LA GUERRA DELLE TLC Sprint: Dish offre 25,5 miliardi, parte l'asta al rialzo

Parte negli Usa la battaglia per la conquista di Sprint, terzo gestore della telefonia mobile. Dish Network, operatore pay tv, ha infatti offerto 25,5 miliardi di dollari per Sprint nel tentativo di far naufragare l'accordo già raggiunto tra quest'ultima e la nipponica Softbank. Dish sostiene che l'offerta rappresenta un premio del 13% rispetto a quella di Softbank che prevede l'acquisto del 70% di Sprint per 20,1 miliardi di dollari. Dish, che fattura 14,5 miliardi di dollari, potrebbe offrire - grazie a Sprint - servizi combinati di video, Internet e telefonia. Sprint ha 35 miliardi di ricavi e 55 milioni di clienti.