I mini «ecoincentivi» auto pronti a tornare in pista


Si riparla di ecoincentivi, gli stessi esauriti in 4 ore (quelli per i privati) e invece rimasti largamente inutilizzati dalle aziende. Ecoincentivi, comunque, che nel mercato italiano dell'auto non hanno mosso una virgola, regalando solo denaro pubblico a pochi utenti. Ebbene, sembra che domani, al ministero dello Sviluppo si tenga una riunione per rimetterli in pista nel 2014, correggendo le storture che non hanno consentito, per esempio alle aziende, di accedervi. Federauto (concessionari), inoltre, nell'ultimo incontro al ministero, avrebbe anticipato l'intenzione di disertare i lavori sul tema perché, a suo dire, il mercato ha bisogno di interventi seri e incisivi, e non di dilapidare qualche milione che sarebbe meglio assegnare a chi è rimasto senza lavoro.

Commenti

unosolo

Mer, 04/12/2013 - 19:05

ma cosa mi rappresenta , basta abbassare l'IVA al 15 % sui beni di lusso ed ecco che riparte il consumo e le persone impaurite comprano le belle macchine e super suv da 3000 cc in su. Il mercato è fermo per le troppe tasse e accise che fermano i consumi delle famiglie e aziende , quindi invertite la rotta e il nostro mercato parte , altro che incentivi , abbassate la IVA: