOLTA DIVENTATO XENOFOBO. MA ALMENO CON ME NON SI VERIFICAVANO TANTI ATTENTATI IN CASA DELL'EUROPA CON L'APPOGGIO DELLA SINISTRA. HOLLAND HA DETTO CHE MAI SARA' CON TRUMP, DIFATTI IL GIORNO DOPO C'E' STATO UN ATTENTATO.

nunavut

Lun, 06/02/2017 - 20:16

Certamente Trump cerca d'impedire loro di salassare FACILMENTE il popolo diciamolo anche mondiale,basti vedere il miliardario di Ali Baba che minaccia il presidente degli Usa dicendogli se il commercio diminuisce o finisce ci sarà guerra non specificando di quale guerra parli che sia economica o con le armi.I titoli tossici che hanno "mangiato" i pochi risparmi dei lavoratori nel mondo occidentale sono furbizie di queste due entità malefiche.

soldellavvenire

Lun, 06/02/2017 - 20:25

finalmente! sembrava quasi che stesse per nominare prodi al tesoro

soldellavvenire

Lun, 06/02/2017 - 20:35

fortuna che i rothschild e jpmorgan son ancora con lui... o ha proprio tutto contro? per me può anche dimettersi, ha appena assicurato sostegno alla nato (a gentiloni!!!!)

@ollel63

Lun, 06/02/2017 - 20:42

MOLTI NEMICI IMMENSO ONORE

zen39

Lun, 06/02/2017 - 20:52

L'avevo detto sin dall'inizio.Non lo faranno governare. Passato il primo shock all'indomani delle elezioni, il NWO si sta compattando e inizierà un lungo assedio al vero potere democratico. Il popolo non la deve avere vinta. E' la parola d'ordine che questa novella "spectre" ha diramato da anni nel mondo. Se si arrivano a pagare milioni e milioni di dollari per scatenare ad arte l'opposizione apparente di gente comune significa che comunque sia non c'è potere politico che possa avere ragione di quello economico. Non è una scoperta, è un'amara conferma e constatazione dell'ineluttabile destino dei popoli. La democrazia come l'abbiamo vista noi non più tanto giovani sta morendo. Trump rappresenta un'opportunità notevole per il NWO: ora ha la scusa per fare tutto quello che vuole. Ha trasformato la sconfitta in una opportunità di vittoria forse anche a breve. La vedo brutta !

paviglianitum

Lun, 06/02/2017 - 21:16

caspita! che commentatori sagaci! qui siamo nel bel mezzo di un autentico brainstroming che solo sul giornale possiamo trovare. Analisi veramente originali, fredde, e sopprattutto ragionate: gli speculatori, la finanza, i poteri forti... e poi SOROS. Cioè, un uomo solo che tiene sotto scacco 6 miliardi di persone. Deve essere proprio un genio. Vi manca proprio il senso del ridicolo. @greg, stavolta ti sei superato "i bilderbelghini". Ah! Ah! @Ausonio calma il tuo livore. Tuo padre Adolfo è morto molti anni fa. Dimentica @

Menono Incariola

Lun, 06/02/2017 - 21:26

C'era da scommetterci. Il gioco inizia a farsi duro... Vediamo quanti duri sapranno reggere il gioco... FORZA TRUMP, FALLI NERI!!!

Menono Incariola

Lun, 06/02/2017 - 21:33

La mossa più giusta per Trump in questo momento, credo sia di sostiture in brevissimo tempo i vertici CIA, FBI e di tutte le agenzie statali che contano con persone a lui fedeli.

paolonardi

Lun, 06/02/2017 - 21:56

@glasnost: gli interessi del popolo e dei ricchi coincidono secondo la versione liberale perche' i primi creano ricchezza di cui beneficiano gli altri. I ricchi che non producono ma sono dei parassiti che speculano sulle borse, Wall Street Soros e compagni, vedono come il fumo negli occhi chi lavora e produce e sono loro i ceri nemici dei ricchi imprenditori e del popolo.

Ritratto di thunder

thunder

Mar, 07/02/2017 - 07:18

@paviglianitum 21:16,si e'capito che la materia grigia che ha nel cranio e solamente bitume.Pirla!

eternoamore

Mar, 07/02/2017 - 07:58

W TRAMP.W TRAMP.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 09/02/2017 - 10:37

sono comunisti anche loro secondo il vostro pensiero..

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 09/02/2017 - 20:35

comunisti come Berlusconi e la Merkel