I fondi si infilano le infradito. Un miliardo per Havaianas

La famiglia brasiliana che controlla l'azienda costretta a vendere per pagare una maxi multa

Le Havaianas, icona del Brasile ed emblema di uno stile di vita rilassato, passano di mano in mano sul filo della corruzione. A un anno e mezzo dall'acquisizione, Joesley e Wesley Batista di J&F Investimentos, travolti da un scandalo di tangenti che ha coinvolto 2mila politici brasiliani, sono arrivati alla conclusione di dover cedere le celebri infradito a 3,3 miliardi di reais, all'incirca un miliardo, per pagare la maxi multa di 10,3 miliardi di reais comminata dalla Cvm, la Consob locale. A loro volta, i Batista, proprietari anche del colosso delle carni Jbs, avevano acquistato, nel dicembre 2005, le Havaianas dal gruppo di costruzioni Camargo Correa travolto dallo giro di corruzione legato a Petrobras.

L'icona brasiliana è comunque rimasta dentro i confini del Paese SudAmericano. Ad acquistare le ciabatte di gomma che portano impressa (dal 1998) la bandiera verde oro, sono stati alcuni fondi che rappresentano i maggiori banchieri del Paese: Cambuhy Investimento (amministra le fortune dei Moreira Salles ed è azionista di Itaús), Itaúsa Investimentos (che gestisce il denaro dei Villela e Setubal a capo di Itaú Unibanco, la maggiore banca latino americana per attività) e il fondo Brasil Warrant. Le infradito arcobaleno prodotte da Alpargatas, di cui vengono venduti 200milioni di paia l'anno, sono state valutate poco più di una volta il fatturato (4 miliardi di reais circa).

Con solo 55 anni di storia alle spalle le Havaianas, ispirate al sandalo giapponese «Zori», identificano ormai la tradizione carioca che ha conquistato il mondo ed è passata attraverso numerosi tentativi di imitazioni. Non a caso, le scarpe di gomma brevettate nel 1966, portano ben stampata la definizione «le originali». Quanto al nome, ben poco brasiliano, è un omaggio alle isole Hawaii e alla loro eterna capacità di godere della vita. Uno spirito che è stato condiviso prima dalle classi popolari brasiliane (d'altro canto la comodità aveva, all'epoca, un prezzo economico), poi dalla borghesia locale e, infine, dagli 85 Paesi al mondo in cui è presente il brand indossato anche da It Girl e attrici come Kate Moss e Blake Lively. Ormai Havaianas identifica una intera categoria di prodotti: le infradito. Nel corso degli anni, il brand, nonostante i passaggi di proprietà siano stati uniti da un fil rouge di scandali finanziari, ha saputo difendere i valori che, da sempre, lo contraddistinguono e che lo hanno fatto valutare a peso d'oro: autenticità, ottimismo, spensieratezza, gioia, divertimento e relax. Quanto meno finora.

Commenti

cabass

Ven, 14/07/2017 - 09:51

Ma sono quelli di "Non c'è due senza quattro" con Bud Spencer e Terence Hill?!!...