I pensionati all'estero ​nel mirino delle Entrate

Pensionati nel mirino del Fisco. L'Agenzia delle Entrate ha deciso di dare una stretta ai controlli su chi percepisce una pensione dall'Italia in un altro Paese

Pensionati nel mirino del Fisco. L'Agenzia delle Entrate ha deciso di dare una stretta ai controlli su chi percepisce una pensione dall'Italia in un altro Paese. Tutti i nomi dei pensionati che hanno lasciato l'Italia e sono iscritti all'Aire dopo il primo gennaio 2010 saranno inseriti in una lista per i controlli sugli investimenti all'estero e non dichiarati in Italia. Come ricorda laleggepertutti.it le liste saranno formate incrociando i dati di chi vive all'estero con quelli di coloro che hanno presentato la documentazione per una collaborazione volontaria. Chi ha fatto questo passaggio è già inserito nella Cover, la banca dati che individua tutti coloro che hanno dichiarato al fisco le attività finanziarie all'estero. Dagli incroci dei dati non ci saranno grosse novità perché i pensionati all'estero sono comunque iscritti all'Aire e molti sono già nella Cover. In questo momento i pensionati italiani all'estero sono più di 500mila.

E il trend è in crescita del 40 per cento. Questi pensionati godono di una esenzione totale dal regime fiscale italiano e così l'assegno arriva con l'importo lordo. Qualche tempo fa il presidente dell'Inps, Tito Boeri, aveva suggerito di ridurre la parte non tassabile dell'assegno. Adesso arriva la mossa del fisco. Insomma per chi ha deciso di trasferirsi all'estero stanno per arrivare tempi duri...

Commenti
Ritratto di franco.a.trier_DE

franco.a.trier_DE

Mer, 18/01/2017 - 09:29

e sentiamo dovrebbero pagare le tasse all'estero e in Italia pure?..parlo dei residenti all'estero?.E per chi non va investimenti gliene da l'Italia?

Ritratto di franco.a.trier_DE

franco.a.trier_DE

Mer, 18/01/2017 - 09:30

e sentiamo dovrebbero pagare le tasse all'estero e in Italia pure?..parlo dei residenti all'estero.E per chi non fa investimenti gliene da l'Italia?.

Ritratto di luigin54

luigin54

Mer, 18/01/2017 - 09:35

Io sono pensionato e vivo in Italia ma non sono un ITALIOTA. Mi chiedo con che diritto chiedono le tasse ai ns concittadini che abitano all'estero, x farsele rubare da loro ??? non ne hanno mai abbastanza sti INFAMI LADRONI.

vigpi

Mer, 18/01/2017 - 09:42

Bello tornare ai tempi dell'Unione Sovietica. Vi ricordate il muro,gli abitanti dell'est che non potevano uscire dai loro stati......

Ritratto di Flex

Flex

Mer, 18/01/2017 - 09:49

L'Agenzia delle Entrate si occupa di tutti fuorchè degli evasori, quelli veri. A quest'ultimi pochi controlli e quando, quei pochi, vanno a buon fine, finiscono sempre per essere sanati con pochi spiccioli se non interamente "condonati". Il problema non è solo dell'Agenzia ma politico e di conseguenza nostro perchè i politici sono, in qualche modo, stati eletti e mantenuti ai loro posti.

cgf

Mer, 18/01/2017 - 10:21

stanno raschiando il fondo... ma all'ingegnere svizzero ben si guardano di controllare le proprietà/investimenti a lui riconducibili, non solo quelli in Lussemburgo, ma in Piemonte, Toscana, Emilia, etc etc

Ritratto di cmorgi

cmorgi

Mer, 18/01/2017 - 10:50

Non è vero,i pensionati ex INPDAP ricevono la pensione come in Italia, al netto, quindi cerchiamo di essere precisi e corretti, peraltro si verifica una evidente disparità tra chi proviene da pensioni INPS del settore autonomo e chi pensionato ugualmente INPS proviene dal pubblico.

Baiano

Mer, 18/01/2017 - 11:14

Questa delle pensioni al lordo per chi vive all'estero e' una mezza bufala ! NON tutti i pensionati possono chiedere la pensione a lordo . TUTTI gli ex dipendenti pubblici exINPDAP(per capirci Carabinieri , FFAA ecc) NON possono usufruire della pensione al lordo ad eccezioni di pochissimi paesi tipo Senegal (sic!) . Sono ritenuti cittadini di serie "B" .Sono andato in pensione 5 anni fa e con la moglie (bulgara) risiedo fiscalmente in Bulgaria (moglie , famiglia e casa bulgari) Sono OBBLIGATO per legge a pagare le tasse COMUNALI e REGIONALI oltre che in Bulgaria (cosa giusta) anche in Italia (uno schifo) !! Ovviamente senza aumenti perequativi pur avendo SEMPRE versato i contributi senza MAI evadere . Tutti contributi ritenuti alla fonte .

mauro.t

Mer, 18/01/2017 - 11:23

É arrivato il momento di spostare tutto dall'italia

cir

Mer, 18/01/2017 - 11:24

cmorgi : e' sacrosanto il fatto che i pensionati indap paghino di piu'. hai parlato di disparita'scorretta. era correttta quando gli statali percepivano lo stipendio da un ente che non deve produrre profitto ma solo stipendi e per giunta senza versamento di contributi ?

cecco61

Mer, 18/01/2017 - 11:55

Se risiedo all'estero posso avere tutti gli investimenti che voglio senza dover dichiarare alcunché al fisco italiano. Allo stesso andranno dichiarati solo gli investimenti che possiedo in Italia. In realtà, con la scusa degli affetti famigliari, cercheranno di sostenere che la residenza estera è fittizia, alla faccia degli accordi bilaterali firmati, per tartassare ogni povero cristo con cittadinanza italiana. E' il comunismo.

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Mer, 18/01/2017 - 12:06

@cir. A parte il fatto che l'Amministrazione cui appartenevo ha sempre religiosamente versato i contributi allo stato, non si vede per quale motivo il pensionato ex-INPDAP dovrebbe pagare per magagne di cui non è responsabile! Come scrive Baiano, oltre a farci pagare TUTTE le addizionali, quando rientriamo in Italia NON ci danno neppure l' ASSISTENZA SANITARIA di base!!!

Ritratto di orione1950

orione1950

Mer, 18/01/2017 - 12:09

mi scuso per l'ortografia, ma sono incazzato.

Ritratto di orione1950

orione1950

Mer, 18/01/2017 - 12:19

@cmorgi; la tua é una favola. Da quando il mio "caro" amico prodi ha unificato le casse previdenziali, non versando all'INPS 90 miliardi di euro di contributi dei dipendenti inpdap, tutti i pensionati esteri, pubblici o privati INPS, percepiscono una pensione al netto dell'irpef qualora la nazione ospitante abbia una convenzione con l'Italia. La Francia, dove abito, ha stipulato, appunto, una convenzione con l'Italia per evitare la doppia tassazione che, in verità, sussiste nel momento in cui pago le doppie tasse locali.

VittorioMar

Mer, 18/01/2017 - 12:22

...PERCHE' SEMPRE TANTO ACCANIMENTO SUI PENSIONATI;INVECE DI TUTELARLI??PERCHE' SI APPROVANO LEGGI SUI DIRITTI CIVILI E NON SI TUTELANO LE ATTIVITA' SESSUALI LIBERAMENTE SCELTE ,SENZA COSTRIZIONE O PREPOTENZE??....NON E' ANCHE QUESTA UNA DISCRIMINAZIONE??...PERCHE' LE LIBERTA INDIVIDUALI SONO SOLO IN SENSO??? PERCHE LA MODERNIZZAZIONE E' SOLO PER LE CONDIZIONI OMOSESSUALI,E TUTTI GLI ALTRI, NON HANNO QUESTO DIRITTO????...meno ipocrisia e più GIUSTIZIA VERA!!

Ritratto di franco.a.trier_DE

franco.a.trier_DE

Mer, 18/01/2017 - 12:43

visto che non arrivavo alla quota il fisco tedesco mi ha dato 1300 euro.

NIKO38

Mer, 18/01/2017 - 12:44

Preoccuparsi invece dellè migliaia di pensioni che paghiamo agli stranieri che con la residenza in italia e poi vivono nei propri paesi alla faccia nostra

Ritratto di orione1950

orione1950

Mer, 18/01/2017 - 13:29

Non sanno più a chi estorcere danaro. Vivo in Francia, e meno male, ma pago le tasse in Italia alla fonte sulla mia pensione. Quest'ultima, da aprile scorso, é stata ridotta di 140 euro. Pago le tasse locali (regionali e comunali) in Italia ed in Francia. Il mese scorso ho appreso che non ho diritto alla tessera sanitaria internazionale e, quindi, se vado in Spagna, non ho copertura sanitaria e se vengo in Italia, per un lungo periodo, ho diritto alla sanità solo per 90 giorni all'anno e cure solo per le emergenze; meno di un immigrato extracomunitario. Conclusione: mi hanno levato l'assistenza sanitaria, il voto all'estero é in bilico, ed allora, perché pago le tasse in Italia.

effecal

Mer, 18/01/2017 - 14:10

ho sentito dire che questo non vale per i pensionati che dimostrano di avere appeso in casa un poster con la faccia di renzi i'bomba.

Ritratto di T1000

T1000

Mer, 18/01/2017 - 14:24

Gli ho ridato la cittadinanza italiana, per fortuna.

il veniero

Mer, 18/01/2017 - 14:53

non basta andarsene . L'italietta ti perseguita sempre e ovunque .

cabass

Mer, 18/01/2017 - 15:22

Franco di Trier, mettiti l'animo in pace, l'Agenzia sta arrivando anche da te!

Ritratto di cmorgi

cmorgi

Mer, 18/01/2017 - 15:29

Orione 1950, forse non hai letto bene. Ai pensionati ex INPDAP, AIRE, la pensione viene pagata al netto, tranne in alcuni Paesi tipo la Tunisia, e comunque sono costretti a pagare le tasse regionali e comunali, credo per il Lazio e Roma, una cosa assurda.

Vigar

Mer, 18/01/2017 - 15:33

Che farabutti!

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 18/01/2017 - 15:56

Articolo INESATTO!!! Il sottoscritto iscritto all'AIRE e percettore di pensione INPS, si vede trattenere qualcosa come 20.000€uriii anno di IRPEF e ADDIZIONALE che (oltre il danno la beffa) è quella di Roma e del Lazio (la piu alta d'Italia)quindi non riceve la pensione LORDA. Inoltre tutti gli iscritti all'AIRE per legge (secondo me sbagliata) vengono domiciliati fiscalmente a Roma!!! SI INFORMI Sig Grilli.

VittorioMar

Mer, 18/01/2017 - 16:59

...se non ci fossero i PENSIONATI,QUESTO PAESE NON ESISTEREBBE PIU'!!...sono loro che lo tengono in piedi :LE FAMIGLIE; I FIGLI,I CONSUMI;LE TASSE NAZIONALI LOCALI E REGIONALI...dopo che lo hanno fatto "RICCO" E UNA DELLE POTENZE MONDIALI ...e stato distrutto da una BANDA DI ACCATTONI...!!

Ritratto di orione1950

orione1950

Mer, 18/01/2017 - 17:21

@cmorgi, io sono un pensionato INPS del settore privato iscritto all'AIRE e pago le tasse in Italia. Sei tu che fai differenza tra Inps e Inpdap.

lakos29

Mer, 18/01/2017 - 17:40

Se uno vive all'estero in un paese non considerato paradiso fiscale, esiste una convenzione tra Stati che impegna l'INPS a pagare al lordo la pensione dato che il pensionato pagherà le tasse nel paese di residenza. Quindi credo che se vogliono fare le pulci dovrebbero rifare millemila trattati internazionali.

acam

Mer, 18/01/2017 - 17:57

io prendo una pensione italian perché lavorai per una ditta milanese durante tre mesi nel lontano 1970, con quello che mi danno potrei andare a fare il cenone di capo d'anno don mia moglie se sapessi quando pagano questi soldi perché udite udite l'inps non sa pagare le pensioni agli italiani all'estero c'è un'agenzia londinese che espleta la mansione che scrive tanti formulari ma no sa riempire gli assegni. mi dovrebbero mandare 260 euro all'anno ma io ho visto gli assegni solo quando li pagavano dall'italia, arrivava l'assegno valido tre mesi non trasferibile, in un periodo in cui io non potevo venire in Italia ad incassare cosi non si sapeva dove andavano a finire i soldi. ora che vien dall'Inghilterra non vedo manco l'assegno. pero vedrai che ai migranti lo sapranno pagare...

casela

Mer, 18/01/2017 - 18:00

Altra scoperta dei nostri grandi economisti per tappare i buchi che fanno impunemente ogni giorno.

Ritratto di nando49

nando49

Mer, 18/01/2017 - 18:03

E' una persecuzione! Invece di perseguire chi ha privilegi, si va a colpire i pensionati che in Italia non tiravano a fine mese. Se poi pensiamo all'evasione fiscale non si capisce perché si va a cercare sempre nei pensionati il cavillo burocratico per mazziarli.

giovaneitalia

Mer, 18/01/2017 - 18:56

L´articolo dice cose non vere. Sono residente all´estero e percepisco una pensione minima già tassata in Italia, quindi non arriva come scritto sulla´articolo a lordo bensì al netto delle tasse, in più nel paese in cui vivo, devo pagare la differenza di trattenute in quanto nel paese ospitante le tasse sono più alte, quindi per riepilogare pago due volte le tasse. Grazie Comunità Europea.

giovaneitalia

Mer, 18/01/2017 - 19:01

Per Baiano e cmorgi...avete scritto il vero. Anche io sono un pensionato exINPDAP e pago le tasse per il mio ultimo Comune di residenza e Regione in Italia ovvero la Toscana, le varie addizionali Comunali, Regionali Irpef e altro 400 € al mese, oltre questo, il paese che mi ospita mi richiede altre tasse in quanto il regime fiscale nel paese é più alto, quindi corn...to e mazziato. L´articolo dice solo stro...nzate.

Ernestinho

Mer, 18/01/2017 - 19:10

Mi sembra che le tasse vengano pagate per i servizi (!!!!) forniti dallo stato e dai suoi enti (tutti in minuscolo). Se un pensionato vive all'estero, anche se ex INPDAP, che razza di tasse deve pagare? E' una rapina!

saltachizompa

Mer, 18/01/2017 - 19:27

Il Pensionato Inps residente all'estero , ha la pensione che viene tassata in base agli accordi Bilaterali tra i 2 paesi. Se questo accordo prevede che la pensione viene tassata nel paese estero....l'assegno italiano arriva al lordo...ed il pensionato paga le imposte nel paese ospitante. Saluti

MOSTARDELLIS

Gio, 19/01/2017 - 02:34

Grilli, guardi che dall'articolo non si capisce nulla. Se può nei prossimi giorni si informi meglio su come stanno realmente le cose e le scriva per bene, altrimenti sta creando soltanto allarmismo inutile e dannoso. Grazie.

pisopepe

Gio, 19/01/2017 - 07:55

EGR SIG GRILLI PENSIONATO VIVO IN FRANCIA DL 2005 PERTANTO PENSO CHE SARO' NEL MIRINO MA DEVO FARLE PRESENTE CHE NEL SUO ARTICOLO CONSTATO UN 'IMPRECISIONE AGENZIA DELLE ENTRATE HA RIFIUTATO DI PAGARMI LA PENSIONE AL LORDO E CONTINUA A DEDURRE LE TAASSE LOCALI CHE PAGA GIA' IN FRANCIA HO SCRITTO ?AI PATRONATI AL VS DIRETTORE ?RISULTATO CONTINUA IL FURTO ALL'ITALIANA TRA ITALIA E FRANCIA ESISTE L'ACCORDO SULLA NON DOPPIA TASSAZIONE MA NEL CASO DI RICHIESTA DI PAGAMENTO DELLA PENSIONE LORDA L'ITALIA FURBASTRA NON LO RICONOSCE E CONTINUA IMPERTERRITA A FARMI PAGARE LE IMPOSTE LOCALI BELLA ITALIA DEI GRILLINI

Ritratto di franco.a.trier_DE

franco.a.trier_DE

Ven, 20/01/2017 - 12:48

dobbiamo votare il più presto possibile Forza Italia queste pazzie non le faceva quando c'era lui al governo.

giovaneitalia

Sab, 21/01/2017 - 11:33

x saltachizompa...dici cose non esatte e te lo garantisco sulla mia pelle. In linea di massima dovrebbe essere come dici tu in base alle convenzioni bilaterali ma non é così. Inoltre si deve fare differenza tra una pensione pubblica e privata, la prima si può esclusivamente tassare in Italia la seconda all´estero. Nel mio caso specifico, pensione pubblica, mi viene data al netto in Italia e quindi tassata alla fonte e successivamente mi riviene tassata, questa volta sul netto, in Finlandia paese dove vivo. Delle convenzioni bilaterali i finlandesi mi hanno risposto picche, dicono che x loro non sono valide... domanda: a chi devo rivolgermi x fare valere i miei diritti visto che i finlandesi fanno l´orecchio da mercante? Nell´attesa non mi resta che pagare 2 volte e x 2 paesi diversi.

pisopepe

Mar, 26/12/2017 - 07:30

NON DITE CAVOLATE VIVO IN FRANCIA DA 16 ANNI E MI TASSANO ALLA FONTE BEN 11000 EURO LADRI!!!!!