Grecia, Tsipras si piega. Inviata la lista delle riforme. Ue: "Valido punto di partenza"

Il piano di riforme della Grecia ottiene il primo sì dell'Eurogruppo. Apprezzamenti anche da parte dell'Fmi, che però invita a fare di più

La Grecia intorno a mezzanotte ha inviato alle istituzioni europee e al Fondo monetario internazionale la sua lista di riforme economiche e "dal punto di vista della Commissione questa lista è sufficientemente completa da essere un valido punto di partenza per il successo della conclusione della revisione". A dirlo è una fonte vicina alla Commissione Ue. "In particolare siamo incoraggiati dal forte impegno a combattere contro l'evasione fiscale e la corruzione", ha aggiunto la fonte. Su Twitter la Commissione europea ha annunciato di avere ricevuto in tempo l'elenco delle riforme greche. L'invio di questi piani di riforme da parte di Atene era una condizione per l'estensione del suo programma di salvataggio per altri quattro mesi, secondo quanto previsto dall'accordo raggiunto venerdì con i partner della zona euro.

Tra le misure che il governo Tsipras metterebbe sulla lista, secondo fonti europee: una severa lotta contro la corruzione e l’evasione fiscale, la riforma della burocrazia, interventi sui debiti della pubblica amministrazione verso le aziende ed il nodo dei crediti deteriorati delle banche. Secondo la Bild, il governo punterebbe anche a contrastare il contrabbando di benzina e sigarette e vorrebbe imporre una patrimoniale da 2,5 miliardi sui contribuenti più ricchi.

Buoni pasto, energia e sanità per i poveri, possibile estensione dello schema pilota di salario minimo: queste le uniche misure per affrontare la crisi umanitaria contenute nella lista di riforme greca, che l’Ansa ha potuto vedere. Il governo specifica che "la lotta alla crisi umanitaria non avrà effetti negativi per il bilancio".

Inoltre, la Grecia "si impegna a non ritirare le privatizzazioni già completate e a rispettare, in base alla legge, quelle per cui è stato lanciato il bando, ma rivedrà quelle non ancora lanciate puntando a migliorare i benefici a lungo termine per il governo", fa sapere l'esecutivo ellenico. Che poi annuncia di volere rivedere l’Iva perché non abbia "impatto negativo sulla giustizia sociale".

Il piano di riforme ha ottenuto un primo sì dall’Eurogruppo che ha dato il suo via libera a procedere con il piano di riforme presentato dalla Grecia ieri notte, ma che ha anche fatto appello alle autorità greche perché "sviluppino ulteriormente e amplino la lista di misure di riforma, sulla base degli accordi esistenti". Anche il Fondo Monetario Internazionale ha espresso apprezzamenti pur con qualche appunto. La lettera del governo greco all'Eurogruppo "è sufficientemente ampia per costituire un valido punto di partenza", soprattutto per quanto riguarda la lotta all'evasione e alla corruzione, ma "in vari settori", tra cui "alcuni tra i più importanti", la lista di misure "non dà una piena rassicurazione" sul fatto che l'esecutivo Tsipras intenda proseguire nelle riforme indicate dal Memorandum. Lo ha spiegato Christine Lagarde, direttore generale del Fmi, in una lettera indirizzata al presidente dell'Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem. "Notiamo in particolare - prosegue Lagarde - che non ci sono impegni per disegnare e implementare una modifica complessiva del sistema delle pensioni e dell'Iva, oltre che le già concordate politiche per aprire alle liberalizzazioni, le riforme amministrative, le privatizzazioni o la riforma del mercato del lavoro".

"Il governo ellenico è tornato passo dopo passo alla realtà", ha detto Angela Merkel in un incontro con i deputati dell'Unione Cdu/Csu, esprimendosi a favore del prolungamento di quattro mesi del programma internazionale di aiuti. Ma avverte: "Il lavoro non è terminato".

Commenti

beowulfagate

Mar, 24/02/2015 - 10:32

Figlio di Troika.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 24/02/2015 - 11:09

Insomma tutto e niente,come al solito!Importante è portare a casa dei soldi,per altri quattro mesi....Poi si vedrà!

linoalo1

Mar, 24/02/2015 - 11:19

Parente stretto del Marinaio Renzi?Lino.

Ritratto di simpatizzante

simpatizzante

Mar, 24/02/2015 - 13:21

"già Preventivato" Come volevasi dimostrare le chiacchiere se le porta il vento l'ululato di Tsipras gli è servito per sedersi a tavola con gli usurai . Un altro servo che quando il colmo tracimerà sentirà il filo della ghigliottina.

RawPower75

Mar, 24/02/2015 - 14:36

Come volevasi dimostrare. E come ampiamente predetto dal Prof. Bagnai in più circostanze: Tsipras è un populista pseudo Grillino, messo al potere per tenere buono il popolo ancora un po', con l'illusione della Democrazia...

Blueray

Mar, 24/02/2015 - 16:24

Questo copione che si ripete sempre uguale tra Grecia, Troika e UE non potrà andare avanti all'infinito né fino all'asfissia della Grecia. Da un lato la Grecia deve decidere cosa farà da grande e impegnarsi seriamente e non con appunti, letterine e dichiarazioni d'intenti inventati sul momento. Dall'altro l'UE deve acconsentire alla libertà di moneta. Ci sono 7 Stati su 28 che mantengono la propria moneta. Non c'è motivo che chi vi ha rinunciato non debba poterci ritornare. Se non sono in grado di imitare il modello Irlanda per risollevarsi, i Greci non possono far altro che uscire dall'euro

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 24/02/2015 - 16:37

Ecco un altro accuratamente scelto (in epoca non sospetta) dalla Merkel per continuare indisturbata nella sua opera di strangolamento della Grecia. Nella sana tradizione dei Monti, Letta e Renzi. Così i Greci impareranno a snobbare Alba Dorata.

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Mar, 24/02/2015 - 18:08

Si sperava nel terremoto che avrebbe causato Tsipras a Bruxelles... Invece, come dire, anche egli ha calato le brache. Adesso come farà Tsipras a spiegarlo a quelli che l'hanno votato? Quali scuse addurrà? Si conferma ancora una volta che promettere è una cosa, la prova dei fatti della realtà è tutt'altro.

Ritratto di panteranera

panteranera

Mar, 24/02/2015 - 18:31

Cosa aspettarsi da un comunista se non balle e bugie?

chiara 2

Mar, 24/02/2015 - 19:50

zagovian...esatto

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 25/02/2015 - 00:44

Così in Grecia come in Italia. I trinariciuti votano i rivoluzionari che cianciano. Poi alla prova dei fatti non rivoluzionano nulla e i trinariciuti devono abbozzare.

SanSilvioDaArcore

Mer, 25/02/2015 - 05:37

Panteranera, non ho mai votato a sx e mai lo farò, ma pensi che salvini sia meglio? Dico salvini per dirne uno... non esiste dx e sx, mettetevelo in testa... fanno i teatrini per illudere il popolo ma alla sera vanno a cena tutti assieme, ovunque... sono la solo per ingrossarsi il conto corrente, stop

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Mer, 25/02/2015 - 08:07

La lista di Tsipras? Una bella letterina a Babbo Natale piena di buoni propositi per avere i doni. Alla befana è già tutto dimenticato.

glasnost

Mer, 25/02/2015 - 08:22

Come dice @panteranera, cosa vi aspettavate da un comunista se non balle e bugie? Tutti sanno che la massoneria che comanda l'europa è formata da speculatori sedicenti comunisti che usano i loro politici come specchietti per le allodole nei riguardi della povera gente.

hectorre

Mer, 25/02/2015 - 08:33

riassumiamo il tutto...tsipras dice basta,l'europa lo mette alle strette,lui si adegua e l'europa è soddisfatta...chi ha vinto????...l'europa pluade renzi...dobbiamo essere contenti di tutto ciò????...o più semplicemente ci indorano la pillola perchè il premier farlocco sta continuando il lavoro di monti e letta...........credo che non ci sia più via d'uscita, moriremo con l'euro e in miseria.....ma l'europa che conta, quella finanziaria e bancaria,sarà soddisfatta......che strano!!!...i sinistrati, europeisti convinti, che fanno il tifo per tsipras....mah, la solita coerenza a fasi alterne....

Luis53

Gio, 26/02/2015 - 12:16

Anche i Greci ora anno il loro Renzi eletto dal popolo (MALE CHE SI VUOLE NON DUOLE) Da noi votare ormai é una perdita di tempo se si é votati a destra si puó passare a sinistra e se ci sono dei problemi ci sono sempre i Giudici