I Ligresti chiedono di spostare il processoFonsai

Trasferire il processo Fonsai da Torino a Milano o, magari, a Firenze: è la richiesta avanzata dalle difese di Salvatore Ligresti e degli altri imputati (tre ex manager della compagnia). Il tribunale deciderà il 30 gennaio. La domanda è legata a uno dei reati contestati, l'aggiotaggio informativo (l'altro è false comunicazioni sociali in relazione al bilancio 2010). La giurisprudenza, scandita finora dai processi Parmalat e Antonveneta e da un'ordinanza del tribunale del riesame di Torino - impugnata in Cassazione dall'avvocato Gian Luigi Tizzoni, legale di Ligresti -, non è consolidata. Secondo il professor Gilberto Lozzi la competenza spetta al tribunale di Milano, dove ha sede la Borsa, e (in subordine) a quello di Firenze, perché nel capoluogo toscano c'era lo snodo del Nis, il sistema informatico di trasmissione dei comunicati diffusi da Fonsai.