I mercati vanno a picco:ora è allarme sull'euro

Giornata nera delle Borse: Milano perde l'1%. Lo spread sfiora quota 500. E Obama avverte: "La crisi europea pesa tutti"

Milano - Si potrebbe chiamarlo Eco­nomic global warming, ovvero l’estendersi ad altre aree dei fronti caldi della crisi. Non più solo l’Euro­pa alle prese con l’irrisolto nodo del debito sovrano, con il possibile ad­dio d­ella Grecia all’euro e con i sini­stri scricchiolii che arrivano dal siste­ma bancario spagnolo. Adesso ci si mette anche l’incapacità degli Usa di sanare una piaga dilagante come la disoccupazione, nonché il passo diventato più lento della Cina. Nel complesso, una congiunzione astra­le da doppia come­ta di Halley che ie­ri ha finito per amplificare il loop de­pressivo dei mercati. La partitura, come al solito, è duplice: da un lato, lo sprofondare delle Borse; dall’al­tro, il surriscaldamento degli spread.

È una situazione di forte allarme. Le autorità europee. «La crisi non è stata superata, serve più integrazio­ne p­er evitare la disintegrazione del­l’eurozona», ha detto il commissa­rio Ue, Olli Rehn. Dichiarazioni for­ti: mai nessuno aveva parlato così apertamente del pericolo di un dis­solvimento dell’Unione. Con la crisi dell’eurozona «che inizia a gettare ombre sull’economia Usa», comeaf­fermato da Barack Obama, serve uno scatto in avanti, capace magari di tradurre in pratica la proposta di usare il fondo salva-Stati permanen­te Esm per soccorrere le banche. Il caso Bankia, con la richiesta di 19 mi­liardi allo Stato spagnolo, ha fatto ri­suonare p­iù di un campanello di al­larme nelle capitali europee e ai pia­ni alti della Bce.

Il rischio è che si ge­neri un effetto­panico tra i correnti­sti. E non solo tra quelli spagnoli, che negli ultimi tre mesi hanno tra­sferito all’estero 100 miliardi di eu­ro; o tra quelli greci, terrorizzati dall’idea di subire una decurtazione dei risparmi di almeno il 50% in caso di ritorno alla dracma. Mario Dra­ghi vuol fare in fretta, stendendo un cordone sanitario anche sul versan­te delle garanzie sui depositi. Italia, Francia, Belgio, Spagna, Portogallo e Grecia sono d’accordo, ma la Ger­mania - tanto per cambiare - si è già messa di traverso aprendo invece al­la possibilità­di dar più tempo a Ma­drid per rientrare dal deficit.

Insomma, nuove divergenze da sommare a quelle ormai croniche (in primis,il nein agli Eurobond)ren­dono complicato il cammino verso il summit europeo del 28 e 29 giu­gno, dove tema centrale sarà pro­prio la crescita. Su tutto, incombe lo spauracchio delle elezioni in Grecia del 17 giugno, con la sinistra radica­le pront a astracciare, in caso di vitto­ria, i patti siglati in cambio degli aiuti finanziari. Questesonolecarte - pes­sime­ sul tavolo di Eurolandia, fiac­ca­ta peraltro dai 110mila disoccupa­ti in più in aprile e dal rallentamento dell’industria. Altre bad news sono poi rimbalzate dagli Usa, dovetorna­no a salire i senza-lavoro (tasso al­l’ 8,2% in maggio) e scarsi sono stati i nuovi posti creati, appena 69mila. Poi c’è calo dell’attività manifattu­riera, fenomeno che colpisce anche la Cina. Ciò spiega il tonfo della Bor­sa di Francoforte (-3,4%), zavorrata dai timori di pesanti ricadute per gli esportatori tedeschi. Male anche Pa­rigi (-2,21%, ai minimi da sei mesi), malissimo Atene (-5,2%), in soffe­renza Wall Street (-2,22%), mentre Milano ha limitato i danni (-1%) sfio­rando però i minimi storici raggiun­ti a marzo 2009. E poteva andar peg­gio, senza le voci circolate su futuri acquisti di bond da parte della Bce. Lo spread Btp-Bund, che aveva toc­cato quota 492, ha così chiuso a 457 punti, quello dei Bonos a 536. I diff­e­renziali restano comunque su livelli di guardia, come i contratti credit ­default swap su Italia e Spagna, vola­ti rispettivamente al record di 575 e 609 centesimi.

E ieri sera per noi l’ennesima brut­ta notizia: Egan-Jones, «sorella mi­nore » delle tre più celebri agenzie di rating S&P,Moody’s e Fitch,ha ope­rato il downgrade del debito sovra­no dell’Italia declassandoci da «BB a «B+». «L’Italia è in una situazione miserevole»,a parere della Egan-Jo­nes. Intanto sono ormai 11 settima­ne che l’Eurotower non acquista un solobond. Forse è arrivata l’ora di d­a­re un segnale. Dal 4 al 7 giugno il Te­soro tornerà sul mercato con la se­conda emissione del Btp Italia. Difficile una replica dell’ammontare (7,3 miliardi) dell’esordio.

Commenti
Ritratto di marforio

marforio

Sab, 02/06/2012 - 08:49

Ma ste agenzie di cacchio , ce l hanno solo con noi ?La spagna sta peggio di noi, l irlanda idem,´poi andiamo in portogallo, la germania con le sue borse in caduta libera ,la francia senza guida, qui tocca capire a chi diamo fastidio ?

pedro10

Sab, 02/06/2012 - 08:51

Ora siamo tutti falliti.

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Sab, 02/06/2012 - 08:55

Uomini Politici E Capi Di Stato Di " Grande Elevatura " Ma Che , Purtroppo, Non Hanno Ancora Capito Che Questa E. U. Non Esiste E Non E' Mai Esistita : Hanno Solo Potenziato La Germania. Grande , Immenso Errore !!!

C.Piasenza

Sab, 02/06/2012 - 08:53

Su queste pagine soleva sdottoreggiare un citrullo probabilmente nullafacente ( almeno a giudicare dall'inverosimile numero- oltre duemila- di messaggi inviati ). Ci spiegava come e perchè lo spread e le borse andassero tanto male sotto il bieco regime berlusconiano, e confidava , con immarcescibile sicurezza, nella nuova età dell'oro nata al sorgere del nuovo sole Montiano voluto dal nostro ineffabile presidente ( sì, quello i costi della cui gestione lesciano a distanze incalcolabili quelli di Buckingham Palace ). Mi pare che si chiamesse ale-nonsopiùchecosa. Chissà che fine avra fatto ?

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Sab, 02/06/2012 - 09:06

Se cercate la notizia del disastro di ieri sull'edizione on line del giornale dei poteri forti, cioè il Corrierone, munitevi di una lente di ingrandimento: la troverete, se cercate bene, in piccolissimo, dopo il calcio, nascosta sotto il resoconto di un discorso di Obama... Ben diverso, è ovvio, era il trattamento riservato ai tempi di Berlusconi ad ogni minima variazione dello spread. In realtà, se perfino una persona non molto intelligente (eufemismo) come Olli Rehn, tipico eurocrate e degno successore di Mario Monti, si è accorto che l'Europa va a pezzi, vuol dire che siamo proprio alla frutta. Naturalmente la ricetta di questo politico finlandese di terz'ordine è assurda: come si fa a parlare di maggiore integrazione quando i governi europei non sono mai stati così divisi? Ma tant'è, siamo nelle mani di questa gente... e comunque per il Corrierone lo spread non è a 500, la borsa non ha toccato i minimi da tre anni e mezzo e la Fornero non dice mai c*zzate, quindi tutto va bene!

AnnoUno

Sab, 02/06/2012 - 09:11

Mi domando spesso perchè le Cassandre non vengano mai prese in nessuna considerazione. Non dico essere assurte a ruolo di menti pensanti, ma almeno che venga loro prestata un minimo di attenzione. E di Cassandre che hanno previsto ampiamente ciò che sta avvenendo e la sorte dei prossimi 6 mesi ce ne sono ormai anche troppe. Ma i sobri spocchiosetti al comando un po' ovunque preferiscono non ascoltare e tirare dritto per la loro strada. Quella verso il baratro. Eppure Cassandra aveva ragione nelle sue fosche previsioni...

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Sab, 02/06/2012 - 09:16

Ha! Ha! Ha! Finallmente arrivati al dunque! Administrati da imbecilli e truffatori negli ultimi 50 anni. Gente che PENSA di essere intelligente e capace perche "gli altri gli leccano i piedi per favori" e non perche capaci! Professori dichiarati tali da un pezzo di carta (concorsati), un popolo di sapientoni ed invidiosi! Un mix incredibile. Tutto sulle spalle di persone oneste e lavoratora!!! Finalmente siamo arrivati al dunque!! Penso che neache il padre eterno, se ci credi riuscirà a salvarci anche perche ci siamo guadagnato tutto quello che sta succedendo! Ammeto comunque che mi diverto a sentire e leggere le enormi stupidate che i professorini scrivono qui e dicono in televisione/radio. Sono molto piu comici di ......Crozza, che peraltro non fa assolutamente rideretranne che ad un piccolo numero di mentalmente limitati!!

alberto51

Sab, 02/06/2012 - 09:26

Troppo lenti nel fare le leggi e le riforme, si vuole accontentare qualche categoria di ladroni, e si manda in rovina l'intero paese. Politici tutti fate schifo compresi i sindacati che rimangono attaccati ai "lavoratori" fottendogli anche i quattrini, promettendo cose che non potranno mai mai avere.UN GOVERNO OSTAGGIO DI LOBBYS E DELLA BUROCRAZIA INFINITA.Per salvarci, compriamo direttamente quel che ci serve senza passare dalle "botteghe-autorizzate", ove possibile pagare in natura con scambio di lavori.Troppi sono gli statali inutili da STIPENDIARE passacarte inutili.BASTA OGNUNO SI ARRANGI DA SOLO.

erminiamusolesi...

Sab, 02/06/2012 - 09:32

sicuramente non ho la cultura(!!!)dei governanti del mondo,ma il presidente abbronzato,è preoccupato che la nostra crisi contagi l'america?Ma con tutto il rispetto,è a conoscenza di quello che succede a casa sua?se noi siamo nella m...a è colpa vostra,oppure come i suoi colleghi sinistroidi italiani,lei non sapeva?(già solo Berlusconi non poteva non sapere)E' la vostra economia ad essere andata aramengo,sono le vostre banche che sono fallite,innescando una catena che ci ha coinvolti,o no?Sa mio padre diceva,prima di aprir bocca e dargli fiato,connetti il cervello......a lei dico,prima di accusare l'Europa,aparte la germania e chi la governa,leccapiedi compresi,si erudisca presidente ,magari facendosi aiutare dal bocconiano che a quanto dicono con le banche fallite o in crisi era in buoni rapporti........ x il declassamento,le agenzie di rating si declassassero..........e guardassero a casa loro.

Giulio42

Sab, 02/06/2012 - 09:39

Questo è quello che succede quando si fanno scelte sconsiderate spacciandole per grandi innovazioni. Incapacità e tanta presunzione ci hanno portato alla moneta unica ed alla globalizzazione, scelte che stanno distruggendo l' Europa. Comunque, gli artefici del disastro, continueranno imperterriti con i loro proclami giornalieri a godersi la vita.

Ritratto di Cavaliere della notte

Cavaliere della...

Sab, 02/06/2012 - 09:44

Ma come,non doveva essere quel fenomenale gran genio "bocconiano" a risolvere questi ,per lui, problemucci ?? Invece,adesso,stiamo sprofondando ogni giorno di più ! Grazie grande genio "bocconiano".

gpl_srl@yahoo.it

Sab, 02/06/2012 - 09:46

l' allarme sull' euro c'é da quando il trio papademos, lech kaczynski e monti son stati messi ai loro posti per creare i presupposti di quanto sta succedendo: ora dobbiamo domandarci quale sarà il male minore e sicuramente chi deve uscire dalla zona eu non sono i paesi che la germania rifiuta, ma sono proprio la germania e la francia che farebbero bene ad andarsene , con le loro mercedes e loro citren ma a mani vuote

peropix

Sab, 02/06/2012 - 09:48

Perche' nessuno ha mai chiesto agli Usa i danni per i titoli tossici che hanno causato cosi' tanti danni economici al nostro paese? Perche' continuiamo a pagare debiti contratti da chi ha comperato i derivati che sono a loro volta intrisi di titoli tossici?

killkoms

Sab, 02/06/2012 - 09:52

colpa della"scarsa credibilità"di berlusconi,vero?

Mario Marcenaro

Sab, 02/06/2012 - 09:59

Chissà se ora il prof. Monti si deciderà almeno a pensare, in presenza di una situazione di tragica crisi economica come quella in corso,, con il buonsenso di un bravo ragioniere: eliminare, non abbassare, tutte le spese superflue dello Stato (ivi comprese quelle del suo benefattore dott. Napolitano e collegati, e ridurre le imposte, magari cominciando da quelle più assurde che sopravvivono da tempi immemori. Se dopo sette mesi, almeno per i problemi interni della nostra Nazione, i risultati sono questi (cfr. Egan-Jones, Eurotower, spread e debito pubblico del quale sembra essere stato vietato un monitoraggio in chiaro) penso che farebbe meglio a cominciare da oggi, anche se é sabato e in più dobbiamo pensare a come recuperare anche lo spreco, oggi assolutamente fuori posto per una ricorrenza altrimenti degna di essere ricordata con manifestazioni di dignità e di orgoglio da tutti gli Italiani.

pezzonie

Sab, 02/06/2012 - 10:11

I paesi dell'Eurozona dovrebbere minacciare la Germania/Merkel di uscirne, tutti insieme e dire alla crucca vai avanti tu (da sola) che a noi scappa da ridere. Non vedo altra alternativa altrimenti la Germania ci farà fallire. Tutti

churchill

Sab, 02/06/2012 - 10:19

"Serve piu' integrazione"? Vadano a quel paese gli eurodittatori! Serve piu' sovranita' nazionale e meno europa. No a un'europa politica e all'unione dei debiti e delle tasse diretta da Bruxelles. Si a un'unione economica come quella originale. Torniamo alla nostra valuta. Mettiamo fine a questa decadenza del nostro continente e mettiamo la fine alle politiche suicide della EU in materia di immigrazione.

CALISESI MAURO

Sab, 02/06/2012 - 10:18

Oggi sono un po pessimista,non e' che non sapessi e d'altronde bastava fare 2 +2 gia 30 anni fa. Una famiglia con dieci fratelli di cui solo due lavorano ( gli altri fanno i manager ) si indebita e chiede soldi agli strozzini ( il sobrio e' della banda ), ma voglio fare dietrologia, cioe' penso al figlio del fabbro, il Mussolini, in quel periodo di pochi soldi ma di tanta costruzione e attivita' con corruzione e mafie al minimo. Sbagliata la guerra, ma forse ci cascavamo dentro comunque. Il pelato aveva ragione ed aveva individuato il pericolo. Riposi in pace adesso, ma in pace non riposera' questo popolo che festeggia la " liberazione " e che presto non esistera' piu', PIRLONI!! Infatti i capi dei sobrio sanno bene come inbonire e instupidire i popoli e quando non ci riescono fanno le guerre per la democrazia!! Simpatici, ma bisogna ammetterlo intelligenti ahime per noi!

Ritratto di Zago

Zago

Sab, 02/06/2012 - 10:14

Visto e c onsiderato di come stanno andando le cose, prima che sia troppo tardi, sarebbe opportuno lasciare la compagnia delle allegre comari di Bruxelles che non hanno capito un tubo di questa grave crisi, ( si guardi la Grecia) e hanno chiuso la stalla dopo che sono usciti i buoi. Ora, c'è la Spagna sulla schiena del buratello, così come si suol dire, e lei ci porterà nella polvere. A questo punto è meglio rispolverare la nostra vecchia amata lira e disporre tutto quello che vogliamo e non sottostare la sottana della Merkel che ci manderà in miseria tutti quanti.

Ritratto di unLuca

unLuca

Sab, 02/06/2012 - 10:25

Quindi le vampiresche manovre non sono servite a nulla ????

Ritratto di unLuca

unLuca

Sab, 02/06/2012 - 10:22

Professooooooooore ottimo lavoro !!!!

Ritratto di marforio

marforio

Sab, 02/06/2012 - 10:35

x4C.piasenza E gia dove e finito alexnovelli? dobbiamo preoccuparci , io di sicuro non ne sento la mancanza.

vince50_19

Sab, 02/06/2012 - 11:06

"Caro" Preside, sarebbe opportuno che lei, a questo punto - dato che ha fallito impietosamente (fare il servo della tetesca non paga qui da noi..), scegliesse la via più logica: quella che la porterà fuori dai cosidetti, dato che di lei ne abbiamo piene le.. Sarebbe l'unica cosa sensata da fare da parte sua. Senza rancore..

migrante

Sab, 02/06/2012 - 11:04

che palle !!!...uno stillicidio giornaliero che ha riempito gli zibidei al livello di guardia, tutti i giorni la solita solfa...i mercati di qui`, i mercati di la`...ma piantatela !!!...sempre a parlare di 'sto sig. Mercati come se fosse un paziente sul tavolo operatorio, un organismo vivente che risponde alle sollecitazioni in base a "leggi naturali"...minchiate !!!...basta guardare alla Grecia per rendersene conto...con il solo 14% del debito in mano a "privati", come e`possibile che si quadruplichino gli interessi ?...a causa degli "umori" del sig.Mercati ?...oppure a causa delle operazioni dei grandi gruppi finanziari e bancari, che poi son gli stessi che vogliono imporre delle misure affinche`quei tassi non aumentino ?...basta prese per i fondelli !!!

blackbird

Sab, 02/06/2012 - 11:20

Sig. Presidente Berlusconi, per il bene del Paese faccia un passo indietro e si dimetta! Osp! Già fatto? Ma allora lo spread? Il downgrade? Il debito alle stelle? Non erano colpa sua e di Tremonti? No? Ma allora di chi sono colpa? Berlusconi si è dimesso ed è arrivato il porfessorone Monti, in Francia non c'è più Sarkosy, pure la Spagna, il Belgio e la Grecia hanno cambiato governo: vuoi vedere che la colpa di tutta questa tensione finanziaria, come ai tempi dell'ECU, è della Germania che continua a fare politiche economiche criticate da tutto il mondo? L'Euro è stata una cosa giusta, di sbagliato è stata l'adesione della Germania!

nevenko

Sab, 02/06/2012 - 11:48

La colpa della crisi mondiale è sempre causata da altri.Obama che naviga in acque non tranquille scarica la colpa della crisi sull'Europa.E' un pò da asilo infantile.

stefano.colussi

Sab, 02/06/2012 - 11:45

"...mercati a picco...allarme euro..." sempre belle notizie...meno male che i soldi della Mia Famiglia sono al caldo ai Caraibi. Stefano Colussi, Cervignano del Friuli (udine)

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Sab, 02/06/2012 - 11:45

Ma, non era tutta colpa di Berlusconi se lo spread arrivava alle Stelle?, adesso di chi é la colpa? HE! Bersani! se ci sei batti un colpo, tu e tutti i cretini come te ci avete portati a questo punto facendo la Guerra al Governo Berlusconi per 4 anni, ti meriteresti di essere messo al muro con la faccia verso il muro per quello che hai fatto al nostro paese! Ci, avete tolto la libertá e coperti di tasse e ogni giorno ci sono persone che si ammazzano perche non possono pagare le tasse, é tu stai lí a ciarlare nel Parlamento mentre la gente muore sotto le macerie in Emilia, adesso vediamo quando ci metterá Monti a costruire le case per i Terremotati?!. Berlusconi, dopo 7 mesi ha dato le case ai terremotati e stanziato 10 miliardi di Euro per loro, mentre Monti insieme a Napolitano fánno solo promesse!. CHE BELLO! LO SPREAD AUMENTA; É NESSUNO E RESPONSABILE! E NESSUNO DEI SINISTROSI SCRIVE QUI CHE LA COLPA E DI BERLUSCONI?; LORO SI FANNO VIVI SOLO QUANDO C;É DA SPUTARE VELENI SU SB!.

beramo

Sab, 02/06/2012 - 12:32

...ma a nessuno viene un dubbio...se ancora ci fosse stato berlusconi avremmo o no ,a forza di scavare il baratro raggiunto la nuova zelanda?

Ritratto di vincenzoaliasilcontadino

vincenzoaliasil...

Sab, 02/06/2012 - 13:09

NEWS DA PSTIZZ NUOSTRE - LUCANIA Purtroppo la Ue non sono gli“Stati Uniti d'Europa”come gli Usa! L’UCCELLO PADULO SINISTRORSI ITALIANO CHE VIENE TOLLERATA E COPERTA, MENTRE MURDOC IN GB E USA STRONCATO? Quanto ci costa l‘eredità di“Re George I?” Mister Spread o Mister flop professori associati?Forse,perchè non ve l'ho cantato in tutte le salse nei miei post,che questa moneta è nata Apolide per questo stampare ancora la LIRA usata per contrastare l’inflazione!Purtroppo,abbiamo svenduto la nostra Lira:che con Stato,Bandiere e Costituzione sono parte integrante di un Popolo, visto che, la Ue che non sono Stati Uniti come gli Usa, datosi che,s’è scelta la definizione “Unione Europea”in onore dell’Urss che di fatto,gli stessi sono al comando insensibile ai cambiamenti e la vicenda Siria lo dimostra col veto!Così restiamo isolati dall’Onu con veti incrociati.Monetario con un cambio iperbolico €=€1936.27,quando in realtà con nostro Pil ne valeva a malapena £1500 ed in più questi criminali delle speculazioni, giocano in casa protetti sotto Bandiere Ue,Usa e Commonwuealth con Agenzie e Banche definiti Paradisi Fiscali che in realtà è il controllo dell’Economia mondiale.Dall’emissione dell’Euro abbiamo riscontrato subito un costo lavoro, i prodotti di colpo ci sono costati il doppio o addirittura triplicati,visto che,il Governo non poteva controllare i prezzi.Così per i 60a di scellerata di Politica del tanto peggio,soprattutto da parte della Sinistra di”Re George I”,oggi sono tutti SMEmorati e fanno pure salti di gioia,quando il Paese arrancava,questi è la claque,quando la corazzata sgangherata dell‘Express Media infangava la persona di Silvio Berlusconi, penoso soprattutto sapendo che era la 4 ^carica dello Stato!Eppure,ci rappresentava nel mondo,meglio dei precedenti Notabili delle Tangente Parallele e Convergente senza contare della grossa eredità di 2000mld€,Debito Pubblico che ci strozza e per questo si sono arroccati nell‘Olimpo dei”Senatori a vita”come sic,il pifferaio del prof. Monti:mi chiedo ancora che cosa ccheskì abbia fatto di buono per l‘Italia o solo giogo e giochino come lo fu per Jeanne de”Ultimo tango a Parigi” solo che a noi non hanno usato neppure un po‘ di burro?Ora siamo in braghe di tela,ma reggetevi bene le mutande che, a breve con un bliz ve li caleranno non per mostrarvi le vergogne, ma scoprire se in mezzo avrete occultato un gruzzoletto!

Rickyprince

Sab, 02/06/2012 - 13:58

Borse italiane a picco, lo spread è alle stelle. Bersani: "Il premier ci sta portando a fare la fine della Grecia, vada a casa e lo faccia oggi!". O no? E se no, perché? Forse perché, tardivamente, anche qualcuno a sinistra si sta rendendo conto che l'attacco non è né all'Italia di Berlusconi né a quella di Monti, ma al sistema Europa nel suo complesso. Un'accozzaglia di Stati troppo diversi da loro schiacciati dal più forte che dice sono "nein" ad ogni ipotesi di salvezza. Gli USA, con una crisi interna gravissima, si sono affacciati al pandemonio economico in piena unità di intenti e di Stati. L'Europa non solo si presenta totalmente divisa, ma anche egemonizzata. Come possono i mercati fidarsi? Oltretutto, sarà un caso che l'attacco all'Euro è cominciato quando si sussurrava di rimpiazzare il dollaro con la moneta europea nelle transazioni internazionali? Un cocktail micidiale, ma bisognava arrivare sin qui, caro Bersani, a capirlo?...

mandinospadicchio

Sab, 02/06/2012 - 14:35

In questo momento si è appreso dalla trasmissione radio FOCUS ECONOMIA' della redazione RADIO 24 del Sole 24 ORE condotta da Sebastiano Barisoni, che ieri in Parlamento i nostri "bravi" parlamentari (TUTTI QUANTI) hanno approvato un emendamento, (TENUTO BEN NASCOSTO TRA ALTRE LEGGI IN APPROVAZIONE) sulla cosiddetta "Legge mancia", portando da € 50.000.000,00 a €150.000.000,00 il benefit relativo alla parte dell'indennità spettante ad ogni singolo parlamentare eletto nel proprio territorio di competenza .QUALCUNO NE SA DI PIU?????

agostino.vaccara

Sab, 02/06/2012 - 15:12

Ormai si è capito che la crisi europea ha un solo nome: la signora merkel della grande Germania! Ed allora è inutile che Obama dia la colpa all'Europa. Dica le cose per come stanno: o va via la merkel oppure va via l'Europa!!! Ma è mai possibile che paesi di grande tradizione come la Spagna, la Francia, il Portogallo, l'Italia, la Grecia debbano avere paura della Germania??? Per non parlare dell'Inghilterra e degli Usa!!! La germania l'hanno sconfitta nella prima e nella seconda guerra mondiale, possibile che non riescano a sconfiggerla oggi??? In fondo anche dal punto di vista economico non è che sia così forte come sembra, la sua economia si basa sulle esportazioni e basta che noi, poveracci, non importiamo più per ridurla alla ragione!!! Basta con le Mercedes, basta con Bmw o Audi o VW! Basta con i prodotti tedeschi che, tra l'altro, non sono poi tanto meglio di quelli italiani! Teniamoci le nostre cose.

gi.lit

Sab, 02/06/2012 - 16:20

Premesso che entrare nell'euro è stato un errore enorme, non è che siano chiarissime le ragioni di questa crisi per cui mi sembra che ci sia chi soffi sul fuoco creando ad arte del panico al fine di trarne vantaggi. E ho anche l'impressione che la stampa, sia pure al solo fine di fare del sensazionalismo, si presti, volente o nolente, a provocare incertezza. Per esempio che significa "borse a picco, Milano perde l'uno per cento"? L'uno per cento! E se si fosse trattato del dieci come avreste titolato? E non si potrebbe mandare a quel paese quelle agenzie sputasentenze, semplicemente ignorandole?

Alarejks

Sab, 02/06/2012 - 17:37

Difficile mandarle a quel paese, mein Freund, perchè sulle loro sentenze, buone o sballate che siano, i grandi investitori internazionali ci basano le loro decisioni, ed il "parco buoi" pure.

Franco-a-Trier

Sab, 02/06/2012 - 23:42

agostino e' la Mekel o e' la Italia che non ha i conti in regola?Prima di scrivere cassiate pensa a quello che scrivi,io direi di buttare fuori la Germania dalla Comunita' Europea e tenere dentro paesi come la Spagna Portogallo la Grecia Romania Polonia Bulgaria ecc tu che ne pensi?Buttare fuori i paesi piu' ricchi come si sta facendo ora in Italia con gli emigranti che lascia scappare all'estero il fior fiore italiano dottori ingegneri avvocati e importare emigranti del quarto mondo che non hanno ne arte ne parte,questo e' la mentalita' dei politici italiani e la vostra.