Il governo greco alla troika:"Proroga al piano d'austerità"Ma la Ue: "Non se ne parla"

Slitta a luglio la missione della troika ad Atene. Il governo chiede di rimandare il piano di austerità di almeno due anni, ma l'Europa stronca la richiesta

Slitta a inizio luglio la missione dei rappresentanti dei creditori internazionali della Grecia ad Atene. La troika doveva andare lunedì in Grecia per valutare lo stato di attuazione del programma per l’adeguamento di bilancio e delle riforme economiche da esso previste, ma l'incontro è stato rimandato per i problemi di salute del premier Samaras, operato all'occhio sinistro, e del ministro dell’economia Rapanos, che ieri ha avuto un malore. Alla troika il nuovo governo greco chiederà una proroga di "almeno due anni" per l’applicazione del piano di austerità imposta dall'Unione europea e dal Fondo monetario internazionale.

Nel documento ufficiale stilato da Atene si precisa che il governo di coalizione greco chiederà anche di limitare i licenziamenti dei dipendenti pubblici. Quanto al piano di salvataggio, Atene avanzerà la proposta di estendere di "almeno due anni" oltre la scadenza prevista del 2014, le riforme di consolidamento fiscale. Secondo la stampa ateniese, i creditori della Grecia sarebbero infatti disposti a darle un po' di respiro riguardo il tempo per il raggiungimento degli obiettivi di risanamento economico, ma rimarrebbero fermi sulle loro posizioni riguardo all’accelerazione delle riforme strutturali e delle privatizzazioni, settori nei quali si registra un grave ritardo.

Immediata la replica dei vertici dell'Eurozona. Il portavoce del commissario Ue Olli Rehn ha subito stroncato la richiesta di Atene spiegando che non è possibile discutere di questioni di questo tipo. "Anzitutto - ha puntualizzato Rehn - dobbiamo avere una chiara valutazione di come il programma è stato attuato finora e come il nuovo governo greco intende attuarlo".

Commenti

gpl_srl@yahoo.it

Sab, 23/06/2012 - 16:17

sia il debito pubblico da sewttemila miliardi di deficit a dare per primo un esempio di sobrietà politica, sicuramente la grecia, se l' esempio verrà dato da chi deve darlo, non chiedera nessun rinvio

unclesam

Sab, 23/06/2012 - 16:26

Chi presta a strozzo rivuole sempre i suoi soldi. Se non ci riesce, per dare esempio agli altri strozzati, fa fuori l'insolvente. Niente di nuovo sotto il sole, solo che il prossimo 'strozzato' sarà l'Italia.

sevgiovanni

Sab, 23/06/2012 - 16:29

Se un azienda è decotta, prima del fallimento si valuta un concordato ma se ci sono i presupposti per farla ripartire. La Grecia è già fallita e ora vorrebbe il concordato. L'Europa che dovrebbe riconcederlo è piena di debiti quanto il fallito. Non ci capisco più niente ! Non sarà che anche l'Europa è un fallito ?

Roberto C

Sab, 23/06/2012 - 18:22

Ma perchè, cosa si aspettavano? Hanno dato il 33% ai partiti pro Euro? Hanno voluto la bicicletta? Ora pedalino...

Carlo Mario

Sab, 23/06/2012 - 19:40

Il commissario Ue Olli Rehn è tedesco e non fa altro che il cagnolino della Merkel: il principio è semplice, più gli altri Paesi della UE pagano e più la Germania si ingrassa e si arricchisce. La cosa che addolora è che tutti vanno ancora dietro a una pazza che sta riversando su tutto il continente la miseria e la povertà che ha sofferto in gioventù sotto il regime comunista della Germania dell'Est.

free?

Sab, 23/06/2012 - 19:46

Il guaio e' che non e' fallita gran parte dell'europa ma anche chi, al di la' dell'oceano, ha stampato soldi per non fallire (vedi QE 1 e siccome non bastava, la QE2) questi sono i fatti - ma le acrobazie contabili che vengono fatte continuamente per cercare di celare la verita' non saranno sufficienti.

pinuccio48

Sab, 23/06/2012 - 20:49

Voi politicanti lo sapevate prima dei conti truccati,avete ottenuto seggioloni ed ora volete clemenza?Riduzione delle spese,statali pagati una miseria e si vadano a cercare posti di lavoro più remunerativi!Dobbiamo mantenervi per due anni?Pane e cipolla ,vendete un pochino delle vostre isole ai tedeschi!Aspettano solo questo!Datevi una mossa,il turismo,grazie al clima vi aiuta,se non lo sfruttate siete una manica di imbecilli!Ho visto la penisola del sinai cosa si è investito,La grecia non ha paragoni,oltre alla storia .il territorio è da paradiso!Se il turismo si è mosso mel mar rosso,dove la natura è desertica,cosa andate cercando?Si lavora per il turismo e via sabato e domenica liberi,prima i soldi poi la festa!Analogo discorso per Calabria ,sicilia e sardegna!Basta con lo stipendio statale per uffici in sovrannumero e con l'aria condizionata,si lavora e basta!

pinuccio48

Sab, 23/06/2012 - 20:58

La sicilia.calabria e sardegna.dovrebbero essere un polo turistico mondiale!Cosa si aspetta ad escluderle dal voto nazionale?l'immobilismo è solo politico, l'ì s iraccolgono i voti per governare!Tutto rimane in stallo per volontà politica,sia destra che sinistra continuano a tenere il popolo in stallo e con la speranza di....!Chi vive sperando muore cagando!Vergogna è un termine non appropriato per i politicanti attuali!Oggi la gente ha bisogno di certezze non di speranze!

pinuccio48

Sab, 23/06/2012 - 21:08

Il pomte non c'entra niente!oggi serve rivalutare la bellezza della sicilia con alberghi e strutture simili a Nama Bay!Se vogliono proseguire con i voti di scambio,avanti,il destino è segnato!Peggio della grecia,150.000 dipendenti alla regione,con stipendio fisso e fare in **** ai lavoratori del Nord!Sono siciliano di origine e conosco la realtà,palle sulla mafia,palle sulle lupare,la politica è la prima responsabile di questa situazione!Voti di scambio e tutto và avanti!

gattoluciano48

Sab, 23/06/2012 - 21:09

se vinceva il partito contro euro, i greci avrebbero avuto molti più vantaggi e maggior forza contrattuale. Se non vengono attenuate le misure di austerity conviene alla Grecia di uscire. Avrà così la possibilità' di far ripartite l'economia, avendo una moneta molto più bassa e competitiva. Comunque coloro che hanno fondato l'euro sono stati dei veri imbecilli. Quando si adotta una moneta unica gli stati più competitivi hanno i maggiori vantaggi, come la Germania e ci deve essere una trasferimento di risorse dalle aree più ricche a quelle piu' povere, come avviene negli stati uniti americani.

arkangel72

Sab, 23/06/2012 - 23:51

"Fino a quando Catilina continuerai ad abusare della nostra pazienza?" Disse un tempo un tizio di nome Cicerone....sempre attuale! Non capisco questo accanimento nei confronti del popolo greco! Prima o poi Atene perderà la pazienza e si solleverà contro questo mostro chiamato Europa!

Singolarita

Dom, 24/06/2012 - 00:00

Questo clown di samaras ha cambiato posizione circa 300 volte negli ultimi anni. Ha vinto le elezioni PROMETTENDO permanenza nell'euro CON il patto ammorbidito. MENZOGNE, che ora dovrà giustificare al popolo greco. Sapevano che era un mistificatore e l'hanno votato. Ora si tengano l'euro e la fame, perchè il patto non verrà mai modificato.

gpl_srl@yahoo.it

Dom, 24/06/2012 - 08:02

La merkel vuole un popolo gfreco assolutamente ed al di la di ogni dubbio, morto e gente come Monti, non ostante il debito pubblico tedesco sia cosa insanabile (settemila miliardi e non duemila ed ottanta come dichiarati) parteggia per le tesi tedesche: Monti si ricordi che la storia ci puo insegnare qualche cosa: oggi tocca alla grecia e domani toccherà a noi: meglio assolutamente fuori dall' euro se la germania non si adatterà a rivestire solo ed esclusivamente il ruolo che le verrebbe affidato secondo il debito pubblico pro capite allineato al risparmio interno: in questo caso, in base ad una unione anche politica, si dovrfebbe poter rivedere la situazione di ognuno dei paesi membri dando a ciascuno giuste opportunità in base a giusti sacrifici: la merkel di fatto sta restaurando una europa disseminata di campi di concentramento da lei gestiti a suo piacimento: la cosda non è assolutamente ammissibile: pertanto se questa è la situazione o fuori lei (germania) o fuori noi

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 24/06/2012 - 08:46

i Greci ora pagheranno col sangue la loro stupidità nell' aver seguito la propaganda dei media servi della finanza Bilderberg

erpigna

Dom, 24/06/2012 - 09:02

che la Grecia esca allora dall'Euro . faccia qualche anno di autarchia, faccia come l'Argentina. congeli i debiti. vedimo se la signora Europa del c.... dichiara guerra alla Grecia. Se la Grecia ha truccato i conti cosa stavano a fare tutti quei soloni di bruxelles e le banche che con essa si indebitavano? controllavano cosa? i loro cavoletti. mangiapane a tradimento!

erpigna

Dom, 24/06/2012 - 09:15

Il sor padreterno dell'economia Monti, prima fa sfumare le olipiadi in Italia poi dice che il Ponte di Messina non è una priorità (ma non ci dice di tutte le penali che lo Stato (noi cittadini e non lui che i suoi soldi li ha a Bruxelles ) dovremo pagare. e poi parla di rilancio, di crescita. chiacchere da fanfarone. vedrete che ad agosto quando l'IVA salirà al 23% troverà altri soldi per darli alla Merkel. analfabeta di economia! e non parlate più di governi tecnici perchè sono solo degli incompetenti. e mi dovete spiegare perchè tutti questi Ministri vengono dalla Bocconi? covo della Massoneria mondiale.

Giulio42

Dom, 24/06/2012 - 11:35

Tutto ritornerà come prima ma questa volta, dimissioni del governo e uscita dall' Euro. La Germania non mollerà mai la sua posizione di leader, e noi caproni, a dire tutto ok l' euro è come il sud un benedizione.