I tagli di SaceBt «spaventano» l'export italiano

È tempo di strategic review in casa Sace, la controllata di Cdp che si occupa di assicurazioni crediti. Ieri l'assemblea ha confermato il presidente Castellaneta, l'ad Castellano. È entrato nel board, Leone Pattofatto, direttore partecipazioni di Via Goito. Il problema riguarda SaceBT, la società del gruppo che si occupa di assicurazione credito a breve termine. Secondo quanto si apprende, il monte delle coperture sarebbe stato abbassato da 14 a circa 8 miliardi di euro. Le polizze in perdita, inoltre, sarebbero oggetto di disdetta. SaceBT ha chiuso il 2012 con una perdita di 21,2 milioni, mitigata dalla crescita degli utili da investimenti. Spingere sulla finanza, però, creerebbe un vantaggio alle concorrenti estere come Euler (Allianz) e Coface, oltre a far mancare un sostegno importante all'export.