Grecia, c'è il sì dei creditori, ma l'Eurogruppo frena: "Non ci siamo ancora"

Il premier incassa il sì del parlamento e l'ottimismo della Troika, ma Dijsselbloem frena: "Molte le critiche". Schaeuble: "Proposte non credibili". Domani il summit dei leader europei

Sembrava si fosse trovata la quadra: nonostante il referendum che aveva bocciato le proposte dell'Europa e il negoziato in stallo per giorni, la Grecia ha finalmente presentato un piano di riforme credibili, al punto che i creditori hanno aperto a un nuovo piano di aiuti persino maggiore rispetto al prestito richiesto. Ma l'Eurogruppo frena: per il presidente è difficile fidarsi ancora di Atene.

Tutto è iniziato nella notte. Dopo una giornata di ottimisimo, è arrivato il primo via libera dai tecnici delle istituzioni: secondo alcune fonti europee, infatti, per i creditori la proposta di Alexis Tsipras è "una buona base di trattativa" per concedere un nuovo finanziamento da 74 miliardi di euro, di cui 58 dal fondo salva Stati Esm e 16 dall'Fmi: Le tre istituzioni (Ue, Bce, Fmi) hanno convenuto di dare una valutazione positiva alle riforme proposte e inviate dal governo greco".

Poco dopo il parlamento greco ha approvato una mozione che permette alle proposte di riforme del governo di essere usate come base per i negoziati, aprendo di fatto il via a un accordo in vista dell'Eurogruppo. E questo nonostante i malumori interni a Syriza, partito di Tsipras, la cui minoranza non ha partecipato al voto o ha votato contro.

Ma all'avvio del summit di oggi sono tornati i dubbi: "Sarà un incontro abbastanza difficile", ha detto Jeroen Dijsselbloem, "Ancora non ci siamo: ci sono molte critiche alle proposte greche sulla sostanza e un grosso problema di fiducia. Tsipras deve mostrare grande impegno per ricostruire la fiducia".

Anche se l'Eurogruppo dovesse dare il sì alla riapertura dei negoziati, tra l'altro, la palla passerebbe poi ai leader europei, che domani si riuniscono per dare il proprio parere sulle proposte di Atene. E lì la questione si fa più spinosa, soprattutto per quanto riguarda la Germania. Se Angela Merkel sembra pronta a fare qualche concessione pur di risolvere la questione, infatti, il ministro delle finanze, Wolfgang Schaeuble, è più duro: "Non vedo come potremo raggiungere facilmente un accordo", dice, "Il governo greco ha fatto di tutto per minare la fiducia e le proposte greche "non sono credibili".

Commenti
Ritratto di N€URO£andia..

N€URO£andia..

Sab, 11/07/2015 - 12:58

TSIPRAS SEI UN BUFFONE

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 11/07/2015 - 13:04

Il comunista ha vinto. Si sono calati le braghe, adesso si prendono i soldi che non restituiranno mai. Quindi subito un aumento della pressione fiscale in Italia per pagare i debiti greci.

marcomasiero

Sab, 11/07/2015 - 13:14

NON si chiamano creditori ... si chiamano USURAI ... sono della peggiore specie e vanno annientati in ogni modo.

Kosimo

Sab, 11/07/2015 - 13:23

Noi facciamo prestiti all'Italia, coi finanziamenti l'Italia compra gli F35 o fa la Tav o l'Expo o tante altre opere pubbliche che non saranno mai completate perché inutili, l'importante che costano care, Tu paghi il debito con comode tasse perché è pubblico, con calma non abbiamo fretta, ma per fare questo facciamo in modo che la classe dirigente abbia vantaggi e privilegi e dilaghi la corruzione, perché sono loro che devono decidere, tanto va tutto sul conto, altrimenti se non gli facciamo fare ciò che vogliono non decidono ciò che vogliamo noi. Il potere non cel'hanno loro, cel'abbiamo noi, si comportano come cavie da laboratorio, sanno che facendo in un certo modo si mangia, ma non sono consapevoli che non hanno nessun potere, avete visto come funziona in Grecia?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 11/07/2015 - 13:26

I due servi dello stesso regime.

Giovanmario

Sab, 11/07/2015 - 13:37

sarò un ingenuo.. ma questo juncker perchè mette sempre le mani addosso alla gente?..

franco-a-trier-D

Sab, 11/07/2015 - 13:41

ma prima di prestare soldi hanno pensato questi capoccioni europei come la Grecia potrà restituirli?

Pclaudio

Sab, 11/07/2015 - 14:00

Perfetto, altre decine di miliardi (nostri) nello sciacquone. Contrariamente alla vulgata generale, che spandeva terrorismo sul rischio Grexit, questo è il modo più rapido e sicuro per far implodere l'Ue.

Ritratto di N€URO£andia..

N€URO£andia..

Sab, 11/07/2015 - 14:23

tsipras SEI UN BUFFONE

Libertà75

Sab, 11/07/2015 - 14:42

Buffoni, tsipras vince 3 a 0 e volete passarla per un pari! Nessuno può uscire dalla moneta unica, altrimenti si dimostrerebbe il fallimento della stessa... BUFFONI

Ritratto di DVX70

DVX70

Sab, 11/07/2015 - 15:09

Lo immaginavo che non bisogna MAI fidarsi di un comunista.... MAI E POI MAI !!!!

Ritratto di DVX70

DVX70

Sab, 11/07/2015 - 15:10

Lo sapevo che non bisogna MAI fidarsi di un comunista.... MAI E POI MAI !!!

luca 1972

Sab, 11/07/2015 - 15:11

a cosa e' servito il referendum? solo a speculare in borsa? sulla pelle dei poveracci che ovviamenente avrebbero votato no? tspras è un pagliaccio e forse pure speculatore o semplicemente un attore di fiction? oppure un grande stratega? chiediamolo ai grillo boys. per quanto mi riguarda ai posteri l'ardua sentenza. alla fine cmq altri miliardi regalati e buttati.

mauriziosorrentino

Sab, 11/07/2015 - 15:24

Come volevasi dimostrare!Premessa:So che se io(Grecia) esco dall'euro vi(l'oligarchia europea) crolla il castello e non riuscirete più a mungere e rapinare i paesi datori(in primis l'Italia) perciò La tattica:Sono un democratico,non è possibile continuare a genocidare i greci,faccio un referendum e alzo la posta.Strategia:voglio continuare a governare senza prendermi la responsabilità(e probabilmente i rischi anche fisici,famigliari ecc..) del cambiamento e non me ne frega niente chi paga(in primis Italia),che la situazione tra pochi mesi sarà punto e a capo(con la differenza che il debito sarà aumentato).Deduzione:sono un figlio di puttana,non faccio gli interessi dei greci,e vorrei anche risultare simpatico a chi mi paga la bellavita...perchè sono un rivoluzionario di sinistra!(mai visto uno più funzionale al sistema mafio-europeo di Tsipras.segue...

mauriziosorrentino

Sab, 11/07/2015 - 15:24

segue...P.S. i motivi di allungare il brodo possono essere molti ,ma il fatto che ci sia impressionante escalation militare NATO ai confini con la Russia,potrebbe significare che servono ancora pochi mesi per i preparativi della guerra(non possibili o più difficoltosi,se la Grecia entrasse nell'orbita Russa).

gian paolo cardelli

Sab, 11/07/2015 - 15:35

Quei soldi non finiranno nelle tasche dei greci, ma direttamente nelle banche creditrici, FRANCESI E SOPRATTUTTO TEDESCHE: un grazie sentito a tutti gli "utili idioti" che ancora credono a questa UE, il cui unico scopo è fare gli interessi della Merkel!

Ritratto di illuso

illuso

Sab, 11/07/2015 - 15:49

Quattro giorni fa una copia di amici sono tornati da una villeggiatura di 10 gg a Santorini bellissima e nota isola greca. L'hotel e nessun ristorante gli hanno rilasciato uno straccio di scontrino fiscale.

Ritratto di aresfin

aresfin

Sab, 11/07/2015 - 16:01

Certo che non si fidano. Comprereste voi un'auto usata da questo komunista?

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 11/07/2015 - 16:01

Non dimentichiamo che le BANCHE INTERNAZIONALI e la BORSA, sono state inventate dagli OLANDESI, come pure la TRATTA DEGLI SCHIAVI NELLE DUE AMERICHE !!!

levy

Sab, 11/07/2015 - 16:14

Il denaro che si da' alla Grecia sarà estratto in futuro dai cittadini europei, praticamente inflazionando la loro moneta, perchè quei soldi letteralmente si creano con un click, e finiscono nelle casse delle banche creditrici ora.

hornblower

Sab, 11/07/2015 - 16:15

Quando si presta denaro ad un soggetto inaffidabile e insolvente, falliscono tutti e due, creditore e debitore. Comunque dei 227 miliardi di euro prestati alla Grecia solo 27 sono finiti al Governo per pagare la spesa pubblica, il resto è servito per: 1) ripagare i debiti, 2) pagare gli interessi, 3) risanare i buchi delle banche francesi e tedesche esposte con la Grecia, infatti con i nostri 40 miliardi di euro versati per salvare la Grecia sono serviti alle banche francesi per finanziare lo shopping di nostre aziende da parte di aziende francesi.

lento

Sab, 11/07/2015 - 16:16

La Grecia se non esce adesso dall'euro :Allora quando ? Le Banche Europee non possono venir meno alle loro regole. Ne varrebbe la loro credibilita'..Creerebbero un precedente e altre Nazioni ne approfitterebbero in avvenire.

xgerico

Sab, 11/07/2015 - 16:19

@gian paolo cardelli - Giampi Invece di preoccuparsi della Grecia io mi preoccuperei, più che altro, del proprio posto di lavoro, di cui leggo che ci sono circa 3.000 esuberi da smaltire!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 11/07/2015 - 16:22

Tsipras è un venduto. E l'UE è un regime criminale che vuole palesemente umiliare i greci. Alba Dorata è l'unica soluzione.

marcomasiero

Sab, 11/07/2015 - 16:24

gli USURAI EU vogliono ancora di più ! a Schaeuble non basta la carrozzina che ha sotto le chiappe ... ha bisogno di più ...

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 11/07/2015 - 16:25

Gli olandesi sono sempre stati il peggio dell'Europa assieme agli inglesi. Questi protestanti, calvinisti sono il peggio, non a caso furono l'elemento portante assieme all'ebraismo talmudico del capitalismo USA

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Sab, 11/07/2015 - 16:42

Era ovvio che andasse cosi: anche un somaro Banchiere, Economista o cane di Politico avrebbe detto no! Cchista UE mica è tutto ma non l' Uomo del Monte! In poche parole, si può mantenere un catorcio all'ultimo respiro, un Impresa piena di debiti e tanti Kumpagnzzi nemmeno tutti d'accordo? C'est finì, come il Governo del saputello Renzi con DNA di Pinocchio e mezzo Dracula! Pensaci Giacomino!

Ritratto di Opera13

Opera13

Sab, 11/07/2015 - 16:44

Non c'e novita, tutta messa in scana sinistroida d'allinizio. Ho sempre sostenuto che Tispras e i suoi sono il rovescio della megaglia Troika. Non vogliono uscire dalla UE. Il 61% che ha votato contro la proposta rappresenta bene la proporzione di sanguisuga che voglione vivere di sacrifici altrui.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 11/07/2015 - 16:52

La guerra nel XXI secolo si fa anzitutto a colpi di finanza. Il crollo della borsa cinese e la risposta di attacco informatico negli USA non sono certo eventi slegati.

Ritratto di Opera13

Opera13

Sab, 11/07/2015 - 16:54

Basta leggere questo " il parlamento greco ha approvato una mozione che permette alle proposte di riforme del governo di essere usate come base per i negoziati". Tradotto vuol dire "dateci 70,80, 100 miliardi, noi andremo al mare, caffe e capppucio al bar, pranzetti ballando il sirtaki, poi ne riparliamo piu il la". Nel frattempo voi applicate l'austerity nei vostri paesi cosi ci finanziate la dolce vita.

Beaufou

Sab, 11/07/2015 - 16:56

Chi non si fida ne ha tutte le ragioni. La proposta in sè può costituire una base di discussione, ma il punto è se Tsipras vorrà, o potrà, mantenere gli impegni previsti nella proposta. Io credo che, a parte qualche novità di facciata, la tendenza greca a vivere al di sopra dei propri mezzi con gli aiuti dell'Europa continuerà, e fra qualche anno saremo daccapo, o messi ancor peggio. Spero di sbagliarmi, anche per la simpatia che nutro verso il popolo greco che, purtroppo, ha avuto per molti anni governi cialtroni (chissà perché, ho un po' l'impressione di parlare di noi Italiani...)

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 11/07/2015 - 16:57

Secondo analisti USA Schaeble vuole la Grecia fuori dall'euro per poi capitalizzare (acuendolo...) il collasso socio-economico. Ciò servirebbe lo scopo di terrorizzare il resto dei paesi nell'euro (moneta che conviene solo alla Germania) e quindi tenerli in gabbia.

Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 11/07/2015 - 17:08

Ho la netta sensazione che tra poco ci sarà un gran....botto!

Ritratto di GIANCAGIO

GIANCAGIO

Sab, 11/07/2015 - 17:10

PRIMA NOI VEDERE CAMMELLO... poi...forse ...è possibile che... si potrà pensare a... MA SE IL CAMMELLO È SOLO UN OLOGRAMMA, UN MIRAGGIO, UN GIOGO DI PRESTIDIRIGIPIRIMIDITAZIONE?

lupo1963

Sab, 11/07/2015 - 17:18

Senza stare a discutere tanto su chi ha torto e chi ha ragione sul debito passato,ne' una Grecia di furbetti all'italiana ne' una ue di strozzini e di paesi nordici asserviti alla finanza usisreliana possono vantare patenti di verginita'...Ma ADESSO e' evidente che,non paghi della cacciata di Varoufakis,ne' della resa di Tsipras di fatto colla formazione di un governo di coalizione nonostante il referendum,vogliono COLPIRE COME RAPPRESAGLIA la Grecia per avere osato mettere in dubbio la dittatura della trojka.Evidente che vogliono la testa di Tsipras e l'umiliazione di un popolo,costi quel che costi.

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Sab, 11/07/2015 - 17:22

TSIPRAS, MANDALI TUTTI A QUEL PAESE QUESTI "grandi personaggi" DI QUESTA TRUFFALDINA E FUNESTA EUROPA UNITA. TANTO, O LA METTI DI QUA' O DI LA', SARA' SEMPRE IL POPOLO GRECO A SOFFRIRE ANCORA ASSIEME A TUTTI GLI ALTRI POPOLI DI NAZIONI POVERE. FACENDO COSI'...VEDRAI CHE TI CORRERANNO ANCHE APPPRESSO!!

lupo1963

Sab, 11/07/2015 - 17:25

I Greci avrebbero votato Alba Dorata,ci hanno pensato i servizi segreti a decapitare l'organizzazione.Come fecero con Haider,e come faranno ogni volta che un Popolo si ribellera'alla finanza giudaica.L'EUROPA a lettere maiuscole fu sepolta da quelli che come sempre lottano"per la pace e la democrazia"in un bunker di Berlino.E chi sproloquia di quarto reich con quell'ameba luterano ddr della merkel non ha capito niente di quello che stava alla base del Terzo.

flip

Sab, 11/07/2015 - 18:15

,l' europa è formata da nazioni ricche, meno ricche e povere. l' europa ricca non può pretendere che il povero si adegui al suo "modus vivendi". è già povero per se stesso e deve diventare ancora più povero. per quale motivo? per leccare il di dietro ai bufali?

Blueray

Sab, 11/07/2015 - 18:21

Cos'hanno fatto i creditori privati dopo il primo default della Grecia del 2012? La maggioranza ha incassato quella miseria che è stata restituita e da allora non sa neanche più cos'è un'obbligazione dello Stato greco. Perché i creditori istituzionali non fanno altrettanto? Perché evidentemente il timore che la Grecia faccia implodere il baraccone è più grande del rischio e delle conseguenze di tirar fuori quattrini europei. Tsipras non da alcuna fiducia. Però alimentare all'infinito il pantano greco per mantenere in vita il baraccone europeo è prima di tutto ingiusto perché vìola la par condicio nell'unione, rischioso perché fondato su proposte di restituzione non verificabili e oggi sicuramente impossibili, sbagliato perché basato su un danno temuto ai meccanismi dell'Ue e non su evenienze di danno certo e verificato. In sostanza la paura fa 90, questo riassume la posizione degli euroburocrati e quindi crederanno al bellimbusto balcanico. Tanto paghiamo noi!

TonyGiampy

Sab, 11/07/2015 - 18:27

Il consiglio di classe si e' riunito per decidere se punire il cattivone greco. Ma perche' nessuno ha le palle per affrontare la Germania. Il popolo greco ha deciso di non volere l'austerity pertanto fuori dall'euro, si stampino tutte le dracme che servono e anche quelle che non servono e si mettano a disposizione delle banche per assicurare liquidita'. Di cosa ha paura Tsipras, di trovarsi i panzer tedeschi sotto casa all'alba di domani?