Grecia-troika pronta l'intesa In arrivo aiuti per 8,1 miliardi

È in arrivo la schiarita nelle relazioni tra la Troika (Ue, Fmi e Bce) e Atene. Oggi dovrebbe infatti essere formalizzato il pacchetto di aiuti da 8,1 miliardi alla Grecia. Un tassello fondamentale dopo l'incrinarsi dei rapporti a causa della lentezza del governo greco nel fare le riforme chieste. Ad esprimere ottimismo è stato ieri il commissario europeo agli Affari economici, Olli Rehn (nella foto), secondo il quale un accordo «a livello di staff tra la Grecia e la Troika su un nuovo pacchetto di aiuti è molto vicino». Rehn ha anche spiegato che «la decisione finale sarà presa dall'Eurogruppo», nella riunione di stasera. «Abbiamo fatto progressi sostanziali - ha detto anche Paul Thomsen, rappresentante del Fondo nella Troika -. Spero che arriveremo ad un accordo, prima della riunione dell'Eurogruppo. Ottimista sulla possibilità di concludere il dossier si è detto anche il ministro delle Finanze greco Yannis Stournaras. Oltre alla Grecia, però, sui 17 ministri finanziari dell'Eurogruppo pesa anche il dossier Portogallo. A tenere banco è soprattutto la crisi politica, che rischia di compromettere la credibilità riacquistata di recente sui mercati finanziari. Per questo da Bruxelles sono partite le pressioni sul Portogallo perché ricomponga la situazione. Lisbona «rispetta i suoi impegni e non chiede niente», ha comunque assicurato una fonte dell'Eurozona.

Commenti

franco@Trier -DE

Lun, 08/07/2013 - 14:52

visto che la Merkel non vuole finanziare la Grecia fatelo voi che lo faccia l'Italia non quei cattivoni di tedeschi.