I CONTI 2013 E ora Collecchio vede l'utile quasi raddoppiare

Utile netto quasi raddoppiato nel 2013 per Parmalat: 221 milioni, in crescita del 171,8% rispetto al 2012, mentre la capogruppo ha chiuso a 109,5 milioni (+128,6%). La società controllata dalla francese Lactalis conferma quindi le stime sui ricavi a 5,35 miliardi (+2,4%) e sul margine operativo lordo, sceso dell'1,6%. Quasi raddoppiato il dividendo, che sale da 1,3 a 2,9 centesimi. L'assemblea è convocata per il prossimo 17 aprile: i soci, oltre a mettere mano allo statuto, dovranno nominare il nuovo consiglio di amministrazione dopo le dimissioni rassegnate dal board il 25 febbraio. Tornando ai conti, le disponibilità finanziarie del gruppo sono cresciute del 31,6%, a 1,065 miliardi, grazie a una generazione di cassa da attività operative di 269,8 milioni e da attività non ricorrenti per 73,2 milioni, principalmente a seguito dell'aggiustamento del prezzo d'acquisto di Lag (130 milioni).